TERZA PAGINA


Vai ai contenuti

LE NOTIZIE DI DICEMBRE 2018

VENEZIA,IL TICKET D'INGRESSO
PUO' COSTARE ANCHE 10 EURO

SI PAGA SUI PULLMAN,AEREI
E NAVI DA CROCIERA


di Carla Peis
(30-12-2018) Nella manovra approvata c'è anche il ticket di ingresso per Venezia(
foto Augusto Maccioni per TP) e le isole minori.L'importo massimo che il Comune è autorizzato ad adottare è fino a 5 euro e per entrambe le destinazioni elevato a 10 euro.La "tassa di sbarco" è per chi arriva a Venezia con qualunque vettore per turismo.Tra i destinatari anche i passeggeri delle grandi navi da crociera.Si paga col sovrapprezzo sui biglietti sui pullman,aerei,navi da crociera in arrivo nella città lagunare.L'obiettivo,viene spiegato nel regolamento comunale è di "offrire all’amministrazione comunale di Venezia la facoltà di uno strumento dalla duplice finalità: per un verso, potrebbe portare all’incremento del gettito dagli accessi alla città, poiché il contributo di sbarco sarà versato a prescindere dal pernottamento in strutture ricettive; per altro verso, la misura fiscale potrebbe conseguire un effetto selettivo e moderare l’accesso delle cosiddette grandi navi alla zona lagunare".

DAL 1978 LE ISOLE GALAPAGOS
SONO PATRIMONIO MONDIALE

PER PROTEGGERE QUESTO ECOSISTEMA UNICO SARANNO PROIBITI I FUOCHI D'ARTIFICIO DI FINE ANNO

di Carlo Imbesi
(29-12-2018) Le isole Galapagos sono patrimonio mondiale dal 1978 e per proteggere la fauna e la flora quest'anno le autorità locali hanno vietato la vendita e l'uso di fuochi d'artificio.E' un ulteriore tentativo per proteggere questo ecosistema unico (
foto dal web/Social)anche se sono ammessi alla vendita quellii fuochi che non fanno rumore.La decisione è stata salutata con entusiasmo da quanti hanno a cuore questo "laboratorio vivente".Queste isole dovrebbero continuare ad essere,per la loro specificità e la loro funzione,protette anche se la realtà dimostra che è difficile sostenere l'aspetto ecologico e ambientale di questi luoghi.Secondo le nuove disposizioni locali l'uso dei fuochi d'artificio causano problemi cardiaci negli animali ma anche ansia e stress,cambiando in maniera significativa anche la loro sopravvivenza.C'è poi da considerare le sostanze chimiche dei fuochi d'artificio che contaminano acqua e aria,danneggiando inoltre le persone e i bambini.Le isole Galapagos sono situate nell'oceano Pacifico a circa 970 km all'ovest delle coste del Sudamerica.Appartengono all'Ecuador.L'arcipelago consta di quasi 130 isole e ogni anno vengono visitate da almeno 200 mila turisti.

SONDAGGI IXE':CROLLA DI
MAIO,CRESCE SALVINI

I PENTASTELLATI PERDONO 8 PUNTI
IN OTTO MESI E SI PIAZZANO A 24,6%,
LEGA E' AL 32,6%,CRESCE FORZA ITALIA


di Luca Berni
(28-12-2018) Il governo M5S-Lega va avanti e per molti versi non incontra ostacoli di nessun genere.Può governare con sufficiente slancio anche perchè non ha rivali.I sondaggi premiano ancora una volta l'alleanza Di Maio-Salvini(
foto dal web/Social) anche se l'agenzia Ixé per HuffPost ridimensiona i pentasstellati che dal 32,6% scendono al 24,6%,otto punti in meno che creano qualche problema ai grillini in vista delle europee e delle regionali in molte parti dell'Italia.In pratica il movimento di Di Maio ha perso un punto percentuale in meno da quando sono al governo.Per la Lega di Salvini invece il sondaggio lo premia e dal 17,4%,dalle elezioni politiche del 4 marzo,è balzato al 31%.Non cresce ed è tendenzialmente stabile il Pd che da 18,7% delle elezioni è sceso al 17,9 %,un trend che non va avanti.Buone notizie per Berlusconi.Forza Italia è balzato dal 9,4% al 10% e la tendenza è in aumento. In aumento anche Fratelli d'Italia.La Meloni va avanti e si piazza adesso a 4,7%.In discesa Liberi e Uguali che non va oltre il 3,2%.

INDONESIA,IL KRATATOA ERUTTA
E SCATENA LO TSUNAMI

ALMENO 250 MORTI,QUASI 900 FERITI MENTRE C'E' LA CORSA PER SALVARE I
SOPRAVVISSUTI:LA STORIA DI ALI'

di Lello Leo Cortes
(23-12-2018) -(
foto dal web/Social E' stato estratto dalle macerie il piccolo Ali,12 ore dopo lo tsunami)Almeno 250 morti,ma il numero è destinato a salire nelle ore successive, e oltre 850 feriti in un bilancio provvisorio dello tsunami in Indonesia a causa del violento risveglio del vulcano secondario del catastrofico kratatoa che nel 1883 esplose con conseguenze disastrose tanto da formare una piccola isola nello stretto della Sonda e uccidendo 36 mila persone.Molti i dispersi in una vasta area tra le isole di Java e Sumatra.La forza dell'acqua ha mostrato tutta la sua potenza danneggiando edifici e distruggendo ogni cosa e in modo particolare 500 case,350 barche,9 hotel e almeno 60 stand gastronomici.Le autorità sostengono che l'attività del vulcano Anak Krakatoa,situato su una piccola isola dello stretto di Sonda,abbia originato alte ondate di acqua che si sono poi riversate con impeto sulle case e su ogni cosa.Al momento mancano una cinquantina di persone,ma forse all'appello ne mancano molte altre ancora,tutto è comunque avvenuto all'improvviso,uno tsunami violento che si è abbattuto tra le 21,27 ora locale colpendo in modo particolare la zona costiera di Pangdeglang,località turistica tra le più apprezzate che si trova sull'isola di Java a circa 200 chilometri da Giacarta,la capitale del paese.L'indonesia si trova in una delle aree più esposte dell'Anello di Fuoco in una zona molto a rischio delle placche tettoniche e dove si verificano le maggiori eruzioni vulcaniche e terremoti del mondo.Basti ricordare il terremoto del 28 settembre che colpì il centro dell'isola di Sulawesi con uno tsunami che causò quasi 2100 morti e 200 mila sfollati.E il 26 dicembre 2004 ci fu la più grande catastrofe nella storia moderna a Sumatra con almeno 220 mila persone uccise.C'è adesso la corsa per salvare le persone tra le macerie.E ci sono tanti miracoli in diverse zone come il salvataggio di un ragazzo di cinque anni estratto vivo dopo oltre 12 ore dallo tsunami.E' in atto un'enorme operazione di ricerca e soccorsi per trovare sopravvissuti ma anche per dare sepoltura a quanti hanno trovato la morte.C'è poi la storia di Ali il piccolo che è stato strappato dall'auto,nascosto sotto gli alberi e macerie.Una volta estratto si è messo a piangere,un pianto che ha scosso l'opinione pubblica ma ha dato speranza a quanti ancora si trovano in difficoltà sotto le macerie.


ALEX,E' STATO OPERATO E LE SUE CONDIZIONI SONO STABILI
LE CELLULE DONATE DAL PAPA',I MEDICI:"DOBBIAMO ASPETTARE FINO A GENNAIO"

di Laura Pirlo
(22-12-2018)E' stato operato il piccolo Alex(
foto dal web/social) e le sue condizioni sono stazionarie.C'è comunque una normale attesa dopo il trapianto di cellule staminali emopoietiche per il piccolo Alessandro Maria Montresor affetto da linfoistiocitosi emofagocitica.Dopo gli screening necessari si è identificato il padre il donatore di cellule staminali emopoietiche che opportunamente manipolate sono state infuse nel bambino nella giornata di venerdi scorso.Adesso,dicono i medici,bisognerà attendere sperando che non ci siano complicanze che è poi il vero problema che insidia la condizione del piccolo.All'ospedale Bambino Gesù di Roma,dove è ricoverato dopo essere stato trasferito dall'ospedale Great Ormond Street di Londra,si spera che non si manifesti il rigetto delle cellule trapiantate e si attende il percorso almeno a fine del mese di gennaio.

C'E' LA DENTOSOFIA,L'EQUILIBRIO
DELLA BOCCA NELL'ESSERE UMANO

GIANCLUCA CALABRESE:"VI SPIEGO
PERCHE' I NOSTRI DENTI CI DICONO QUELLO CHE SIAMO"


di Andrea Porcu
(22-12-2018) E’ tra i fautori in Sardegna di una metodologia che individua l’equilibrio della bocca con l’equilibrio dell’essere umano.L’odontoiatra cagliaritano Gianluca Calabrese(
foto dal web/Social), origini pugliesi, ha studiato, sperimentato e da più di vent’anni mette in pratica nel suo studio di viale Bonaria a Cagliari,aperto nel 1998, la dentosofia.Che tradotto significa la saggezza dei denti. Essi ci parlano e ci raccontano la nostra storia. Detto cosi, c’è da rimanere increduli. Come credere o meno in Dio.Ma Gianluca Calabrese ha la convinzione, dettata dai lusinghieri risultati ottenuti finora con i pazienti che si sono sottoposti a questa terapia, che La dentosofia funziona.Ha fatto grandi sacrifici, ma alla fine ha centrato l’obiettivo.Avvalendosi nel suo studio tra personale medico, assistenti e amministrativi di circa venticinque persone.“ Io mi sono laureato nel 1992 discutendo la tesi su correlazioni tra occlusione cefalea e patologie articolari di collo e schiena – sottolinea – ma dopo una stage di qualche mese a Parigi, e contatti in altri studi, a stretto contatto con vari specialisti, dove già si parlava di posture,ho capito che potevo fare di più del solito lavoro di dentista”. Cioè in quel periodo lei aveva già individuato nuove formule per arrivare a capire e curare i pazienti?“ Esattamente – risponde- Calabrese – io mi occupo di posture e chirurgiaimplantare e ho preso coscienza delle relazioni sempre più evidenti tra la nostra bocca e le funzioni del nostro organismo, ovvero come mastichiamo, respiriamo, ci formiamo. In sostanza i nostri denti ci dicono quello che siamo”.La dentosofia che viene praticata nell’isola già da un po' di tempo, ma che ha ancora tanti incalliti scettici, ha come obiettivo far raggiungere il benessere completo alla persona, partendo proprio dallo stato del cavo orale. “ Io credo che ogni azione viene prima pensata e poi realizzata – ci dice Calabrese - questa metodologia cura bocca e denti cercando soprattutto di riportare equilibrio e serenità nella persona”.La parola chiave della dentosofia è : equilibrio. Gli odontoiatri come Gianluca Calabrese, che da vent’anni porta avanti nella sua clinica dentale questa terapia, “ ho iniziato nel 1998, mi sento maggiorenne – sorride il dentosofo- si avvalgono di altri particolari specialisti per finalizzare la cura. Come ad esempio l’osteopata.“ E’ ormai riconosciuto – ci racconta Calabrese – come squilibri posturali siano associati a problemi legati al cavo orale. Una buona respirazione nasale, ad esempio, è fondamentale per una buona concentrazione. Moltibambini respirano con la bocca aperta, e spesso vengono additati dalle loro maestre come disattenti. Non è cosi! Perché non è colpa loro, ma il fatto è dovuto ad una cattiva ossigenazione. Ma ci sono tanti altri esempi”.?Lo strumento simbolo della dentosofia è l’attivatoreplurifunzionale.Di cosa si tratta? La parola allo specialista.“ E’ praticamente molto simile al paradenti di un pugile- ci spiega Calabrese- agisce sul riequilibrio della bocca e di conseguenza anche sulla postura, ovvero sulla posizione dei denti. In sostanza ripristina funzioni come la masticazione, la deglutizione e la respirazione” Non entriamo troppo nei dettagli perché non tutti capirebbero, ma la dentosofia, ci chiediamo, è una terapia aperta a qualsiasi persona?“ Direi di si. A qualsiasi età. Con gli adulti si può fare un percorso, e dico percorso e non trattamento, perché le disarmonie riscontrate sui denti,
devono essere oggetto di preparazione e di studio. Con i metodi dentosofici si può ottenere tutto- rimarca Calabrese- ovvero l’equilibrio, ma può anche capitare di non ottenere nulla”.Quanto è difficile replicare davanti alla “ saggezza dei denti”, ma come dicono, loro, i dentosofi, dobbiamo imparare ad “ ascoltarli, guardarli, comprenderli”. La nuova frontiera dell’odontoiatria è già cominciata. Della serie, provare per credere.

IMPRESSIONANTE:C'E' ACQUA
LIQUIDA SUL PIANETA ROSSO

DALLA SONDA DELL'ESA ECCO L'ENORME LAGO GHIACCIATO SULLA FACCIA NASCOSTA DI MARTE

(22-12-2018) L'immagine che vedete(
fotodal web/Social)è impressionante e fa vedere un lago di ghiaccio su Marte.Lo scatto fenomenale è stata inviata dalla sonda spaziale Mars Express dell'Esa lanciata il 2 giugno 2003.La sonda,che raccoglie informazioni e foto del pianeta rosso da 15 anni,ha scattato una quantità di immagini che raggruppate insieme inquadrano questa incredibile scatto,cioè di un cratere pieno di ghiaccio.E' largo 82 chilometri e si trova sulla faccia nascosta del pianeta.Più specificatamente si trova nelle pianure del nord di Marte in una vasta distesa di dune che va su un promontorio polare chiamato Olympia Undae.


CAMBIAMENTO CLIMATICO,IL 2018
E' IL SECONDO ANNO PIU' CALDO
IN ITALIA LA TEMPERATURA MEDIA E' SEMPRE SUPERIORE AL NORMALE,I MESI PIU' CALDI A GENNAIO E APRILE 2018

di Gennaro Andrea
(20-12-2018) Con una temperatura media di 11,4 gradi(foto dal web/Social),il 2018 è il secondo anno più caldo dal 1901.Secondo le agenzie meteorologiche solo il 2014 è risultato più caldo con una media di 11,7 gradi.In pratica il 2018 è il quinto anno più caldo di seguito e otto dei dieci anni più caldi si riferiscono a questo secolo.Solitamente la media della temperatura in un anno è di 10,1 gradi.Questa rilevazione avviene a pochi giorni dalla conclusione del summit di Katowice e conferma che è necessario un'azione più incisiva da parte dei Paesi interessati per mettere un freno alla continua tendenza al surriscaldamento.Questo processo mette in evidenza il moltiplicarsi di eventi estremi che provocano danni incalcolabili che solo nell'agricoltura è sull'ordine di oltre 1,5 miliardi di euro.

FRANCIA,GILETS JAUNES,ALTRA MANIFESTAZIONE QUESTO SABATO
LA REGGIA DI VERSAILLES
CHIUDE PER PRECAUZIONE

E' LA SECONDA VOLTA DOPO
GLI ATTENTATI DEL 2015


di Sonia Thery
(20-12-2018) Chi ha prenotato il biglietto per sabato 22 dicembre per la Reggia di Versailles a Parigi(
foto dal web/Social) sarà rimborsato.L'annuncio è della Prefettura ma anche dei responsabili della Reggia in previsione di un'altra manifestazione dei gilets jaunes.E' una chiusura precauzionale ma necessaria anche se le manifestazioni dei "giubbotti" non sono più quelli delle prime tre "uscite" e molti pensano che la mobilitazione contro il governo e contro Macron si stia spegnendo a seguito di iniziative dello stesso presidente francese a vantaggio dei lavoratori.La chiusura della Reggia di Versailles è stata data sui social network ed è la seconda volta che ciò avviene dall'inizio delle manifestazioni del 17 novembre.E' una chiusura estremamente rara e l'ultima riguarda il giorno dopo gli attacchi del 2015.

SARDEGNA,GLI AMBIENTALISTI COMPRANO LE DUNE DI CHIA
"QUESTO PEZZO DI PARADISO E'
SALVO DALLA SPECULAZIONE"

IL SINDACO MARIESE:"NON NE SAPEVO
NULLA,LE DUNE GIA' TUTELATE"


(19-12-2018) Se è una provocazione sicuramente è una bella trovata,ma sembra non esserlo perchè,stando alle notizie dei media e alle dichiarazioni degli interessati sull'argomento,il Gruppo di intervento giuridico ha acquistato parte significativa delle dune di Chia(
foto),nel comune di Domus de Maria(Cagliari),per un importo di 100 mila euro.Buona parte della cifra,stando alle notizie,è stata già consegnata ai vecchi proprietari e la somma rimanente sarà depositata successivamente grazie anche ad una sottoscrizione per sensibilizzare l'opinione pubblica a sostenere l'iniziativa,utile e meritoria,secondo il presidente dell'Associazione Stefano Deliperi,per tutelare un bene prezioso a vantaggio della collettività in pericolo,secondo Deliperi,dalla speculazione immobiliare.In linea generale è cosa buona e giusta anche se ci sono le prime reazioni raccolte tra la gente del posto che dicono come mai un Gruppo ambientalista possa tutelare l'ambiente e in questo caso le dune di sabbia della nota e splendida località turistica di Chia-Domus de Maria al pari dello stesso Comune,della Regione e in ultima analisi dello Stato.Sicuramente,come riferiscono alcune persone del paese, il Comune di Domus de Maria ha fatto e farà meglio,come ente pubblico, perchè ha anche la prerogativa di tutelare,tra l'altro,le straordinarie dune,vanto di grande pregio a livello mondiale,e ha i mezzi e le competenze per valorizzarle e renderle fluibili e pubbliche allontanando lo spettro della speculazione.I quattro ettari di dune e sabbia dorate in una zona magnifica che guarda l'isolotto di Su Giudeu,sicuramente faranno parte di un disegno più ampio su progetti regionali e comunitari di cui il Comune di Domus de Maria,stando a quanto si sa,ha costruito buona parte della sua finestra turistica nel mondo.L'iniziativa del Gruppo di intervento giuridico ha comunque scosso la delicata situazione e ha posto un problema che è alla base della tutela delle splendide dune di Chia-Domus de Maria.Il sindaco del paese mariese Maria Concetta Spada,riferiscono i media, non ne sapeva nulla di questa vicenda e dice che "farà gli approfondimenti del caso" e comunque le dune sono inserite in un progetto di "area marina protetta".Ci saranno degli sviluppi?Si muoverà anche la Regione Sardegna e lo Stato?Intanto la vicenda è tutta sul tappeto e per il momento c'è un acquirente che punta a far valere la sua operazione "per ragioni etiche e per allontanare speculazioni immobiliari" con l'obiettivo di "tenere queste aree aperte e fruibili da tutti. Ora, però, per riuscirci, serve l'aiuto di tutti i sardi".


C'E' UN PIANO TRA CAMPANIA E SARDEGNA
IN CASO DI ERUZIONE DEL VESUVIO

SARANNO EVACUATI ALMENO 25
MILA ABITANTI DELLA CITTADINA E
TRASFERITI VIA MARE IN SARDEGNA


di Sonia Thery
(17-12-2018) Questa volta il web ha risposto positivamente e ha approvato la decisione che arriva dalle forze politiche,ma anche dalla Protezione Civile delle due regioni,di Campania e Sardegna.Secondo quanto prevede un piano di emergenza in caso di eruzione del Vesuvio(ultima eruzione il 18 marzo 1944-
foto dal web) i cittadini di Pompei sarebbero trasferiti in Sardegna.Una soluzione umanitaria e di solidarietà che non può che far piacere e che dimostra la vera identità e la grande disponibilità della Sardegna e della sua popolazione.Per questo scopo si sono riuniti negli uffici del Comune di Pompei i maggiori rappresentanti comunali e delle regioni Campania e Sardegna per studiare un piano per organizzare aspetti organizzativi e operativi in caso di necessità.Gli abitanti da evacuare dovrebbero essere almeno 25 mila e avverrebbe via mare attraverso il porto di Salerno.Le imbarcazioni dovrebbero essere coordinate dalla Protezione Civile della Regione Sardegna.Questo primo incontro ha dato un avvio favorevole e gli altri aggiornamenti serviranno per mettere a punto le varie fasi dell'operazione di trasferimento e non solo.


A 5 ANNIDALL'INCIDENTE,MIGLIORANO LE CONDIZIONI DI SCHUMACHER
DAILY MAIL RIVELA:IL CAMPIONE NON
E' A LETTO E NON E'ATTACCATO AI MACCHINARI

"PRESTO SARA' TRASFERITO
IN TEXAS IN UN OSPEDALE SPECIALISTICO"

di Franco Vecchiarecchi
(17-12-2018) Secondo quanto riferisce il Daily Mail,Schumacher(foto dal web/Social),che compie 50 anni a gennaio, non è più costretto a letto e non è più attaccato ai macchinari.Si sta riprendendo dopo i danni cerebrali subiti cinque anni fa,proprio il 29 dicembre,in seguito ad un incidente per un pauroso schianto mentre sciava nell'esclusiva stazione sciistica di Meribel in Francia.Non si è spostato dalla sua villa e non è andato in un centro specialistico negli Stati Uniti.Suo padre Rolf ha confermato che Schumacher continua a vivere nella sua villa a Gland chiamata "La Villa La Reserve",da 50 milioni di sterline,isolata da tutto,sulle rive del lago Lemano al confine tra Francia e Svizzera.La moglie Corinna,che ha sposato nel 1995,continua l'assoluta segretezza delle sue condizioni e i suoi amici hanno l'obbligo di non parlare delle sue condizioni.La notizia del giornale inglese dice che le condizioni del campione sono migliorare anche se la situazione è evidente.Riceve cure infermieristiche e terapeutiche estensive per un importo di oltre 50 mila sterline a settimana.Del suo miglioramento ha parlato anche il suo amico Todt,un visitatore abituale del campione,che ha rivelato di aver visto con lui il Gran Premio del Brasile nel mese scorso.Nonostante l'estrema segretezza nella quale si trova Schumacher da registrare la notizia della rivista tedesca "Bravo" che riferisce che i medici sono pronti per trasferire Schumacher in una clinica di Dallas,in Texas,specializzata nel trattamento delle lesioni cerebrali.



IL 16 DICEMBRE 2016 MORIVA
A CAGLIARI FRA LORENZO

IL SUO SORRISO CONTINUA A
VIVERE,FOLLA DI FEDELI AL
SANTUARIO DI SANT'IGNAZIO


(16-12-2018) Due anni fa,il 16 dicembre 2016,moriva a Cagliari Fra Lorenzo da Sardara(
foto Augusto Maccioni per TERZA PAGINA),al secolo Benvenuto Pinna.E quel giorno,e nei giorni successivi,i fedeli hanno riempito il Santuario di Sant'Ignazio da Laconi per esternare una vicinanza profonda verso il frate che per tanto tempo è stato una presenza viva per tantissimi fedeli sardi e non solo.Era considerato il continuatore spirituale di Fra Nicola da Gesturi e a lui i fedeli si rivolgevano per un consiglio,una preghiera e una carezza.Il suo sorriso ha contribuito a dare coraggio e insieme a fortificare le debolezze e gli affanni di tante persone.A distanza di due anni molti ancora lo cercano e gli vogliono bene e con la preghiera e il silenzio lo ricordano con affetto e simpatia.Daal 1976 al 2000 è stato a contatto con la natura sul monte Arcuentu riempiendo le sue giornate con la meditazione,la preghiera e il valzer dei colori e odori della vegetazione.Suo il presepio di Natale al Santuario che esiste dal 1948.

ELEZIONI IN SARDEGNA,SI SPACCA IL PSD'AZ PER UNA NUOVA COALIZIONE
NASCE "SARDI LIBERI",PATTO
TRA UNIDOS E PROGRESS

MAURO PILI:"CON NOI PARTE
LA SFIDA PER LIBERARE L'ISOLA"


di Luca Berni
(15-12-2018) Nella competizione regionale entra anche Mauro Pili(
foto dal web/Social),ex deputato di Unidos ed ex governatore della Sardegna nel 2003, non si sa se come governatore ma sicuramente la sua presenza metterà più competizione all'interno di un ventaglio di possibili candidati di diversi schieramenti.L'annuncio è stato dato nel corso della presentazione della lista "Sardi Liberi" che comprende lo stesso leader di Unidos ma anche il consigliere regionale Angelo Carta,che si è staccato dal Psd'Az, e Gianluca Collu leader di Progress.Patto di ferro tra Unidos e Progress(c'è la benedizione di Giovanni Columbu già segretario e presidente del Psd'Az) per una lista che sfiderà le altre 4 liste per le prossime regionali.In corsa,per il momento,sono Christian Solinas,per il Centrodestra,Massimo Zedda,per il Centrosinistra,Francesco Desogus,per il M5S, e Angela Murgia per Autodeterminatzione.Con la decisione di Angelo Carta di fatto nel partito sardista è operativa una grave frattura che indebolirà il partito di Christian Solinas,ancora in bilico per la sua candidatura per la presidenza nel Centrodestra per le note divergenze di Forza Italia e Fratelli d'Italia,soprattutto perchè alla fine mancherà il sostegno delle federazioni del Psd'Az di Nuoro,Gallura e Ogliastra che invece hanno aderito al progetto "Sardi Liberi".L'obiettivo è quello di unire i sardi per un interesse comune.Solo con una politica libera e una coscienza rinnovata la Sardegna potrà rinascere.E Pili precisa:"E' un progetto grande che si rivolge ai sardi di destra e di sinistra,dei cinquestelle e a tutti coloro che comprendono che solo mettendo davanti a tutto la Sardegna e i sardi possiamo liberare questa terra".Insomma,con Mauro Pili e la nuova formazione "Sardi liberi" parte" la sfida moderna e coraggiosa per liberare la Sardegna".



FACEBOOK,SCANDALO SULLA
PRIVACY A CAUSA DI UN BUG

6 MILIONI DI UTENTI SONO STATI
COLPITI DA QUESTO ERRORE


di Paolo Pellegrini
(14-12-2018) E' successo e a scivolare è questa volta Facebook.A causa di un fastidioso bug quasi 6,8 milioni di utenti sono stati "svuotati" di foto che potrebbero essere in mano agli sviluppatori di app sulla piattaforma.L'errore riguardava,tra il 13 e il 25 settembre,le foto, ad esempio quelle che potresti aver pubblicato su Facebook Stories oppure quelle che hai caricato senza pubblicarle."Il problema,dice FB, che abbiamo risolto è relativo al modo in cui le app usano la nostra API per accedere alle foto del tuo diario dopo aver ricevuto la tua autorizzazione e non è relativo alle impostazioni sulla privacy dei tuoi post.Adesso è tutto sotto controllo.Facebook ha creato una pagina sull'argomento e se tutto è ok FB te lo comunica.Clicca
QUI per verificare se corri rischi di condividere accidentalmente le tue foto.


FRANCIA,I GILETS JAUNES PERDONO
DI CREDIBILITA' E POPOLARITA'

IL MOVIMENTO SI SPACCA E I PIU' VIOLENTI SCENDERANNO IN PIAZZA QUESTO SABATO,MA C'E' TANTA
VOGLIA DI NORMALITA'

di Sonia Thery
(13-12-2018) Maxime Nicolle è infuriato più che mai,soprattutto dopo il discorso del presidente Macron alla nazione.Per lui le aperture presidenziali sono insufficienti e non bloccheranno il movimento dei gilets jaunes(
foto dal web/Social) che hanno annunciato la ripresa delle manifestazioni.Si apre quindi il quinto atto e la mobilitazione avrà luogo sabato 15 dicembre e parteciperanno,secondo l'esponente di una parte del movimento,non solo le persone che hanno già manifestato ma anche quelle che non sono ancora scese in piazza.Non ci sarà nessuna tregua per i fatti terroristici di Strasburgo,ma l'azione contro Macron continuerà.In piazza ci sarà anche Priscilla Ludosky,una delle protagoniste dell'azione contro il governo francese per aver lanciato la petizione contro l'aumento delle tasse sul carburante all'inizio di novembre raccogliendo oltre 1,20 milioni di firme,e con lei altri esponenti del movimento che non si richiama a nessun partito ma ha lo scopo di chiedere al governo di fare molto di più soprattutto sul fronte delle tasse troppo alte per i contribuenti francesi.Il movimento chiamato anche "Yellow Jackets"(senza etichetta) invita i suoi sostenitori e tutti i francesi a partecipare alla grande adunata che ci sarà sugli Champs-Elysees per un incontro pacifico e festoso in programma il 31 dicembre,sperando che nel 2019 gli sforzi sulle rivendicazioni possano trovare attuazione.Non tutti però sono d'accordo sul proseguire le manifestazioni.Molti esponenti di protesta hanno preferito ferare le dimostrazioni e i blocchi sulle strade dopo le parole distensive e di responsabilità pronunciate da Macron in tv.Loro chiedono "niente blocchi"per sabato e per il futuro e dicono con forza che è arrivato "il tempo per il dialogo".


FINO AL 17 DICEMBRE
PIOGGIA DI STELLE NEL CIELO

SONO LE GEMINIDI 2018,
METEORE SPETTACOLARI


(13-12-2018) Comunemente vengono chiamate stelle cadenti ma in realtà sono detriti,particelle piccolissime,di pochi millimetri o centimetri,che entrando a grande velocità nell'atmosfera brillano come un raggio di luce.Sono i Geminidi che dalla notte del 13 dicembre fino a lunedi 17 dicembre cadranno dal cielo con una frequenza tale da far impallidire le luci dell'albero di natale.Si vedranno nel cielo?Molto dipende dalle buone condizioni del tempo per uno spettacolo straordinario meglio se sarà osservato lontano dalla città,senza le luci urbane.Gli esperti dicono che si potrà vedere una media di una meteora ogni due minuti e provengono dall'asteroide 3200 Phaeton,scoperto nel 1983,che molti scienziati ritengono sia una cometa estinta.Questa pioggia di stelle si verifica solitamente a metà dicembre.Le Geminidi,chiamate così perchè situate nella costellazione dei Gemelli situato vicino a Orione,si potranno vedere stando comodamente a casa,basta sintonizzarsi su sky-live.tv e da venerdi 14 dicembre dalle 22,30 lo spettacolo è assicurato.



STRASBURGO,HA GRIDATO "ALLAH AKBAR" E HA SPARATO NEI PRESSI DEL MERCATINO DI NATALE
CHERIF CHEKATT E' IN FUGA,
FORSE IN GERMANIA,4 MORTI

TRA I FERITI GIORNALISTA ITALIANO MEGALIZZI,E' IN RIANIMAZIONE

di Lello Leo Cortes
(12-12-20189 Ha gridato "Allah Akbar" e ha seminato il terrore in tre diversi punti nei pressi del famoso mercatino di Natale di Strasburgo,il più antico di Francia,meta ogni anno di migliaia di turisti.Il terrorista è Cherif Chekatt(
foto dal web/Social),29 anni,condannato 27 volte,radicalizzato in carcere,ritenuto responsabile dell'assalto inaudito nella giornata di martedi 11 dicembre.Al momento sono morte 4 persone,14 i feriti di cui 9 gravi.Tra i feriti c'è il giovane giornalista Antonio Megalizzi,in rianimazione e forse non operabile raggiunto dai colpi esplosi dal terrorista alla testa.Subito la polizia e gli 007 si sono messi sulle sue tracce ma per il momento è introvabile.Si dice che non sia più in Francia.Oltre 800 poliziotti e gendarmi sono impegnati a cercare di intercettare il sospettato che non è nuovo alle forze di sicurezza.Era stato condannato in Germania,Svizzera e Francia e propria in quest'ultima nazione era classificato con la "S",era quindi "persona indagata" per "prevenire gravi minacce alla sicurezza pubblica o alla sicurezza dello Stato".Attualmente le persone indicate con la "S" sono 26 mila dei quali 10 mila sono persone radicalizzate.Prima della fuga Cherif Chekatt era stato ferito dai poliziotti francesi nel corso dell'operazione "Sentinel" un normale controllo contro la minaccia terroristica.E a proposito del file "S",persone pericolose per la sicurezza dello Stato,il leader dell'estrema destra Marine Le Pen ha detto che gli stranieri "pericolosi e identificati sotto la lettera S" devono essere subito espulsi dalla Francia.Intanto molti chiedono un clima di pace e di tranquillità in vista del Natale ma anche in relazione alle proteste dei "giubbotti gialli".Forse ci sarà una tregua ma i conti,dicono i manifestanti, con Macron sono da riaprire molto presto.


LA SOLITA INFELICE BATTUTACCIA CHE CONDANNA LA SARDEGNA
"TI FACCIO TRASFERIRE A OVODDA" LA
FRASE DI CLAUDIO AMENDOLA CHE HA FATTO INFURIARE L'ISOLA


di Carla Peis
(12-12-2018) Ci risiamo e anche questa volta abbiamo sentito una battuta stupida che ci ha fatto infuriare.E' successo nella fiction "Nero a metà" andata in onda la sera del 10 dicembre su Rai1.Improvvisamente è venuta fuori la classica minaccia del protagonista Claudio Amendola(
foto dal web/Social) ad un agente :"Altrimenti ti sbatto ad Ovodda".In effetti c'è stata una evoluzione nella frase,prima si diceva "ti trasferisco in Sardegna" adesso c'è una tappa in più e si è passati a "Ovodda",un paese bellissimo di Barbagia dove la qualità della vita è superiore a molte città del nord Italia.La Sardegna,quindi,è nuovamente alla ribalta per una situazione che dimostra,da parte di chi sviluppa serie televisive,ignoranza e cattivo gusto.Per di più fa infuriare la gente sarda,che ama la Sardegna e non vuole lasciare l'isola.E' anche normale che il sindaco di Ovodda,Cristina Sedda,pretenda le scuse da parte della Rai per quella frase infelice ma è opportuno che il Presidente della Regione dimostri sensibilità e polso e chieda alla Rai di rivedere la puntata e cambiare quella frase,perchè è assurdo che situazioni del genere continuino ad essere trasmesse condannando un paese e la gente sarda.



ACQUE AGITATE NEL CENTRODESTRA IN VISTA DELLE ELEZIONI REGIONALI IN SARDEGNA
PERPLESSITA' DI RIFORMATORI
E UDC SU CHRISTIAN SOLINAS

IL GRUPPO DI FORZA ITALIA E FDI CHIEDONO UN TAVOLO NAZIONALE

(11-12-2018) Tutti d'accordo nel Centrodestra per il candidato governatore sardo il sardista Christian Solinas?(foto dal web/Social)Si,forse, ma c'è anche chi rumoreggia per un candidato calato dall'alto.E molti vorrebbero che "si facesse sul serio" e si indicasse un candidato di "spessore".Il candidato designato a Barumini non va più bene e si cerca di prendere tempo in attesa di un chiarimento a livello nazionale che metta d'accordo Lega,Forza Italia e Fratelli d'Italia.Mentre tutto era ok qualche settimana fa subito dopo l'arrivo di Salvini in Sardegna,adesso ci sono le prese di posizioni e diverse perplessità.In attesa del tavolo a livello nazionale i partiti che fanno parte del Centrodestra misurano le loro forze,vanno in ordine sparso,fanno comizi e chiedono voti ai loro elettori.Manca la figura del governatore,non c'è nessuna foto anche se a livello nazionale si dice che tutto sarà sistemato in settimana.I giochi quindi non sono fatti.Matteo Salvini è assediato ma non ha ottenuto l'ok di Solinas da parte di Berlusconi e Giorgia Meloni.I leader di Forza Italia e di Fratelli d'Italia decideranno a breve ma potrebbero avanzare altre proposte se Salvini si dovesse comportare fuori dagli schemi del Centrodestra a livello nazionale.E' soprattutto il gruppo Forza Italia in Sardegna ad avere molte perplessità.Diversi suoi esponenti,come Salvatore Cicu,Pietro Pittalis e Alessandra Zedda attendono il via libera a livello nazionale e per loro Christian Solinas non è ancora il candidato governatore ufficiale del Centrodestra anche se non hanno nulla da dire sulla sua figura come espressione della coalizione.Anche i Riformatori e l'Udc chiedono eventualmente altri nomi di "spessore" ma anche questi partiti attendono decisioni a livello nazionale.


ECCO PER IL TIME
"I GUARDIANI DELLA VERITA'"

E' LA PRIMA VOLTA CHE
VENGONO SCELTI GIORNALISTI

QUATTRO COPERTINE:JAMAL
KHASHOGGI E ALTRI PERSEGUITATI

di Lea Dixon
(11-12-2018) La rivista "Time" ha fatto la sua scelta per il 2018 e ha reso omaggio ai giornalisti che hanno combattuto,fino alla morte,per raccontare la realtà.Sono il giornalista saudita Jamal Khashoggi(ucciso lo scorso 2 ottobre al consolato del suo paese a Istanbul), ma anche il giornale Capital Gazette(sono stati assassinati cinque dei suoi membri in un attacco a giugno ad Annapolis , nel Maryland), Maria Ressa(direttore generale del sito di notizie Rappler e perseguitata dal regime di Rodrigo Duterte), i birmani Wa Lone e Kyaw Soe Oo(in carcere in Myanmar per quasi un anno per le loro indagini) definiti i guardiani dell'informazione e della realtà.E' la prima volta che la rivista americana sceglie giornalisti come "Person of the Year" del premio dal 1927 e il "Il tempo" ha deciso di pubblicare quattro diverse copertine per evidenziare ogni giornalista o gruppo di giornalisti.


TAV,UNA VICENDA LUNGA 20 ANNI TRA POLEMICHE E INTERRUZIONI
MOLTE LE MANIFESTAZIONI
A FAVORE E CONTRO

SALVINI:"SI FARA'",MA
GRILLO GIURA DI NO


di Luca Berni
(9-12-2018) M5S contro Lega ma non in termini concreti(
foto dal web/Social Grillo).Tutto sotto traccia.Un esempio?Il caso della Tav.Riguarda l'annoso problema della linea ferroviaria Lione-Torino,un progetto che va avanti da 20 anni ma che non è stata realizzata.I motivi sono da ricercarsi sulle decisioni politiche,molte le interruzioni,revisioni e manifestazioni No-tav.Una prima manifestazione,grandiosa a Torino,era per il SI,l'altro giorno per il NO.Attualmente alla Tav lavorano circa 800 persone ma è tutto fermo in attesa delle decisioni del governo.Per Salvini la Tav si farà e lo ha detto a chiare lettere in un incontro con le associazioni degli imprenditori anche se il leader della Lega dice che sta "aspettando il rapporto sui costi".Chi ha idee chiare è Beppe Grillo che non ha dubbi "la Tav non si farà" e pare giurarlo.Insomma:si farà oppure no?Ma Grillo parla a titolo personale? o ha un peso tra i M5S che guidano il governo?


SI MOBILITA LA DIPLOMAZIA DOPO L'ARRESTO DELLA HUAWEI
LA CINA AVVERTE IL CANADA:
LIBERATE SUBITO LA DIRIGENTE

IL CASO POTREBBE AVERE
"GRAVI CONSEGUENZE"


di Lea Dixon
(9-12-2018) La Cina ha preso posizione con forza dopo l'arresto in Canada del direttore finanziario di Huawei Meng Waanzhou(
foto dal web/Social) con l'accusa di aver commesso una frode per violare le sanzioni Usa contro l'Iran.L'arresto della dirigente ha fatto infuriare Pechino che ha inviato una forte condanna all'ambasciatore canadese per una decisione grave e questa azione potrà avere,come scrive il giornale della Cina comunista "People'Daily","gravi conseguenze" e citano comunque una presunta violazione dei diritti umani.Nell'articolo del quotidiano,espressione della leadership cinese,non è stata esplicitata la motivazione della vera e propria violazione mentre si fa largo l'ipotesi di penalizzare il peso della Huawei soprattutto sul suolo americano.Non si sa in che modo la Cina potrebbe rispondere al Canada nel caso la detenzione di Huawei Meng si dovesse prolungare.Spera che ci siano tempi brevi anche se sono pronte le misure di boicottaggio ma anche in questo caso non si sa in che cosa consista.In passato ci fu il boicottaggio con la Corea del sud nel 2016 per aver approvato un sistema antimissile che la Cina non aveva apprezzato o anche il nobel per la pace a Liu Xiaobo nel 2010 questa volta contro la Norvegia e in questo caso la Cina aveva normalizzato i rapporti con quel paese dopo sei anni.L'arresto della dirigente cinese ha ulteriormente alimentato il deterioramento delle relazioni tra Washington e Pechino.


I GILETS JAUNES NON SI FERMERANNO,AUTO IN FIAMME
GUERRIGLIA A PARIGI,700
PERSONE ARRESTATE

MACRON PARLERA' IN TV
SOLO MARTEDI PROSSIMO


di Sonia Thery
(8-12-2018) I gilets jaunes non si fermeranno(
foto dal web/social).Al quarto appuntamento a Parigi la polizia ha fatto le cose in grande,oltre 90 mila si sono presentati sulle piazze per arginare la violenza di tante manifestazioni che hanno tutte lo scopo di bloccare gli aumenti del prezzo dei carburanti ma soprattutto di dare una lezione al governo e tentare di mandare a casa il presidente Macron.La presenza numerosa della polizia non ha però impedito ai giubbotti gialli di mettersi nuovamente in piazza e a Parigi ci sono state le manifestazioni più violente.Prima delle manifestazioni la polizia aveva arrestato oltre 700 persone e ritirato molti oggetti.Ciò forse è bastato per limitare i danni di questo sabato anche se ci sono stati numerosi incidenti e atti di vandalismo.Parigi è tornata ad essere il nuovo campo di battaglia,come le altre tre volte.Il bilancio è importante:1300 arresti,120 feriti di cui 17 in maniera grave.C'è comunque voglia di dialogo.Lo stesso Macron è intenzionato a calmare gli animi e parlerà in tv già a partire da martedi.I giubbotti gialli comunque non hanno intenzione di fermarsi.


UNO STUDIO CANADESE RILEVA TOSSICITA' CHIMICA SUGLI SMARTPHONE
LE PREOCCUPAZIONI DEGLI SCIENZIATI:
IL SUO USO E' ASSOCIATO A NEUROTOSSICITA' E RIDOTTA FERTILITA'


di Luna De Rosa
(7-12-2018) Lo studio degli scienziati canadesi ha sorpreso parecchio e riguarda l'uso dei telefonini tra le donne di età compresa tra i 18 e i 44 anni(foto dal web/Social).L'importante documento è stato pubblicato su "Environment International" nel quale gli scienziati hanno messo in evidenza varie sostanze tossiche che possono essere trovate su smartphone.Queste sostanze chimiche,si legge in questo studio,sono preoccupanti,anche se non confermate in maniera evidente,perchè associate a neurotossicità,problemi alla tiroide e ridotta fertilità.E' il legame,sempre secondo gli studiosi,tra la concentrazione di composti organofosforici sull'elettronica e le concentrazioni presenti sulle mani e nelle urine.E questo è più elevato rispetto ai televisori,pc e dispositivi fissi.Un modo per evitare queste sostanze nocive da parte di adulti e bambini,sarebbe quello di pulirli in maniera adeguata per ridurre le concentrazioni di natura chimica.

LA STORIA DEL RAPPER ACHILLE LAURO MOLTO NOTO TRA I GIOVANI ITALIANI
L'ASCESA DI UN ARTISTA DA "BARABBA MIXTAPE" AD"ACHILLE IDOL IMMORTALE"


di Alessandro Masala
(7-12-2018) Un artista rapper che tra i giovani sta avendo successo specie nella zona esterna romana, si chiama Lauro De Marinis (nato a Roma 11 Luglio 1990), meglio conosciuto dai suoi fans con lo pseudonimo di “Achille Lauro”(
foto dal web/Social).L’artista esordisce con il suo primo lavoro ufficiale “Barabba Mixtape” nel 2012 con l’etichetta Not On Laber per il collettivo romano “Quarto Blocco” di cui il fratello maggiore era già deejay e produttore. Lauro si è sempre distinto come una sorta di “narratore di periferia”, i suoi testi raccontano di strada, di quartiere e della dura situazione che hanno sempre dovuto affrontare lui e gli altri ragazzi come lui.L’artista non ha mai nascosto il fatto che ai tempi di Barabba era in affitto, in un monolocale con solo un materasso. Il cantante rapper ha fame, ha fame di rivalsa e vuole dimostrare a tutti che anche un anatroccolo affamato può diventare il cigno più bello del lago.Voglio ricordare che, quando esce “Barabba Mixtape”, nel 2012 Achille ha solo 22 anni e vuole spaccare il mondo. Due mesi dopo pubblica, sempre per Quarto Blocco, il suo secondo mixtape, “Harvard” dove, descrive le difficoltà di una vita circondato da malavita, droga e spaccio.Quest’ultima forma di vita si confronterà sempre di più nei suoi testi, lasciando intendere tante cose pertinenti della sua adolescenza.I lavori, per la loro originalità, ben presto attraggono l’attenzione di numerosi rapper romani, tra cui il già affermato Noyz Narcos, con il quale il rapper ha modo di confrontarsi, e in seguito di collaborare.Achille, inizia a fare i primi live, con il supporto costante del fratello maggiore e dei ragazzi del Quarto Blocco. L’anatroccolo, però sente qualcosa dentro di se, qualcosa di imprevedibile, nel 2013 viene notato dal colosso del rap Marracash, che gli offre un contratto per la sua etichetta Roccia Music. Questo sarà l’effettivo inizio dell’ascesa di Lauro nella scena italiana, una scena che forse lo ha sempre aspettato e che lo ha accolto a braccia aperte.A febbraio del 2014, proprio nel mezzo di un gelido inverno, viene pubblicato il suo primo disco ufficiale “Achille Idol Immortale”. Il disco può vantare la collaborazione di Gemitaiz, Coez, il già citato Noyz Narcos, Marracash e altri rapper della scena underground romana tra cui anche Rasty Kilo.In questo lavoro, il rapper inizia a notare un particolare attaccamento alla religione presente spesso nei testi. Infatti, ogni traccia presenta alla fine una citazione letta da Lauro, come se stesse leggendo una sorta di “Vangelo della Strada”.“Paragrafo 1,1: Dio disse, non puoi cadere, sei un vincitore. Dal vangelo Secondo… Amen”


FRANCIA,MANIFESTANO ANCHE GLI STUDENTI CONTRO IL GOVERNO
PER SABATO PARIGI "CITTA' FANTASMA",
SUL CAMPO ANCHE I MERCENARI

"ALLARME GOLPE":CHIUSA LA TORRE EIFFEL,MA ANCHE IL LOUVRE,NEGOZI E MUSEI

di Sonia Thery
(6-12-2018) L'appuntamento è per sabato e questa volta i "giubbotti gialli" faranno cose che non hanno fatto nelle precedenti manifestazioni(foto dal web/Social).Fino a questo momento i manifestanti sempre più visibili e più chiassosi hanno chiesto al governo francese l'abolizione degli aumenti del prezzo dei carburanti e una volta ottenuta l'abrogazione continuano a manifestare e adesso l'obiettivo è Macron.Non lo vogliono più presidente della Francia.Lo hanno votato,alla grande,ma non lo vogliono più perchè è dalla parte dei "ricchi" e non fa gli interessi dei deboli e della classe media.I gilets jaunes fanno sul serio e per il quarto appuntamento a Parigi ci "sarà il tutto esaurito" e Parigi diventerà una città fantasma in "preda" alla violenza,quasi una "guerra civile".Il clima potrebbe essere quello del "colpo di stato",una violenza annunciata.Il governo corre ai ripari e annuncia che ci saranno oltre 90 mila poliziotti in "stato di guerra" e molti dicono che ci saranno molti "mercenari" col compito di stroncare ogni azione bellica.La violenza dilagherà e i gioielli della città saranno sotto osservazione.Chiusi dal Louvre alla Torre Eiffel per un'escalation di alta tensione nonostante il governo abbia chiesto massima calma e grande responsabilità.Intanto,però, è esplosa la ribellione degli studenti di tutte le scuole contro la riforma dell'esame di maturità e sulle procedure per l'ingresso all'università.


COPPA ITALIA,IL CAGLIARI
ELIMINA IL CHIEVO

ROSSOBLU' OK,ADESSO
MARAN PENSA ALLA ROMA

GIULINI BLINDA BARELLA E NON E' SODDISFATTO DELLA CLASSIFICA

di Franco Vecchiarecchi
(6-12-2018) E adesso il Cagliari(
foto di Gianfranco Speranza per TERZA PAGINA Il presidente del Cagliari Giulini) dovrà vedersela contro l'Atalanta per gli ottavi della Coppa Italia.I rossoblù hanno meritato questo importante pass dopo aver liquidato,in trasferta,il Chievo per 2 a 1 nella seconda partita tra squadre di serie A ed è lo stesso risultato che i ragazzi di Maran hanno conseguito sempre contro i clivensi in campionato.Da segnalare che la sconfitta dei padroni di casa arriva sotto la gestione di Di Carlo in un incontro che non ha avuto storia grazie al collettivo rossoblù molto robusto e determinato.La prima rete dei cagliaritani arriva dopo pochi minuti con l'azione impeccabile di Faragò su Cerri che non ha problemi,in scivolata,di mettere a segno.Il Cagliari ha diverse occasioni per andare nuovamente in gol,come al 16' sugli sviluppi di un corner ma la rete di Dessena è stata annullata per fuorigioco.E' il Chievo invece che pareggia qualche minuto più tardi con Leris,niente da fare per il portiere del Cagliari il bravo Rafael.E' sempre il Cagliari che prende l'iniziativa e va avanti con azioni coinvolgenti.Il portiere del Chievo è sempre pronto a neutralizzare i tiri dei cagliaritani ed è evidente che è sotto pressione da un collettivo che vuole vincere a tutti i costi.Ci prova,tra diverse azioni significative,al 61' con Farias e Dessena ma è al 68' su corner di Joao Pedro che la palla arriva a Pisacane che non fallisce il raddoppio.Il Chievo vuole riprendersi,sembra impazzito ma non c'è niente da fare.Il Cagliari è stato bravo a vincere ed è stato in gamba ad arrivare fino in fondo,una vittoria che apre agli ottavi.I rossoblù sono ancora in pista per la Coppa Italia e negli ottavi arriva l'Atalanta.Intanto Maran pensa all'incontro di campionato contro la Roma mentre Giulini blinda Barella:"In 14 partite abbiamo conseguito 16 punti" e si dice un pò deluso perchè si aspettava qualcosa di più.Barella,quindi,non cambia maglia a gennaio mentre,dice Giulini,punta a sostituire Castro che sarà fuori per tutto il campionato per il noto incidente che lo costringerà a saltare tutte le partite in programma.


L'ADDIO A GEORGE HW BUSH,L'EX
PRESIDENTE USA MORTO VENERDI SCORSO

PER L'ULTIMO SALUTO TRUMP E' STATO
COSTRETTO A SALUTARE I SUOI
"NEMICI" OBAMA E CLINTON


di Lea Dixon
(5-12-2018) Questa volta Trump ha seppellito l'ascia di guerra e ha mostrato la faccia sorridente e conciliante sedendosi accanto agli altri ultimi presidenti Usa,tutti uniti per il funerale di George Hw Bush(
foto dal web/Social).E' un lutto nazionale per il quarantunesimo presidente della nazione,morto venerdi scorso,e l'avvenimento è tale che non era lecito porre polemiche nè disaccordi.Il fatto comunque era evidente e il clima surreale soprattutto perchè Trump ha sempre mostrato l'altra faccia di grande combattente e di aspro critico nei confronti di Barack Obama,accusato di mentire sul suo stato di nascita,o di Bill Clinton,considerato "predatore sessuale",o ancora di Jimmy Carter,definito,sempre da Trump,il peggiore presidente nella storia del paese dopo Obama.Sta di fatto che adesso per commemorare l'ex presidente Bush padre Trump è stato costretto a sedere accanto agli altri ex presidenti Obama,Clinton e Jimmy Carte i quali,anche loro,si sono mostrati consapevoli di una situazione anomala ma nonostante tutto erano li per "una causa giusta".Niente polemiche per questo lutto nazionale e nessun presidente,di oggi e del passato,almeno quelli ancora in vita,ha disertato l'importante avvenimento.Ultimamente Trump si è mostrato molto in disaccordo con i Bush come del resto successe con il senatore John McCain al quale non partecipò al funerale.Trump si è seduto accanto a Obama e sua moglie e ha rinunciato a stringere la mano a Bill e a Hillary Clinton,la quale ha mostrato indifferenza guardando sempre avanti senza incrociare Trump o la first lady.Chi invece ha voluto in maniera pressante che Trump partecipasse al funerale di George Hw Bush è stato proprio il figlio George Bush,anche lui presidente,il quale in chiesa ha accolto con molta cordialità sia l'attuale presidente che sua moglie.E lo ha invitato al funerale nonostante Trump abbia criticato il suo operato definendolo "bugiardo patologico" per aver detto che in Iraq c'erano armi di distruzione di massa.



STAGIONE CEDAC,LA STELLA DELLA DANZA ELEONORA ABBAGNATO A SASSARI E CAGLIARI
UN "ANGELO SULLE PUNTE" PER RACCONTARE INTENSITA'ED EMOZIONI DELLE EROINE DISEGNATE DA PUCCINI

di Andrea Porcu
(4-12-2018) Etoile dell’Operà di Parigi dal 2013, direttrice del teatro dell’Opera di Roma dal 2015. Una delle stelle più brillanti della danza mondiale. Stiamo parlando di Eleonora Abbagnato, che sarà di scena sabato 8 a Sassari e domenica 9 dicembre a Cagliari, nell’ambito della stagione di balletto promossa dal Cedac.Uno spettacolo che vuole omaggiare la musica classica e uno dei suoi maggiori e illustri compositori: Giacomo Puccini.Eleonora Abbagnato, 40 anni compiuti nel giugno scorso, in questa coreografia realizzata da Julien Lestel, è accompagnata sul palco da venti ballerini. “ Un angelo sulle punte” per ricordare il titolo del suo libro autobiografico, che mette a disposizione del pubblico, intensità, emozioni e anche i drammi che investono le eroine disegnate da Puccini. Chi non conosce la Manon Lescaut, la Tosca, la Boheme, per non parlare di Madame Butterfly.Tutti personaggi che hanno a che fare con difficoltà e sofferenze e soprattutto con tragici destini.Le arie più belle del compositore toscano affidate ad un corpo di ballo, con la stella Abbagnato, che regalano suggestioni e armonie.Insomma uno spettacolo di valore artistico considerevole.La danzatrice palermitana è stata più volte in Sardegna e ha sempre ricevuto, come d’altronde dovunque si sia esibita, consensi e applausi a scena aperta. Ultima partecipazione, nel gennaio scorso al Lirico di Cagliari, per il gran galà della danza.Eleonora Abbagnato, fin da piccola ha ha sempre sognato di fare la ballerina. Dal 1996, appena diplomata, al 2001 ha fatto una veloce carriera fino a diventare la prima ballerina all’ Operà di Parigi.Prima danzatrice italiana s riuscire in questa impresa.A Cagliari, lo spettacolo Puccini, verrà rappresentato alle 16.30 ealle 20.30, nell’Auditorium del Conservatorio in Piazza Porrino.

ESCE UN LIBRO-INTERVISTA
SUI GAY NELLA CHIESA

PAPA FRANCESCO E' PREOCCUPATO
PER IL NUMERO DI PRETI E RELIGIOSI OMOSESSUALI


di Lello Leo Cortes
(3-12-2018) Papa Francesco(
foto dal web/Social) è "preoccupato" per il numero di preti e religiosi omosessuali.Cinque anni fa,agli inizi del suo ponteficato,il Pontefice disse una frase che "mostrava" di capire questa variante del comportamento sessuale:"Chi sono io per giudicarli?" e la posizione ufficiale della Chiesa sull'argomento non è cambiata.Questa tematica è nuovamente contenuta su una lunga intervista che il Papa ha concesso al missionario clarettiano Fernando Prado Ayuso,già pubblicato in dieci paesi.L'autore dice che Papa Francesco non si è tirato indietro e ha affrontato l'argomento con "preoccupazione" soprattutto perchè la sua Chiesa "potrebbe essere invasa dalla moda dell'omosessualità".Il libro di 120 pagine affronta diversi temi che agitano la vita della Chiesa ed è intitolato "Papa Francesco,la forza della vocazione e la vita consacrata oggi".La conversazione è del 9 agosto e fa parte di un volumetto contenente 60 domande.Ecco alcune risposte del Papa:"E 'una realtà che non possiamo negare. Nella vita consacrata non hanno perso parte dei casi. Un religioso mi ha detto che la visita canonica a una delle province della sua congregazione, era stato sorpreso. Vide che c'erano buoni studenti e che persino alcuni religiosi già professi erano gay. Lui stesso dubitava della domanda e mi ha chiesto se c'era qualcosa di sbagliato in esso. "In definitiva, ha detto, non è così grave; è solo un'espressione di affetto. " Questo è un errore Non è solo un'espressione di affetto. Nella vita consacrata e nella vita sacerdotale, quel genere di affetti non ha spazio".


SI TEMEVA UNA RIVOLTA ORA I
MIGRANTI SONO SBARCATI A MALTA
ACCORDO LA VALLETTA-MADRID?SALVINI:"NO IN ITALIA"

di Paolo Pellegrini
(2-12-2018) Spagna e Malta volevano che gli 11 immigrati salvati il 22 novembre nel Mediterraneo centrale venissero portati in Italia.La nave spagnola Nuestra Madre Loreto(
foto dal web/Social I migranti sbarcano a Malta) aveva dato loro una prima assistenza poi si poneva di sbarcarli in un porto sicuro.L'Italia aveva fatto sapere che i porti per loro sarebbero stati chiusi e Salvini aveva precisato che un porto sicuro era sicuramente Malta,porto più vicino e in grado di accoglierli.Dieci giorni in mare mentre Malta non dava nessuna risposta.La svolta nella mattinata di domenica quando si è decisi di far sbarcare i migranti a Malta per la prima assistenza ma il quotidiano "Times of Malta" ha fatto sapere che le persone sbarcate sull'isola saranno portate successivamente in Spagna.Ma la decisione non è sicura perchè il presidente spagnolo Pedro Sanchez aveva detto che si dovevano rispettare le leggi internazionali e di portarli,non in Spagna,ma al porto più sicuro e nelle vicinanze intendendo quindi indicare Malta o l'Italia.E' il solito balletto,sta di fatto che gli 11 migranti attualmente si trovano a La Valletta ma non staranno sull'isola per molto tempo.La vicenda di questi immigrati,uno era stato trasportato dalla nave a Malta per le sue gravi condizioni di salute,si è per il momento conclusa ma non è certa la loro destinazione.



GILET GIALLI,GUERRIGLIA A PARIGI,QUASI 200 FERITI
PARIGI A FERRO E FUOCO,
SCONTRI VIOLENTI E ARRESTI

UN POLIZIOTTO HA
RISCHIATO IL LINCIAGGIO


di Lello Leo Cortes
I gilet gialli a Parigi,ma anche in molte altre importanti città della Francia,sono tornati mettendo a ferro e fuoco l'intera città(
foto dal web/Social) e nelle zone simbolo parigine si sono verificate azioni drammatiche.I video che hanno fatto il giro del mondo raccontano di una manifestazione che mostra i muscoli e va all'attacco non solo della polizia ma anche delle macchine,che distruggono e mettono a fuoco,sfondano e incendiano banche.Alcuni fotografi parigini sul posto dicono di un poliziotto che si è allontanato dal suo gruppo e si è trovato improvvisamente isolato.Tutto è avvenuto in pochi attimi,alcuni manifestanti lo hanno preso ma è sfuggito al linciaggio( video).E' stato un altro sabato di scontri,disordini e violenze.I manifestanti protestano contro il caro-carburante ma ormai lo scontro è con Macron da tutti ritenuto colpevole di una economia che sta colpendo in modo particolare le classi più deboli,aumentando tutto e dando prova di essere un presidente che non sostiene più,come aveva promesso in campagna elettorale,i poveri e la classe media.Le manifestazioni più aspre si sono verificate agli Champs Elysées dove è successo di tutto,incendiando anche un palazzo.Si contano oltre 200 feriti di cui molti poliziotti.Quasi 300 gli arrestati.Macron dall'Argentina,dove si è chiuso il G20,ha detto che saranno puniti severamente i responsabili di questi scontri.Una settimana fa il presidente francese aveva detto che comprendeva la rabbia dei manifestanti e aveva promesso interventi mirati per bloccare queste azioni.La rabbia,invece,sta crescendo e molti manifestanti adesso non si limitano più a protestare per il caro carburante,voglio arrivare alle dimissioni di Macron.




DALLA CARTA STAMPATA AL WEB - TERZA PAGINA è ONLINE - LA PUBBLICITA' INSERITA E' PUBBLICATA GRATUITAMENTE | terzapagina_2006@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu