TERZA PAGINA


Vai ai contenuti

LE NOTIZIE DI MAGGIO 2019

CAGLIARI AL TOP,PER MOMONDO.IT
E' PRECEDUTO SOLO DA ROMA

GLI ITALIANI PREFERISCONO
IL CAPOLUOGO SARDO
PER LE VACANZE ESTIVE


di Paolo Pailla
(21-5-2019) Cagliari(foto di Augusto Maccioni) è adesso al top,quanto Roma,che domina la classifica,ma è turisticamente valida al pari delle città di Rimini,Gallipoli e Riccione.Secondo l'indagine di momondo.it,piattaforma digitale per le vacanze per la ricerca di voli e hotel,Cagliari ha fatto un ingresso importante nella graduatoria della piattaforma perchè ha registrato un incremento di ricerche e di apprezzamento che vanno oltre le aspettative superando altre grandi città come Palermo,Firenze e la grande Milano.Più gente si sta interessando del capoluogo sardo per le sue mete balneari ma anche per la vivibilità in città,accogliente per gli alberghi,per le visite guidate ai musei e ai siti di grande richiamo,ma anche per pranzi e cene.La spesa media in albergo a tre-quattro stelle è grosso modo di 125 euro a notte e quasi il 70% è orientato a pernottare in queste strutture.Cagliari quindi è una meta ideale per le vacanze non solo estive perchè la città ha un fascino unico.I turisti vanno oltre ai problemi dei trasporti,che ci sono e che si fa fatica a risolverli,perchè l'amore che la città dei quattro mori dimostra piace alle persone che la visitano.E il periodo migliore per visitarla è quello da aprile ad ottobre ed è proprio in questo periodo che Cagliari si trasforma,diventa più bella,accogliente e di grande interesse.



E' MORTO A 70 ANNI NIKI LAUDA
E' STATO IL LEGGENDARIO TRE VOLTE CAMPIONE DI FORMULA 1,LA SUA VITA
E IL TERRIBILE INCIDENTE


di Franco Vecchiarecchi
(21-5-2019) Niki Lauda(
foto dal web/Social) è morto.L'annuncio è apparso sui siti specializzati da parte della famiglia:"Con grande tristezza,rendiamo noto che il nostro amato Niki è morto serenamente circondato dalla propria famiglia lunedi scorso".Ci ha lasciato la leggenda della Formula 1,il pilota austriaco che è stato vincitore del campionato nel 1975 e 1977 su Ferrari e nel 1984 su McLaren.Aveva 70 anni.Era ricoverato in una clinica svizzera per gravi problemi polmonali e renali.Il triplice campione del mondo della F1 e uno dei piloti più importanti nella storia era nato a Vienna il 22 febbraio 1949.Per diventare pilota sfidò da subito la sua famiglia perchè i suoi genitori non volevano che si dedicasse a questo sport ma intraprendesse la carriera come uomo d'affari per seguire l'eredità della famiglia di finanzieri e banchieri.La passione per le macchine era il suo mondo,la sua gioia più grande e la sua aspirazione di vita.Conosceva i meccanici,le macchine pezzo per pezzo e voleva essere il migliore.La sua fortuna inizia con la chiamata in Ferrari da parte di Luca de Montezemolo che contava su di lui per restituire la gloria alla squadra dopo tanti anni senza titolo.E nel 1975 Niki Lauda sfonda con prepotenza.Al secondo anno in Italia,Lauda vinse 5 Gran Premio(Monaco,
Svezia,Belgio,Francia e Stati Uniti) e prese il suo primo titolo in F1.Nel momento migliore della sua carriera arrivò il terribile incidente del 1 agosto 1976 nel circuito del Nürburgring,pioveva e nel secondo turno,dopo la curva Berwerk,la Ferrari 312T2 colpì terribilmente il muro e le fiamme investirono il pilota dalla macchina dell'americano Brett Lunger.Pilota in fiamme,un'immagine che fece subito il giro del mondo.Venne trasferito in ospedale a Mannheim,gli venne data l'estrema unzione ma sopravvisse e tornò in pista dopo sei settimane.E non crollò mai.Nel 1977 arrivò il suo secondo titolo a due gare dalla fine col quarto posto nel GP degli Stati Uniti.Ha continuato a vincere altre due gare nel 1978,poi all'età di 30 anni si ritirò e si dedicò alla sua compagnia di charter.Ma non riuscì a stare fuori dalla pista e la McLaren lo convinse a tornare nel 1982 e due anni dopo conquistò il suo terzo titolo.Nel 1985 il suo ritiro definitivo.Da quel terribile incidente del 1976 ci furono grossi problemi ai polmoni,poi due altri trapianti di rene.Diverse operazioni per trapianti di pelle.In un tweet della casa di Maranello si legge:"Oggi è un giorno triste per la F1. La grande famiglia della Ferrari apprende con profonda tristezza la notizia della morte dell’amico Niki Lauda, tre volte campione del mondo, due con la Scuderia (1975-1977). Resterai per sempre nei cuori nostri e in quelli dei tifosi. #CiaoNiki”.



CAGLIARI VERSO IL VOTO,
LE LISTE SONO DUE

ESCLUSA VERDES,ALLE COMUNALI SOLO CENTRODESTRA E CENTROSINISTRA,
NON CI SARA' BALLOTTAGGIO


di Luca Berni
(20-5-2019) La lista Verdes,per Cagliari Pulita, non parteciperà alla sfida per le amministrative a Cagliari.La Commissione elettorale ha notificato al candidato sindaco Angelo Cremone(
foto dal web/Social) di aver ricusata quella lista,un provvedimento che consentirà a due schieramenti politici di partecipare alla competizione.In corsa per la poltrona di primo cittadino di Cagliari in programma il 16 giugno sono rimasti Paolo Truzzu,di Fratelli d'Italia,alla guida della coalizione di Centrodestra e Francesca Ghirra,Campo Progressista,del Centrosinistra.Venendo a mancare la lista di Cremone ma anche la lista dei 5S,adesso è caccia aperta ai voti di queste formazioni.A questo punto,mancando la lista Verdes,la partita si chiuderà senza ballottaggio e si vincerà al primo turno.Per il Centrodestra,col candidato sindaco Paolo Truzzu, correranno Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, UdC, Partito Sardo d’Azione, Fortza Paris, Popolari per Cagliari, Riformatori Sardi, Sardegna20Venti, Cagliari Civica, Sardegna Forte.Per la lista del Centrosinistra,col candidato sindaco Francesca Ghirra,ecco le liste:Partito Democratico, Campo Progressita, Donne con Francesca Ghirra, Siamo Cagliari, Marzia Cilloccu per Cagliari, Cagliari Città d’Europa, Sinistra per Cagliari.



SI SBLOCCA LA VICENDA SEA WATCH,TUTTI A TERRA
SALVINI CONTINUA A
DIRE:"NESSUNO SBARCHI"

"SEQUESTRATA LA NAVE,I
MIGRANTI POSSONO SCENDERE"


di Luigi Petrelli
(19-5-2019) Il sospetto è che si faccia campagna elettorale in vista delle elezioni europee e che si chieda,soprattutto sulla sponda del Pd,di far sbarcare comunque gli immigrati a bordo della Sea Watch 3.Intanto però la Guardia di finanza è salita sulla nave,che si trova sempre fuori dal porto di Lampedusa,per sequestrarla,una disposizione del procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio che a tarda sera ha concesso lo sbarco ai 47 dei 65 migranti raccolti il 15 maggio a 30 miglia dalle coste libiche.Il giorno prima 18 persone,bambini con le loro famiglie e una donna ustionata, erano state autorizzate a sbarcare a terra.Salvini continua a dire "i porti italiani sono chiusi" ma la procura non è dello stesso avviso e ha operato in due fasi,sequestrando prima la nave e poi ha fatto sbarcare gli altri migranti che ancora stavano a bordo.L'ira di Salvini a La7 a "Non è l'Arena" in collegamento da Firenze è contro la decisione della magistratura e chiede nuovamente di "non far sbarcare i migranti da una nave fuorilegge" e continua:"La magistratura faccia come crede e comunque da ministro dell'interno mi aspetto provvedimenti nei confronti del comandante dal quale attendo indicazioni precise sui presunti scafisti presenti a bordo".


RISOLTO IL MISTERO DEI GIOIELLI
DEL FARAONE TUTANKHAMON

LO STRANO VETRO PROVIENE DA UNA METEORA CHE SI E' SCHIANTATA SUL PIANETA 30 MILIONI DI ANNI FA

di Marina Sitzia
(18-5-2019) Finalmente è stato risolto il mistero dei gioielli gialli di Tutankhamon(foto dal web/Social),un interrogativo che ha sempre viaggiato nel tempo senza nessuna risposta.Adesso gli esperti sono arrivati alla conclusione che quel materiale,sparso nel deserto del Sahara, è stato tratto da un asteroide che è esploso nell'atmosfera terrestre,in pratica quel materiale liquido fuso ha dato origine,raffreddandolo,a un vetro giallo canarino realizzati 29 milioni di anni fa.Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Geology e racconta la storia dei gioielli del faraone che governò l'Egitto dal 1332 aC la cui tomba è stata trovata nel 1922 completamente intatta e nella quale si sono trovati strani gioielli in vetro,uno scarabeo e altri oggetti sepolti vicino al faraone.Secondo gli autori,tra gli altri Aaron Cavosie del Centro di Scienza e Tecnologia dello Spazio di Curtin,il minerale è chiamato reidite e si forma quando una meteora si schianta sulla Terra.

POLEMICHE E CAOS DOPO IL
RITIRO DEL CANDIDATO MURENU

IL M5S SARDO NON CI
STA,PRONTO IL TENTATIVO IN
EXTREMIS DI PINO CALLEDDA


di Sonia Thery
(17-5-2019) Ci sono le condizioni per far rientrare il M5S alle elezioni amministrative di Cagliari del 16 giugno?Ci sarebbero,ma Di Maio ha chiuso ogni possibilità dopo aver bocciato il candidato Alessandro Murenu e forse non ci sarebbe il tempo,si deve presentare la lista entro la giornata di sabato 18 maggio,nonostante tutto Pino Calledda,molto attivo in questo ultimo periodo,si è proposto candidato sindaco per dare voce grillina alle amministrative cagliaritane.E sono in molti i pentastellati delusi dalla decisione del vertice,perchè,al di là delle accuse a Murenu,non si da la possibilità a una forza politica di esprimersi in una elezione comunale.Non si vorrebbe che si verificasse un altro 2014 quando alle elezioni regionali sarde il M5S non partecipò alla competizione lasciando libero campo alle altre formazioni politiche.Questa volta i grillini vogliono partecipare e vogliono confrontarsi.Lo ha detto chiaramente Pino Calledda che non attacca ma chiede al Movimento di credere in lui e di dargli la possibilità di candidarsi.Del resto nella piattaforma del M5S oltre alla lista di Murenu,poi ritirata,c'era anche quella di Calledda.Oggi 18 maggio sarà il giorno della verità:riuscirà Calledda a presentare la lista M5S?



APRILE E' IL SECONDO MESE PIU'
CALDO MAI REGISTRATO NEL PIANETA

E' UN ANNO ECCEZIONALMENTE CALDO:VICINO AL CIRCOLO POLARE ARTICO IL PICCO E' SOPRA I 30 GRADI E IN SIBERIA CI SONO TROPPI INCENDI

di Lello Leo Cortes
(16-5-2019) Il Circolo polare artico vive temperature in questo periodo eccezionalmente elevate e proprio in questo fine settimana il picco ha raggiunto i 30 gradi in prossimità dell'Artico con la conseguenza che l'anidride carbonica nell'atmosfera ha raggiunto il livello più alto della sua storia.Non solo,perchè anche in Russia,tra il Mar Bianco e gli Urali dove solitamente il freddo si fa sentire abbondantemente,c'è stato una temperatura di 31,2 gradi.Sono fatti anomali,e non certo isolati,ma che dimostrano una stagione pazza che ha colpito in modo particolare vaste zone dove solitamente c'era molto freddo.Questa situazione,dicono gli esperti,che si sta verificando in maniera anomala nel Circolo polare artico e in Siberia,dove ci sono stati anche molti incendi per via del troppo caldo,è dovuto alla fluttuazione "jet stream"di un forte vento caldo che soffia tra i 200 e 300 km/h e che ha creato questo caldo eccezionale.Anche in Groenlandia il caldo ha fatto sciogliere le calotte di ghiaccio e in Alaska i ghiaccio invernale si sta disperdendo.E ad aprile gli esperti dell'Agenzia Meteo a livello mondiale hanno detto che è il secondo mese più caldo mai registrato nel nostro pianeta.


CAGLIARI,POLEMICHE PER LA CACCIATA DEL CANDIDATO SINDACO DEL M5S
DI MAIO REVOCA IL SIMBOLO AD ALESSANDRO MURENU PER POST ANTIABORTISTA E CONTRO LE UNIONI GAY

di Luca Berni
(16-5-2019) A distanza di 48 ore dalla sua candidatura a sindaco,il M5S ha cancellato il suo nome e così la lista dei 5S rischia di non essere presente nella competizione elettorale delle amministrative nel capoluogo sardo per il 16 giugno.Si parla di Alessando Murenu(
foto dal web/Social),cardiochirugo dell'ospedale Brotzu,indicato dai pentastellati il candidato ideale per la competizione alle amministrative ma non conforme alle regole dei 5S che,dopo la bufera sui "social",ha preso l'iniziativa di prendere posizione su due post di Murenu sulle unioni civili e sull'aborto,frasi,dicono i grillini,che non fanno parte del dna del Movimento."Chi vuole associare rivendicazioni come quelle espresse a Verona contro la donna al simbolo del Movimento si sbaglia di grosso,dicono i 5S, ed è fuori dal nostro progetto,ci vuole rispetto per la donna ma soprattutto coerenza".Tutto si è consumato in poco tempo e quando sono emersi i vecchi scritti del medico-politico,sull'aborto,"chiamarlo diritto della donna è come chiamare la lapidazione un diritto dell'uomo",e sulle unioni civili tra persone,"non possono essere ritenute omogenee al matrimonio",il web non lo ha perdonato e alla fine Di Maio lo ha fatto fuori.Un Murenu antiabortista e contro le unioni civili gay non è piaciuto e il suo nome a candidato sindaco,come la sua lista,è stato cancellato.Col ritiro della lista del M5S i pentastellati ripetono quanto accadde alle regionali sarde del 2014 quando i grillini rinunciarono a correre alle elezioni.Un pasticcio che farà contente le altre liste e soprattutto il centrodestra col candidato sindaco Paolo Truzzu.Molti ritengono che i grillini alla fine non vogliano presentare nessuna lista perchè non vogliono un altro risultato negativo e la cacciata di un antiabortista potrebbe tornare utile a Di Maio nella campagna elettorale per le europee.

STATI UNITI NON E' A FAVORE
MA E' CONTRO L'ABORTO

ALABAMA,L'ABORTO E' VIETATO COMPLETAMENTE ANCHE NEI
CASI DI INCESTO O STUPRO


di Lea Dixon
(15-5-2019) Negli Stati Uniti si cambia,non più aborto ad ogni costo ma vietarla in qualsiasi fase della gravidanza(
foto dal web/Social).E il numero degli Stati che cancellano di fatto l'emendamento 14 della Costituzione,che recitava che l'aborto era un diritto costituzionale grazie alla storica sentenza nota come Roe versus Wade,è sempre più numeroso.Dopo il Kentucky,Mississippi e Giorgia,ad esempio ma sono ormai 16 gli Stati dell'Unione,questa settimana è arrivata anche la decisione dell'Alabama che avrà conseguenze e alimenterà polemiche perchè l'aborto sarà vietato anche nei casi di incesto o stupro pena fino a 99 anni di carcere per il medico che lo pratica.Solo in un caso è prevista l'interruzione della gravidanza quando cioè è in pericolo la vita della madre.La legge è pronta e dovrà essere emanato dal governatore repubblicano Kay Ivey dopo che i senatori dello Stato l'hanno approvata a larghissima maggioranza (25 contro 6).

"SALVATE RADIO RADICALE" UN INCONTRO CON I GIORNALISTI SARDI
GOVERNO DIVISO,LA LEGA PROPONE
ALTRI SEI MESI DI CONVENZIONE,
CRIMI(M5S)AVEVA DETTO:STOP AI FONDI


di Franco Vecchiarecchi
(15-5-2019) C'è la proposta di prorogare di sei mesi la convenzione con Radio radicale,un problema serio che è un "attentato a libertà e democrazia".Ci sarebbe anche la data della sua chiusura,il 21 maggio,ma c'è un salvagente proposto dalla commissione alla Camera che di fatto potrebbe prorogare per sei mesi la convenzione all'interno di un pacchetto al decreto crescita del governo.L'emendamento è a firma del capogruppo della Lega in Vigilanza Rai Massimiliano Capitanio con una copertura stimata di 3,5 milioni di euro,somme che permetterebbe alla radio di proseguire le trasmissioni in convenzione fino a dicembre 2019.La notizia dell'emendamento è arrivata sul telefonino del direttore di Radio Radicale Alessio Falconio(a destra con Giuseppe Giulietti presidente della Federeazione nazionale della Stampa) durante l'incontro organizzato dall'Ordine dei giornalisti della Sardegna ed Associazione della stampa sarda al Ghetto degli Ebrei a Cagliari sul tema,appunto,al "taglio radicale,memoria e pluralismo in pericolo di vita".C'è naturalmente una boccata d'ossigeno,ma non basta perchè c'è "il pericolo concreto che Radio Radicale possa cessare le trasmissioni e le pubblicazioni online quotidiane dei lavori del Parlamento e dei principali eventi di attualità politica e istituzionale".E' una seria preoccupazione per i giornalisti italiani ma,dice Giuseppe Giulietti presidente della Federazione nazionale della Stampa presente all'incontro,per la libertà di stampa e per tutti coloro che hanno a cuore la libertà di informazione.L'appello del presidente è per la continuità delle trasmissioni in convenzione della Radio Radicale,garanzia di libertà e di democrazia,rivolto al governo.Il presidente dell'Associazione della stampa Sarda, Celestino Tabasso e il segretario regionale dell'Ordine dei giornalisti, Luigi Almiento hanno messo in evidenza il rischio che il Governo sospenda la convenzione con lo Stato per la trasmissione delle sedute del Parlamento,ruolo pubblico riconosciuto anche dall'AgCom,l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.Adesso la proroga grazie alla disponibilità della Lega nonostante,poco prima,durante l'audizione del sottosegretario con delega all'Editoria,Vito Crimi aveva detto che" non c'era nessuna volontà del governo di prorogare la convenzione"


CHIUSA LA GIUNTA CON LA NOMINA DELL'ASSESSORE ALL'INDUSTRIA
ECCO I 12 ASSESSORI DEL
GOVERNO DI CHRISTIAN SOLINAS

SUBITO LE PRIORITA',MA ANCHE LA CANCELLAZIONE DELLA ASL UNICA

di Luca Berni
(14-5-2019) Alla fine a spuntarla è stata Sardegna 20Venti sull'ultima casella che mancava alla Giunta Solinas.Ed è proprio sull'Industria che si chiude il grande capitolo del governo a settantanove giorni dalle elezioni e a cinquantaquattro dalla proclamazione degli eletti.L'ultimo sforzo dopo tanto tempo si è compiuto con l'elezione nell'esecutivo di Anita Pili,sindaco di Siamaggiore,che ha un curriculum di tutto rispetto oltre ad avere una laurea con lode in Economia.Col giuramento dei sei assessori,indicati diversi giorni fa,e con la nomina dell'ultimo assessore,si completa la Giunta regionale di Christian Solinas.In tre fasi il governo del leader sardista ha messo la parola fine alla lunga attesa iniziato lo scorso 4 aprile con le nomine di
Alessandra Zedda(Lavoro),Giuseppe Fasolino(Programmazione)Gianni Chessa(Turismo)-foto dal web/Social-,Gianni Lampis(Ambiente) e Mario Nieddu(Sanità),alla fine con un governo incompleto per la mancanza di altri 7 assessori.Seconda fase l'8 maggio con l'indicazione di sei assessori,ma senza decreto,ultima fase il 14 maggio con la nomina e giuramento di 6 assessori:Valeria Satta agli Affari generali, personale e riforma della Regione; Quirico Sanna agli Enti locali, finanze, urbanistica, Gabriella Murgia all'Agricoltura,Roberto Frongia ai Lavori pubblici, Andrea Biancareddu alla Pubblica istruzione, beni culturali, informazione e spettacolo,Giorgio Todde ai Trasporti ma c'è anche la nomina,e il giuramento,dell'ultimo assessore donna nella persona di Anita Pili all'Industria.Terminate le tre fasi per la composizione della Giunta adesso inizia l'avvio delle riforme annunciate da Solinas nel corso delle dichiarazioni programmatiche.Tra le proposte da mandare avanti c'è la cancellazione della Asl unica,e già ci sono le polemiche sul numero delle aziende, e la revisione del Piano paesaggistico regionale(Ppr)argomento non facile in una materia complessa.



PRESTO ARRIVERA' LA BOLLA
AFRICANA IN ITALIA

METEO SEMPRE PIU' PAZZO,
L'ESTATE?GIA'DA FINE MAGGIO

IN SARDEGNA PREVISTI 40 GRADI

di Giovanni Picchi
(14-5-2019) Mentre si contano i danni di un inizio maggio da incubo si pensa alla bella stagione,al sole e al mare.E' una voglia che circola soprattutto quando c'è troppo freddo,troppa pioggia e troppi venti di burrasca.E' un meteo atipico e in clima di bassa pressione che mette nei guai l'Italia c'è la bella notizia degli esperti che hanno detto che presto arriverà l'alta pressione africana e ci saranno temperature elevate.E c'è anche la data.La risposta,dopo questo inizio maggio autunnale e instabile,è confermata:a fine maggio si cambia con tanto sole e temperature oltre i 30 gradi.Ci sono anche i presupposti perchè in Spagna(oltre 35 gradi) e anche in diverse isole britanniche,intorno ai 25 gradi,ci sono in questi giorni temperature di alta pressione che sta creando molto caldo e tutti stanno andando al mare,in Italia la gente ci andrà presto.La svolta nell'ultima settimana di maggio a iniziare dal Centro-meridione e soprattutto nelle isole,con temperature vicino o superiore al 35 gradi in Sardegna e in Sicilia.



METEO PAZZO,MALTEMPO:ALLERTA
ROSSA IN EMILIA ROMAGNA

ATTENZIONE:NUOVO IMPULSO
FREDDO DALLA SCANDINAVIA

GRANDE INSTABILITA' DA
MERCOLEDI IN SARDEGNA


di Carla Peis
(13-5-2019) E' un maggio di maltempo,danni e disagi in Italia(foto dal web/Social).La situazione meteo è in evoluzione e non si capisce se stiamo andando verso la primavera o è l'inizio dell'inverno.Sta di fatto che maggio sembra dicembre e che forse la bella stagione inizierà a luglio ma non è detto che ciò si verificherà.La bassa pressione che sta interessando l'Italia si sta posizionando nel cuore del Mediterraneo creando una instabilità crescente.I danni maggiori in Emilia Romagna dove la situazione è precipitata con allagamenti,pioggia molto intensa e con corsi d'acqua in piena come il fiume Secchia.Situazione di gravi danni anche in Puglia con grandine,vento e pioggia.Questo vortice di bassa pressione sarà alimentata da aria fredda proveniente dalla Scandinava e metterà sotto pressione un pò tutta l'Italia da martedi 14 maggio.Instabilità anche al Centro sud con rovesci ma anche temporali.Il maltempo è in arrivo anche in Sardegna dove ci sono stati qualche giorno fa abbondanti grandinate nel nuorese e in diversi paesi è arrivata nuovamente la neve.Mercoledi di grande instabilità nell'isola con un peggioramento importante da nord verso sud.


I TERRAPIATTISTI NON HANNO
DUBBI:LA TERRA NON E' SFERICA

AL RADUNO NAZIONALE A PALERMO CONFERENZE ED ESPERIMENTI
"LA VERITA' CHE CI HANNO
RACCONTATO E' TUTTA UNA FARSA"


di Carlo Imbesi
(12-5-2019) I terrapiattisti sono sbarcati anche in Italia.Tutti all'hotel Garibaldi a Palermo in un grande convegno di dieci ore per "mutare prospettiva e imparare a mirare orizzonti senza curvature".C'è molta curiosità attorno al raduno nazionale(ingresso a pagamento di 20 euro) che metterà in discussione le teorie scientifiche e il concetto stesso della sfericità della Terra(
foto dal web/Social) che risale alla filosofia greca,dalla spedizione di circumnavigazione di Ferdinando Magellano e di Juan Sebastian Elcano fino alle imprese spaziali del 20esimo secolo.E se la sfericità terrestre è un fatto acquisito da secoli,c'è sempre qualcuno che non ci crede pensando addirittura di essere vittima di un complotto.Questo evento è stato organizzato da Calogero Greco,Agostino Favari e Albino Galuppini e ruota tutto sulla teoria che la Terra non sarebbe un'ellissoide ma una superficie piatta.Una spiegazione la da Greco:"Guardate una bottiglia piena d'acqua,mettetela in orizzontale e si vede subito che l'acqua non si curva mai".Altra spiegazione:"Guardate l'orizzonte:è sempre piatto".Argomenti specifici che però si scontrano sulle ultimi voli spaziali con immagini della Terra decisamente sferica.Lo sbarco sulla Luna?Per i terrapiattisti non si è mai verificato e la forza della gravità è solo un'invenzione.E le immagini della Terra dallo spazio?Una montatura.Nonostante ci sia la scienza,la Nasa e l'aviazione a dimostrare la sfericità della Terra i terrapiattisti continuano a negare l'evidenza.

FACEBOOK CHIUDE 23 PAGINE
CHE DIFFONDEVANO FAKE NEWS

"RIMOSSI IN VIOLAZIONE DELLE
POLICY IN TEMA DI AUTENTICITA'"

LA META' ERANO A SOSTEGNO
DEL M5S E DELLA LEGA

di Marco Giovine
(12-5-2019) Facebook (foto dal web/Social)all'attacco dei fake news e chiude 23 pagine italiane con quasi 2,5 milioni di follower.Secondo quanto è dato sapere i messaggi diffondevano contenuti anti-vaccini,informazioni false e antisemiti.La decisione è stata presa a ridosso delle elezioni europee per proteggere l'integrità nelle elezioni nell'Ue.La metà delle pagine chiuse erano a sostegno del M5S o Lega.In un comunicato il portavoce di Facebook fa sapere che "Abbiamo rimosso una serie di account falsi e duplicati che violavano le nostre policy in tema di autenticità e contro chi diffondeva disinformazione".Tra le pagine chiuse c'è quela di una fantomatica "Lega Salvini Premier Santa Teresa di Riva che recentemente ha pubblicato un video,che ha avuto 10 milioni di visualizzazioni, che mostrava migranti mentre distruggevano una macchina dei carabinieri.Quel video è una bufala perchè è in realtà una scena di un film.


"IN VENEZUELA C'E' LA PEGGIORE CRISI UMANITARIA DELLA SUA STORIA"
GUAIDO' E' PRONTO AD ACCETTARE L'INTERVENTO MILITARE DEL COMANDO MERIDIONALE USA E DELLA COLOMBIA

di Lello Leo Cortes
(11-5-2019) In Venezuela si sta consumando la peggiore crisi umanitaria della sua storia.Lo ha detto Juan Guaidó(
foto dal web/Social),leader dell'opposizione,che ha chiesto anche ai militari di intervenire contro il dittatore Nicolás Maduro che si è posto contro il parlamento e a favore dell'oppressione a ogni costo di quanti ostacolano il suo governo.L'ultimo atto di Guaidó è la richiesta di un aiuto militare internazionale contro il dittatore venezuelano.In una cerimonia in Plaza Alfredo Sadel a Caracas il leader dell'opposizione ha detto di aver raggiunto un accordo per l'intervento militare degli stati meridionali delle forze armate americane e della Colombia per ripristinare la democrazia.Guaidó è pronto a far ratificare al Parlamento venezuelano il trattato Inter-Americana di Assistenza Reciproca,da cui il Venezuela si era ritirato nel 2012 per decisione del defunto presidente Hugo Chavez,un meccanismo che farebbe aprire le porte agli aiuti militari in caso di necessità ed emergenza.Sul fronte colombiano il leader dell'opposizione ha incontrato il suo presidente per combattere i gruppi irregolari della guerriglia che sono a protezione di Maduro."Questo terrorismo di stato contro il Parlamento,ha detto Guaidó,deve essere sconfitto, ed "è giunto il momento di intervenire".Secondo il quotidiano La Stampa di Torino il leader dell'opposizione è d'accordo su un'azione militare degli Stati Uniti per sconfiggere Maduro e ripristinare la democrazia in Venezuela.



I PASTORI SARDI PRONTI
A TORNARE IN PIAZZA

LA NUOVA MOBILITAZIONE
SARA' PIU' DURA E IMPONENTE

"CONTRO LA POLITICA E A
SOSTEGNO DEI PASTORI INDAGATI"


di Sonia Thery
(10-5-2019) Dopo due mesi di silenzio i pastori sardi tornano nuovamente in piazza(
foto dal web/Social).E' pronto il calendario della nuova mobilitazione che sarà,dicono i responsabili,più dura e imponente.A far scattare le nuove manifestazioni sono stati gli avvisi di garanzia con 14 obblighi di dimora,ma anche le "prese in giro" di una politica che aveva assicurato attenzione e che invece hanno cavalcato la protesta a fini elettorali.Si sentono sfruttati dal sistema elettorale ma anche dalla magistratura che li ha colpiti "per avere la colpa di essere pastori".Felice Floris,col suo Movimento pastori sardi e gli altri tre movimenti spontanei sono pronti a far valere le loro posizioni.Sono contro la politica assente,quella che era scesa a loro fianco prima delle elezioni regionali e che poi ha limitato le promesse fino a farle scadere nella mediocrità di un sistema produttivo che invece chiede rilancio e considerazione,ma anche per aiutare i pastori colpiti dai provvedimenti giudiziari.L'appuntamento è per il 18 maggio a Tramatza e in quella occasione si farà il punto di una situazione che appare subito drammatica.


"MI SCUSI ASSESSORE,
POSSIAMO VEDERCI DOMANI ?"

ADESSO GLI APPUNTAMENTI
SI PRENDONO SU FACEBOOK

L'ASSESSORE NIEDDU RISPONDE:
"VENGA DOMANI ALLE 9"

di Luca Berni
(9-5-2019) Gli assessori regionali sono subito al lavoro e qualcuno è più attivo degli altri.E' il segno dei tempi.Sta di fatto che adesso gli appuntamenti,ad esempio,con l'assessore alla Sanità Mario Nieddu(
foto dal web/Social) si fanno non telefonicamente,passando dal centralinista o dal segretario o capo di gabinetto,ma via facebook.E proprio su questo mezzo Armando Ciosci fa una richiesta all'assessore:"Buongiorno Assessore le chiedo a nome del sindacato usb di accogliere la nostra richiesta di incontro perché tantissimi lavoratori ci stanno contattando in modo privato ,e raccontano la loro disperazione economica , e che ormai non riescono piu' ad andare avanti strangolati dai debiti che hanno dovuto contrarre perché chi deve onorare ai loro stipendi arretrati non lo fa piu' ormai da molti anni .Certo che lei e' una persona sensibile rimaniamo in attesa di un suo benevolo riscontro . Segretario territoriale dell'usb Armando Ciosci".Richiesta legittima che poteva essere anche disattesa.Invece no.E su FB lo stesso assessore alla Sanità Nieddu risponde:"Andrebbe bene domani alle 9?".Tempestività eccezionale e il web,premiandolo, risponde a suo modo con tanti "mi piace" ma anche tantissime congratulazioni col nuovo corso instaurato da Nieddu.

DOPO SETTIMANE DI ATTESA
ECCO LA NUOVA GIUNTA SARDA

IL GOVERNATORE SOLINAS NOMINA
6 DEI 7 ASSESSORI MANCANTI,FA DISCUTERE LA SCELTA DI
GABRIELLA MURGIA


di Luca Berni
(8-5-2019) Dopo i 73 giorni dall'insediamento ecco(finalmente)il completamento della Giunta sarda.Ci sono stati applausi(ironici) da parte dell'opposizione ma adesso il governo della Sardegna può andare avanti e sicuramente non parte indebolito ma dovrà dimostrare un impegno suppletivo per portare la Sardegna a dei risultati che tutti sperano.Si sa che ogni governo,sia di sinistra che di destra,ha il compito di mettere a frutto le istanze dei cittadini e di pilotare il territorio a delle condizioni favorevoli,sia dal punto di vista economico che turistico.La Sardegna è in difficoltà da tutti i punti di vista e la popolazione alle elezioni regionali del 24 febbraio ha premiato il Centrodestra col governatore Christian Solinas.Nonostante oltre due mesi la giunta adesso è al completo.Anzi quasi al completo perchè Solinas ha nominato 6 dei 7 assessori con la delega all'industria ancora nelle sue mani perchè non si è ancora trovato l'accordo.Ecco gli assessori nominati:
Valeria Satta agli Affari generali, personale e riforma della Regione; Quirico Sanna agli Enti locali, finanze, urbanistica, Gabriella Murgia(foto dal web/Social) all'Agricoltura,Roberto Frongia ai Lavori pubblici, Andrea Biancareddu alla Pubblica istruzione, beni culturali, informazione e spettacolo,Giorgio Todde ai Trasporti.All'Agricoltura non è stata nominata Daria Inzaina,poltrona chiesto espressamente dal coordinatore della Lega Zoffili,ma a sorpresa è stata indicata la quota rosa Gabriella Murgia vicina al leghista Efisio Arbau ma con un passato renziano,contestatrice del ddl del senatore leghista Pillon sul diritto di famiglia e dei minori.Una scelta a sorpresa che sicuramente lascerà degli strascichi politici.Un'altra sorpresa è ai Trasporti dove invece che Gabriella Massidda è stato indicato Giorgio Todde, medico oculista e scrittore lavora.I nuovi assessori giureranno nella prossima seduta del Consiglio,la convocazione non è stata ancora fissata,e quasi sicuramente nella stessa seduta sarà nominato anche l'assessore all'Industria che dovrà essere obbligatoriamente una donna per rispettare la ‘quota rosa’ del 40 per cento prevista dalla legge.


MEGHAN MARKLE E IL PRINCIPE
HARRY PRESENTANO IL LORO FIGLIO

BENVENUTO ARCHIE,NON SARA'
PRINCIPE MA CITTADINO GLOBALE


di Peter Moore
(8-5-2019) La
foto(dal web/Social) è di grande effetto e consolida la felicità di Harry e Meghan Markle che presentano il loro figlio alla regina Elisabetta,Filippo d'Edimburgo e a Dorian Ragland,madre della duchessa del Sussex.Alla presentazione ufficiale nella sala di San Giorgio del Castello di Windsor,prima dell'incontro con la regina e il marito,era Harry a portare il bambino avvolto in una sciarpa bianca,era molto felice:"E' fantastico,essere un genitore è incredibile".Il bambino ha anche un nome,si chiama Archie Harrison Mountbatten-Windsor.Nessuno ha indovinato il nome e tutte le scommesse sono fallite perchè si pensava a Arthur, Spencer, Jaime Alejandro poi a sorpresa è venuto fuori Archie.Non sarà principe,in quanto non è erede diretto al trono né figlio dell'erede,come il principe William e i suoi tre figli.Sangue reale quindi ma per il momento senza titolo.

SARDEGNA,IL GOVERNO REGIONALE DI SOLINAS NON RIESCE A DECOLLARE
MANCANO ANCORA PEDINE FONDAMENTALI,LA GIUNTA?NON PRIMA DI MARTEDI 14 MAGGIO

di Luca Berni
(7-5-2019) Non sarà facile completare la Giunta regionale dopo oltre 72 giorni e sicuramente il governatore Christian Solinas(
foto dal web/Social) eviterà di nominare gli altri sette assessori mancanti in una giornata dove saranno importanti le dichiarazioni programmatiche,il programma cioè di governo per i prossimi cinque anni con una priorità sulla sanità e suoi trasporti.La situazione comunque non è normale e passerà alla storia per un governo che non riesce a decollare in tempi ragionevoli.Solinas non riesce a risolvere questo caos perchè le pedine mancanti fanno parte di trattative e di veti incrociati con gli altri partiti e questo equilibrio politico ancora non c'è,ci sono problemi anche per l'equilibrio geografico e quindi per la rappresentanza di genere.Insomma la giunta non è operativa neanche per gli assessorati nominati che non hanno vita facile perchè non si è completato il loro organico direttivo e di gabinetto e nel caso dei direttori generali degli assessorati mancanti c'è il rischio della loro scadenza di mandato,quindi c'è un caos nel caos.Tutto però si può rimediare,bisogna avere ancora pazienza ed è quello che sta dicendo Solinas da qualche settimana a questa parte convinto di trovare presto la soluzione ottimale sempre che abbia il sostegno dei partiti interessati che continuano ad essere litigiosi.Intanto però la giunta al completo non nascerà mercoledi 8 maggio e comunque non prima di martedi 14 maggio.


RISCOSSA POLARE BIS,ALTRO
COLPO DI CODA DELL'INVERNO

WEEKEND CON FREDDO E PIOGGE,
E' MAGGIO MA SEMBRA NOVEMBRE


di Danilo Perseu
(7-5-2019) Tra sabato 11 e domenica molte zone del nostro Paese saranno interessate dall'ennesimo vortice di bassa pressione.Aria fredda,temporali e grandine(
foto dal web/Social).Insomma non c'è da stare allegri soprattutto perchè l'Italia è tornata indietro di sei/sette mesi con una situazione climatica che non si vedeva da oltre 60 anni.Gli esperti l'hanno definito una riscossa polare bis che non piace perchè si pensava finito il ciclo anomalo per iniziare il clima primaverile,invece questa situazione instabile che inizierà a colpire le regioni settentrionali,con intensità variabile in Liguria,rovesci e temporali tra l'altro in Emilia Romagna e nel Trentino Alto Adige fino a Venezia dove potranno svilupparsi raffiche di vento,ma anche grandinate e forti temporali.Nubifragi nelle Marche,Abruzzo e Molise fino alla Puglia,temporali dalla Campania alla Sicilia. In Sardegna le temperature minime saranno stazionarie e le massime in progressivo aumento,mari agitati sulle coste occidentali e molto mossi altrove.

CAGLIARI INVASA DAI RIFIUTI,
SCENDONO IN CAMPO I
CANDIDATI SINDACI

TRUZZU DEL CENTRODESTRA:
ANDARE OLTRE IL PORTA A PORTA

GHIRRA:IL SISTEMA ANDRA'
MEGLIO QUANDO SARA' A REGIME


di Luca Berni
(6-5-2019) Adesso si scoprono le carte.Dopo la vittoria,tutta all'interno del centrosinistra,di Francesca Ghirra alle primarie che ha travolto Marzia Cillocu e Matteo Lecis Cocco Ortu si aprono le danze sulle cose da fare per la città di Cagliari,quel capoluogo di regione che dovrebbe essere un biglietto da visita e un esempio per tutti per avere una città sempre più bella e più visitata dal punto di vista turistico.E su questo tasto corre la polemica sui due candidati sindaci che al momento sono alla ribalta della cronaca.A Francesca Ghirra,candidata sindaca del centrosinistra,fa sponda Paolo Truzzu,riconosciuto candidato sindaco del centrodestra, ed entrambi si stanno scaldando in vista delle elezioni amministrative cagliaritane in programma il 16 giugno e gli argomenti scottanti sono subito sul tappeto.Come ad esempio i rifiuti,una sfida che potrebbe risultare determinante per la vittoria finale.Cagliari sta diventando una grande malata per i rifiuti abbandonati in molte vie della città ma anche in periferia.La situazione è degenerata dopo la decisione di togliere i cassonetti per il porta a porta,un cambiamento totale di mentalità che la gente non ha capito e non vuole adattarsi.Su questo argomento Truzzu,del centrodestra,è deciso a cambiare registro andando oltre il sistema di raccolta del porta a porta,quasi a significare il fallimento di un sistema che non ha contribuito a dare pulizia alla città anzi ha creato piccole discariche in diverse zone o quartieri come il Castello e S.Elia.Propone una pulizia straordinaria per tutta la città e una rivisitazione del sistema della raccolta differenziata prendendo a modello il porta a porta di altre città che hanno un sistema più evoluto,pratico e "pulito".La Ghirra,candidata sindaca del centrosinistra,sostiene la scelta del sindaco precedente Zedda e dice che è necessario che il sistema porta a porta entri del tutto a regime e che con loro al governo e con l'assessore competente le cose funzioneranno meglio.Una sfida non da poco,sta di fatto che la situazione al momento è sotto gli occhi di tutti e i rifiuti aumentano a vista d'occhio.


E' NATO IL FIGLIO DI HARRY E MEGHAN,REGNO UNITO IN FESTA
IL ROYAL BABY E'
MASCHIO E PESA 3,2 KG

E' CACCIA AL NOME,FORSE
SI CHIAMERA' ALBERTO


di Peter Moore
(6-5-2019) E' nato il figlio di Harry e Meghan(foto dal web/Social) e nel Regno Unito c'è grande festa.L'ex attrice californiana l'ha dato alla luce intorno alle 5 della mattina del 6 maggio 2019 ed entrambi stanno bene.E' maschio,pesa 3,2 kg, ed è l'ottavo pronipote della regina Elisabetta II.E' al settimo posto nell'ordine di successione al trono,dopo Carlo,William e i suoi tre figli e lo stesso Harry, e per lui nessuna possibilità di governare ma avrà una vita da principe.La notizia è stata ritardata ai media come consuetudine perchè i duchi di Sussex volevano lasciare il più possibile privato l'evento prima di condividerla in pubblico.Naturalmente tutti sono "pieni di gioia per l'arrivo del principino".Quando era stato annunciato l'ultima fase di gestazione si pensava che il travaglio durasse almeno 12 ore e invece subito dopo è arrivata la sorpresa del nuovo royal baby.Harry è stato presente durante la nascita del figlio.La gravidanza di Meghan Markle è stata annunciata il 15 ottobre durante un tour dei duchi di Sussex in Oceania.L'ultima apparizione pubblica dell'ex attrice si è svolta il 19 marzo poi i principi si sono ritirati nella loro casa.Adesso è caccia al nome per il nuovo nato.Scartati i nomi di Diana,in omaggio alla madre del principe Harry,ma anche a quella di Victoria,la regina di tutte le regine,perchè il figlio di Harry e Meghan è maschio ed è proprio per questo motivo che circola con forza il nome di Alberto in omaggio al marito della grande regina Victoria.

NUOVA GIUNTA,ANCORA
SCONTRO M5S-LEGA

SARDEGNA SENZA GOVERNO
DOPO 70 GIORNI

MERCOLEDI CI SARA' UNO
SPIRAGLIO PER I SETTE ASSESSORI?


di Luca Berni
(5-5-2019) Mercoledi 8 maggio in Aula ci saranno le dichiarazioni programmatiche del presidente Christian Solinas(foto dal web/Social) e le gli interventi,con le discussioni,dei consiglieri regionali saranno aperti due giorni dopo,venerdi 10.L'ordine del giorno è preciso e nell'aria non c'è la nomina dei sette assessori mancanti quindi la "mini giunta" del presidente va ancora avanti a oltre 70 giorni dalle elezioni regionali.Solinas non è preoccupato perchè,dice,la Giunta è operativa anche se si fa fatica a pensare alle tante incombenze nelle mani del presidente.Si dice che Solinas non abbia trovato il sistema di indicare gli assessori mancanti perchè i partiti sono litigiosi e non in grado di fare le loro scelte,sicuramente è tutto questione di assessori donne da nominare o forse c'è qualcosa di più.Sta di fatto che a sorpresa il governatore con le dichiarazioni programmatiche possa presentare gli ultimi sette assessori e sarebbe un fatto di grande importanza che potrebbe di fatto far partire in maniera operativa tutta la Giunta al completo.E' questione di alcuni nomi chiave.C'è da risolvere la candidatura all'Agricoltura della leghista Daria Inzaina che è stata stoppata inspiegabilmente per questioni attinenti al titolo di studio,ma persona capace che conosce il settore.Sembrerebbe che in Giunta ci sia posto per lei,come molto probabilmente si farà spazio ad un'altra donna Annalisa Aru indicata da Sardegna 20Venti assessore all'Industria.Ai Trasporti dovrebbe andarci Gabriella Massidda,che sarà nominata direttamente da Solinas,e con questa scelta le donne in Giunta passerebbero a quattro considerando che al Lavoro siede già Alessandra Zedda espressione di Forza Italia.E' questione di ore e Solinas ha due possibilità per presentarsi mercoledi in Aula.La più accreditata dovrebbe essere quella delle dichiarazioni programmatiche con la nomina dei sette assessori mancanti.Con buona pace di Di Maio che qualche giorno fa,dalla Sardegna,aveva detto "questo significa votare il centrodestra, votare le accozzaglie".




SANT'EFISIO E' TORNATO NELLA CHIESETTA DI STAMPACE A CAGLIARI
UNA FOLLA RECORD HA PARTECIPATO AL PELLEGRINAGGIO NEL SEGNO DELLA FEDE AUTENTICA

di Francesco Atzeni
(4-5-2019) Velocemente,col rosario in mano e la gioia nel cuore,le donne(tanti bambini si sono presentati all'appello quest'anno)e uomini hanno accompagnato il rientro a Cagliari,dopo quattro giorni,di San'Efisio con l'auspicio che anche quest'anno,per la sua 363esima volta, il Santo dei cagliaritani realizzi le aspettative di ognuno di noi e della sua Sardegna(a quando la Giunta regionale sarda al completo?).Il percorso è immutato nel tempo e il rientro,dopo quello grandioso e festoso del 1° maggio,è iniziato di buon mattino a Nora(Pula),luogo del martirio del Santo,per poi toccare,nell'arco della giornata,Villa San Pietro,Sarroch,Villa d'Orri e Su Loi.Momenti toccanti e di grande emotività per una giornata che verrà ricordato per la partecipazione record e per la presenza attiva delle confraternite e di quanti hanno voluto pregare accompagnando il rientro di Sant'Efisio nella chiesetta cagliaritana di Stampace.Il percorso è un autentico pellegrinaggio,fatto di soste e di attiva partecipazione devozionale,ma colpisce,quest'anno,la presenza di tanti giovani e bambini in braccio alle loro mamme e ai loro papà.Anche loro,quindi,presenti per questa festa illuminata dalle fiaccole e dall'illuminazione notturna.Tutti dietro al cocchio di Sant'Efisio,adesso come allora,e per dire ancora una volta,per la 363esima volta,"grazie" per aver liberato Cagliari dalla peste nel XVII secolo e chissà,continuare a liberarci dalla peste dei giorni nostri che non uccide ma ci obbliga a vivere nella disoccupazione,nella povertà e nelle diseguaglianze sociali che mettono in crisi la nostra stessa dignità e a volte mette in discussione la nostra stessa identità.Per la cronaca il Santo è arrivato nella sua chiesetta di Stampace alle ore 23,30 del 4 maggio 2019 e alle 23,44 è stato sciolto il voto della Municipalità(
foto dal web/Social a destra in alto) alla presenza dell'Alternos donna Raffaella Lostia(foto dal web/Social) e alla presenza dei fedeli che non hanno mai fatto mancare la loro presenza assidua verso S.Efisio.A attrus annus cun saludi.


RIENTRA A CAGLIARI S.EFISIO
DA NORA ALLA CHIESA DI STAMPACE
UN PELLEGRINAGGIO LUNGO 40 CHILOMETRI



di Francesco Atzeni
E' il giorno del rientro di Sant'Efisio.Sono state 4 giornate intense,piene di emozioni,tra fede e folclore,che hanno colorato il passaggio e le varie processioni organizzate nei vari centri come a Capoterra,Sarroch e Pula e infine a Nora nella splendida chiesetta a lui dedicata dove il Santo morì nel 303 per decapitazione.Tutto è iniziato a Cagliari il 1° maggio dove è avvenuto,anche quest'anno per la 363esima volta,la grande festa devozionale ma anche i festeggiamenti folcloristici con la partecipazione di oltre 120 Comuni e quasi 3500 figuranti che hanno cantato e pregato secondo la tradizione religiosa sarda.Dietro i costumi quasi 200 cavalieri,coi miliziani(la scorta di S.Efisio) e infine il Santo dentro un cocchio dorato trainato da una coppia di buoi che uscendo dalla sua chiesetta di Stampace ha iniziato il suo pellegrinaggio ripercorrendo le tappe del suo martirio.Il 4 maggio Efisio riprende la strada verso casa,per tornare nella sua chiesetta di Stampace a Cagliari dopo un percorco di oltre 40 chilometri,dalla chiesetta di Nora al capoluogo sardo.Il simulacro del Santo sarà esposto nella chiesetta stampacina fino al 25 maggio,poi tornerà nella sua postazione.



BANDIERE BLU,ECCO LE 385
SPIAGGE PIU' BELLE D'ITALIA

LA LIGURIA IN TESTA,MA LA SARDEGNA CON 14 BANDIERE SI CONFERMA GRANDE TERRA TURISTICA

(3-5-2019)Tornano le "Bandiere Blu" e torna in primo piano la Sardegna con 14 grandi riconoscimenti(
foto dal web/Social Tuerredda a Teulada).Le spiagge sarde continuano ad essere al top ed è un vanto in vista della stagione turistica che si annuncia con grandi aspettative.Rispetto all'anno scorso la Foundation for Environmental Education ha quest'anno assegnato 183 bandiere in più arrivando pertanto a premiare 385 spiagge più belle d'Italia. L'organizzaione internazionale no-profit,con sede in Danimarca ha assegnato le bandiere blù alla Liguria(30 località),alla Toscana(19),Campania(18),Marche(15).La Sardegna è promossa con 14 località,con un nuovo ingresso(Sant'Antioco).La Calabria 11 bandierine,la Puglia 13,l'Abruzzo 10,il Lazio 9 e il Veeto con 8 bandierine.In primo piano la Sardegna con un elenco molto lungo nel sassarese:Badesi - Li Junchi, Li Mindi - Lu Stangioni, Pirrotto Li Frati-Baia delle Mimose. Trinità d’Agultu e Vignola - La Marinedda, Spiaggia Lunga Isola Rossa. Santa Teresa Gallura - Rena Ponente (Loc. Capo Testa), Rena Bianca, Zia Culumba (Loc. Capo Testa, Rena di Levante), La Taltana - Santa Reparata. La Maddalena - Bassa Trinita, Monti D‘a Rena, Tegge, Spalmatore, Porto Lungo, Caprera Due Mari, Caprera Relitto. Palau - Palau Vecchio, L’Isolotto. Castelsardo - Madonnina/Stella Maris, Sacro Cuore/Ampurias. Sorso - Marina di Sorso (IV/V pettine), Spiaggia della Marina. Sassari - Porto Ferro, Porto Palmas.C'è un nuovo ingresso a Cagliari col Poetto che abbraccia anche il comune di Quartu S.Elena.Nel sud Sardegna il nuovo ingresso di Sant'Antioco con la spiaggia di Maladroxia e la spiaggia di Tuerredda a Teulada.


STOP ALLA RACCOLTA FONDI PER
LE DUNE DI CHIA(DOMUS DE MARIA)

LA NOVITA':QUEL CONTRATTO
NON PUO' ESSERE DEFINITIVO

"I QUATTRO ETTARI DA SOGNO CONTINUANO AD ESSERE DELLO STATO"

di Carla Peis
(2-5-2019) Finalmente un sospiro di sollievo.Le dune di Chia di Domus de Maria(Cagliari)-
foto dal web/Social- sono salve,non potranno essere acquistate per fini speculativi ma quell'area di grande pregio appartiene allo Stato.La raccolta fondi portata avanti dal Gruppo di intervento giuridico si sbriciola e non potrà andare avanti grazie alla nuova novità che consentirà ancora una volta questo angolo di paradiso di appartenere in toto al demanio.La notizia che ha fatto il giro del mondo era stata l'intervento del Gruppo d'Intervento Giuridico onlus che aveva stipulato un contratto con uno dei comproprietari per una quota di 4 ettari per assicurarsi l'acquisto con l'obiettivo di salvaguardare le dune e la spiaggia "per le generazioni future e per garantirne la fruizione pubblica".E iniziarono subito le donazioni per l'acquisto per un importo complessivo di 100 mila euro già a partire dalla metà di dicembre 2018 e che nel giro di pochi giorni la raccolta portò molti consensi e anche 20 mila euro.Un boom senza precedenti per salvare la splendida spiaggia che tutti ci invidiano per renderla fluibile e contro la speculazione.Adesso le dune sono tornate intoccabili e non possono essere venduti perchè quell'area continua ad appartenere allo Stato come emerge dalle visure degli atti dell'Agenzia del Demanio e della Capitaneria di porto.Un provvedimento che era noto e del quale non erano informati nemmeno i proprietari dei 4 ettari di dune.Adesso che tutto è finito la raccolta fondi prenderà un'altra strada cioè i soldi saranno restituiti ai donatori.Il Grig ha comunque avuto il merito di dare visibilità allo sforzo di tutelare e amare le splendide dune delle inconfondibili spiagge di Chia di Domus de Maria(Cagliari).


SI CAMBIA NUOVAMENTE,
WEEKEND COL FREDDO POLARE

COLPO DI CODA DELL'INVERNO,
ANCHE LA NEVE A BASSA QUOTA

TANTA PIOGGIA E TEMPORALI SOPRATTUTTO SABATO

(2-5-2019) Si cambia nuovamente.Dimentichiamoci le belle giornate e quella splendida che ha accompagnato S.Efisio perchè già da domenica arriverà un'irruzione artica che inevitabilmente porterà instabilità e crollo delle temperature.Un fine settimana all'insegna di nubi sparse,di forte maestrale e naturalmente raffiche di burrasca.Per la vera primavera bisognerà attendere ancora,forse se ne potrà iniziate a parlare dal 5 maggio.Farà freddo e il crollo di temperature saranno più evidenti nel resto del paese,mentre in Sardegna il meteo non dovrebbe andare sotto quota 15 gradi,cinque gradi in meno nelle zone interne.




QUASI 100 MILA PELLEGRINI HANNO ACCOMPAGNATO SANT'EFISIO
LA FESTA,I COLORI,L'IDENTITA' E LA DEVOZIONE DELLA SARDEGNA
di Franco Vecchiarecchi
Dopo la grande festa a Cagliari continua il percorso di S.Efisio verso Nora.E' una storia che ha dell'incredibile che si snoda con immutata bellezza,di colori e grande compostezza,con un filo molto sottile che lega tradizione,folclore e religiosità. Del resto il passaggio del guerriero martire ha origini lontane,oltre tre secoli e mezzo,e tocca le tappe importanti della sua morte sino a Nora dove è avvenuta la sua decapitazione. Le foto di Augusto Maccioni per TERZA PAGINA riguardano alcuni momenti significativi dell'inizio del pellegrinaggio del santo fino a Nora(Pula).





Quasi 100 mila persone hanno assistito a Cagliari(Sardegna)al transito di S.Efisio dalla chiesetta che porta il suo nome,a Stampace,lungo le strade principali fino alla via Roma,centro storico del capoluogo dove c'è anche la sede del Comune della città,per poi iniziare il mesto e solenne pellegrinaggio lungo i paesi di Capoterra,Villa S.Pietro e Pula per arrivare a Nora,sempre nel territorio pulese, dove il Santo venne imprigionato,torturato e messo a morte sul patibolo il 15 gennaio 303.Processioni,preghiere e grande attenzione per il martire glorioso che continua ad amare la Sardegna e Cagliari in modo particolare.La storia e la devozione per S.Efisio nella pagina di TERZA PAGINA.Vi proponiamo alcune foto(immagini di Augusto Maccioni per TP)di una mattinato speciale,tra colori e devozione,preghiere e grande attenzione per S.Efisio,l'amico dei cagliaritani.


LA SARDEGNA ORGOGLIOSA
DELLA SUA ALTERNOS

PER LA PRIMA VOLTA TUTTI
PAZZI PER RAFFAELLA LOSTIA


di Sonia Thery
(1-5-2019) Non è passata inosservata,quest'anno per la 363 edizione di Sant'Efisio l'Alternos è donna.Ed è la prima volta nella storia,una discontinuità che è stato molto gradito dalla folla che ha partecipato,tra folclore e devozione,al grande evento esaltandone la forte presenza femminile con applausi decisamente a scena aperta.Dopo 362 edizioni di un alto incarico uomo,ecco Raffaella Lostia,di Orotelli,56 anni,funzionaria del Comune di Cagliari,non nuova alle edizioni di S.Efisio che da anni ha curato con ogni dettaglio l'organizzazione e i preparativi.La scelta di Massimo Zedda prima di dimettersi da sindaco è stata azzeccata,l'ha scelta come l'Alternos per questa edizione,una indicazione che ha emozionato parecchio e ha creato una visibilità maggiore in campo internazionale.Si potrebbe anche dire che questa edizione ha un tocco perfezionista e di grande respiro,tipico di una conduzione che tenta di decollare a livello nazionale e non sarebbe male perchè la festa di S.Efisio è ormai matura per lasciare il grande evento locale.Sardegna e Cagliari orgogliosi,quindi, della sua Alternos che accompagnerà il Santo nei quattro giorni di pellegrinaggio per concludersi,dal 1657 ad oggi,allo scioglimento del voto il 4 maggio quando S.Efisio farà ritorno nella sua chiesetta di Stampace.



DALLA CARTA STAMPATA AL WEB - TERZA PAGINA è ONLINE - LA PUBBLICITA' INSERITA E' PUBBLICATA GRATUITAMENTE | terzapagina_2006@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu