TERZA PAGINA


Vai ai contenuti

LE NOTIZIE DI MARZO 2020

CORONAVIRUS,I CASI RALLENTANO MA FINO A
PASQUA TUTTI A CASA.VIMINALE:"I BAMBINI POSSONO FARE UNA PASSEGGIATA CON UN
GENITORE VICINO A CASA"

105.792 CASI,12.428 MORTI
(+837),15.729 GUARITI(+1.109)

SARDEGNA:722 CONTAGI,31
VITTIME IN MAGGIORANZA UOMINI


di Luca Berni
(31-3-2020) Bandiere a mezz'asta in tutta Italia in segno di lutto per la gravissima situazione dovuta al Covid-19(
foto dal web/Social).Una giornata "Uniti nel lutto e sostegno reciproco" indetta dall'Anci che ha raccolto tantissime adesioni in tutti i Comuni della Penisola fino al Vaticano.Al Quirinale il tricolore è stato fatto scendere a mezz'asta dai corazzieri.Ancora tantissimi contagiati,oltre 105 mila,ma rallentano i ricoveri mentre i morti,complessivamente,sono 12428.In Lombardia frenano i decessi e i nuovi casi.Gli esperti sono convinti che "siamo arrivati al picco" anche se,avvertono, "non è una punta bensì un pianoro da cui ora dobbiamo discendere".Quindi massima prudenza e molto dipenderà dalla prossima settimana anche se i dati,anche se minimi,sono incoraggianti e dimostra,in questa emergenza del coronavirus,ha detto il presidente dell'Iss Brusaferro,che le misure stanno funzionando.Nonostante un certo ottimismo,e la voglia che il peggio sia passato,non si evidenziano ancora un trend negativo delle vittime e i contagi.Al momento però non c'è ancora la luce lungo il tunnel e fino a Pasqua le restrizioni continueranno,alle stesse condizioni imposte dal Governo,fino a Pasqua.E tra le attività adesso concesse c'è,grazie ad una circolare del Viminale,la possibilità che i bambini possono fare una passeggiata con un genitore vicino casa.E tra le attività motorie la circolare precisa:"l'attività motoria generalmente consentita non va intesa come equivalente all'attività sportiva(jogging)"I dati esprimono ancora la forza del Covid-19 che dall'inizio dell'epidemia nel nostro Paese ha macinato 105792 casi(compresi morti e guariti),4053 casi in più rispetto al 30 marzo,i morti sono 12428,+ 837 rispetto al 30 marzo e i guariti 15729,+1109 rispetto sempre a ieri.La situazione nelle regioni con in testa la Lombardia con 25006 infettati(+118 rispetto al 30 marzo):10.953 in Emilia Romagna (+187) 7.850 in Veneto (+286), 8.082 in Piemonte (+427), 3.352 nelle Marche (+101), 4.226 in Toscana (+176), 2.508 in Liguria (+125), 2.642 nel Lazio (+145), 1.871 in Campania (+132), 1.160 in Friuli Venezia Giulia (+51), 1.389 in Trentino (+32), 1.142 in provincia di Bolzano (+44), 1.654 in Puglia (+69), 1.492 in Sicilia (+84), 1.191 in Abruzzo (+22), 851 in Umbria (+17), 552 in Valle d'Aosta (+34), 722 in Sardegna (+40), 606 in Calabria (+4), 117 in Molise (+10), 216 in Basilicata (+8). In Sardegna quindi i casi positivi sono 722,+40 rispetto al 30 marzo,19 pazienti guariti,più altri 15 guariti clinicamente.I morti sono in totale 31 dall'inizio dell'emergenza,+ 3 rispetto al giorno prima e in maggioranza uomini con età media di 76,7 anni.Sul territorio:111 nella Città metropolitana di Cagliari(+8 rispetto al 30 marzo),58 nel Sud Sardegna,10 a Oristano,57 a Nuoro e 486(+32) a Sassari.(foto dal web/Social) - mappa -


A livello internazionale (
foto dal web/Social) - mappa -


da segnalare il balzo in avanti considerevole degli Stati Uniti con 175067 contagiati,12428 morti e 15729 guariti,poi l'Italia,subito dopo c'è la Spagna(94417,3,31),la Cina(82278,3309,76206),Germania(68180,682,15824) e la Francia(45232,3532,9508).



CORONAVIRUS,RECORD DI GUARITI
MA SALGONO ANCORA I MORTI

RALLENTANO I CONTAGI IN
LOMBARDIA ED EMILIA ROMAGNA

SARDEGNA,44 NUOVI
CASI E UN ALTRO DECESSO


di Luca Berni
(30-3-2020) Calano i nuovi casi e per la prima volta si arriva a una cifra più alta dall'inizio dell'emergenza delle persone guarite che sono 14620(
foto dal web/Social).Purtroppo resta elevato il numero dei decessi.Nel dettaglio le persone infette sono 101739,considerando i morti e le persone guarite,+4050 rispetto al 29 marzo. Una parte considerevole sono ancora le persone decedute pari a 11591 e soltanto nelle ultime 24 ore si sono spente 812 persone in più rispetto al 29 marzo.Un numero ancora considerevole sicuramente da valutare nell'economia di questa grave epidemia.I guariti sono 14620.I pazienti ricoverati con sintomi sono 27795,43752 sono in isolamento domiciliare e 3981 sono in terapia intensiva.C'è ancora molto da fare e fino a Pasqua,ha detto il ministro Roberto Speranza,sarà necessario "prorogare tutte le misure di contenimento",è quanto ha annunciato il Comitato tecnico scientifico e il governo,ha detto sempre il ministro della Salute,si muoverà in questa direzione.E' sempre la Lombardia la regione più colpita con 42161 positivi con un incremento di 1154,il 29 marzo era di 1592 anche in questo caso c'è una diminuzione significativa,mentre i ricoverati sono 11815 con un incremento di 202 persone.Questi gli altri dati nelle altre regioni:10.766 in Emilia Romagna (+231) 7.564 in Veneto (+313), 7.655 in Piemonte (+387), 3.251 nelle Marche (+91), 4.050 in Toscana (+264), 2.383 in Liguria (+104), 2.497 nel Lazio (+135), 1.739 in Campania (+183), 1.109 in Friuli Venezia Giulia (-32), 1.357 in Trentino (+64), 1.098 in provincia di Bolzano (+64), 1.585 in Puglia (+153), 1.408 in Sicilia (+78), 1.169 in Abruzzo (+0), 834 in Umbria (-63), 518 in Valle d'Aosta (-21), 622 in Sardegna (+40), 602 in Calabria (+25), 107 in Molise (+7), 208 in Basilicata (+11).In Sardegna nelle ultime ore il numero dei contagiati sale a 682,44 in più rispetto al 29 marzo registrati in modo particolare nella Rsa sassarese San Micola con 31 casi.Un morto in più rispetto al 29 marzo:un anziano di 84 anni di Porto Torres,con un bilancio complessivo di 28 decessi.I tamponi totali eseguiti sono stati 4494.Questa la situazione sul territorio:103 nella Città metropolitana di Cagliari(+1),58(+3) nel sud Sardegna,10(+1) a Oristano,57 a Nuoro e 454(+39) a Sassari.
(
foto dal web/Social) - mappa -

A livello internazionale è sempre l'USA ad avere più contagiati(153246,11591 morti e 14620 guariti),c'è poi l'Italia che ha superato i centomila casi(101739),seguono:Spagna(85195,3,31),Cina(82198,3308,75923),
Germania(63929,560,9211) e la Francia con 45169,3030 morti e 7964 guariti.(
foto dal web/Social) - mappa -




CORONAVIRUS,OLTRE 30 MILA MORTI NEL MONDO,QUASI 2400 NEGLI STATI UNITI
IN ITALIA IL TREND E' IN
CALO,5.217 NUOVI CONTAGI

SARDEGNA,SALGONO A
638 CASI E A 27 DECESSI


di Luca Berni
(29-3-2020) Ancora una giornata terribile sul fronte del coronavirus nel mondo(
foto dal web/Social),una corsa inesorabile che ha posto gli Stati Uniti al primo posto assoluto con 2381 decessi e 135499 contagiati,con vittime raddoppiate nel giro di 48 ore.Gli esperti della Grande Mela temono milioni di casi con numerosi morti "fra i 100 mila e i 200 mila".Dopo gli Usa è l'Italia ad avere più casi con 97689,considerando i morti e i guariti,+ 5217 persone rispetto al 28 marzo,i guariti 13030(+646) mentre le persone decedute sono 10779(+756).In definitiva il trend di crescita delle persone positive rimane stabile e nel giro di qualche giorno i numeri dei morti è passato da 969 a 756,una diminuzione che fa ben sperare per la curva in discesa del Covid-19.Nella consueta elencazione della situazione del coronavirus il capo della Protezione civile Angelo Borrelli ha ringraziato l'Albania per l'invio di medici e infermieri e la Germania per aver accolto 92 positivi dalla Lombardia la quale è sempre la regione che ha il numero di casi più corposo con 41007,+1592 rispetto al 28 marzo,seguono:Emilia Romagna(13119+736),il Veneto 8358,+428),Piemonte 8206(+535).Sicilia è a quota 1460 contagiati,+101 rispetto al 28 marzo e la Sardegna con 638,+14.Sempre in Sardega 109 sono ricoverati in ospedale,454 in isolamento domiciliare e 23 in terapia intensiva.Le vittime sono 27(+1 un uomo di 78 anni di Elmas) mentre i guariti 29.Dei 4598 tamponi complessivi effettuati una buona parte delle persone positive,415 il 65% dei contagiati,si trovano tra il Sassarese e la Gallura,102 nella Città metropolitana di Cagliari,57 nel Nuorese,9 nell'Oristanese e 55 nel Sud Sardegna.(foto dal web/Social) - mappa-

A livello internazionale da segnalare,oltre agli Stati Uniti,all'Italia e alla Cina(82122,3304 morti e 75582 guariti,l'epidemia avanza in maniera impressionante in Spagna con 78799(6606,14709),
Germania(482,9211) e Francia(40704,2609,7226).(
foto dal web/Social) - mappa -





CORONAVIRUS,CONTE:SUBITO 4,3
MILIARDI E ALTRI 400 MILIONI AI COMUNI PER AIUTARE CHI NON CE LA FA

BOOM DI GUARITI MA I MORTI
SONO OLTRE 10 MILA

IN SARDEGNA I CONTAGI
SONO 624,I DECESSI 26

di Luca Berni
828-3-2020) Boom di guariti,ma oltre 10 mila morti(
foto dal web/Social).Il Covid-19 è in un momento di stasi ma non ha mai smesso di correre.I dati forniti da Angelo Borrelli,ritornato al suo posto dopo alcuni giorni di malattia,potrebbero essere incoraggianti anche se il numero complessivo dei contagiati ha raggiunto i 92472(compresi decessi e guariti).I dati comunque non sono incoraggianti e la luce non è ancora molto visibile oltre il tunnel perchè complessivamente i malati sono 70065,con un incremento rispetto al 27 marzo di 3651,minore rispetto all'incremento sempre di venerdi,riferito al giorno prima,di 4401.C'è però un flusso di decessi che preoccupa perchè,se è vero che il dato è minore rispetto al 27 marzo con 919, sono ancora tanti i decessi(889) che porta alla cifra complessiva di 10023.Una nota positiva riguarda i guariti con un aumento di 1434 rispetto al 27 marzo e si attesta a complessivi 12384.Per quanto riguarda le regioni è sempre la Lombardia la più compromessa con 24509 malati,con 614 in più rispetto al 27 marzo,seguono:in Emilia-Romagna (+603), 6.913 in Veneto (+265), 6.851 in Piemonte (+504), 2.999 nelle Marche (+149), 3.511 in Toscana (+341), 2.086 in Liguria (+26), 2.181 nel Lazio (+168), 1.407 in Campania (+115), 1.120 in Friuli Venezia Giulia (+93), 1.234 in Trentino (+70), 929 in provincia di Bolzano (+96), 1.358 in Puglia (+122), 1.242 in Sicilia (+84), 1.027 in Abruzzo (+102), 898 in Umbria (+74), 468 in Valle d'Aosta (+55), 624 in Sardegna (+94), 523 in Calabria (+54), 98 in Molise (+12), 178 in Basilicata (+31).Sempre in Sardegna da registrare 15 pazienti guariti oltre a 14 guariti clinicamente mentre salgono a 26 i decessi,+5 rispetto al 27 marzo:3 di Sassari,una di Bitti e una di Cabras(4 donne e 1 uomo).Sul territorio:97(+14) contagiati nella Città Metropolitana di Cagliari,55(+5) nel Sud Sardegna,9 a Oristano,56(+4) a Nuoro e 407(+71) a Sassari dove c'è stata l'esplosione dei positivi,63,nella struttura per anziani sassarese "Casa Serena".(foto dal web/Social) - mappa -

A livello internazionale (
foto dal web/Social9 - mappa -

si registra il balzo drammatico dei casi negli Stati Uniti con 115547 contagiati,1925 morti e 921 guariti,e dopo l'Italia(92472) e la Cina(81999),è compromessa la Spagna con 72248(5812,12285),Germania(56202.403,6658) e la Francia(38099,2317,5724).Non solo i contagiati,i morti e i guariti ma anche la situazione sociale rapportata alla pandemia.Con la chiusure delle attività la stretta economica ha costretto in molti a non avere più quella disponibilità finanziaria e questo margine di sicurezza venuta meno sta creando sofferenza nelle famiglie e nei lavoratori.E dopo l'emergenza sanitaria adesso il governo deve fronteggiare l'emergenza sociale nel sud Italia dove ci sono stati,in tre città(Napoli,Bari e Palermo) spaventose proteste sociali con saccheggio in alcuni supermercati.Al grido "il popolo ha fame" si stanno verificando atti che potrebbero degenerare presto se il governo non attua dispositivi per sostenere le classi più bisognose.C'è comunque un nuovo piano governativo per l'emergenza alimentare.In una conferenza stampa Conte ha detto che si "sta facendo l'impossibile" per pagare casse integrazioni e sussidi entro il 15 aprile mentre non c'è alcun segnale per la riapertura,causa la pandemia ancora galoppante,delle attività produttive.E ha annunciato un anticipo straaordinario per i Comuni di 4,3 miliari e 400 milioni per chi non può dare la spesa.Il premier ha poi detto che non si "vuole lasciare nessuno solo abbandonato a se stesso,soprattutto in un momento in cui ci sono delle sofferenze".



SI CAMBIA,DA OGGI
TORNA L'ORA LEGALE

SPOSTIAMO AVANTI LE LANCETTE
DELL'OROLOGIO DI UN'ORA

SI DORMIRA' UN'ORA IN MENO,
MA SI AVRA' PIU' LUCE LA SERA

di Carla Peis
(28-3-2020) Si cambia tra sabato e domenica:le lancette dell'orologio devono essere spostate in avanti di un'ora.Si dormirà un'ora in meno ma si avrà più luce la sera.L'ora legale andrà avanti fino a domenica 25 ottobre 2020 quando rientrerà nuovamente l'ora solare(
foto dal web/Social).Sarà l'ultima volta?La Commissione europea su questo argomento ha già deciso e ha deliberato che spetta ai singoli Paesi adottare lo spostamento più propizio possibilmente legandolo a fuso orario e ad altre caratteristiche.Per i Paesi europei che preferiscono l'ora solare le lancette dell'orologio cambieranno per l'ultima volta nell'ultima domenica di ottobre.Sembrerebbe che ogni Paese decida in ordine sparso ma al momento più opportuno si adotteranno criteri che possano andare bene,ad esempio,al sud o al nord dell'Europa.




CORONAVIRUS,MAI COSI TANTI
MORTI IN UN SOLO GIORNO:969

L'ITALIA HA UFFICIALMENTE SUPERATO
LA CINA PER NUMERO DI INFETTATI
IN SARDEGNA 36 NUOVI
CONTAGI E ALTRE 2 VITTIME


di Luca Berni
(27-3-2020) Il coronavirus ha ripreso a correre e gli esperti dicono che il picco dell'epidemia al nord si avrà la prossima settimana.Per il momento si registrano dati drammatici:i decessi sono 9134 con un aumento nelle 24 ore di 919.Il giorno precedente erano 712 dopo 4 giorni di decrescita(
foto dal web/Social).Crescono anche i morti tra i medici passati a 51.I numeri sono ancora preoccupanti,complessivamente sono 86498 con un aumento di 5959 casi contro i 6153 registrati il 26 marzo,appena un leggero calo.Per la prima volta l'Italia ha superato la Cina per numero di contagiati,riferiti a morti e guariti, con questi risultati:86498 nel nostro Paese contro 81897 in Cina.Gli Stati Uniti superano sia l'Italia e la Cina e si piazzano al primo posto di questa classifica drammatica piazzandosi a 97028 positivi.Destano maggiori preoccupazioni i dati in Lombardia dove il Covid-19 è sempre più attivo.Nella giornata di venerdi 27 marzo i contagiati sono 37298 in aumento di 2409 nelle 24 ore,Emilia Romagna 11588(+772),poi il Veneto 7497(+562) e Piemonte 7092(+558).Dati ancora alti in Sicilia 1250(+86)mentre la Sardegna con 530 infettati ha il numero di incremento(+36) rispetto alle altre regioni italiane,si trovano meglio la Basilicata(+17) e il Molise(+6).Nel nord Sardegna si registrano,tra Sassari e Olbia,336 casi(+5 rispetto al 26 marzo) pari al 63,39% del complessivo sardo.Nella sola "Casa Serena",struttura per anziani di Sassari,i dati più drammatici:73.Sul territorio sardo:nella città metropolitana di Cagliari si registrano 83 infetti,Nuoro è a quota 52 e il Sud Sardegna a 50 pazienti.Due i casi in più a Oristano con un complessivo 9 pazienti.I morti sono saliti a 21- 18 uomini e 3 donne-(foto dal web/Social) - mappa -

A livello internazionale da segnalare(
foto dal web/Social) - mappa -

il balzo in avanti degli Stati Uniti che adesso si trovano al primo posto,spodestando la Cina(81897)ma anche l'Italia(86498),con 97028 contagiati,1478 morti e 862 guariti.Seguono la Spagna(64059,2934,9357),Germania(50178,338,6658) e Francia(33402,1997,5707).

TEATRO,GRANDE INIZIATIVA DEL CEDAC:CONTENUTI VIA WEB PER TENERE ACCESA LA FIACCOLA DELLA CULTURA IN SARDEGNA

di Andrea Porcu
(27-3-2020) In tempi di emergenza sanitaria e di chiusura dei teatri, il Cedac propone una iniziativa interessante per tenere viva la fiaccola della cultura. Lo fa attraverso i canali di Rai Play e su Yob Tube.Il web diventa strumento fondamentale per guardare e anche rivedere momenti teatrali di alto profilo con interpreti eccellenti.Su Rai Play, comodamente seduti sul divano di casa, ci fanno compagnia Toni Servillo e Ambra Angiolini. Oppure puntiamo il nostro sguardo sulla danza con una versione contemporanea di un
classico, “ Giselle” con Akram Khan(
foto dal web/Social).Su You Tube, sul canale del Cedac, spazio agli incontri pubblici congli artisti che in questi anni hanno calcato i palcoscenici sardi.Tra storie, aneddoti, curiosità, possiamo vedere e riascoltare personaggi come PierFrancesco Favino, Alessio Boni, Carlo Cecchi e Maria Paiato. Attori e attrici conosciute che si raccontano, che parlano delle commedie di cui sono protagonisti, che svelano segreti e tecniche della recitazione, che dialogano con il pubblico.Un dietro alle quinte, direttamente a casa nostra, che ci consente di intraprendere un viaggio- amichevole con gli artisti.Una iniziativa lodevole che rafforza lo spirito profondamente culturale del Cedac, da anni impegnato a proporre in tutta l’isola spettacoli teatrali, di danza e musicali, con risultati eccellenti in termini di presenze. La sosta forzata dovuta all’emergenza coronavirus sta creando non pochi danni economici al Cedac, cosi come a molte associazioni ed enti che operano nel mondo dello spettacolo e della cultura. Tutto questo in attesa di ritornare dal “ vivo” in teatro, speriamo alpiù presto, anche se i tempi ci dicono non saranno cosi brevi.Intanto godiamoci questi momenti via web per non abbandonare il filo del discorso.



CORONAVIRUS,RISALE
LA CURVA DEI CONTAGI

AUTOCERTIFICAZIONE,
ECCO IL MODULO AGGIORNATO

OLTRE 700 MORTI IN 24 ORE,
GIORNATA NERA IN LOMBARDIA

IN SARDEGNA AUMENTANO I CONTAGI:QUASI 500 CASI,19 VITTIME

di Luca Berni
(26-3-2020) Un'altra giornata nera dopo quattro giorni di flessione:aumentano i contagi(
foto dal web/Social).La situazione sta diventando drammatica soprattutto in Lombardia dove non c'è calo ma i numeri stanno lievitando:34889 le persone positive,2543 i nuovi casi nelle 24 ore mentre i morti sono 4861(in un solo giorno ci sono state 387 vittime).La situazione in Lombardia è trainante per il resto d'Italia dove si registrano,compresi i morti e i guariti,80539 casi da Covid-19 con una crescita di 6153 rispetto al 25 marzo,8165 i morti(+662) e 10361 i guariti(+999).I dati della Protezione civile sono stati successivamente aggiornati soprattutto per i decessi che non sono 662 ma 712 perchè sono stati aggiunti 50 decessi del Piemonte.Numeri comunque ancora drammatici che mettono ancora i brividi.Lombardia ancora al primo posto con 34889(+2543) poi l?emilia Romagna con 10816(+762),Veneto 6935(+493) e Piemonte 6534(+510).Sicilia è a quota 1164(+170) e Sardegna 494(+52) dove i nuovi casi si sono registrati nel nuorese con un numero raddoppiato nelle ultime 24 ore passati da 26 a 52.Questa crescita è dovuta ai 23 casi riscontrati in una casa di cura di Bitti.(foto dal web/Social) - mappa -

A livello internazionale(
foto dal web/Social) - mappa -

Dopo la Cina(81782) e l'Italia(80589)il Covid-19 fa strage negli Stati Uniti con 80021 con 1136 morti e 619 guariti,Spagna 56197(4145,7015),Germania 43646(262,5673) e Francia con 29551(1698,4955).
Cambia,ed è la quarta volta,il modulo di autocertificazione per giustificare gli spostamenti limitati per contenere l'epidemia.
Ecco il testo.


CORONAVIRUS,LA TRAGEDIA CONTINUA,PIU' DI MILLE GUARIGIONI
IL TREND E' IN CALO:3.491
NUOVI POSITIVI,683 MORTI

IN SARDEGNA RALLENTA LA CRESCITA DI CONTAGI,MA I DECESSI SONO 18

di Luca Berni
(25-3-2020) La tragedia del coronavirus in Italia continua anche se i dati dicono che c'è stato un calo della crescita di contagi.Rallenta anche il numero delle vittime che passano a 683,sessanta in meno di martedi 24.Oltre mille le guarigioni.In dettaglio dall'inizio dell'epidemia,74386 persone,considerando i morti e i guariti, hanno contratto il Covid 19,con un più 5210 rispetto al 24 marzo.I deceduti sono + 683,in meno rispetto ai +743 del 24 marzo.I guariti sono 9362,+ 1036,in aumento rispetto al 24 marzo quando erano +894.Questa volta a mostrare la situazione non è stato Borrelli,che è febbricitante e sta a casa,ma il suo vice della protezione civile.Anche Guido Bertolaso,il responsabile dell'emergenza in Lombardia,non è al posto di comando e si trova ricoverato in ospedale al San Raffaele.Il premier Conte è alla Camera e nell'informativa parla del coronavirus e come il governo ha agito,con impegno e con "determinazione e dpeditezza,sempre assicurato il coinvolgimento delle Regioni".Poi ha aggiunto che il governo interverrà con stanziamenti aggiuntivi di non minore importo ai 25 miliardi già stanziati col primo decreto.Tra le regioni in sofferenza (foto dal web/Social)c'è sempre al primo posto la Lombardia con 32346(positivi,morti e guariti) con un +1643 rispetto al 24 marzo.Seguono:Emilia Romagna 10054(+800),Veneto 6442(+494),Piemonte 6024(+509).La Sicilia si trova con 994 contagiati(+148) e la Sardegna 442(+21) con la seguente ripartizione:Cagliari 74,Nuoro 26,Oristano 7,Sassari 309 e Sud Sardegna 17.I decessi nell'isola sono aumentati di 3 persone e salgono a 18,12 i pazienti guariti di cui 5 a livello clinico.Sono stati eseguiti 3019 test,i ricoverati in ospedale sono 101,di cui 19 in terapia intensiva e 311 in isolamento domiciliare.(foto dal web) - mappa -

A livello internazionale (
foto dal web/Social) - mappa -

balza la situazione della Spagna che supera per la prima volta la Cina(3163) per quanto riguarda i decessi.I suoi 3445 sono in linea col percorso tracciato dall'Italia una diecina di giorni fa.Nel dettaglio l'Italia è sempre al secondo posto dopo la Cina,al terzo posto ci sono gli Stati Uniti con 62873 casi,894 morti e 361 guariti.C'è quindi la Spagna con 47611(3445,5367),la Germania(37323,186,3547),Iran(27017) e quindi la Francia(25591,1333,3907).


COVID-19,NUOVE MISURE RESTRITTIVE:
I FURBI RISCHIANO ANCHE 3 MILA EURO

RALLENTA LA CRESCITA DEI
CONTAGI,MA I MORTI SONO 743

IN SARDEGNA I CONTAGI SONO OLTRE 400,I DECESSI SALGONO A 15

di Luca Berni
(24-3-2020) I nuovi casi diminuiscono ma sono morte altre 743 persone,molte di più rispetto a lunedi 23(601) e a lunedi(651),ciò significa che la piccola frenata di due giorni fa è stata episodica e si devono attendere giorni migliori per cementare l'inizio della curva discendente(
foto dal web/Social).Più guariti rispetto al giorno prima:8326,894 più di lunedi 23 marzo.Si vive alla giornata e si spera che le cose vadano per il verso giusto soprattutto nella Lombardia dove il rallentamento è lieve e non autorizza nessun miglioramento in vista.Nonostante la percentuale di crescita,pari al 8,2% che è inferiore rispetto a quella registrata tra domenica e lunedi,l'epidemia non si ferma e se lunedi 23 marzo i casi avevano superato i 50 mila nella giornata di martedi 24 marzo la cifra è salita a 54030,in pratica un +3612 in più rispetto al 23 marzo.La situazione generale del Covid 19 è di 69176(+5249) considerando i morti e i guariti.La regione con più casi registrati è sempre la Lombardia con 30703 contagiati(+1942),seguita dall'Emilia Romagna con 9254(+719) e poi il Veneto 5948(+443) e il Piemonte 5515(+654).La Sicilia ha 846 contagiati(+125) e la Sardegna 421(+62) con questa ripartizione territoriale:Cagliari 64(+3),Nuoro 26(+4),Oristano 7,Sassari 309(+49) e Sud Sardegna 15(+6).Sempre in Sardegna sono stati eseguiti 2859 test(22 dei quali in corso d'accertamento) e i decessi salgono a 15.(foto dal web/Social) - mappa -


Una maggiore stretta c'è stata da parte del governo soprattutto contro i "furbetti" che mal digeriscono di stare in casa,dalla corsa allungata alla scusa di fare la spesa.La situazione sarà vagliata dalla polizia e carabinieri e per chi trasgredisce le norme anti-contagio verrà multato fino a un massimo di 3 mila euro,prima si prevedeva l'arresto e la reclusione fino a 3 mesi o un'ammenda di 206 euro.Il decreto emanato dal Consiglio dei ministri questo pomeriggio si pone per inasprire le norme che puntano ad arginare il rischio della diffusione del Covid 19.A livello internazionale(
foto dal web/Social) - mappa -

c'è sempre la Cina inchiodata a 81591 contagiati(3281 morti e 73280 guariti),l'Italia (69176,6820,8326),poi a seguire gli Stati Uniti(49768,674,0),la Spagna(39676,2800,3794),Germania(31991,157,
3243),l'Iran(24811,1934,8913) infine la Francia(20149,1102,3288).


CORONAVIRUS,TUTTI D'ACCORDO:
IL TREND SI CONFERMA IN CALO

BOLLETTINO ANCORA DI
GUERRA:63927 CASI,6077 MORTI

SARDEGNA,DATI AGGIORNATI:
367 CONTAGIATI,11 VITTIME


di Luca Berni
(23-3-2020) Il coronavirus rallenta,meno contagi e meno vittime(
foto dal web/Social).Scende per il secondo giorno il bilancio delle vittime giornaliere,ed è una discesa lieve che prospetta un trend meno drammatico anche se la quota dei positivi è ancora troppo alta.Dall'inizio dell'epidemia di coronavirus hanno contratto il virus Sars-Cov-2,considerando i morti e i guariti,63927 persone,con una crescita in più rispetto al 22 marzo di 4789 pazienti.I deceduti sono 6077 e le persone guarite 7432,+ 408.Nell'arco di 24 ore sono morte 601 persone,50 in meno rispetto ai dati del 22 marzo e anche questi numeri ci potrebbero dare delle speranze soprattutto nel nord d'Italia.Se quello che si sta verificando nelle ex regioni rosse,Lombardia ed Emilia Romagna in testa,potrebbe essere il trend per i prossimi giorni non è detto che questi dati incoraggianti possano ripetersi al sud che risentono della discesa dei lombardi avvenuta col primo provvedimento governativo,un decreto che prima di essere firmato ha concesso piena libertà ai passeggeri che hanno inondato le seconde case delle regioni del sud,dove sono rientrati anche gli studenti universitari e i lavoratori.Chiaramente non dobbiamo aver paura di queste persone ma in un sistema che è saltato e dove c'è il panico è logico che si pensa al nostro prossimo come un possibile trasmettitore di virus.E su questa nuova situazione ci sono le realtà nel sud,in Puglia,Basilicata,Calabria e Sicilia ma anche in Sardegna.In queste ore si stanno vivendo tensioni tra Villa San Giovanni e Messina per un traghetto che sta trasportando molti imbarcaderi dalle regioni del nord verso,appunto,la Sicilia.E' ancora la Lombardia la regione più colpita dal coronavirus con 28761 con 1555 nuovi casi nelle ultime 24 ore,seguita dall'Emilia Romagna con 8535(+980),poi il Veneto(5505(+383) e il Piemonte con 4861(+441).- foto dal web/Social - mappa-


La Sardegna è arrivata a quota 359(+20) con questi dati:61 Cagliari,22 Nuoro,7 Oristano,260 a Sassari anche se ci sarebbero,nelle ultime ore altri 9 ulteriori casi accertati ad Alghero per un totale,quindi,di 367 casi.Tra i contagiati ci sono 2 pazienti guariti oltre ad altri 3 guariti clinicamente.Salgono a 11 i decessi(+3).

A livello internazionale(
foto dal web/Social) - mappa - ,dopo la Cina(81496) e l'Italia avanzano gli Stati Uniti con 41708 con 573 morti e 0 guariti,la Spagna(33089,2207,3355)la Germania(29056,118,422) e la Francia con 20104 contagiati,862 morti e 2207 guariti.



E' IN VIGORE IL NUOVO DECRETO FIRMATO
DA CONTE:ECCO CHI PUO' LAVORARE

FRENA LA CRESCITA DEL
CONTAGIO,I MORTI SONO 651

CONTROTENDENZA ANCHE
IN SARDEGNA:SOLO 9 CASI


di Luca Berni
(22-3-2020) C'è un pò di tregua anche se i dati sono sempre preoccupanti.Sicuramente inciderà in prospettiva l'ultimo
decreto del presidente del Consiglio dei ministri che sarà in vigore da lunedi 23 marzo che stabilisce,con una nuova stsretta,le attività professionali che possono continuare entre saranno sospese le attività produttive.C'è,sul fronte del coronavirus,un cambiamento nella tendenza sul numero dei decessi e si è passati a 651 in un solo giorno anche se sabato è stato più alto:793.Forse il picco è stato quello di sabato 21 marzo e,speriamo,dalla giornata di domenica,si assisterà a un calo della stretta dell'epidemia che in un mese ha portato a dati impressionanti.E c'è un calo anche nei nuovi casi passati a 3957 mentre ieri erano 4921,ciò significa che è iniziata a decrescere la curva degli incrementi.Dal 15,6% del 19 marzo si è passati al 9,3% del 22 marzo un dato che fa guardare con un pò di ottimismo questa situazione catastrofica.Guardiamo i numeri complessivi che dicono che in Italia dall'inizio dell'epidemia di coronavirus 59138 persone,consideranto i morti e i guariti,hanno contratto il Sars CoV-2.I deceduti sono 5476 e i guariti 7024.A commentare i numeri ci ha pensato Franco Locatelli,presidente del Consiglio superiore di sanità che ha detto che "c'è stato una lieve flessione,non bisogna abbassare la guardia,bisogna continuare con le misure adottatee e rispettare le indicazioni del provvedimento del governo".In prima fila la Lombardia con 27206,seguita dall'Emilia Romagna con 7555,Veneto 5122 e Piemonte con 4420.La Sicilia è a quota 630(+140) e la Sardegna 339(+9).Anche in Sardegna c'è stata una piccola frenata registrando 339 contagiati,9 in più rispetto a sabato 21 marzo quando i pazienti erano 33.Dei contagiati 67 sono ricoverati,16 in terapia intensiva e 244 in isolamento domiciliare.Le vittime salgono a 7(+1).Sul territorio:52 nella Città metropolitana di Cagliari,8 nel sud Sardegna,4 a Oristano,22 a Nuoro e 253 a Sassari.(foto dal web/Social) - mappa -

A livello internazionale c'è il triste primato dell'Italia che è passato a 4825 decessi contro i 3144 della Cina che si attesta al primo posto per numero dei contagiati che è ferma a 81397 persone.Sempre sul fronte dei contagiati segue l'Italia con 53578,al terzo posto balzano gli Stati Uniti con 30285(402 morti e 178 guariti),preoccupante la Spagna con 28603(1756 morti e 2575 guariti),poi c'è la Germania con 23974(92,266) rallenta la Francia con 14485(562,2200).(
foto dal web/Social) - mappa .



CORONAVIRUS,793 MORTI IN PIU',OLTRE 25.500 CASI SOLO IN LOMBARDIA,
NUOVA STRETTA DEL GOVERNO

"IL SUD PUO' REGGERE MA BISOGNA RISPETTARE LE REGOLE"
SARDEGNA,I DECESSI SONO 6,
CONTAGIATI ANCHE NEI PICCOLI CENTRI


di Luca Berni
(21-3-2020) E' un altro picco di morti.I nuovi dati del coronavirus sono ancora esplosivi con i contagiati che arrivano a 53578 persone,con i morti e i guariti,6557 in più rispetto al 20 marzo per una crescita del 13,9%,i morti,un altro record,sono 4825,+793 mentre i guariti sono 6072.La Lombardia si conferma l'epicentro dell'epidemia con un totale di 25515 casi(14,6%)al secondo posto l'Emilia Romagna con 6705(+737),il Veneto(4617)e il Piemonte(3752).(
foto dal web/Social)

Al Sud c'è molta preoccupazione anche se il Commissario per l'emergenza Borrelli dice che la situazione è gestibile:"Si sta facendo una corsa contro il tempo e si lavora senza sosta e senza tregua.Al momento i numeri al Sud sono fronteggiabili con quanto abbiamo messo in campo".Secondo gli ultimi dati della Protezione Civile i contagi superano i 330,+ 33 rispetto al 20 marzo,i morti sono 6.I pazienti registrati sul territorio:45 nella Città Metropolitana di Cagliari(+2 rispetto al 20 marzo),251(+35) a Sassari,8 per il Sud Sardegna,4 a Oristano e 22 a Nuoro.Da notare che il coronavirus è arrivato nei piccoli centri come a Monti,Padru e Bitti e molti sindaci sardi gridano alle popolazioni:state a casa.A livello internazionale(
foto dal web/Social) - mappa -

dopo la Cina,che per il terzo giorno continua a registrare zero contagiati,e l'Italia va forte la Spagna che registra un dato esponenziale con 25374 contagi(1375 morti e 2125 guariti),c'è poi l'USA con 24148(285,171),a seguire la Germania(22213,84,233),l'Iran(20610) e la Francia(14308,562,12).

CORONAVIRUS,ORDINANZA GOVERNO:
CHIUSI PARCHI E GIARDINI PUBBLICI,
SPORT VICINO A CASA E DA SOLI
UN ALTRO BOLLETTINO
DA RECORD:4.032 MORTI

IN SARDEGNA CONTAGI NELLE CASE DI RIPOSO:87 NUOVI CASI E 82 SOLO A SASSARI

di Luca Berni
(20-3-2020) Si continua a morire in maniera esponenziale e il rischio è quello di spegnere la Lombardia,la regione più colpita,ma non la speranza che continua,nonostante tutto,ad essere sempre presente nonostante i numeri siano implacabili e agghiaccianti.Per bloccare l'avanzata del coronavirus(
foto dal web/Social) al nord,ma anche nel resto d'Italia, il ministro della Salute Roberto Speranza ha emanato un'ordinanza con un pacchetto di misure restrittive con al primo punto l'attività motoria dei cittadini,motivo in queste settimane di maggiore preoccupazione e veicolo di una epidemia in aumento.L'ordinanza recita:"Resta consentito svolgere individualmnente attività motoria nei pressi della propria abitazione,purchè comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni persona",anche se il governatore della Lombardia Attilio Fontana e il sindaco di Milano Giuseppe Sala chiedono di più arrivando alla chiusura anche di tabaccai,uffici e cantieri.L'Italia è listato a lutto per gli oltre 4 mila decessi in un solo giorno.I numeri mettono ko il nostro paese con 4032 morti,627 in più rispetto al 19 marzo che già era un record,i nuovi casi arrivano a 37860,+ 4670 nell'arco di un giorno mentre i guariti,oltre mille e cento in più,arrivano a 5129.Questi i dati riferiti alle regioni per un totale complessivo,con i morti e i guariti,che sale a 47021.

Tra le regioni in continua crescita dei nuovi contaggi c'è sempre la Lombardia con 22264,+2380 nell'arco di un giorno,numeri in crescita anche in Emilia Romagna con 5968 contagiati(+754),il Veneto con 4031(+647) e anche il Piemonte 3461(+529) dove il totale complessivo è ora di 224 deceduti.Anche in Sardegna aumentano i casi Covid-19 accertati con 87 malati in più rispetto al 19 marzo per un totale di 293 casi complessivamente accertati su 1912 test effettuati.I pazienti ricoverati sono 71,di cui 15 in terapia intensiva,mentre 217 sono in isolamento domiciliare.Da registrare 3 malati guariti e due decessi in Sardegna dall'inizio dell'emergenza.Sul territorio:43 si trovano nella Città Metropolitana di Cagliari(+2 rispetto al 19 marzo),8(+1) nel sud Sardegna,4(+1) a Oristano,22(+1) a Nuoro e 216(+82) a Sassari dove desta preoccupazione il rischio di contagi in due strutture per anziani,una gestita dal comune e l'altra privata.A Casa Serena,la RSA gestita dal Comune di Sassari,si sono registrati sei casi positivi su circa 150 anziani. A livello internazionale (
foto dal web/Social ) - mappa -

dopo l'Italia c'è la crescita del coronavirus in Spagna con 20410 contagiati(1043 morti e 1588 guariti),seguita dalla Germania(19711,67,180) avanzano Iran(19644)e Usa(16638),ma preoccupano anche la Francia(10891)la Svizzera(5294) e il Regno Unito(3297).



TROVATA LA MOLECOLA CHE
SCONFIGGE LA MALATTIA

SCIENZIATI TEDESCHI DECIFRANO IL RESPONSABILE DELLA REPLICAZIONE DEL CORONAVIRUS
LA SCOPERTA ACCELERA LA PRODUZIONE DI FARMACI CONTRO COVID.19

di Francesco Atzeni
(20-3-2020) Gli scienziati dell'Università di Lubecca hanno decodificato l'architettura tridimenzionale di una specifica proteina Sars-Cov2(
foto dal web/Social),quella che sta falcidiando le popolazioni ed è coinvolta nella moltiplicazione del virus.E' una corsa contro il tempo per capire la struttura della macromolecola che è responsabile della replicazione del virus.La parola d'ordine è bloccare la Sars-Cov2 inibendo l'enzima proteasi usato dal virus per replicarsi nelle cellule contagiate.Per capire il meccanismo della struttura della proteina è stato utilizzato la luce a raggi X ad alta intensità nella struttura tedesca BessY II dell'Helmholtz-Zentrum di Berlino e le risultanze sono state pubblicate nella rivista scientifica Science,un passo indispensabile e molto importante per lo sviluppo sistematico di farmaci che bloccano la riproduzione del virus.C'è anche il nome dell'arma contro questo virus,si chiama "13b" ed è una molecola che contemporaneamente lega e inibisce l'enzima proteasi usato dal virus per replicarsi nelle cellule infettate.E' un'arma micidiale,dicono gli esperti delllo studio,finalmente ottenuta in pochissimo tempo e in grado di dare una speranza per combattere e sconfiggere il coronavirus.Il team guidato da Rolf Hilgenfeld,scienziato di fama mondiale nel campo della virologia,ha quindi individuato i punti deboli nella macromolecola per paralizzare le sue capacità di diffondersi.Da ricordare che lo scienziato Hilgenfeld aveva già sviluppato altro inibitore contro questo tipo di virus durante la pandemia di Sars nel 2003 e nel 2016 è riuscito a decifrare un enzima virale Zika.


CORONAVIRUS,I DATI SUI CONTAGI:
A MILANO RADDOPPIATI I POSITIVI

L'ITALIA SUPERA LA CINA CON 3.405 MORTI,I POSITIVI SONO 41.035
LA SARDEGNA VERSO IL PICCO:
I MALATI SONO 206(+72)


di Luca Berni
(19-3-2020) Sono i giorni più tragici per l'Italia.Si continua a morire di coronavirus(
foto di Primo Fusari Ospedale SS.Trinità a Cagliari) e i numeri sono ancora più preoccupanti soprattutto perchè i decessi registrati superano quelli della Cina.Crescono i positivi e aumentano i malati in terapia intensiva.Aumentano i guariti ma la crescita giornaliera è in calo rispetto al 18 marzo.I numeri:dall'inizio dell'epidemia i contagiati sono 41035,considerando i morti e i guariti,i morti sono 3405(quelli della Cina sono 3249) e 4440 sono i guariti,415 in più di ieri ma la crescita è in calo rispetto ai dati rilasciati il 18 marzo.I dati sono stati comunicati dal Commissario per l'emergenza Angelo Borrelli che ha specificato che i decessi nelle ultime 24 ore sono stati 427.Da segnalare un dato "non preoccupante" che riguarda 300 bambini malati di coronavirus per i quali non ci sono vittime nè casi gravi.A livello regionale(foto dal web/Social)

è drammatica la situazione in Lombardia dove si registrano 209 morti nelle ultime 24 ore per un totale di decessi dall'inizio dell'epidemia di 2168,i contagiati nelle ultime 24 ore sono stati 2171 per un totale di 19884.I ricoverati sono 7387 di cui 1006 in terapia intensiva(+82).Nella sola Milano i positivi sono 1378,raddoppiati i casi.Dietro alla Lombardia c'è l'Emia Romagna(5214,689 in più nelle 24 ore),il Veneto(3484,+270),il Piemonte(2932,+591).In ultima posizione la Basilicata con 37 contagiati,10 in più nelle 24 ore.Nelle isole:la Sicilia ha 340(+58) e la Sardegna 206(+72).Nell'isola dei quattro mori i numeri iniziano a crescere:43 ricoverati con sintomi,9 in terapia intensiva,152 in isolamento domiciliare.Nel dettaglio i malati registrati nelle ultime 24 ore è di 72 con la seguente distribuzione territoriale:41 nella città metropolitana di Cagliari,7 nel sud Sardegna,3 a Oristano,21 a Nuoro e 134 a Sassari.Il numero considerevole a Sassari è dovuto ultimamente alla positività di 15 dipendenti del S.Giovanni Paolo II di Olbia.Sta diventando un caso il fatto che i molti contagiati nell'isola si riferiscano ai sanitari e questo fatto fa pensare a una sottovalutazione da parte dei medici e delle strutture sanitarie al coronavirus.C'è comunque molta preoccupazione considerando che la sanità sarda dovrà fronteggiare il picco previsto per i prossimi giorni.A livello internazionale(
foto dal web/Social)

-
mappa -da registrare zero casi in Cina mentre è al culmine della positività,e dei morti,l'Italia.A seguire c'è l'Iran(18407 contagiati),avanza in maniera esponenziale in Spagna(17395,830 morti e 1107 guariti),la Germania con 14481(44,113) e la Francia con 9058 casi(243 morti e 12 guariti).Il coronavirus inizia a preoccupare anche gli Stati Uniti con 10755 contagiati,175 morti e 108 guariti.


CORONAVIRUS,IN UN SOLO
GIORNO SONO MORTE 475 PERSONE

DATI ANCORA DRAMMATICI:
35.713 CASI POSITIVI,2.978 MORTI

SARDEGNA,CRESCONO I CONTAGI:
134 MALATI ACCERTATI


di Luca Berni
(18-3-2020) Molti parlano di rallentamento del coronavirus in Italia(
foto dal web/Social) ma i numeri dimostrano che il paese si trova in una situazione drammatica.A soffrire sono in modo particolare le regioni del nord,in prima fila la Lombardia con 17713 contagiati,+1493 malati nel giro delle 24 ore.Ma anche l'Emilia Romagna (4525,+594) e il Veneto(3214,+510)non scherzano.Ci avviamo a una vera e propria pandemia,per così dire,circoscritta senza via d'uscita e se i casi dovessero aumentare,ha detto il governatore della Lombardia Fontana,"non potremo più aiutare chi si ammala".Un'altra giornata drammatica,dall'inizio di coronavirus il numero è impressionante:35713(compreso i morti e i guariti),4207 in più rispetto a 17 marzo,i deceduti sono 2978(+474) e 4025 sono guarite(+1084).Secondo i dati ufficiali i malati di coronavirus in Italia(foto dal web/Social)

sono complessivamente 28710 con un incremento di 2648 rispetto al 17 marzo.Con gli ultimi dati si rileva che Brescia supera Bergamo che ha 484 positivi in più rispetto al 17 marzo.Anche in Sardegna si registrano 13 casi in più rispetto al 17 marzo e questa crescita porta un totale di 134 contagiati accertati dall'inizio dell'emergenza.I ricoverati sono 49 di cui 7 in terapia intensiva,mentre 83 si trovano in isolamento a casa.Tra i casi positivi ci sono anche i due decessi registrati nell'isola.Questi i dati in Sardegna:32 a Cagliari,20 a Nuoro,3 a Oristano,74 a Sassari e 5 nel sud Sardegna per un totale di 134 contagiati.A livello mondiale il coronavirus(
foto dal web/Social - mappa - )

dopo la Cina(81102 contagiati) e l'Italia(35713) avanzano in maniera esponenziale l'Iran(17361),la Spagna(13910),la Germania(11973) e la Francia(9052),alla settima posizione c'è la Corea del Sud che rimane stabile con 8413 malati.

CORONAVIRUS,LA SPAGNA E' LA
NAZIONE EUROPEA PIU' COLPITA

I DATI INIZIANO AD
IMPRESSIONARE:VERSO UN BILANCIO DELLE VITTIME PIU' ELEVATO DELL'ITALIA


di Lello Leo Cortes
(18-3-2020)L'Italia fa scuola in Europa.Certo la situazione è drammatica per il nostro paese ma potrebbe esserlo anche per le altre nazioni europee.C'è paura e le popolazioni europee guardano con preoccupazione a quanto sta accadendo in Italia.A guardare la situazione al momento è la Spagna la più colpita in Europa.Ha ragione il primo ministro Pedro Sanchez che parlando a un parlamento quasi vuoto a Madrid(
foto dal web/Social) ha detto che "il peggio deve ancora venire":E i dati gli danno ragione.Attualmente i numeri sono in forte crescita:13910 contagiati,623 morti e 1081 guariti.Il paese si trova al quarto posto in classifica,dopo la Cina,l'Italia,l'Iran e si trova a 2 mila malati dalla Germania.Con queste cifre la Spagna si avvicina al bilancio dell'Italia e,secondo gli esperti,supererà il nostro paese per contagiati e i morti.La Spagna sta cercando di invertire la curva ma la prospettiva non è delle migliori.


CORONAVIRUS,I DATI SUI CONTAGI:DOPO UN
RALLENTAMENTO TORNANO A LIEVITARE DI NUOVO

UN ALTRO BOLLETTINO DI
GUERRA:31.506 CASI E 2.503 MORTI


di Luca Berni
(17-3-2020) Dopo un leggero rallentamento il coronavirus(
foto dal web/Social) ha ripreso la sua corsa e i numeri sono ancora alti.I dati elencati da Borrelli mettono ancora paura:31506 i casi totali,di cui 26062 contagiati,2503 decessi e 2941 guariti.Rispetto a lunedi 16 marzo i positivi sono +2989,i decessi +345 e i guariti +192 dati ancora da bollettino di guerra che,dicono gli esperti,continueranno a essere tali almeno fino a fine di questa settimana mentre ci sarà un bel punto interrogativo per il sud,dove sono arrivati in massa i vacanzieri che hanno occupato le loro seconde case.E su questo argomento Borrelli è stato preciso quando si è astenuto da dare previsioni per l'assenza di limitazioni del fuggi-fuggi dal nord.Per avere effetti benefici nelle regioni del sud,isole comprese,è necessario,ha detto il Commissario della Protezione civile,limitare la mobilità e stare più possibile a casa perchè "questo è l'unico modo che ci permette di ridurre la diffusione del virus".Questi i dati nel dettaglio regione per regione:Lombardia: 16.220;Emilia-Romagna: 3.931;Veneto 2.704;Piemonte 1.897;Marche 1.371;Liguria 778;Campania 460;Toscana 1053;Sicilia 237;Lazio 607;Friuli-Venezia Giulia 394 ;Abruzzo 229;Puglia 340;Umbria 197;Bolzano 291;Calabria 114;Sardegna 117(Cagliari 27,Nuoro 20,Oristano 2,Sassari 63);Valle d’Aosta 136;Trento 385;Molise 25;Basilicata 20 - foto dal web/Social-.

In Sardegna ci sono stati 117 contagiati dall'inizio dell'emergenza al virus Covid-19,dieci in più rispetto alla giornata del 16 marzo con un trend del 9,3%,una percentuale che si avvicina al Veneto(2704 contagiati e +231 rispetto al 16 marzo) e questo dato può preoccuparci non fosse altro perchè non sono stati grosso modo contabilizzati i contagiati che arriveranno dovuti all'ondata di lombardi nell'isola sarda.E' legittima quindi la preoccupazione del governatore sardo Christian Solinas che vista la situazione e visti i numeri che avanzano ha dichiarato lo stato di emergenza fino al 31 luglio.Per questo motivo è stata definita la catena di comando e di controllo che prevede un coordinamento istituito presso la Protezione civile composto dal Presidente della Regione e dagli assessori alla sanità,all'Ambiente,ai Trasporti e dai direttori generali della Presidenza e degli Assessorati interessati ma anche dal Commissario straordinario di Ats,protezione civile e Areus.Sono state istituite:una Unità di crisi regionale(UCR),presso l'assessorato alla Sanità,e due Unità di crisi Assl di Cagliari e di Sassari.Sotto l'obiettivo il flusso massiccio dei lombardi in Sardegna verso le seconde case ma anche i sardi rientrati perchè fuori regione per motivi di studio o lavoro.A livello internazionale(
foto dal web/Social)

-
mappa - da registrtare,dopo la Cina(81058 casi,3230 morti e 68798 guariti) e l'Italia avanza l'Iran,con i suoi 16169 casi,c'è poi la Spagna(11309,533,1028),Germania(9257,24,67)Corea del Sud(8320 casi) e Francia(7683,148,12).

CORONAVIRUS,L'EUROPA HA CONCORDATO:CHIUSI TUTTI I CONFINI
DECISIONE STORICA:DIVIETO INGRESSO E LIMITARE I VIAGGI NON ESSENZIALI NELL'UE PER 3O GIORNI

di Peter Moore
L'obiettivo è rilevante per l'Europa che ha deciso,per la prima volta nella sua storia,di bloccare i viaggi (
foto dal web/Social)non essenziali nell'UE per 30 giorni.La decisione è stata data dal presidente del Consiglio europeo Charles Michel per contenere la diffusione del coronavirus e prevenire i controlli alle frontiere all'interno dell'Europa.Una soluzione che è apparsa intempestiva,sicuramente doveva essere fatta prima per trarne una certa efficacia.Il coronavirus Covid-19 si sta diffondendo in maniera esponenziale in Europa al punto che il Vecchio continente sta dimostrando di essere l'epicentro della pandemia globale.Serpeggia la paura e si sta diffondendo il panico all'interno dei 27 paesi europei i quali hanno ristabilito i controlli alle frontiere interne ma anche a impedire l'ingresso dei cittadini europei,è il caso dell'Ungheria.E c'è anche chi,come la Polonia,pone obbligatoriamente in quarantena,anche se non mostrano i sintomi del virus, chi proviene dalle aeree infette.


CORONAVIRUS,IL NUOVO BOLLETTINO:QUANTI I CASI E DOVE
E' SEMPRE PREOCCUPANTE:IL
VIRUS VA AVANTI MA RALLENTA

IN SARDEGNA 111 CONTAGIATI,
4 ALTRI MALATI A SASSARI

di Luca Berni
(16-3-2020) Il trend è in calo ma non c'è ancora il picco e comunque il coronavirus(
foto dal web/Social) continua a diffondersi in Italia e nel mondo.L'ultimo bollettino diffuso dalla Protezione Civile indica che le persone positive salgono a 23073,con un aumento di 2470 malati rispetto a domenica 15 marzo quando l'aumento,rispetto al giorno precedente era stato di 2853.Le vittime sono 2158 con un aumento rispetto a domenica di 349,le persone guarite sono 2749,414 in più rispetto a domenica.Questi i dati a livello di regione: 14.648 in Lombardia (attuali: 10861), 3.522 in Emilia Romagna (3088), 2.473 in Veneto (2.274), 1.242 nelle Marche (1.185), 1.516 in Piemonte (1.405), 866 in Toscana (841), 667 in Liguria (575), 523 nel Lazio (472), 400 in Campania (363), 386 in Friuli Venezia Giulia (346), 378 nella Provincia autonoma di Trento (367), 241 nella Provincia autonoma di Bolzano (235), 230 in Puglia (212), 213 in Sicilia (203), 164 in Umbria (159), 176 in Abruzzo (165), 107 in Sardegna (111), 105 in Valle d’Aosta (103), 89 in Calabria (87), 21 in Molise (15) e 12 in Basilicata (12). Per quanto riguarda la Sardegna il bollettino diffuso alle 20,12 dalla Regione registrano 111 casi con i quattro medici positivi confermati nel sassarese.La percentuale dei nuovi infetti è del 20 % e il trend è pressochè doppio rispetto a quello nazionale.Aumentano i contagiati a Cagliari(24) mentre rimane invariato il numero di infetti a Nuoro(19).A livello internazionale( mappa)si registra sempre la seconda posizione dell'Italia dopo quella della Cina(81980 contagiati,3217 morti e 67910 guariti,al terzo posto aumentano i malati in Iran(14991,863,4590),mentre avanza la Spagna,che supera la Corea del Sud,con 9942 casi,342 morti e 630 guariti.Preoccupanti anche i dati della Germania(7272) e Francia(6650).



L'OMS E' PREOCCUPATO PER
L'ESPONENZIALE CRESCITA DEL VIRUS NEL MONDO

TEDROS CHIEDE ULTERIORE
ISOLAMENTO PER CHI E' GUARITO

AVANZA IL CORONAVISUR IN AFRICA,DIVERSI I PAESI PIU' COLPITI

di Lello Leo Cortes
(16-3-2020) Rispettare l'isolamento anche quando si è guariti dal coronavirus(
foto dal web/Social).Lo ha detto il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità(OMS),una precisazione da prendere con molta considerazione perchè,se non si dovesse prolungare la quarantena,potrebbe far continuare a diffondere la malattia ad altre persone per due settimane.Non ci sono regole precise e non è detto che chi è guarito non possa ritornare ad essere positivo ma sono accorgimenti necessari soprattutto se si contrae nuovamente la malattia.Nella conferenza stampa di lunedi 16 marzo Tedros oltre ad aver raccomandato l'urgenza di lavarsi le mani per ridurre il rischio di infezione si è preoccupato per le popolazioni dell'Africa ad alto rischio di mortalità per le carenti strutture sanitarie e per governi troppo approssimativi e non adeguati al ruolo di responsabilità.La pandemia di Covid-19 avanza anche nel continente africano.L'Etiopia è stato ultimamente il tredicesimo paese sub-sahariano per casi accertati e nelle ultime ore altre quattro nazioni hanno registrato contagi:Gabon,Kenya,Ghana e Guinea Conakry per un totale di 160 casi e 3 decessi,l'ultimo caso in Sudan.I paesi più colpiti sono stati in Egitto,67 casi,l'Algeria e il Sudafrica,con 24 ciscuno,seguiti da Tunisia(13)e Senegal(10).



CORONAVIRUS,IN ITALIA
SUPERATI I 20 MILA MALATI

368 MORTI IN UN GIORNO:
MAI COSI' TANTI IN 24 ORE

IN SARDEGNA I PRIMI DUE
DECESSI,I CONTAGIATI SONO 80


di Luca Berni
(15-3-2020) I casi attivi sono ancora tanti ma,dicono gli esperti,non in maniera esponenziale.Il coronavirus in Italia non ha ancora il suo picco,cresce in maniera "normale" e in questo senso continua a fare la sua corsa.Nella giornata domenicale si registrano 2853 malati rispetto al 14 marzo e sempre in un giorno i guariti sono 369 ma c'è anche un boom di morti di 368 morti.Dall'inizio dell'epidemia(
foto dal web/Social) 24747 persone,con i morti e i guriti, sono i malati del virus Sars-CoV-2,di queste sono morte 1809 e sono guarite 2335.Questi i dati (foto dal web/Social)

nelle regioni:10.043 i malati in Lombardia (984 in più di ieri), 2.741 in Emilia Romagna (+392), 1.989 in Veneto (+214), 1.030 in Piemonte (+216), 1.087 nelle Marche (+224), 763 in Toscana (+149), 396 nel Lazio (+76), 296 in Campania (+53), 493 in Liguria (+109), 316 in Friuli Venezia Giulia (+45), 179 in Sicilia (+29), 212 in Puglia (+56), 367 in Trentino (+168), 128 in Abruzzo (+22), 139 in Umbria (+36), 17 in Molise (+0), 75 in Sardegna (+25), 56 in Valle d'Aosta (+15), 66 in Calabria (+7), 199 in Alto Adige (+29), 11 in Basilicata (+1).Ecco invece le vittime:1.218 in Lombardia (+252), 284 in Emilia Romagna, (+43), 63 in Veneto (+8), 81 in Piemonte (+22), 46 nelle Marche (+10), 8 in Toscana (+2), 33 in Liguria (+6), 9 in Campania (+3), 16 Lazio (+3), 14 in Friuli Venezia Giulia (+1), 16 in Puglia (+8), 5 in provincia di Bolzano (+2), 2 in Sicilia (+0), 3 in Abruzzo (+1), uno in Umbria (+0) uno in Valle d'Aosta (+0), 6 in Trentino (+4), uno in Calabria, 2 in Sardegna.Sul fronte internazionale(
mappa - foto dal web/Social) da registrare il balzo in avanti in Spagna con 7798 casi,289 decessi e 517 guariti;avanzano anche la Germania(5426,11,46) e la Francia(4511,91,12).

La situazione del virus si sta aggravando in Sardegna e si è passati subito a 80 casi ma anche a due decessi:l'imprenditore di 42 anni,il primo contagiato e ricoverato due settimane fa all'ospedale SS.Trinità,e un uomo di 81 anni a Sassari nel reparto Malattie infettive dove,subito dopo, l'intero reparto è stato sottoposto al test.In 26 sono risultati positivi molti dei quali sono medici.Da più parti si chiede alla popolazione di rimanere in casa e di uscire solo per necessità,divieti che non sono stati osservati soprattutto da molti lombardi che si sono trasferiti in massa nell'isola e che hanno circolato indisturbati nelle piazze,al mare e in collina.Non solo loro ma molte altre persone che con il loro atteggiamento stanno mettendo a rischio la salute degli abitanti.

CORONAVIRUS,IN ITALIA IL NUMERO
DEI CONTAGIATI SALE ANCORA

SUPERATI I 21 MILA CONTAGI,
AUMENTANO I GUARITI(+527)
SOFFRE LA SARDEGNA,SI
REGISTRANO 52 MALATI


di Luca Berni
(14-3-2020) Ancora dati impressionanti di questo coronavirus(
foto dal web/Social) che non molla l'Italia.La notizia confortante potrebbe essere l'aumento dei guariti che,rispetto a venerdi 13 marzo,si attesta a 527 persone in più,i morti in un giorno sono 175.La situazione complessiva porta a 17750 i malati attuali,2795 in più rispetto al 13 marzo,mentre il numero dei contagiati,comprese le vittime e i guariti,ha raggiunto i 21167.Purtroppo aumentano anche i morti che sono 1441.Questi i dati per regione:9.059 i malati in Lombardia (1.327 in più di ieri), 2.349 in Emilia Romagna (+338), 1.775 in Veneto (+322), 814 in Piemonte (+20), 863 nelle Marche (+165), 614 in Toscana (+159), 320 nel Lazio (+78), 243 in Campania (+30), 384 in Liguria (+80), 271 in Friuli Venezia Giulia (+35), 150 in Sicilia (+24), 156 in Puglia (+35), 199 in Trentino (+42), 106 in Abruzzo (+23), 103 in Umbria (+30), 17 in Molise (+0), 47 in Sardegna (+4), 41 in Valle d’Aosta (+14), 59 in Calabria (+22), 170 in Alto Adige (+47), 10 in Basilicata (+0).Nel mondo( mappa):la Cina con 80976 contagiati,3193 morti e 65655 guariti;segue l'Italia,poi l'Iran(12729,611.2969),la Corea del Sud(8086).Avanzano:Spagna(6315,191,517),Germania(4515,8,46)e la Francia(4480,91,12).Anche in Sardegna aumentano i casi di coronavirus.Attualmente si registrano 52 contagiati,gli ultimi malati a Cagliari e a Sassari.




SARDEGNA E IL CORONAVIRUS,
SCENDE IN CAMPO CELLINO

L'EX PRESIDENTE DEL CAGLIARI
HA DONATO 50 RESPIRATORI
ALL'OSPEDALE SS.TRINITA'


di Franco Vecchiarecchi
(14-3-2020) In un momento particolare per la Sardegna e per Cagliari in prima istanza,scende in campo l'ex presidente del Cagliari Massimo Cellino(foto dal web/Social),oggi del Brescia,che è rimasto molto attaccato alla sua città e alle sue tradizioni.E' dispiaciuto per la situazione e vuole dare il suo contributo concreto:ha donato 50 respiratori all'ospedale Santissima Trinità di Cagliari.Un gesto che non dimenticheremo soprattutto se fatto da un personaggio che ha contribuito a far conoscere la città e la squadra rossoblù a livello internazionale.A questo annuncio interviene in massa il popolo del web che ha apprezzato il gesto:non servono le parole,ha scritto un tifoso,ma i fatti con aiuti concreti come i respiratori per gli ospedali.Altri ancora:bravo Cellino,sei sempre un grande presidente.E' c'è anche chi lo vorrebbe convocare come prossimo presidente del Cagliari.



CORONAVIRUS,I CONTAGIATI SALGONO
A 17.660,BOOM DI MORTI A 1266

AUMENTANO I CASI AL CENTRO-SUD
"PER COMPORTAMENTI ERRATI"

IN SARDEGNA I MALATI SONO 45,
A NUORO 120 TAMPONI NEGATIVI


di Luca Berni
(13-3-2020) Il coronavirus(
foto dal web/Social) sta prendendo il volo soprattutto al nord Italia ma sta iniziando a creare problemi anche al sud.I dati forniti dal commissario per l'emergenza Angelo Borrelli sono spietati.Considerando i malati,le vittime e i guariti adesso è complessivamente a 17660 suddivisi in questo modo:14955 i contagiati(2116 in più rispetto a giovedi 12 marzo),i morti sono 1266(250 in un solo giorno,mentre giovedi 12 marzo i decessi erano 189),i guariti salgono a 1439,181 in più rispetto sempre a giovedi 12 marzo.E' il numero più alto al mondo.Il nostro paese è al secondo posto dopo la Cina,che sta minimizzando i suoi dati con Wuhan,dove tutto ha avuto inizio,che ha praticamente azzerati i casi,mentre sale l'Iran con i suoi 11364 contagi,514 morti e i 2959 guariti,mentre stabile si sta mantenendo la Corea del sud con i suoi 7979 contagiati,66 morti e 510 guariti.Stanno diventando proccupanti i dati di alcuni paesi europei con in testa la Spagna con 4334 contagiati,122 morti e 193 guariti;subito dopo,al sesto posto,c'è la Germania con 3156 contagiati,7 morti e 46 guariti;a seguire la Francia con 2882 malati,61 morti e 12 guariti( mappa) - (foto dal web/Social)


Il coronavirus si sta svegliando anche negli Stati Uniti(1268,33,6) ma poco o niente l'amministrazione sta facendo,con Trump che minimizza sulla pericolosità del virus.Nella mappa del contagio da rilevare che in sole tre regioni,Lombardia,Veneto ed Emilia Romagna, si arriva a 11196 malati.La regione dove il contagio rallenta è la Basilicata.In Sardegna i contagiati sono 45,gli ultimi dei quali a Sassari e uno ad Alghero mentre a livello territoriale si rilevano 15 casi positivi nella città metropolitana di Cagliari,4 nel sud Sardegna,2 a Oristano,18 a Nuoro e altri 4 a Sassari.L'alto numero dei contagiati a Nuoro, ha creato una massima preoccupazione nell'Ospedale S.Francesco dove ci sono state i casi più rilevanti,costringendo i vertici della sanità ad eseguire tamponi a tappeto con risultati per fortuna confortanti:sui 120 tamponi eseguiti i risultati sono stati tutti negativi.Un grande sospiro di sollievo per l'ospedale punto di riferimento per la città.Nell'isola sono stati eseguiti 503 test,353 sono i risultati negativi e 107 ancora da riscontrare.In una giornata di forte ascesa del virus da registrare due notizie di guarigione:la prima riguarda proprio il paziente 1,la seconda è quella di un anziano torinese di 97 anni che,ricoverato 7 giorni fa nel reparto di malattie infettive,è adesso guarito e la sua condizione è un'ottima iniezione di ottimismo in una vicenda molto drammatica di questi giorni.Per contrastare la paura e combattere il nemico invisibile del coronavirus, l'Italia,da nord a sud,si è affacciata al balcone alle 18 per cantare e suonare.L'emergenza impone di stare a casa e tutti insieme hanno risposto con tromba,clarinetto,chitarra ma anche improvvisando canzoni con applausi finali.E c'è una grande voglia di unità,di stare insieme e qualcuno intona l'inno di Mameli mentre da Quartu la risposta è "Dimonios" l'inno della Brigata Sassari.

CORONAVIRUS,IL NORD E' SOTTO PRESSIONE.
LA SOLA LOMBARDIA HA 8725 CASI
PER IL PRESIDENTE DELL'ISS
BRUSAFERRO IL VIRUS AL SUD
SI PUO' ANCORA BLOCCARE

di Luca Berni
(12-3-2020) Il coronavirus sta mettendo a dura prova l'Italia che da qualche giorno è blindata per effetto dell'ultimo decreto che ha messo dei paletti per arginare l'escalation del virus(
foto dal web/Social),vero tormento e incubo degli italiani.Le regioni del nord sono in una situazione disastrosa con gli ospedali ormai al collasso.Nella sola Lombardia i positivi sono 8725,1445 più dell'11 marzo mentre i decessi sono complessivamente 744,127 in più,dati che fanno riflettere e che dicono che è necessario inasprire il modo di agire perchè non ancora sufficiente per bloccare l'avanzata del virus.E' stato chiesto dal centrodestra e lo ha ripetuto Salvini nella trasmissione di Rete4 "Dritto e Rovescio" di Paolo Del Debbio:chiudere tutto e non a pezzetti come sta avvenendo adesso.Se il sacrificio si deve fare,ha detto il leader della Lega,è necessario farlo veramente,chiudere ogni attività soprattutto quelle non indispensabili.Intanto però il nord è sotto pressione e i dati dei contagiati è enorme al contrario,al momento,del sud dove la situazione è sotto controllo.I casi non sono numerosi:ad esempio la Sicilia ha 115 contagiati (2 morti),la Calabria 33,la Basilicata 8 e la Sardegna 39.In queste regioni,da Roma in giù,la stretta di Conte è stata salutata positivamente e molto probabilmente non servono altre restrizioni.Secondo il presidente dell'Istituto superiore di sanità(ISS) Silvio Brusaferro "È possibile che al Sud possa esserci una circolazione più limitata del nuovo coronavirus e che i picchi di pazienti che necessitano di terapia intensiva, e dunque di essere intubati, non siano così importanti come è stato al Nord, a patto che si rispettino le attuali misure stringenti di contenimento”.E ancora:"i casi sono ancora limitati,dice ancora Brusaferro, e se si agisce in un momento iniziale della curva epidemica si può intervenire in modo significativo. Se dunque il rispetto delle misure varate, a partire dalle limitazioni dei contatti interpersonali, è fondamentale in tutto il Paese, ancora più cruciale è nelle regioni meridionali proprio per rallentare dagli inizi la circolazione del virus”.Secondo il presidente dell'ISS per il momento i casi al Meridione hanno un collegamento con i focolai settentrionali e la situazione è molto diversa e il fatto di seguire alla lettera le limitazioni emanate dal governo pone le regioni del sud in un momento migliore rispetto al nord.


IN ITALIA IL CORONAVIRUS NON
SI FERMA E VA ANCORA AVANTI

IN UN GIORNO 2.249 NUOVI
CASI,QUASI 13 MILA I MALATI

LA SARDEGNA HA 39 CONTAGIATI,
NESSUNO E' ANCORA GUARITO

di Lello Leo Cortes
(12-3-2020) Italia blindata,dopo l'ultimo decreto di Conte,ma non si ferma il bilancio del coronavirus che continua ad essere preoccupatamente(
foto dal web/Social) in rialzo con 2249 malati in più rispetto all'11 marzo,mentre il numero complessivo dei contagiati,considerando le vittime e i guariti,ha raggiunto i 15113,dei quali 1258 sono le persone guarite e 1016 le vittime.I guariti sono nelle 24 ore 213 mentre i morti sono 189 in più rispetto all'11 marzo.Ecco i dati forniti dalla Protezione Civile,che mette in evidenza i casi attivi nelle regioni:6.896 in Lombardia (1.133 in più di ieri), 1.758 in Emilia Romagna (+170), 1.297 in Veneto (+357), 554 in Piemonte (+74), 570 nelle Marche (+109), 352 in Toscana (+38), 172 nel Lazio (+47), 174 in Campania (+25), 243 in Liguria (+62), 148 in Friuli Venezia Giulia (+38), 111 in Sicilia (+30), 98 in Puglia (+27), 102 in Trentino (+28), 78 in Abruzzo (+41), 62 in Umbria (+18), 16 in Molise (+0), 39 in Sardegna (+2), 26 in Valle d’Aosta (+7), 32 in Calabria (+15), 103 in Alto Adige (+28), 8 in Basilicata (+0).In Sardegna due nuovi casi in più portando l'isola a 39 contagiati:11 a Cagliari,4 nel sud Sardegna,2 a Oristano,18 a Nuoro e 4 a Sassari.Nessuno è in terapia intensiva e nessuno è stato dichiarato guarito.


CORONAVIRUS,E' UFFICIALE:
PER L'OMS E' PANDEMIA

CONTE BLINDA TUTTA L'ITALIA:
CHIUSI BAR,NEGOZI E RISTORANTI

NON SI FERMANO ALIMENTARI,
FARMACIE,TRASPORTI ED EDICOLE


di Lello Leo Cortes
(11-3-2020) Il coronavirus è diventata pandemia dopo essersi diffuso costantemente in 114 paesi in tutto il mondo.La decisione è dell'OMS(Organizzazione mondiale della sanità) che afferma:"Chiediamo ai paesi ogni giorno di adottare misure urgenti e aggressive".L'Italia,il Paese più colpito dopo la Cina,ha adottato,in seguito alla decisione dell'OMS ma soprattutto alla gravità della situazione che continua a colpire in maniera esponenziale la popolazione in modo particolare del nord Italia,una misura drastica dopo quella di qualche giorno fa che limitava i movimenti e raccomandava a tutti di "restare in casa".Adesso si è arrivati allo step più deciso.A comunicare le decisioni più restrittive è stato lo stesso Conte che alle 20,40 di mercoledi 11 marzo 2020 ha ordinato la chiusura di tutte le attività tranne i supermercati(
foto Terza Pagina) e le farmacie ma anche tabaccai ed edicole.In pratica dovranno restare chiusi bar,parrucchieri e ristoranti a partire da giovedi 12 marzo,un provvedimento per frenare la catastrofe del coronavirus così come era stato fatto nella città cinese di Wuhan dove è iniziata l'epidemia e dove vennero attuate drastiche restrizioni.Questa decisione era stato richiesto diversi giorni fa dalla Lombardia,dove si registrano gli infetti più numerosi,ma anche dal Veneto.Tutte le misure entreranno in vigore fino al 25 marzo.Tra due settimane,ha dichiarato Conte,vedremo gli effetti".E alla fine ha concluso:"Se saremo tutti a rispettare queste regole usciremo in fretta da questa emergenza,il Paese ha bisogno della responsabilità di ciascuno di noi,rimaniamo distanti oggi per abbracciarci tutti poi.Tutti insieme ce la faremo".Oltre ai supermercati quindi anche panettiere,latteria,macellaio;farmacie,parafarmacie resteranno aperti:i servizi bancari,finanziari,assicurativi,le pompe di benzina,i meccanici,gli artigiani,il settore agricolo,industrie e fabbriche.


CORONAVIRUS,NUMERI ANCORA
ELEVATI CON UN TREND IN CRESCITA

I CASI SONO OLTRE 12 MILA,
827 I MORTI,1045 I GUARITI

IN SARDEGNA 37 POSITIVI,
DI CUI 18 SOLO A NUORO


di Luca Berni
(11-3-2020) Balzo in avanti del coronavirus in Italia che va ancora su,sempre in maniera preoccupante perchè se non arrestiamo subito questa "bestia" la stessa ci travolgerà.I numeri sono ancora devastanti e ci dicono che le persone contagiate sono 2313 in più rispetto a martedi,nel giro di un giorno sono morte 196 persone in più mentre i pazienti guariti sono pochi,appena 41 sempre nell'arco delle 24 ore.Nel dettaglio i contagiati dall'inizio dell'epidemia di coronavirus sono 12462,considerando i morti e i guariti,le vittime sono complessivamente 827 e i guariti 1045(
mappa)

L'età media dei morti è di 81 anni con queste percentuali:42% tra 80 e 89 anni; 32% tra 70 e 79 anni, 14,1% oltre 90 anni; L'8,4% ha un'età compresa tra 60 e 69 anni; infine, 2,8% tra 50 e 59.Ecco la suddivisione dei contagiati nelle regioni:7280 Lombardia, 1739 Emilia Romagna, 1023 Veneto, 501, Piemonte, 479 Marche. E ancora: 320 Toscana, 194 Liguria, 154 Campania, 150 Lazio, 126 Friuli Venezia Giulia, 77 Puglia e provincia Trento, 75 provincia Bolzano, 83 Sicilia, 46 Umbria, 38 Abruzzo, 37 Sardegna, 20 Valle d'Aosta, 19 Calabria, 16 Molise e 8 Basilicata.Due positivi in più nel giro di un giorno in Sardegna:da 35 a 37 dei quali 27 si trovano in isolamento domiciliare e 10 sono in ospedale così suddivisi:18 a Nuoro,10 a Cagliari,2 a Sassari,2 a Quartu S.Elena,2 a Oristano,1 a Olbia,1 a Sardara e 1 a Iglesias.(
foto dal web/Social)



CORONAVIRUS,BOLLETTINO
ANCORA DRAMMATICO IN ITALIA

CONTAGIATE PIU' DI DIECIMILA PERSONE,GUARITE 724
FONTANA:"CHIUDERE TUTTO
PER 15 GIORNI"


di Luca Berni
(10-3-2020) Bollettino ancora drammatico del coronavirus in Italia(
foto di Primo Fusari per TP).Contagiate oltre 10 mila persone,crescono i guariti ma sono poca cosa rispetto ai morti.I numeri sono ancora alti:i contagiati,tra vittime e guariti, sono 10149,al secondo posto dopo la Cina che si ritrova a 80757 contagiati,i morti 631 mentre i guariti si attestano a 1004,280 in più rispetto a lunedi 9 marzo.La situazione è sempre drammatica nonostante la "zona rossa" che non è più la sola Lombardia ma è adesso tutta l'Italia.Per il governatore della Lombardia Fontana le misure prese dal governo non sono sufficienti e chiede,ma è anche quello che chiede il governatore Zaia del Veneto,di "chiudere tutto per 15 giorni tranne le farmacie e i negozi di alimentari".In Sardegna si sono verificati altri 3 contagiati a Nuoro,personale dell'ospedale S.Francesco,che si aggiungono agli altri 12 positivi riscontrati lunedi sempre all'interno dell'Ospedale di Nuoro.Salgono a 34 il numero totale dei contagiati nell'isola.Lo ha comunicato la Regione Sardegna che ha anche assicurato che tutti gli operatori del nosocomio nuorese stanno bene.

CORONAVIRUS,NON SOLO LOMBARDIA,
L'ITALIA ADESSO E' "ZONA ROSSA"
MISURE ECCEZIONALI PER LIMITARE IL CONTAGIO:SCUOLE CHIUSE FINO AL 3
APRILE,VIETATO SPOSTARSI,STOP AL CAMPIONATO DI SERIE A

SI VA VERSO UN'ECONOMIA DI GUERRA?LA PSICOSI FA PIU' PAURA DEL VIRUS?

di Luca Berni
(9-3-2020) Sardegna,Sicilia,Puglia,ma anche tante altre regioni,come la Lombardia e altre 14 province.L'Italia è dalla mattina del 10 marzo "zona rossa".Lo ha decretato il governo annunciando il divieto di entrare e uscire dalle province di origine specificando che gli spostamenti saranno possibili solo per motivi di lavoro,necessità o salute.Durante la conferenza stampa il presidente del Consiglio Giuseppe Conte(
foto dal web/Social) ha firmato il decreto che di fatto estenderà le misure restrittive della zona rossa del Nord anche al sud,dove tra sabato e domenica sono arrivati i lombardi credendo di scappare dall'immobilismo,e al resto d'Italia.Una decisione,ha detto il premier,sofferta ma necessaria per la salute degli italiani.Stop alle manifestazioni sportive,e quindi al campionato di serie A,sospensione dell'attività didattica delle scuole e delle università fino al 3 aprile su tutta la penisola isole comprese,spostamenti solo se necessari e indifferibili(lavoro,necessità o salute),divieto di assembramento.Al momento,ha dichiarato Conte,non è previsto alcuna limitazione dei trasporti pubblici mentre valgono,come è successo in Lombardia,le autocertificazioni per giustificare lo spostamento e la motivazione dovrà essere veritiera altrimenti ci si espone al reato dello spostamento non giustificato anche alla falsa certificazione.Questa la parte politica che ferma l'Italia mentre adesso avanza la psicosi del coronavirus che alla fine sarà peggiore perchè l'Italia dovrà confrontarsi con l'economia globale e con un sistema finanziario internazionale che non pone in primo piano le esigenze umane,i morti e i drammi dei contagiati ma considera solo le regole della finanza.

CORONAVIRUS,IN ALCUNE PROVINCE DELLA CINA IL CONTAGIO E' AZZERATO
ITALIA SEMPRE PEGGIO,SIAMO
SECONDI NEL MONDO

E' UN INCUBO:NON C'E' ANCORA
IL PICCO E I MORTI SONO 463


di Lello Leo Cortes
(9-3-2020) Ancora nessuna frenata anzi il coronavirus continua ad andare avanti senza sosta con dati ancora impressionanti in Italia(
foto dal web/Social).E il tunnel continua ad essere un incubo e per il momento non c'è ancora,dicono gli esperti,il picco figuriamoci la luce della normalità.La situazione sta tutti nei numeri:dall'inizio dell'epidemia i malati sono stati 1897 in più rispetto a domenica 8 marzo con un bilancio totale al momento di 9172,di queste 463 sono decedute e 724 sono guarite.I positivi sono pertanto 7985,che arrivano quindi a 9172 considerando i morti e i guariti, e c'è un balzo in avanti,significativo,di 1598 in più rispetto sempre a domenica.La fotografia di una situazione in continua emergenza non piace e si fa di tutto per renderla normale con troppe difficoltà con errori evidenti che sono emersi da subito,da quando è scoppiato il virus Sars-CoV-2.A livello mondiale si assiste alla frenata della Cina con oltre 58 mila persone guarite mentre in 26 province si registra per la prima volta nelle ultime settimane zero nuovi casi.E' evidente che il virus in Cina sta regredendo,in Italia è in piena evoluzione e continua ad essere protagonista in negativo cementando la sua seconda posizione e distanziando la Corea del sud di quasi 2 mila contagiati(mappa)

CORONAVIRUS,CRESCONO I CASI.L'ITALIA SECONDA PER MORTI DOPO LA CINA
FUGA DALLA LOMBARDIA E DA
11 PROVINCE VERSO IL SUD

SARDEGNA A RISCHIO,SOLINAS
VOLEVA BLOCCARE GLI ARRIVI


di Lello Leo Cortes
(8-3-2020) Il virus va avanti ancora velocemente e i
dati aggiornati dicono che rispetto a sabato c'è stato un incremento di 1326 per un totale di 6387 malati,366 sono i morti,133 in più.L'Italia ha superato la Corea del Sud che,a parte i 7314 contagiati,ha solo 50 decessi mentre i guariti sono 118 ed è il nostro Paese,in questa classifica dei malati e dei morti,seconda alla Cina che ha superato il picco e ha una situazione adesso più distensiva tanto che i morti al di fuori di Hubei-Wuhan,dove tutto ha avuto origine,non superano i 10 decessi arrivando in zone "rosse" come Liaoning e Zhejiang a un solo morto.Questo significa che l'Italia dovrà ancora attraversare ancora giorni di grande attenzione,con numeri ancora più preoccupanti.In questa grave e drammatica situazione(foto dal web/Social) il governo ha attuato un altro drastico provvedimento che ha blindato la Lombardia e altre 11 province fino al 3 aprile non consentendo l'entrata e l'uscita dalle "zone rosse".Centinaia di persone lombarde non hanno atteso la firma del decreto e sono fuggite dalla zona rossa prendendo d'assalto le stazioni milanesi nella notte tra sabato e domenica 8 marzo verso il sud con adesso gravi problemi per diverse regioni come Puglia,Sicilia e anche la Sardegna.C'è in queste regioni la preoccupazione che i milanesi fuggiti dalla "zona rossa" possano destabilizzare già la precaria situazione economica,sanitaria e sociale di regioni e paesi già provate dalla paura e dal panico.I governatori hanno subito avvertito la preoccupazione e hanno diramato ordinanze per obbligare alla quarantena chi arrivava dalla Lombardia e dalle 11 province del nord.Il governatore della Sardegna Christian Solinas avrebbe proposto un emendamento al Dpcm per blindare per 20 giorni gli arrivi nell'isola ed evitare la diffusione del coronavirus,ma il governo non lo ha accolto.In pratica Solinas chiudeva la Sardegna fino al 3 aprile 2020,vietando ogni spostamento in ingresso e in uscita a bordo di navi passeggeri e aerei di linea.E' passata invece altra ordinanza che propone la quarantena a chi arriva dalle zone rosse.Solinas ha comunque fatto un altro tentativo riproponendo l'interruzione dei collegamenti aerei e navali tra la Sardegna e la Penisola ma anche in questo caso il governo ha confermato il no consentendo di fatto l'apertura dei porti e degli aeroporti in Sardegna.Dell'esito negativo c'è il rammarico del presidente sardo che adesso dovrà far fronte alle pressanti necessità sanitarie,e non solo,nel caso dovessero verificarsi i nuovi contagi.C'è da dire,comunque,che l'ordinanza di Solinas che impone la quarantena a chi arriva dalle zone rosse per pericolo di contagio del coronavirus deve essere presa sul serio perchè in caso di trasgressione verrà applicato l'articolo 650 del Codice penale che prevede l'arresto fino a tre mesi o l'ammenda fino a 206 euro,salvo che il fatto costituisca più grave reato.




CORONAVIRUS,E' ALLARME PER IL VIRUS.
L'OMS:PUO' DIVENTARE PANDEMIA

"BLINDATE"LOMBARDIA E 11
PROVINCE FINO AL 3 APRILE

IL CASO:NONOSTANTE I CONTAGI LA COREA DEL SUD MEGLIO DELL'ITALIA

di Lello Leo Cortes
(7-3-2020) Dal quarto posto l'Italia è passato al terzo posto e,nella speciale classifica del coronavirus nel mondo,la posizione non è certo un merito ma un fatto disastroso e ciò significa che la situazione dell'epidemia nel nostro paese si sta aggravando.In Italia il virus cinese(
foto dal web/Social) sta diventando un serio e grave problema che potrebbe diventare,secondo alcuni esperti,ancora più devastante considerando che non si sa quando il coronavirus raggiungerà il suo picco. I dati parlano chiaro.La Cina è leader per l'epidemia,con un totale di 80652 casi,3070 morti e 55473 guariti,subito dopo c'è la Corea del Sud che paradossalmente è messa meglio dell'Italia nel rapporto decessi-guarigioni:7041 contagiati,44 morti e 135 guariti.C'è poi l'Italia col totale di 5883,233 decessi e 589 guariti.A ruota segue l'Iran (5823,145 e 1669) mentre stanno avanzando Germania( 799,0,18) e Francia(716,11,12).E adesso l'epidemia può evolversi in pandemia perchè è diffusa in molti Paesi del mondo anche se il direttore generale dell'Oms frena.I dati però registrano una situazione preoccupante soprattutto in Paesi con servizi sanitari deboli,spesso falsati dall'impreparazione e dalla irresponsabilità.Tedros Adhanom Ghebreyesus ha tutto sotto controllo e per il momento non è dell'avviso di dichiarare la pandemia del Covid-19 anche se ci sono segnali forti per dare questo annuncio soprattutto quando il coronavirus non è più controllabile e incontrollato.L'Italia sta perdendo alla distanza con la Corea del Sud perchè se è vero che ha più positivi rispetto al nostro Paese,ha però un tasso di letalità inferiore e quindi in proporzione meno decessi(233 in Italia contro i 44 della Corea).Al momento non è chiaro la motivazioni di questa differenza sta di fatto che il governo sudcoreano all'inizio dell'epidemia cinese si è mosso subito facendo un numero enorme di test e attuando quelle politiche di contenimento e pratiche sanitarie da ridurre da subito il rischio del Covid-19.Questa volta il Paese asiatico ha imparato dagli errori del passato e ha fatto tesoro dall'epidemia di Mers(altra sindrome respiratorio di tipo coronavirus) del 2015 organizzando in maniera efficace un sistema di emergenze col coinvolgimento di scienziati,università e aziende specializzate per la produzione di kit per rilevare le malattie virali.Se la Corea del sud ha eseguito quasi 150 mila test,l'Italia in confronto ne ha fatti solo 30 mila solo,ultimamente, su persone che mostravano sintomi da virus cinese.I problemi in Italia,comunque,sono simili a quelli della Corea del Sud:ospedali pieni con posti letto che scarseggiano mentre mancano presìdi sanitari come mascherine e occhiali protettivi.Si è all'inizio di questo dramma esponenziale e tutti sono coinvolti per dare il massimo e restituire normalità alla nazione e tranquillità alla popolazione.La situazione in Italia,comuqne,sta diventando sempre più drammatica e i numeri dei contagiati e dei decessi preoccupano molto.Per cercare di contenere la diffusione del coronavirus il governo ha adottato nuovi drastici provvedimenti facendo diventare tutta la Lombardia "zona rossa" fino al 3 aprile 2020 con divieto di ingresso e di uscita dalla Lombardia e da altre 11 province e l'estensione delle zone controllate in Piemonte ed Emilia Romagna.Le province interessate,oltre a quelle lombarde sono:Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti e Alessandria.Saranno chiuse le scuole,musei,teatri,piscine e altro ancora.Sospese le attività sciistiche.I Centri commerciali,nei weekend dovranno essere chiusi.Dalla "zona rossa" non si potrà entrare ed uscire e sarà consentito soltanto per gravi ed indifferibili motivi di famiglia e lavoro.


CORONAVIRUS,NON SI
FERMANO I MALATI IN ITALIA

BILANCIO SEMPRE ALTO:
4.636 CASI E 197 MORTI

IN SARDEGNA 3 NUOVI CONTAGIATI
E SIAMO A 10 PAZIENTI


di Lello Leo Cortes
(6-3-2020) Non si ferma l'epidemia di coronavirus(
foto Ospedale SS.Trinita' Cagliari) che,dall'inizio del contagio in Italia è aumentato di 778 in più rispetto a giovedi 5 marzo.Il bilancio è sempre alto e si è passati,considerando i morti e i guariti,a 4636(i soggetti positivi sono 3926).Per maggiori informazioni diamo ai lettori la mappa realizzata da Johns Hopkins Center for Science and Engineering suddivisi per paese.Le informazioni hanno lo scopo di fornire al pubblico "una comprensione della situazione dell'epidemia mentre si sviluppa con fonti di dati trasparenti".In base a questi dati l'Italia,nella classifica del coronavirus,si trova al 4° posto.Al primo posto,dove tutto ha avuto origine,c'è la Cina con 80573 contagiati,3042 morti e 53888 guariti,segue la Corea del Sud con 6593 contagiati,42 morti e 135 guariti,al terzo posto l'Iran con 4747 contagiati,124 morti e 913 guariti.C'è anche la Germania ,al 6° posto con 670 contagiati e subito dopo la Francia con 577 contagiati.Al 9° posto si trova il Giappone con 420 contagiati,6 morti e 46 guariti.Balzo in avanti dei casi di contagio anche in Sardegna dove sono stati accertati dalla Regione altri tre casi,2 a Quartu S.Elena(Cagliari) e 1 a Iglesias(Cagliari).Uno di loro si trova in ospedale nel capoluogo sardo,l'altro riceve le cure nella propria abitagione.La malattia a Iglesias è stata riscontrata a una dottoressa che lavora in un ospedale di Cagliari e subito sono scattati i provvedimenti sanitari per lei e per le persone con le quali è entrata in contatto.Il medico avrebbe fatto un viaggio in Lombardia.Salgono quindi a 10 i pazienti sardi: otto i casi di persone positive nell'isola,altri due sardi sono ricoverati uno a Milano e la'ltro a Roma.




CORONAVIRUS,RAGGIUNTO IL TRAGUARDO DI 100 MILA CONTAGIATI IN TUTTO IL MONDO
RIPROGRAMMATE LE PARTITE
DELLA 27/A E 28/A GIORNATA

IL 14 MARZO SPAL-CAGLIARI,
22 MARZO CAGLIARI-TORINO

di Luca Berni
(6-3-2020) I contagiati in tutto il mondo(
foto dal web/Social) hanno superato i 100 mila malati di Covid-2019.Tre mesi dopo i primi casi segnalati in Cina il numero di persone infette è al momento 101.781,secondo il Center for Systems Science and Engineering della Johns Hopking University,i morti sono stati 3460 e i guariti 55.866 oltre la metà dei casi riscontrati.Durante il briefing quotidiano sull'epidemia dell'Oms il dottor Mike Ryan ha detto,tra l'altro:"continuiamo a raccomandare a tutti i Paesi di fare del contenimento la massima priorità.Continuiamo a chiedere di trovare, testare, isolare e curare ogni caso e rintracciare ogni contatto".Per effetto del coronavirus la Lega serie A ha riprogrammato il calendario della 27° e 28° giornata di campionato.Ecco di seguito le date e gli orari delle partite:
27^ giornata
Venerdì 13 marzo
Verona-Napoli ore 18,30
Bologna-Juventus ore 20:45
Sabato 14 marzo
Spal-Cagliari ore 15
Genoa-Parma ore 18
Torino-Udinese ore 20:45
Domenica 15 marzo
Lecce-Milan ore 12:30
Atalanta-Lazio ore 15
Fiorentina-Brescia ore 15
Inter-Sassuolo ore 18
Roma-Sampdoria ore 20:45
28^ giornata
Venerdì 20 marzo
Lazio-Fiorentina ore 20:45
Sabato 21 marzo
Brescia-Genoa ore 15
Sampdoria-Genoa ore 18
Juventus-Lecce ore 20:45
Domenica 22 marzo
Sassuolo-Verona ore 12:30
Cagliari-Torino ore 15
Napoli-Spal ore 15
Udinese-Atalanta ore 15
Milan-Roma ore 18
Parma-Inter ore 20:45



CORONAVIRUS,COINVOLTE PER LA PRIMA VOLTA TUTTE LE REGIONI ITALIANE
IL MESSAGGIO DI MATTARELLA:
"SUPEREREMO INSIEME QUESTO MOMENTO"

QUASI 4 MILA CASI IN ITALIA,PIU' CONTAGIATI
IN LOMBARDIA ED EMILIA ROMAGNA

SARDEGNA:25 MILIONI DI EURO PER SALVARE LA STAGIONE TURISTICA

di Lello Leo Cortes
(5-3-2020) Il nuovo virus provoca preoccupazione,ma evitiamo stati di ansia immotivati,supereremo questo momento.Sono i punti più qualificanti espressi dal video messaggio del presidente Sergio Mattarella che ha richiamato tutti all'unità e alla responsabilità bacchettando i facili entusiasmi e le polemiche fuori luogo per lavorare insieme per traghettare il paese alla normalità.Non sarà facile soprattutto in questi momenti di estrema difficoltà in un Paese attraversato dal coronavirus soprattutto in alcune regioni,come la Lombardia e il Veneto,e in maniera minore nelle altre regioni italiane.E' comunque allarmante che il virus cinese si stia diffondendo con facilità anche se gli esperti ritengono che la fase ascendente durerà ancora poco soprattutto grazie ai provvedimenti governativi attuati in questi giorni con la chiusure delle scuole e delle Università fino al 15 marzo ma anche altri pacchetti che di fatto stanno rivoluzionado la vita degli italiani.Ci sono anche parole di speranza nelle parole di Mattarella che ha messo in primo piano i grandi sacrifici degli italiani "che stanno rispettando con grande serietà" i criteri di comportamento per combattere il coronavirus.Le misure straordinarie adottate dal governo percorrono diversi momenti della gravità della malattia e potrebbero essere più incisive se la situazione dovesse degenerare.Intanto il Covid-19 ha un nuovo primato con 3858 persone positive al test,anche con i morti e i guariti,i morti sono 148,le persone dimesse,perchè guarite,sono 414 in pratica 138 in più rispetto a mercoledi 4 marzo.Il rapporto tra i contagiati e i guariti è ancora sproporzionata a vantaggio dei nuovi casi che sono 769,metà dei quali nella sola Lombardia.Anche la Valle d'Aosta ha i suoi casi dopo essere stata per lungo tempo l'unica regione italiana ad avere evitato il Covid 19.Potrebbero essere due le persone contagiate anche se si aspetta la conferma da parte dello Spallanzani.Sono quindi coinvolte,per la prima volta,tutte le 20 regioni italiane col picco in Lombardia a quota 2252 a seguire Emilia Romagna(698),Veneto(407) e Piemonte(108),chiudono la lista la Calabria(2),la Valle d'Aosta(2)la Sardegna(2),Basilicata(1) e Bolzano(1).Primi provvedimenti per la Sardegna.La Giunta regionale a guida Christian Solinas ha stanziato quasi 25 milioni per le piccole e micro imprese a sostegno della filiera del turismo dagli alberghi,ai ristoranti fino ai tour operator e agriturismi.


IL COVID-19 FA PAURA E PARALIZZA ANCHE HOLLYWOOD
ANNULLATI MOLTI CONCERTI
IN EUROPA,ASIA E CINA

STOP AL FILM CON CRUISE,A
NOVEMBRE ESCE 007"NO TIME TO DIE"


di Danilo Perseu
(5-3-2020) Anche l'industria cinematografia è colpita dal coronavirus.Secondo il The Hollywood Reporter la crisi che potrebbe colpire il settore nel mondo vale oltre 5 miliardi di euro.Dall'inizio dello scoppio del virus cinese,che si è allargato in maniera impressionante in varie parti della Terra,ci sono state numerose cancellazioni di eventi già programmati, come la grande manifestazione organizzata da Microsoft(che si svolgerà comunque virtualmente),il festival annuale di tecnologia in Texas,negli Stati Uniti,oltre alla cancellazione di concerti come il Green Day che ha dovuto rinviare il tour in Asia,ma anche Mac DeMarco e Ari Lennox che non andranno in Giappone oltre alle grandi feste della Electronic Arts,Play Station e Capcom che hanno annullato i loro eventi.Sono in crisi anche le riprese di grandi film come quello d'azione con Tom Cruise "Missione Impossible7" le cui registrazioni,in buona parte nel nostro Paese, sono state rimandate per il coronavirus.Un altro grande film,quello di 007 "No Time to Die" che doveva uscire nelle sale il 3 aprile sarà posticipato tra il 12 e il 25 novembre,una decisione,dicono i produttori,dovuto alla situazione per il Covid-19 nel mondo e che nella sola piazza cinese vale quasi 2 miliardi di dollari.



CORONAVIRUS,PACCHETTO PIU' RESTRITTIVO
PER COMBATTERE LA MALATTIA

SCUOLE E UNIVERSITA' CHIUSE FINO AL 15 MARZO,NIENTE CINEMA,TEATRO E
CONCERTI,PARTITE DI CALCIO A PORTE CHIUSE

di Luca Berni
(4-3-2020) I provvedimenti si fanno sempre più duri per contrastare il diffondersi del coronavirus in Italia(
foto dal web/Social la mappa del Covid-9 in Europa) e le misure che il governo ha adottato interessano tutti nella convinzione che si faccia fronte per arginare la malattia che sta diventando sempre più aggressiva.Partiamo dalle misure anti contagio adottate con decreto in vigore dal 5 marzo:scuole e università chiuse fino al 15 marzo,niente teatro,cinema e concerti.Ma anche:concorsi slittati nel tempo e accessi vietati per gli accompagnatori nei Pronto soccorso e perfino niente visite dei parenti nelle residenze per anziani.Provvedimenti anche per lo sport e per quanto riguarda il campionato di serie A le partite si giocheranno a porte chiuse fino al 3 aprile.Lo conferma il governo:"Resta comunque consentito, nei comuni diversi da quelli della zona cosiddetta rossa, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonchè delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano".Ecco il bilancio aggiornato per coronavirus in Italia:sono saliti a 2706 con un aumento di 443 persone rispetto al 3 marzo e i morti registrati sono 107 con 28 persone in più.Questa la situazione nelle regioni:Lombardia, 516 in Emilia Romagna, 345 in Veneto, 82 in Piemonte, 80 nelle Marche, 31 in Campania, 21 in Liguria, 37 in Toscana, 27 nel Lazio, 18 in Friuli Venezia Giulia, 16 in Sicilia, 7 in Puglia, 7 in Abruzzo, 5 in Trentino, 3 in Molise, 9 in Umbria, uno in provincia di Bolzano, in Calabria, 2 in Sardegna e uno in Basilicata.La Valle d'Aosta è l'unica regione a non avere casi da Covid-19.Nelle 24 ore il numero del contagio è cresciuto notevolmete:80% nuovi malati in Italia,Iran e Corea.Nel nostro paese la maggiorn parte degli ammalati,l'88% delle persone,si trova in tre regioni Lombardia,Emilia Romagna e Veneto che continuano ad essere i tre grandi focolai.

CORONAVIRUS,SECONDO CASO IN SARDEGNA:E' UN DOCENTE DI SASSARI
C'E' LA CONFERMA DELLO SPALLANZANI:IL PRIMO CONTAGIATO SARDO E' POSITIVO
NUOVE REGOLE:NIENTE BACI E
STRETTE DI MANO,ANZIANI A CASA


di Luca Berni
(3-3-2020) Ci sarebbe una frenata dei contagi ma gli esperti prevedono che il coronavirus sarà protagonista ancora tra gli italiani.E in attesa del peggio il governo dovrebbe varare diverse raccomandazioni per le regioni focolai dell'epidemia(
foto dal web/Social),da estendere eventualmente a tutte le altre regioni italiane,come buone pratiche da osservare:1)mettersi a distanza di sicurezza di due metri 2)Niente saluti affettuosi 3)Gli anziani a casa 4)Evitare luoghi affollati 5)Chi ha la febbre resti a casa.Ci sono altre proposte da parte del Comitato tecnico scientifico al governo come quello di evitare per 30 giorni tutte le manifestazioni sportive e non,eventualmente da disputarsi a porte chiuse.Un elenco facile da osservare anche se probabilmente sarà difficile da attuare,però è necessario prendere nota con decisione di queste raccomandazioni per affrontare e superare questa emergenza che non vuole lasciarci.Certo ci sono dei sacrifici da fare e ognuno farà la sua parte e per la prima volta le persone saranno chiamate ad essere responsabili e coerenti ai loro bisogni,alle loro necessità e alle loro aspettative.Ci sono alcune cose che si possono fare subito,come quello di evitare baci,strette di mano e abbracci ma anche quello di evitare luoghi affollati.Sarà più difficile isolare gli anziani e relegarli a casa anche se sono i soggetti più fragili e più esposti ai rischi.Potrebbero rimanere in casa per pochi giorni riducendo i contratti con altre persone,ma non per molto tempo.E' più probabile che questa raccomandazione possa valere per la Lombardia,Veneto e Emilia Romagna perchè in queste zone la situazione fa veramente paura.Ce lo dice l'ultimo bollettino che parla di 2263 soggetti positivi,160 persone guarite e 79 vittime.Intanto si apprende dalla Regione Sardegna che nell'isola è scoppiato il secondo caso di coronavirus.Si tratta di un docente di agraria cagliaritano,insegnante a Sassari, che ha partecipato a un congresso a Udine.Al rientro si è sentito male risultando positivo al tampone,ma l'ufficialità dovrà essere confermato dallo Spallanzani.Intanto il primo contagio a Cagliari,l'imprenditore 42enne,sta meglio e le sue condizioni sono stazionarie.



CORONAVIRUS,PRIMO CASO IN SARDEGNA:
PAZIENTE POSITIVO A CAGLIARI
L'ULTIMO BOLLETTINO:2036 I CONTAGIATI E 149 PERSONE GUARITE
L'ASSESSORE SARDO NIEDDU:L'ISOLA NON E' FOCOLAIO DI INFEZIONE

di Luca Berni
(2-3-2020) Primi casi di coronavirus in Sardegna e Molise in una situazione che non cessa di preoccupare mentre le persone contagiate arrivano a 2036,con 52 morti e 149 guariti.Quello che sta succedendo,avvertono gli esperti,si riferisce ai contagi di una-due settimane fa esplosi in questi giorni e questo fatto fa prevedere che al momento non sarà facile uscire in fretta da questa situazione.E' necessario prevedere il tempo di incubazione,per un massimo di 13 giorni,per poi vedere gli effetti e attendere ulteriori due settimane.E' facile prevedere,quindi,che il picco della malattia potrebbe verificarsi fra 10 -14 giorni per poi,dicono gli esperti,vedere scemare l'andamento preoccupante così come è successo in Cina anche se il quel paese i numeri sono ancora molto alti.L'aggiornamento in Italia riferisce che il coronavirus è sbarcato in Molise e in Sardegna.Nella prima regione la persona,una donna di 60 anni,ha accusato sintomi febbrili e tosse e per lei sono scattate le misure di prevenzione e prelievo del tampone.Riferisce che avrebbe contratto il virus in Campania.In Sardegna,invece,due casi hanno allarmato l'isola.Una notizia buona arriva dall'ospedale Brotzu di Cagliari(foto)dove una paziente ricoverata per presunto caso di coronavirus è risultata successivamente negativa al tampone.Positivo è l'altro caso.Non si hanno molte notizie ma si sa che all'ospedale SS.Trinità del capoluogo sardo è ricoverato un imprenditore 42enne trovato positivo al test eseguiti in loco.Sembrerebbe che abbia un quadro clinico stabile con un'infezione acuta alle vie respiratorie ma si attende l'ulteriore ufficialità del test dallo Spallanzani di Roma.L'uomo avrebbe contratto il virus a Rimini tra il 15 e il 18 febbraio scorso nel corso di una fiera dei birrifici artigianali.Rientrato a Cagliari con volo da Bologna l'imprenditore si sarebbe sentito male e con ambulanza sarebbe stato ricoverato alla SS.Trinità.La situazione è sotto controllo,ha detto l'assessore della Sanità Mario Nieddu,e da Roma si attende la conferma dei test eseguiti a Cagliari.Ultima annotazione:il contagio non è avvenuto in Sardegna dove,ha detto l'assessore,non abbiamo focolai di infezione.



CORONAVIRUS,IN ITALIA I CONTAGIATI SONO 1.694,LE VITTIME 34
LE REGIONI COINVOLTE SONO 15 E AL MOMENTO SONO 4 QUELLE SALVATE DALLA MALATTIA COMPRESA LA SARDEGNA

di Lello Leo Cortes
(1-3-2020) Considerando i morti e i guariti,i soggetti positivi al coronavirus sono saliti a 1694,i morti sono 34,5 in più rispetto a sabato 29 febbraio,e 83 sono le persone guarite.Secondo i dati ufficiali i tamponi effettuati sono stati 21127 e il 92% ha dato esito negativo.Gli esperti ritengono che anche nei prossimi giorni i soggetti positivi aumenteranno ed è una fotografia che non deve allarmare perchè il virus sta prendendo posizione e non cresce vistosamente come nei giorni scorsi.La sanità pubblica sta facendo il possibile,e anche l'impossibile,per contenere la malattia e c'è una sorveglianza attiva su tutte le regioni italiane.Al momento il sistema sanitario,con medici e infermieri in prima fila e molto impegnati in maniera responsabile, nonostante l'organico non sufficiente,regge e fa gli straordinari per sconfiggere il coronavirus.Sarà determinante,dicono gli esperti,la prossima settimana per capire l'andamento della malattia quando verosimilmente ci sarà il picco dell'epidemia(
foto dal web/Social) che avrà due binari distinti,quella della quarantena e dell'isolamento.La chiusura delle scuole soprattutto nelle regioni interessate dal coronavirus,ad esempio, hanno di fatto determinato una situazione benefica senza cedere alla psicosi e alle paure di questi giorni quando c'è stato l'assalto ai supermercati.Col decreto urgente del governo c'è una linea precisa da seguire per contrastare la malattia come ad esempio chiudere cinema e discoteche(fino all'8 marzo,mentre ristoranti,bar,musei,chiese e negozi potranno essere aperti a condizione seguendo diversi criteri,in base al numero di persone e ai luoghi salvaguardando sempre una distanza almeno di un metro.Al momento le regioni "salvate" dal coronavirus sono quattro:Sardegna,Valle d'Aosta,Trento,Molise e Basilicata.



DALLA CARTA STAMPATA AL WEB - TERZA PAGINA è ONLINE - LA PUBBLICITA' INSERITA E' PUBBLICATA GRATUITAMENTE | terzapagina_2006@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu