TERZA PAGINA


Vai ai contenuti

LE NOTIZIE DI NOVEMBRE 2019

MAREA ALTA A VENEZIA,LA CITTA' COMPLETAMENTE SOMMERSA DALL'ACQUA.POLEMICHE SUL MOSE
E' LA PEGGIORE ALLUVIONE DAL 1966,DANNI INGENTISSIMI,2 MORTI
GRANDE PREOCCUPAZIONE PER
LA BASILICA DI SAN MARCO


di Maria Paola Maccioni
(13-11-2019) Era tutto previsto,ma l'inferno di acqua e di vento che ha colpito in modo particolare la città lagunare di Venezia ha di apocalittico.E' una città che è stata travolta e sommersa dall'acqua(
foto dal web/Social),da una parte dall'alta marea e dall'altra dall'innalzamento di 187 centimetri che ha causato danni al patrimonio architettonico e artistico e ha messo nel caos,come nel 1966,la città.Quel ricordo ha fatto tremare i residenti e quanti si sono trovati a Venezia perchè tutto è iniziato alle 21,00 della notte del 12 ottobre quando la forza dell'acqua dall'Adriatico si è riversata verso la laguna di Venezia.Il Centro maree del Comune aveva programmato un picco di 160 centimetri alle 23,00 ma ogni pronostico è stato spazzato via perchè proprio alle 23,00 la marea era arrivata già a 187 e da quel momento in poi è stato un susseguirsi di disastri mettendo a nudo la fragilità di un sistema frammentario ed empirico mentre non è ancora in funzione quello costosissimo,del Mose, che dovrebbe tutelare la città dall'acqua alta.La grande opera è al centro di polemiche e scandali e non è ancora ultimata anche se molti sostengono,come Italia Nostra,che la complessa struttura ha gravi carenze tecniche e alti costi di manutenzione.Il sindaco Luigi Brugnaro è ottimista ed è filogovernativo e chiede che si faccia in fretta e che il governo acceleri la messa in funzione del Mose,progettato subito dopo la storica catastrofe del 1966,che dovrebbe funzionare a pieno regime all'inizio del 2022.I tempi sono ancora lunghi e le catastrofi dell'acqua alta e degli uragani in prossimità dell'Adriatico sono all'ordine del giorno in un periodo nel quale c'è molta correlazione con i cambiamenti climatici.Col riscaldamento globale,secondo un'indagine degli scienziati,l'innalzamento del livello del mare aumenterebbe la frequenza delle alluvioni a Venezia.Insomma quello che è successo una volta potrebbe essere la norma per una città che sta affondando e che è continuamente a rischio.Venezia è completamente in ginocchio e il sindaco prevede che i danni sono ingentissimi nell'ordine di un miliardo di euro.Dopo questa seconda peggiore alluvione del secolo,lo scenario è apocalittico con barche e pirografi sui marciapiedi,calle allagate,negozi completamente distrutti,danni gravissimi agli edifici,hotel,ristoranti,caffè e locali storici.E' saltata l'elettricità.Col picco della marea l'acqua ha invaso la Basilica di San Marco arrivando subito a un metro di altezza e allagando la cripta del santo.L'acqua ha invaso il pavimento,le basi delle colonne,ha bagnato i mosaici e diverse altre opere appena restaurate in seguito all'alluvione dell'ottobre 2018.


IMPEACHMENT,PARTE LO SHOW AL CONGRESSO DEGLI STATI UNITI
IN AUDIZIONE IL DIPLOMATICO
WILLIAM TAYLOR CHE RIFERISCE
SULLE PRESSIONI DI TRUMP SULL'UCRAINA CONTRO BIDEN


di Peter Moore
(13-11-2019) E' iniziata la fase pubblica e televisiva del processo che potrebbe terminare con l'impeachment del presidente Usa Donald Trump.Al Congresso c'è stata la testimonianza di uno dei principali rappresentanti americani in Ucraina William B.Taylor(
foto dal web/Social) che in buona sostanza ha riferito,durante l'interrogatorio durato 6 ore,della pressione,anche a livello personale,sul governo di Kiev per indagare sul suo rivale politico Joe Biden.Secondo la stampa americana la testimonianza del diplomatico contribuirà a mettere alle corde il presidente degli Stati Uniti soprattutto perchè i particolari elencati da Taylor lasciano poco spazio alla difesa.E' la quarta volta nella storia degli Stati Uniti che viene attivata la procedura di impeachment e l'ultima ha avuto come protagonista Bill Clinton,20 anni fa.Per la cronaca l'impeachment non è mai andata avanti.


SONDAGGI SWG PER IL TGLA7,
NOTTE FONDA PER M5S E PD

GOVERNO NEL PANICO:IL CENTRODESTRA HA I NUMERI PER GOVERNARE
LA COALIZIONE LEGA-FDI-FI SFONDA
IL 50%,I GRILLINI SOTTO 16%


di Luca Berni
(12-11-2019) Cresce il consenso dei partiti d'opposizione ed è notte fonda per la performance dell'esecutivo.Secondo un sondaggio Swg per Mentana del Tg La7 continuano a crescere i consensi della coalizione del Centrodestra unito.In dettaglio la Lega di Salvini(
foto dal web/Social) sale al 34,5%,in crescita anche Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni che si posizione quasi a doppia cifra(9,5%) mentre si mantiene stabile Forza Italia(6,2%).Sempre secondo lo stesso sondaggio in picchiata si trova il Movimento 5 Stelle(15,8),Pd al 18,6% mentre Italia Viva di Renzi non va oltre 5,6%.E' un quadro che mette in evidenza la buona salute del Centrodestra che va ancora avanti e sfonda il 50% portandosi a 51,5% con l'apporto di Cambiamo di Toti e questo dato in vista delle prossime elezioni regionali,a partire da quelle in Emilia-Romagna a fine gennaio 2020,è beneaugurante ed è un trend da valutare,e spaventa parecchio sia ai grillini che ai dem,nel caso si dovesse andare a nuove elezioni.Chi sta peggio è l'alleanza M5S-Pd sempre in difficoltà adesso più che mai stando alle grane del caso ex Ilva dopo la notifica di chiusura della ArcelorMittal e sulla quale pendono i licenziamenti di quasi 15 mila lavoratori della più grande acciaieria europea di Taranto.



METEO,SETTIMANA NERA PER
LE REGIONI DEL CENTRO MERIDIONE

MINI CICLONE IN TRANSITO DALLE BALEARI E LA SARDEGNA
NELL'ISOLA E' ARRIVATA
ANCHE LA PRIMA NEVE


di Francesco Corrias
(11-11-2019)Sarà una settimana nera dal punto di vista meteo e la perturbazione interesserà buona parte del meridione grazie alle correnti nord-africane.Da martedi 12 novembre una vasta e profonda depressione stazionerà sul tirreno centro-meridionale portando diffusamente temporali e piogge rilevanti.Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso allerta rossa per la Calabria,Basilicata e Sicilia orientrale.Allerta arancione in Puglia,Calabria e Sicilia mentre gialla in diverse regioni come tra le altre Umbria,Lazio,Marche e Campania ma anche la Sardegna dove quindi è confermato l'arrivo di un mini ciclone con uno scenario che porterà piogge e temporali.La traiettoria non è definita ma si sa,dalle immagini dei satelliti,che il ciclone si è generato tra le Baleari e la Sardegna e la scia continuerà verso la Sicilia.Intanto,sempre in Sardegna,è arrivata in anticipo rispetto alla normale stagionalità la neve che ha ricoperto le cime del Bruncuspina(1800 metri d'altezza) ma anche paesi come Fonni dove tre giorni fa le temperature si sono abbassate anche di 3 gradi.





L'AUSTRALIA BRUCIA,IN GINOCCHIO
IL NUOVO GALLES E IL QUEENSLAND


di Luigi Petrelli
(10-11-2019) L'Australia brucia(
foto dal web/Social).Da venerdi scorso oltre 120 grandi incendi boschivi stanno imperversando in lungo e in largo il Continente e diversi stati,come il Nuovo Galles del Sud e il Queensland,sono in ginocchio.Anche la metropoli Sydney è minacciata dall'incendio.Per spegnere gli incendi sono stati schierati oltre 1300 vigili del fuoco,un numero insufficiente per star dietro a un disastro di vaste proporzioni.Spesso e volentieri quando stanno succedendo queste vicende non si aspettano neanche i vigili del fuoco e si scappa non appena il fuoco inizia a mangiare piante e a lambire le case,molte delle quali sono andate in fumo.Ci sono già le vittime e il numero è imprecisato,molti i feriti e gli evacuati non si contano.L'Australia vive di un grave periodo di siccità e l'estate non è ancora iniziata e in una situazione del genere gli incendi in questo periodo determinano una sciagura,con temperature elevate di 35 gradi e con un forte venti.

CAGLIARI,TEATRO MASSIMO, PARTE UN'ALTRA STAGIONE PER IL CEDAC
GRANDI PROTAGONISTI:SERGIO RUBINI,LUIGI LO CASCIO, ANNA FOGLIETTA E UMBERTO ORSINI
C'E' ANCHE UNA COMMEDIA PER LA
REGIA DI ALESSANDRO GASSMAN


di Andrea Porcu
(10-11-2019) Si annuncia un'altra stagione teatrale ad alto livello per l'edizione 2019-20 promossa come al solito dal Cedac.Anche stavolta gli organizzatori, con in testa il Presidente Antonio Cabiddu e la direttrice artistica Valeria Ciabattoni, portano sul palcoscenico del Massimo(
foto dal web/Social) nomi di prestigio del teatro e del cinema italiano.Si comincia in prima assoluta nazionale dal 9 al 16 novembre con il Giardino dei ciliegi per la regia di Alessandro Serra. Il cartellone propone tra i vari appuntamenti quello con Sergio Rubini e Luigi Lo Cascio, attori conosciuti al grande pubblico, che si cimentano in un classico di Bram Stoker: ovvero " Dracula".Un'opera tutta da vedere per recitazione e allestimento considerando il valore del personaggio temuto ma anche affascinante. E crediamo che Rubini e Lo Cascio non deluderanno le attese, perché sempre capaci di interpretare ruoli diversi.Molta attesa anche per l'originalità dell'esibizione di Paolo Fresu. Il trombettista di Berchidda si proporrà nei panni di Chet Baker, un grande del jazz mondiale. Lo spettacolo ha il titolo di " Tempo di Chet, la versione di Chet Baker". Per gli estimatori di Paolo Fresu, ma non solo, una occasione particolare per osservare un inedito " Fres Baker".Al Massimo vedremo in scena anche un altra attrice molto conosciuta nel grande schermo. Parliamo di Anna Foglietta, tra le protagoniste lo ricordiamo della pellicola " Perfetti sconosciuti", che ha ottenuto diversi David di Donatello.Foglietta sarà affiancata da Paolo Calabresi nella commedia" Bella Figura" di Yasmine Reza.Tra gli altri volti noti del teatro, a Cagliari, ci sarà spazio per Giuliana De Sio e Isa Danieli, meravigliosa coppia artistica che porta in scena l'opera dal titolo " Le signorine".Forse sarà presente in sala, ma non lo sappiamo con certezza, Alessandro Gassman, figlio d'arte, stavolta impegnato nella regia di un classico " Fronte del porto". Tutto da scoprire.Infine Il Cedac celebra dal vivo un altro grande protagonista della prosa italiana, Umberto Orsini. Una delle " vecchie volpi" del teatro made in Italy recita al fianco di Lucia Lavia nella commedia " Il costruttore di Solness".Non abbiamo citato tutte le commedie e i loro interpreti, ma avremo modo di farlo nelle prossime puntate. Intanto godiamoci un'altra stagione all'insegna Cedac e lunga vita al teatro.


PARTE L'INIZIATIVA DELLA REGIONE
SARDEGNA:"121 NURAGHI NEI CIRCOLI SARDI NEL MONDO"
GLI EMIGRATI ISOLANI "MISSIONARI DI
SARDEGNA" PER RAFFORZARE E PROMUOVERE I LEGAMI MILLENARI CON LA LORO TERRA


di Luca Berni
(8-11-2019) Parte l'iniziativa "Casa Sardegna" promossa dalla Regione Sardegna che vuole rafforzare il legame con i tanti sardi sparsi nel mondo perchè non si sentano isolati ma restino attaccati alla tradizione e alla cultura millenaria della loro isola.Secondo l'assessore regionale Alessandra Zedda questi emigrati sardi,con la loro storia ma soprattutto con la viva appartenenza alla loro terra,sono chiamati ad essere ambasciatori della migliore immagine sarda perchè,ha detto il presidente della Regione Christian Solinas durante la conferenza stampa a Villa Devoto,"ovunque siano andati a vivere si sono connotati per il loro profondo senso del dovere, del rispetto e della lealtà”.L'iniziativa è “la costruzione di un nuraghe(
foto dal web/Social), nelle diverse forme artistiche, da parte degli emigrati, che abbiamo individuato nei 121 circoli dei sardi".Identificarsi nel nuraghe significa appartenere al tratto più importante e significativo dell'immagine stessa della Sardegna,della sua storia e degli aspetti che più ci identificano come quelli culturali e tradizionali.Non solo gli stessi emigrati sardi "missionari di Sardegna" ,attraverso i circoli dei sardi sparsi nel mondo,ma anche il Cagliari e la Dinamo di Sassari primi "testimonial" per far conoscere,amare e apprezzare la Sardegna,una bella regione vincente per il mondo.Fin qui la notizia.E' una bella iniziativa che mette al primo posto la Sardegna ma soprattutto i sardi che per diversi motivi sono lontani dalla loro terra,che a volte diventa irraggiungibile ma che,comunque,vogliono continuare ad essere "sardi" a tutti gli effetti e non vogliono tradire la loro identità.Il nuraghe che sarà sicuramente presente nei Circoli all'estero sarà motivo di orgoglio e di speranza.Orgoglio perchè "sono sardi fino alla morte" e speranza perchè,pur lontani,continuano a respirare,a gioire,a lottare e a meravigliarsi come tutti noi.L'iniziativa sarà,sicuramente,motivo di polemica e si tireranno fuori soldi spesi per i Circoli sardi,per le visite dei vari assessori e per ogni intervento utile per promuovere la "Casa Sardegna".Soldi che potrebbero essere utilizzati per i disoccupati sardi e per rilanciare le diverse economie che soffrono.Tutto vero,però è anche bello sentire l'appartenenza della Sardegna,così forte e così reale magari in Germania o in Belgio ma anche in Inghilterra.Essere sardi pur non essendo in Sardegna.Il massimo.


CURIOSITY CONTINUA A
SCATTARE FOTO DA MARTE

NUOVE E STRAORDINARIE IMMAGINI
DEL ROVER ALLA RICERCA DI TRACCE
DI VITA,PRESENTI E PASSATE


di Sonia Thery
(8-11-2019) Il rover Curiosity continua a scattare immagini dalla superficie di Marte.L'ultima foto che la Nasa ha mostrato è quella scattata mentre sale sul Monte Sharp,alto circa cinque metri,in una zona chiamata cratere Gale(foto dal web/Social) dove il Curiosity sta compiendo la sua missione per trasmettere sulla Terra i risultati delle sue ricerche.Le telecamere del rover,che percorre quasi 30 metri all'ora, hanno mostrato l'immagine scattata il 1 novembre che mostra parte del cratere,montagne sbiadite dalla nebbia.In primo piano le pietre usurate della superficie del pianeta.La missione è,tra l'altro,trovare prove di vita in passato come nel presente.Forse la vita marziana si è sviluppata sotto la superficie,forse c'è l'ipotesi di un'oasi su Marte.Al momento nulla si sa.Si continua ad analizzare i dati del rover,le immagini e soprattutto si è alla ricerca di tracce di idrogeno,ossigeno,fosforo e carbonio per costruire "i mattoni della vita" su quel pianeta.Gli scienziati ritengono che ci potrebbero essere indizi sul Monte Sharp e sulla possibilità che proprio su quella corteccia di sedimento era possibile trovare,milioni di anni fa, molta acqua all'interno del cratere.



CLIMA,ALTRO RECORD:OTTOBRE 2019 E' STATO IL MESE PIU' CALDO DI SEMPRE
E' IL QUINTO MESE CONSECUTIVO CON TEMPERATURE PIU' CALDE O ESTREMAMENTE ELEVATE

di Annamaria Pilloni
Un altro record per il clima:anche ottobre 2019 è il mese più caldo di sempre.La rilevazione si riferisce dal 1981,anno in cui si sono iniziate a registrare le temperature a livello globale,in poi e purtroppo si devono mettere in evidenza questi dati in un periodo nel quale si dovrebbe dare il via all'inverno.L'allarme è stato lanciato dall'Ente Copernicus Climate Change Service(
foto dal web/Social) per conto dell'Unione Europea.Secondo i dati messi a confronto è venuto fuori che le temperature del mese di Ottobre 2019 sono state più calde di 0,69 gradi Celsius rispetto alla media del periodo dal 1981 al 2010.E questa temperatura più calda è stata registrata soprattutto nelle regioni dell'Artico ma anche in buona parte dell'Europa mentre negli Stati Uniti,ma anche in Canada,la temperatura è stata al di sotto della media.

TROVATI IN MESSICO
I RESTI DI 14 MAMMUT

PER CATTURARE QUESTI GROSSI PACHIDERMI SONO STATE COSTRUITE
TRAPPOLE DAI CACCIATORI DI 15 MILA ANNI FA


di Lello Leo Cortes
(7-11-2019) La notizia è straordinaria e riguarda il ritrovamento dei resti di 14 mammut(
foto dal web/Social) in Messico.La scoperta rappresenta motivo di studio per la preistoria in una località dove non uno ma tanti grossi proboscidati sono stati trovati in una sorta di deposito costruito ad arte dagli abitanti di 15 mila anni fa.La località si chiama Tultepec, a 40 chilometri a nord di Città del Messico,ed è proprio in questa specifica zona che gli archeologi hanno fatto una straordinaria scoperta dopo che a febbraio di quest'anno diversi lavoratori del Comune hanno cercato di costruire una discarica e nel tentativo di farlo,scavando per oltre cinque metri,si sono trovati a manipolare i resti di grosse ossa.Gli esperti non hanno avuto dubbi.A Tultepec per la prima volta sono state trovate i resti di questi mammut intrappolati dai cacciatori preistorici e questo fatto fa ripensare al rapporto tra l'uomo e questi pachidermi.A differenza dei ritrovamenti in Europa e in Siberia ciò che invece si è trovato in Messico riguarda i resti di mammut che nella preistoria vennero catturati abilmente dai cacciatori dell'epoca,con una abilità straordinaria che ipotizzava un'organizzazione collettiva nell'individuare la zona,spingere i pachidermi dove volevano e catturarli nelle buche scavate poco prima.



VERTICE TRA GOVERNO E ARCELOR,A TARANTO SI GIOCA BRUTTA PARTITA
FUMATA NERA,NIENTE CERTEZZE PER GLI 11 MILA LAVORATORI DELL'EX ILVA
ESECUTIVO IN NETTA DIFFICOLTA',SARA' RIPRISTINATO LO "SCUDO PENALE"?

di Carlo Imbesi
(6-11-2019) Sulla vicenda Ilva di Taranto non si sono spente le speranze ma la situazione rimane complicata e forse senza via d'uscita.Secondo quanto si sa la proprietaria franco-indiano ArcelorMittal ha dato l'avvio della cessione del ramo d'azienda che coinvolgerà quasi 11 mila dipendenti lasciando in ginocchio buona parte del bacino produttivo di Taranto che trae sostentamento dal grande stabilimento,primo in Europa,dell'acciaio.Sembrerebbe che nella disputa ci sia il passo indietro del governo Conte 2 che ha ritirato lo scudo legale col decreto Crisi d'impresa,un provvedimento che non è piaciuto ai vertici del gigante industriale che avrebbero voluto il ripristino dell'immunità sulle indagini con rilievo penale per la tutela dell'ambiente.Altre fonti,comunque,dicono che lo "scudo penale" è un pretesto e che l'azienda era sempre intenzionata a tagliare i ponti.Sta di fatto che non è ancora chiaro il vero motivo della sorprendente presa di posizione della ArcelorMittal che è tenuta a rispettare,come dice il premier Conte,il disciplinato del Contratto.C'è stato un primo incontro tra il governo e la ArcelorMittal,sembrerebbero volate parole grosse in una trattativa che non sarà facile venirne a capo.Per il momento c'è stata fumata nera,le parti sicuramente si riuniranno la prossima settimana ma a questo punto si chiuderà positivamente,dicono i più informati,alle condizioni della cordata franco-indiano.



ALLARME ROSSO SULLA PLASTIC TAX
LA TASSA RISCHIA DI COLPIRE L'INDUSTRIA DELL'EMILIA ROMAGNA
DELRIO DEL PD:"RISCHIAMO
DI ESSERE TRAVOLTI"


di Luca Berni
(5-11-2019) Dopo averla sdoganata adesso il governo pensa di rimandarla.Posticiparla ma intanto la plastic tax ha segnato il mondo industriale con tante polemiche soprattutto in Emilia Romagna dove si voterà alle regionali a fine gennaio 2020.E ad insorgere è soprattutto Stefano Bonaccini,governatore della regione, che dice che il governo ha fatto autogol in Emilia Romagna dove ci sono oltre 228 aziende con quasi 17 mila addetti e con un fatturato che sfiora i 4,4 miliardi,aziende che tirano,quindi,danno lavoro e sono in prima fila in una regione molto segnata dalla produzione della plastica.E proporre una tassa è come dare un vantaggio considerevole al Centrodestra dopo la vittoria in Umbria.Bonaccini chiede di rimodulare la plastic tax o abolirla:"Ci sono i numeri, nel Bilancio e in Parlamento, per evitare che queste tasse salgano".E Graziano Delrio avverte:"In Emilia rischiamo di essere travolti".


LA VOYAGER 2 HA LASCIATO
IL SISTEMA SOLARE

LA SONDA SPAZIALE TRASPORTA UNA PIASTRA D'ORO PIENO DI MUSICA E IMMAGINI DELLA TERRA

di Laura Pirlo
(5-11-2019) Non era facile far proseguire Voyager 2 dopo i due pianeti giganti Giove e Saturno ma gli scienziati della Nasa hanno avuto l'intuizione di sfruttare l'allineamento planetario,al quanto raro in una situazione difficile e complicata,per far proseguire la sonda ancora avanti e verso Urano e Netturo.Adesso,stando alle ultime informazioni pubblicate sulla rivista Nature Astronomy lunedi scorso,si apprende che Voyager 2 ha lasciato definitivamente il nostro sistema solare verso il deserto cosmico tra le stelle chiudendo la sua missione il 5 novembre 2018.Anche se si pone subito il problema di dove sia effettivamente il confine del sistema solare,quella linea oltre il quale si può dire che non c'è più la gravità del sole.Alcuni astronomi sostengono che il confine si trovi nella nuvola di Oort a circa 300 miliardi di chilometri dal sole,sta di fatto che il viaggio della sonda Voyager è stato lunghissimo a partire dal 20 agosto 1977 quando la Nasa la lanciò da Cape Canaveral a bordo di un razzo Titan III.Col tempo ha visitato Giove(9 luglio 1979),Saturno(26 agosto 1981),Urano(24 gennaio 19(6) e Nettuno(25 agosto 1989).Durante i suoi viaggi Voyager 2 ha compiuto studi e immagini integrandoli con quelli fatti dalla Voyager1.La pubblicazione sulla prestigiosa rivista conferma definitivamente il passaggio oltre il sistema solare con un'analisi scientifica e con i dati raccolti dalla sonda la quale è diventata famosa,tra l'altro,anche per le piastre d'oro(
foto dal web/Social Il Vogayer è dotato di bandiera americana e targa d'oro) che trasportava piena di suoni,musica e immagini della Terra destinate agli ipotetici popoli dello spazio più lontano da noi.La Voyager 2 non ha nessuna intenzione di fermarsi e andrà avanti fino al 2025 e ha superato il record di longevità detenuto dalla sonda Pioneer 6 con 34 anni e 340 giorni di servizio.



PENSIONI,NUOVE RIVALUTAZIONI PER GLI ASSEGNI,"SOLO BRICIOLE"
A GENNAIO ARRIVANO I NUOVI IMPORTI:25 CENTESIMI AL MESE
MURO COL GOVERNO E I SINDACATI CONFERMANO LO SCIOPERO PER IL 16 NOVEMBRE

di Gigi Sartori
(4-11-2019) La chiamano rivalutazione ma alla fine per i pensionati ha sapore di una punizione.La verità è che questo governo non ha a cuore la "casta" dei pensionati(
foto dal web/Social),quelli,per intenderci,che percepiscono assegni fino a 2000 euro lordi.La manovra prevede solo 6 milioni di euro e a conti fatti ci sono sul tappeto per ogni pensionato solo "briciole" ed è per questo motivo che i rappresentanti sindacali dei pensionati sono sul piede di guerra e hanno confermato uno sciopero per il prossimo 16 novembre dopo il naufragato vertice col ministro del Lavoro Nunzia Catalfo.Su un eventuale emendamento del governo sulla rivalutazione,ha detto Roberto Ghiselli segretario confederale della Cgil,il governo non intende concedere ritocchi immediati sugli assegni.Secondo il giornale "Italia Oggi" l'aumento sulle pensioni è poco più di tre euro l'anno,qualcosa come 25 centesimi al mese.L'aumento riguarderebbe circa 2,8 milioni di pensionati che nell'arco degli ultimi sette anni di blocco della perequazione hanno lasciato allo Stato,dice ancora il giornale finanziario,circa 44 miliardi.I pensionati sono in rivolta e percepiscono uno "scippo" sulla loro giusta rivalutazione in una situazione nella quale c'è l'aumento del caro vita a fronte di un potere d'acquisto limitato.


INDIA,A NEW DELHI DICHIARATA L'EMERGENZA AMBIENTALE
MOLTE CITTA' SONO TRASFORMATE
IN "CAMERE A GAS",ORDINATE 5 MILIONI DI MASCHERINE

"L'INQUINAMENTO ABBASSA DI 7
ANNI L'ASPETTATIVA DI VITA"


di Marina Sitzia
(2-11-2019) A New Delhi(
foto dal web/Social) il sole non si vede e il cielo è ricoperto da una spessa coltre di smog.La situazione è invivibile e l'inquinamento ha toccato livelli mai visti.A tal punto che l'aria è diventata veleno e per oltre 20 milioni di persone è emergenza di sanità pubblica.La gente sta più tempo dal medico e in ospedale per non stare nelle città trasformata in un'autentica "camera a gas".I rischi sono tanti e spesso i lavoratori per non perdere il guadagno non si curano e vanno incontro a seri problemi sanitari.E' soprattutto in questo periodo che Delhi è una combinazione di smog e fumo tossico dovuto in modo particolare al fumo inquinante che arrivano dalle stoppie bruciate nelle zone limitrofe di Haryana e Punjab.La gente è preoccupata ma non può fare nulla mentre la politica è ingessata e non provvede a cambiare le cose,anzi il problema di grave inquinamento non si verifica solo in questo periodo dell'anno ma anche in altri periodi e spesso si assiste a uno smog permanente dovuto a una serie di situazioni che continuano a mettere in pericolo,e in maniera molto grave,la popolazione.In molte città è stata dichiarata emergenza per allarme smog,le scuole sono state chiuse per diversi giorni e le autorità continuano ad ordinare maschere antinquinamento e per i soli residenti di Delhi stanno per arrivare almeno cinque milioni di mascherine.In uno studio dell'Energy Policy Institute dell'Università di Chicago è stato riportato un dato molto significativo:a causa di questo ambiente altamente tossico l'aspettativa di vita delle persone in molti stati indiani come,gli altri, Delhi,Haryana e West Bengal si sono ridotti almeno di sette anni.



ELEZIONE REGIONALE,SCONFITTA SONORA IN UMBRIA MA IN EMILIA ROMAGNA LA SITUAZIONE E' DIVERSA
IL CENTRODESTRA A TRAZIONE
LEGA COALIZIONE DA BATTERE

"IL PD SENZA IL M5S
PERDE SICURAMENTE"


di Luca Berni
(1-11-2019) L'obiettivo è quello di battere il Centrodestra a trazione leghista per le prossime elezioni in Emilia Romagna in programma a gennaio 2020.Zingaretti e Di Maio(
foto dal web/Social) sono al lavoro per creare un'alleanza forte in grado di reggere all'armata Salvini-Berlusconi-Meloni,coalizione che ha vinto con prepotenza e con un trend storico l'alleanza M5S-Pd messisi insieme in Umbria per non sfigurare molto di fronte ai loro elettori.I risultati delle elezioni di una settimana fa sono convincenti e di grande portata non soltanto per le regionali in Umbria ma per la risonanza a livello nazionale dove il Centrodestra unito sta compiendo,a livello regionale,un "tutto esaurito",lasciando intorno macerie e mettendo con sicurezza asticelle bene visibili in vista di un ritorno alle urne.Di sicuro i leader del governo non si pronunciano anche se la tentazione di Di Maio è quello di presentarsi alle elezioni in Emilia Romagna da solo,visto che il M5S è sceso parecchio nei consensi e questo fatto,dicono i vertici pentastellati ma anche gli elettori,potrebbe essere un campanello d'allarme per il loro futuro.La situazione sul campo però è tutto a vantaggio del Centrodestra.Zingaretti non vuole un'altra sconfitta,perchè l'effetto Umbria ha avuto una conseguenza marginale ma importante per la credibilità del governo di Conte 2.E l'elezione in Emilia Romagna,storicamente rossa, del prossimo 26 gennaio non è,come dice Bersani,una valutazione politica di una regione ma è una consultazione a livello nazionale che può minare,e di molto,la tenuta dell'alleanza Pd-M5S.Ecco perchè Zingaretti vuole mettere insieme un'ampia coalizione che va da Di Maio a Renzi ma anche tutte le liste civiche di sinistra col tentativo di dare una risposta forte e ribaltare i risultati di Umbria.Se ci sarà questa risposta,e sempre che Renzi accolga l'invito di Zingaretti,i due schieramenti,centrodestra e alleanza M5S col Pd e liste minori di centrosinistra,andrebbero alla pari.Stando ai sondaggi di MG Research di Roberto Baldassari per "Affaritaliani.it il Centrodestra unito totalizzerebbe,come valore centrale,un 46,5% contro il 37,5% della coalizione guidata dal Pd più il valore centrale di 10% del M5S per un totale di 47,5%.In pratica il Pd senza Di Maio perderebbe,e viceversa,nei confronti di Salvini-Meloni-Berlusconi che comunque è la coalizione da battere.


NEL 1750 SI STABILI' IN SARDEGNA E A CAGLIARI APRI' BOTTEGA NEL QUARTIERE DI STAMPACE
TRA LE OPERE PIU' IMPORTANTI
DI GIUSEPPE ANTONIO LONIS
C'E' LA STATUA DI SANT'EFISIO

IL SIMULACRO CHE PIACE DI PIU' AI CAGLIARITANI E' UTILIZZATO
IN TRE GRANDI PROCESSIONI


di Giusi Ledda
Giuseppe Antonio Lonis nacque a Senorbi nel 1720 circa,figlio d'arte, come si suol dire,crebbe fra gli arnesi del mestiere, ma ben presto la bottega paterna dovette rivelarsi assai limitata al suo spirito fantastico e irrequieto,come ci dimostra la vita e l'arte sua,se,appena ventenne,varcato il mare lo troviamo giovane e inesperto contadinotto,sperduto nella vita chiassosa e movimentata di Napoli capitale del regno. Qui,secondo la testimonianza di un suo contemporaneo, Ant.Porqueddu,gli furono maestri Gennaro Frances e Giuseppe Picano.In un ambiente contrastante e ricco di fermenti,il giovane Lonis trascorse ben undici anni:determinanti certo per la formazione della personalità di uomo e di artista.Divenne ben presto esperto nell'uso della spada,della quale non si separava mai, e la cui minaccia facilitava la soluzione a suo vantaggio delle liti che frequentemente scoppiavano fra popolani attaccabrighe e ignoranti, per i quali solo la forza fisica e la spregiudicatezza avevano valore.Al Lonis queste doti non mancavano perché proprio la prestanza fisica e la fierezza lo aiutavano ad imporsi e il suo carattere,ribelle per istinto,scontroso e solitario manesco e cavalleresco a un tempo, ci fanno pensare all'esperienza napoletana come un periodo di vita ricco di attività e di avventure.

Nel 1750 tornò in Sardegna e,stabilitosi a Cagliari,aprì bottega nel quartiere,per antica tradizione,sede di laboratori artistici:Stampace.Una Cagliari di stampo ancora medioevale,con qualche pretesa forse,ma,in fondo,alla buona e paesana.Geniale e bizzarro,il suo spirito intollerante vive nell'atmosfera brulicante del quartiere,tra una rissa e l'altra,un momento felice della creazione artistica;i suoi personaggi esclusivamente dei santi,avranno una forza spirituale,quasi prepotente,nel movimento del corpo che li caratterizza.Giustamente è stato definito " scultore della vita,del movimento e dell'azione".Egli cerca l'intensità delle passioni,dei sentimenti e li fissa in un movimento vitale.Il San Saturnino della cattedrale di Cagliari,agile e disinvolto,che muove con gaiezza giovanile verso la vita.Il Santo Stefano della chiesa del Carmine,la Santa Barbara di Sinnai,colti nella beatitudine suprema data dall'estasi, nell'incontro con Dio.Le sue sculture rappresentano uomini veri,che egli prende dalla strada,dalla realtà di tutti i giorni.Ed è possibile ritrovare nei tratti caratteri tipicamente sardi.Ci racconta lo Spano che,quando si accinse a scolpire il Cristo alla colonna dei Misteri della Confraternita del Santo Cristo di Villanova,volendo fare un'opera di crudo realismo,attirò nella sua bottega,con un pretesto,un facchino del porto e,prima che questi si rendesse conto delle sue intenzioni,lo legò ben stretto a un tronco,poi con uno scudiscio lo frustò violentemente sulle spalle nude, e a nulla valsero le urla e le imprecazioni del malcapitato,al quale infine spiegò che avrebbe riportato la sua immagine dolorante in quella del Cristo."Nell'immagine si vede infatti,conclude lo Spano,il Cristo con la testa sollevata in cielo in modo inesprimibile e tanto nella posizione del corpo quanto nello stiramento delle braccia ti pare leggervi il dolore".Scolpisce i volti femminili con straordinaria delicatezza e i visi scuri dei vecchi ricordano quelli bruciati dal sole dei contadini sardi.Una cosa è certa,Lonis visse intensamente,vista la natura dell'uomo appassionato ed esuberante,anche se sono poche le notizie che lo riguardano,giunte sino a noi;nulla sappiamo di amori che indubbiamente vi furono,forse la sua arte fu di impedimento alla formazione di una famiglia,come per tanti altri artisti,ma non fu mai un isolato:" solo il suo carattere,orgoglioso e rude,lo portava a scontri violenti che lo costringevano a chiudere bottega e fuggire a Napoli presso l'amico e maestro Giuseppe Picano".In questo artista l'arte si fonde con la vita:amarezze, delusioni,solitudine sono palesi nei volti scavati,nelle bocche inaridite e amare,nella violenza dei Crocifissi,come visione di se e della sua gente,schiacciata da una realtà drammatica e dolorosa.
In un momento gioioso dovete realizzare gli Angeli di San Mauro e la Madonna del Rimedio della chiesta di San Lucifero in Cagliari.La ricerca dell'equilibrio è faticosa e forse vagheggia nella sua fantasia il raggiungimento di una bellezza armoniosa.Un uomo in cui la riservatezza riflessiva,la dignità,la fierezza austera e forte fanno un tutt'uno con la vitalità prorompente e il calore del sentimento,quando la sua opera rifletterà attraverso l'astrazione dell'arte il suo mondo interiore ci darà le sue opere migliori.Giuseppe Antonio Lonis morì a Cagliari il 25 aprile del 1805 e fu sepolto nella chiesa di San Francesco dei Conventuali di Stampace , ma nel 1871 la chiesa crollò miseramente,quando poi quell'area fu usata per la costruzione di edifici privati,le sue opere andarono disperse(
foto dal web/Social).




DALLA CARTA STAMPATA AL WEB - TERZA PAGINA è ONLINE - LA PUBBLICITA' INSERITA E' PUBBLICATA GRATUITAMENTE | terzapagina_2006@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu