TERZA PAGINA


Vai ai contenuti

LE NOTIZIE DI APRILE 2019

"S.EFISIO",IL LIBRO DI ENNIO
PORCEDDU E AUGUSTO MACCIONI

IL SANTO PIU' AMATO DEI SARDI
CHE SCONFISSE LA PESTE NEL 1652


(29-4-2019) Il libro "Sant'Efisio" di Ennio Porceddu e Augusto Maccioni è un testo utile in occasione della ricorrenza del prossimo 1^ maggio quando Cagliari ricorderà il Santo più amato dei cagliaritani che pose fine alla peste del 1652."Ecco perché il 1 Maggio Cagliari- scrivono gli autori- si veste a festa per il suo Santo e per le vie del suo passaggio,dalla chiesetta storica di Stampace fino al Municipio in via Roma per poi proseguire nel luogo del martirio di Nora,c'è gioia e grande partecipazione come di un figlio che ritorna dopo tanto tempo e dopo che si pensava disperso. S.Efisio è tornato,ritorna ogni anno anzi è sempre con noi ma è significativo rivederlo tra due ali di folla trascorrere momenti felici con i suoi cittadini".Per prenotare il libro scrivere a : terzapagina_2006@libero.it.



LA COPERTINA DEL GIORNALE SPAGNOLO "ABC" DENUNCIA IL FALLIMENTO DEL REGIME
"CATASTROFE UMANITARIA",IL VENEZUELA E' ROVINATO ECONOMICAMENTE
MALNUTRIZIONE DI MASSA,
VIOLENZA NELLE STRADE E FAME


di Lello Leo Cortes
(27-4-2019) Si parla tanto dello Yemen e di tanti altri paesi prossimi alla catastrofe umanitaria e non vediamo che anche il Venezuela sta attraversando una crisi tra le peggiori da 30 anni a questa parte.Distruzione,violenza,fame e morte.E' la Venezuela di oggi,quella di Chavez,prima,e di Maduro adesso che il dittatore ha trasformato in un paese profondamente povero,senza medicine e cibo,ma anche senza lavoro nonostante la ricchezza del petrolio.La copertina del giornale spagnolo ABC(
foto)documenta una situazione drammatica.Nell'editoriale si dice che "Il Venezuela è una nazione distrutta dal suo stesso regime politico,rovinata economicamente,socialmente e istituzionalmente".Le immagini che il giornale spagnolo pubblica raccontano una cruda realtà e rappresentano una testimonianza forte:malnutrizione di massa,violenza nelle strade,fame esponenziale che ha colpito anche il ceto medio.Manca l'acqua e l'elettricità.Con queste immagini,dice il giornale,non è possibile difendere l'operato di Maduro,nè il suo predecessore che hanno determinato e causato questa catastrofe umanitaria.Bisogna salvare il Venezuela e bisogna fare in fretta per ridare speranza e voglia di vivere alla popolazione.


TEATRO,PER LA PRIMA VOLTA IN SARDEGNA LA COMPAGNIA DELLA FORTEZZA FONDATA DA ARMANDO PUNZO NEL CARCERE DI VOLTERRA
GLI ATTORI DETENUTI IN SCENA
CON “ BEATITUDO” TRA REALTA'
E ARTE,ALLA RICERCA DELLA VITA


di Andrea Porcu
(27-4-2019) E’ l’ultimo appuntamento della stagione teatrale, promossa dal Cedac, al teatro Massimo di Cagliari. Per la prima volta in Sardegna si esibisce la compagnia della Fortezza(
foto dal web/Social), con gli attori-detenuti del carcere di Volterra.Fondatore e direttore artistico Armando Punzo, che per la sua opera sociale è stato insignito di diversi premi, tra i quali il Sigillo di Ateneo,massima onoreficenza dell’Università di Urbino,e della medaglia del Presidente della Repubblica, per il trentennale della Compagnia nel 2018.A Cagliari dal 24 al 28 aprile, viene messo in scena lo spettacolo “ Beatitudo”, incentrato sulla ricerca della felicità, ispirato liberamente all’opera dello scrittore argentino Jorge Luis Borges.Un autore da sempre impegnato nella realtà, svelando come questa sia solo una delle possibilità, accanto alla fantasia e all’illusione. Si tratta di una piece visionaria, che attraversa vita e teatro, limiti e ignoto. Un teatro sociale, sinonimo di luogo di libertà. “ Dobbiamo guardare dove gli altri non guardano – sottolinea il drammaturgoe regista Armando Punzo – definendo la sua esperienza nel carcere di Volterra, come “ una utopia realizzata, una esperienza unica che non si esaurisce nel recupero delle persone recluse, ma va oltre”.Il teatro diventa,quindi,occasione straordinaria, per guardare oltre la quotidianità. Con questo percorso, Punzo è riuscito a conquistare la fiducia della polizia penitenziaria e dei reclusi nel carcere della cittadina toscana, uno dei più duri d’Italia, fino a farlo diventare un istituto modello. Tutti gli spettacoli cominciano alle 20.30 mentre domenica la replica è prevista alle 19. Durata circa un'ora e 40 minuti.


I FRANCESI FANNO LA GUERRA
COL GENERALE HAFTAR

MACRON VUOLE DESTABILIZZARE LA LIBIA,IL PREMIER CONTE CHIEDE IL CESSATE IL FUOCO E "STA CON I LIBICI"

di Giovanni Picchi
(26-4-2019) Mentre la Francia sa con chi stare in Libia,l'Italia,come dice il premier Conte,"sta con i libici".Se la situazione si riduce a slogan e a battute,per l'Italia,per Macron(foto dal web/Social) è qualcosa di più e si indirizza apertamente con le forze del generale Khalifa Haftar che da settimane sta avanzando verso Tripoli per rovesciare il governo riconosciuto di Fayez al-Sarraj.A confermare notizie di stampa c'è la nave della "Marine nationale" che,secondo i bene informati,sta scaricando materiale bellico.Ufficialmente è nel porto di Ras Lanuf per uno "scalo tecnico" ma a Tripoli non hanno dubbi,dietro al generale Haftar c'è la mano e i servizi segreti di Macron.Conte non vuole piazzare le sue carte e stando a Pechino,per un cinconttro bilateriale con il presidente Xi Jinping, dice che la posizione dell'Italia non è con l'opzione militare ma con una soluzione politica.Chiede un cessate il fuoco immediato per poter affrontare ad un tavolo con tutte le parti "la soluzione più giusta a favore del popolo libico che sta soffrendo da troppo tempo".


SONDAGGI PER LE EUROPEE E POLITICHE,
EFFETTO ZINGARETTI NON C'E'

LA LEGA PRIMO PARTITO
(33%),5S 23% E PD 22,6%

IN CRESCITA FORZA ITALIA
E FRATELLI D'ITALIA


di Luca Berni
(25-4-2019) La differenza la farà sicuramente l'astensionismo.Due situazioni diverse nei sondaggi per le europee e per le eventuali politiche.La Lega di Salvini è ancora il primo partito(31,3%),anche se in calo,guadagna un pochino il Movimento 5 Stelle di Di Maio(23,%) mentre il Pd(22,6%) è ancora dietro e l'effetto Zingaretti non decolla.Secondo un sondaggio Emg Acqua di Agorà i Pentastellati e i Dem guadagnano alle politiche mentre i 5S perdono consensi alle Europee.La situazione è comunque in movimento anche se la Lega è sempre al primo posto su tutti i sondaggi.Buono anche il risultato di Forza Italia,in crescita,che raggiunge il 10,2% mentre Fratelli d'Italia è al 5,4.Secondo Demopolis per le Politiche,la Lega è al 31%,perde 1,5% in un mese,i 5S al 23,5% mentre il Pd è al 20%.Se per le politiche l'astensione dovrebbe essere,sempre secondo Demopolis,intorno al 70% per le europee la stima dovrebbe essere al 62%.


TUTTO E' PRONTO PER LA NASCITA DEL PRINCIPINO DI MEGHAN E HARRY
ENTUSIASMO ALLE STELLE
PER IL BAMBINO REALE

LA REGINA SARA' LA PRIMA A
SAPERE DELLA SUA NASCITA


di Peter Moore
(25-4-2019) C'è fermento nel Regno Unito per la nascita del primogenito reale di Meghan Markle e il principe Harry.L'entusiasmo è alle stelle perchè da un giorno all'altro è previsto il lieto annuncio e la casa reale è impegnata per il rituale previsto per la grande occasione(
foto dal web/Social).I giornali,le tv e i settimanali sono interamente dedicati all'avvenimento che il duca e la duchessa di Sussex vogliono mantenere strettamente privato anche se la nascita del principino sicuramente sarà a portata del grande pubblico e della stampa mondiale.In un comunicato i duchi "non vedono l'ora di condividere le notizie entusiasmanti con tutti una voltaa che avranno avuto l'opportunità di festeggiare in privato come una nuova famiglia".Secondo il rituale e l'usanza regale sarà comunque la regina la prima a sapere della nascita del principino,anche prima di sua madre,e ad essere informata delle notizie gioiose.Le procedure da seguire saranno ferree:il monarca sarà chiamato su una linea criptata prima che la notizia della nascita del primogenito di Meghan Markle e il principe Harry venga detto ad altre persone e prima anche della madre di Meghan,Doria Ragland.Subito dopo ci sarà la pubblicazione del lieto annuncio sul sito web della Royal e trasmesso ai media.Da alcuni anni,invece,le nascite reali erano state annunciate,contro l'usanza e il protocollo di Buckingham Palace,prima sui social media e poi sul sito web ufficiale.



GRANDI MANIFESTAZIONI IN
TUTTA ITALIA PER IL 25 APRILE

IN SARDEGNA LA FESTA DELLA LIBERAZIONE SARA' RICORDATA CON CORTEI A CAGLIARI,SASSARI E NUORO

di Gennaro Andrea
(24-4-2019) A 74 anni di distanza dalla fine della dittatura e la riconquistata libertà,anche la Sardegna celebra la ricorrenza del 25 aprile(
foto dal web/Social).L'evento,che ha segnato la liberazione del nostro paese dal nazifascismo,ha un significato particolare,storico mentre infuria lo scontro sulle celebrazioni con la tensione nel governo con le posizioni portate avanti fra Lega e 5 Stelle se celebrarlo o no.E' una ricorrenza doverosa che ci pone di fronte a un lungo periodo di pace dopo la fine di un periodo terribile segnato dal sacrificio di quanti sono caduti per renderlo possibile.Le manifestazioni più importanti si svolgeranno a Roma,con la partecipazione del presidente della Repubblica Mattarella,e a Milano e in Sardegna ci saranno cortei soprattutto a Cagliari,Sassari e Nuoro.Nel capoluogo sardo il tradizionale corteo partirà da via Alghero e al Paarco delle Rimembranze verrà depositata una corona d'alloro in ricordo dei caduti.La sfilata andrà avanti per le vie della città fino al palco di piazza del Carmine dove ci saranno gli interventi di rappresentanti dell'Anpi e studenti.A Sassari la cerimonia sarà aperta da Caterina Mura,presidente provinciale dell'Anpi, e da Alessandro Cossu giovane studente che ha partecipato al progetto dell'Arci "Viaggi della Memoria. Promemoria_Auschwitz".A Nuoro solenne cerimonia al Sacrario militare del Cimitero Comunale.


LE RELIQUIE DI SANTA BERNADETTE DI LOURDES DA FINE APRILE IN ITALIA
LE SPOGLIE SARANNO
ESPOSTE IN 33 DIOCESI

A CAGLIARI L'URNA SARA'
PRESENTE DAL 17 LUGLIO


(24-4-2019) Fino ad agosto le spoglie di Santa Bernadette Soubirous(foto dal web/Social)arriveranno in Italia e saranno esposte in 33 diocesi.Una bella notizia che arriva a 175 anni dalla sua nascita e ai 140 dalla sua morte.Le reliquie della veggente inizierano un percorso di tutto rispetto ad iniziare da Alessandria dove il frammento sacro sarà visibile nel santuario delle Suore immacolatine pronte per la devozione dei fedeli.L'urna,contenente una costola della santa,arriverà anche a Napoli(11-14 giugno),a Palermo(4-7 luglio) ma anche a Cagliari dal 17 al 20 luglio.Nel capoluogo sardo saranno previste processioni e messe,rosari e adorazioni eucaristiche.

TEMPO DI VACANZE,TEMPO DI RINCARI:ATTENZIONE AI CARBURANTI
BENZINA E DIESEL,PREZZI ALLE STELLE
"OLTRE 2 EURO IN AUTOSTRADA"
LA MELONI:"MA LE ACCISE NON DOVEVANO ESSERE CANCELLATE SUBITO?"

di Francesco Corrias
(24-4-2019) L'allarme è del Codacons che in una nota fa sapere che c'è la corsa dell'aumento dei carburanti.Le compagnie petrolifere nelle ultime ore hanno ritoccato al rialzo i listini di benzina e gasolio alla pompa,ciò significa che per un pieno di gasolio si dovrà pagare circa 5,5 euro in più rispetto ad aprile 2018 mentre per la benzina il rincaro è di 4 euro.Per il doppio ponte del 25 aprile/1° maggio è una sorpresa inaspettata e per milioni di italiani in viaggio verso le proprie mete di vacanza è un salasso dovuto al rialzo delle quotazioni del greggio,che sulle autostrade potrebbero volare anche a 2 euro al litro per la benzina,a causa dell'inasprimento delle sanzioni degli Stati Uniti all'Iran e le tensioni ancora in corso in Libia.Siamo comunque alle solite,cambiano i governi e nulla cambia per gli aumenti dei carburanti che crescono puntualmente soprattutto durante le vacanze.Si calcola che per gli italiani per questo doppio ponte dovranno mettere in conto una stangata sostanziosa pari a complessivi 110 milioni di euro.Questo significa inoltre,come dice il presidente Carlo Rienzi del Codacons,"un aggravio di spesa che avrà nei prossimi giorni effetti pesanti per le tasche dei cittadini".E in un post su facebook.com Giorgia Meloni scrive:"Incredibile: arriva un altro salasso per una delle categorie più vessate al mondo, l’automobilista italiano. Ma le accise non dovevano essere cancellate al primo consiglio dei ministri?"


SI INSEDIANO LE COMMISSIONI MA LA GIUNTA E' ANCORA INCOMPLETA
A DUE MESI DALLE ELEZIONI,LA SARDEGNA E' SENZA GOVERNO
"TUTTO SOTTO CONTROLLO",MANCA ANCORA L'ASSESSORE DONNA

di Luca Berni
(23-4-2019) Ci sono le sei Commissioni permanenti del Consiglio regionale della Sardegna,non ci sono invece ancora i nomi dei restanti sette assessori per completare la Giunta.A distanza di due mesi la composizione dell'esecutivo è incompleto e i giorni di riflessione per Pasqua non sono serviti al presidente Christian Solinas(
foto dal web/Social) per dare la spallata definitiva a incomprensioni e a prese di posizione da parte dei partiti.E' un rebus che potrebbe preoccupare anche se il presidente sardista per il momento fila dritto convinto che prima o poi si troverà una soluzione.Sul tappeto mancano gli assessori donne,ma anche specifiche copetenze e equilibrio politico territoriale.Se al momento le caselle territoriali di Cagliari e del Medio Campidano sono soddisfatti,con qualche mugugno,rimangono da completare le rimanenti zone sarde scoperte come la Gallura e il Sulcis,ma anche il Nuorese,Oristanese l'Ogliastra e il Sassarese.E' una regola che deve essere rispettata anche se più passa il tempo e più problemi potrebbero nascere perchè un assetto definitivo che vada bene a tutti i partiti non c'è e non può esistere al 100%.Si cercherà di fare meno danni possibile con la speranza di soddisfare l'elettorato dei partiti.Se da un lato tutto potrebbe essere pacifico per diversi assessorati,si fa per dire,per altri invece c'è ancora molto da fare.Le deleghe da assegnare,quindi,sono sette e potrebbero essere senza problemi Quirico Sanna all'Urbanistica in quota sardista,Andrea Biancareddu,Udc,dovrebbe andare alla Cultura,agli Affari generali è pronto il leghista Giorgio Todde,due nomi per l'assessorato ai Lavori Pubblici in quota Riformatori Roberto Frongia,del Sulcis,e Pietrino Fois,algherese.Rebus per l'Agricoltura,dove si faceva strada Daria Inzaina della Lega competente in materia ma con un curricula insoddisfacente e con titolo di studio che non va oltre la terza media.Potrebbe rappresentare un problema anche se da più parti si chiede competenza e su questo versante la Inzaina potrebbe avere le carte in regola.C'è poi un altro nodo da sciogliere ed è l'Industria che dovrebbe essere destinato al Misto e ex Sardegna 20Venti in accordo con Sardegna Civica e Fortza Paris in questo caso si fanno diversi nomi.Per i Trasporti ha deciso il presidente Christian Solinas:dovrebbe essere Gabriella Massidda attuale direttrice generale dell'Assessorato appunto ai Trasporti.


SRI LANKA SI FERMA PER RICORDARE
LA CARNEFICINA DI PASQUA
L'ISIS RIVENDICA IL MASSACRO,
ALMENO 35O MORTI(45 BAMBINI)

"ATTENTATI VENDETTA PER STRAGI
NELLE MOSCHEE IN NUOVA ZELANDA"


di Lea Dixon
(23-4-2019) E' arrivata la rivendicazione degli attentati di Pasqua nello Sri Lanka.Attraverso la sua agenzia di propaganda Amaq lo Stato Islamico si è assunta la responsabilità del massacro di domenica scorsa,inneggiando agli attentati senza fornire il suo coinvolgimento diretto che si è verificato con una catena di esplosioni in tre chiese e in quattro alberghi di lusso.Le caratteristiche e il modus operandi è tipico dell'Isis anche se fino a martedi non era stata diramata nessuna responsabilità da parte dell'organizzazione criminale.Secondo il governo del Paese sarebbero sette gli attentatori suicidi coinvolti negli attacchi.Secondo il ministro della Difesa la carneficina dell'Isis è stata "compiuta come ritorsione dopo la strage delle moschee dello scorso marzo in Nuova Zelanda".Sono almeno 321 i morti della strage di Pasqua anche se il bilancio è di gran lunga superiore,di cui 45 bambini, e oltre 500 i feriti.Sono cominciati i primi funerali di massa delle vittime(
foto dal web/Social) e la situazione appare molto confusa e in fase di decifrazione.Il governo ha introdotto il coprifuoco dalle 8 di sera fino alle 4 del mattino con uno stato di emergenza che da alla polizia il potere di arrestare e interrogare i sospettati senza l'ordine del tribunale.Bloccati i social network,in silenzio quindi Instagram,Facebook e WhatsApp.Gli attacchi sanguinosi hanno messo in evidenza l'estremismo islamico anche la dove il terrorismo non era atteso,in un paese segnato da tensioni e guerre civili che in quasi 7 lustri hanno messo a dura prova la crescita e lo sviluppo della nazione.Lo Sri Lanka ha una popolazione di quasi 22 milioni di abitanti per lo più buddista.I musulmani sono al 10% e i cristiani al 7%.Ultimamente il paese è servito come appoggio e trasferimento di jihadisti in Siria e in Iraq,di combattenti terroristici stranieri.E' probabile che questi radicalizzati stiano tornando nei propri paesi e abbiano dato prova di forza e di esistenza con atti che hanno portato ai massacri di Pasqua.Ed è forse questo islamismo violento ad essere stato una minaccia per lo Sri Lanka dove,secondo alcuni analisti,si trovano individui e organizzazioni che hanno a che fare con l'Isis pronti a destabilizzare il paese posto in una situazione geografica eccellente tra l'Oriente e l'Occidente.La polizia srilankese è impegnata a limitare i danni e ha individuare le varie organizzazioni di morte,anche se non vuole dare molta importanza agli attentati e alle minacce terroristiche che metterebbero in ginocchio il turismo,sempre più crescente nel paese.Forse per questo motivo che l'allarme lanciato dagli 007 americani su probabili attentati jihadisti nel paese per il giorno di Pasqua è stato sottovalutato e non è stato condiviso con un'azione preventiva.


SARDEGNA,NON SARA' UNA PASQUA ALL'INSEGNA DEL TUTTO ESAURITO
NELL'ISOLA CROLLA LA PRESENZA INTERNAZIONALE,PESA IL CAOS TRASPORTI E LE ALTRE METE DELL'ORIENTE

di Lello Leo Cortes
(20-4-2019) Non sarà una Pasqua all'insegna del tutto esaurito in Sardegna.C'è un clima di incertezza anche se il piatto a disposizione è quanto meno invitante per una serie di ponticelli che in molti casi porteranno le vacanze fino al 28 aprile(
foto dal web/Social La spiaggia di Chia di Domus de Maria-CA-).Non aiuta quindi la situazione dei trasporti da e per la Sardegna e il caos non è stato per niente risolto a Olbia dove continua il braccio di ferro tra Alitalia e Air Italy mentre situazione più rosea a Cagliari dove nell'aeroporto di Elmas si stima una crescita considerevole rispetto all'anno scorso.Nello scalo cagliaritano si è passati da 51.111 passeggeri a 63 mila e c'è la possibilità che questa crescita continui anche per la stagione estiva.In effetti la Pasqua è l'inizio effettivo del flusso turistico in vista di appuntamenti trainanti per i turisti che ogni anno affollano la nostra isola.La settimana santa è considerato un momento significativo per l'arrivo dei turisti che continueranno per gli altri appuntamenti come S.Efisio,tra il 1° e il 4 maggio a Cagliari,o la festa di S.Antioco,tra il 4 e il 6 maggio,o anche la Cavalcata Sarda,a Sassari tra il 17 e il 19 maggio,alcuni momenti religiosi che sposano programmi culturali,folcloristici con le vive tradizioni del territorio.Mentre tutto è pronto per l'offerta turistica un pò meno la situazione generale dei trasporti con una continuità territoriale sempre in agenda e mai compiuta.Gli alberghi hanno aperto in vista della Pasqua,non tutti,e sperano di raggiungere cifre importanti anche se c'è il crollo del mercato estero che non sempre è compensato dall'arrivo degli italiani.Ultima annotazione di grande importanza.Riaprono i flussi turistici per il nord Africa,Spagna e medio Oriente.Per la Sardegna,per il momento solo briciole a meno che la nuova Giunta regionale non risolva il problema non da poco che va avanti da parecchio tempo e comunque da 20 anni a questa parte.



SOLITA STORIA:9 ALGERINI
SOCCORSI E PORTATI IN SARDEGNA

CON UN BARCHINO I MIGRANTI,
CON DUE MINORI,HANNO AFFRONTATO IL MARE IN TEMPESTA REMANDO FINO A CAPO TEULADA


di Marco Giovine
(18-4-2019) Continuano ad arrivare alla spicciolata in Sardegna.L'ultimo barchino(
foto dal web/Social) con 9 migranti a bordo è stato avvistato mercoledi alle 21,30 a circa 55 miglia a sud di Capo Teulada.Alle ore 2 di giovedi 18 aprile la nave di Frontex e un pattugiatore veloce dei finanzieri ha provveduto alle operazioni di salvataggio,sbarco e identificazione.Ci sono anche due minori.Da una prima ricostruzione sembrerebbe che il barchino abbia compiuto l'intera traversata dall'Algeria fino a quando sono stati salvati nel mare di Sardegna a forza di braccia.Nessuno,naturalmente,ci crede.E' molto difficile che un barchino in legno abbia compiuto un'impresa del genere con un mare molto agitato.E' invece sicuramente reale il fatto che i migranti siano stati avvantaggiati da una imbarcazione a motore più grande e portati in prossimità delle coste sarde.E' sempre la solita storia con protagonisti migranti algerini.Gli investigatori stanno facendo tutte le verifiche del caso,cercando di individuare gli scafisti e il percorso solito usato degli algerini per arrivare nell'isola.I migranti sono stti accompagnati al Centro di Prima accoglienza di Monastir.



NOTRE-DAME DE PARIS,SALVATE
200 MILA API DELLA CATTEDRALE

SI PENSAVANO BRUCIATE,POI LA BUONA NOTIZIA:"LE API DEL TETTO SONO AL SICURO"

di Carla Peis
(18-4-2019) Le api degli alveari della Cattedrale di Notre-Dame sono state salvate.Si pensava che le fiamme che hanno distrutto parte dell'edificio avessero colpito in maniera irreversibile le api,invece l'apicoltore che si è sempre occupato degli alveari di Notre-Dame(foto dal web/Social) ha dato una buona notizia.Non sono state bruciate,le api sono ancora vive.La conferma era stata data dalle immagini satellitari e nella mattinata di giovedi 18 intorno alle ore 11 la certezza:le api sono uscite durante l'incendio e sono rientrate.Le circa 200 mila api,che occupavano una zona protetta sulla sagrestia adiacente alla cattedrale,al primo segno di fumo hanno salvato il miele e protetto la loro regina.Gli esperti dicono che queste api europee non rinunciano facilmente al loro alveare e sicuramente torneranno nella loro casa presto.Ogni alveare nell'edificio produce in media 25 chili di miele all'anno ed è venduto con successo dallo staff che li ha protetti dal 2013.Il miele è molto richiesto in tutto il mondo.Subito dopo l'incendio molti,in Europa ma anche negli Stati Unii fino al Giappone,si sono preoccupati perchè pensavano che le fiamme nella Cattedrale avessero ucciso le api.Poi quando si è saputo che sono ancora vive tutti sono rimasti felici.


DIVERSI SCENARI DOPO LA SCONFITTA DELLA JUVENTUS SULL'AJAX
INCUBO BIANCONERO,IN BORSA IL TITOLO BRUCIA 300 MILIONI
RUMORS,RONALDO E ALLEGRI POTREBBERO ABBANDONARE LA SQUADRA

di Franco Vecchiarecchi
(17-4-2019) Adesso che ha perso la Champions League la Juventus fa autocritica e l'allenatore bianconero Massimiliano Allegri ha commentato la sconfitta per 1 a 2 contro l'Ajax nell'unico modo possibile:"Potevamo far meglio" e loro "hanno meritato la vittoria".Detto questo c'è l'immagine del crollo imprevisto di una squadra lanciatissima per il campionato italiano ma anche sul fronte internazionale.Ha perso e ha innescato un doppio incubo.La sconfitta ha avuto subito un riscontro pesantissimo in Borsa col titolo bianconero che è stato il terzo più scambiato dopo Intesa e Unicredit e ha chiuso con un ribasso del 17,63%,bruciando 300 milioni di capitalizzazione.La squadra potrebbe anche perdere il grande Cristiano Ronaldo(foto dal web/Social) arrivato a Torino per vincere la Champions ma lui non ha fatto il miracolo.L'aspettativa era di tutti ma adesso c'è molta delusione.Ronaldo potrebbe lasciare la Juve ma nel futuro della Juve c'è un altro allenatore.Molti esperti infatti dicono che Allegri è arrivato al capolinea e molti auspicano un altro allenatore per le prossime sfide,di campionato e a livello internazionale.


NOTRE-DAME,LA CATTEDRALE
NON ERA ASSICURATA

DOPO L'INCENDIO SI LITIGA
SULLA RICOSTRUZIONE

"NUOVA GUGLIA ADATTA ALLE
SFIDE DEL NOSTRO TEMPO"


di Paolo Pellegrini
(17-4-2019) Inizia a parole la ricostruzione della Cattedrale di Notre-Dame,che non era assicurata, e divampano le dispute sulle cose da fare:sarà la copia della Cattedrale prima dell'incendio o sarà più modernizzata?E c'è già una competizione internazionale per ricostruire la guglia(foto dal web/Social) di Notre-Dame incenerita dal rogo martedi scorso.Comunque sia sarà un obiettivo ambizioso che metterà a dura prova ingegneri,tecnici e le migliori società di architettura.Non si sa se sarà un lavoro esclusivamente francese,di idee e di esecuzione,o se potrà riguardare competenze internazionali.Si pensa subito alla guglia che sarà adattato alle tecniche e alle sfide del nostro tempo ma anche in questo caso c'è la disputa se la ricostruzione della guglia debba essere identica a quella progettata dall'architetto Eugène Viollet-le-Duc nel XIX secolo o se si debba costruire una nuova guglia più modernizzata come preferirebbe il presidente Macron.Sono state comunque salvate,prima del crollo dell'-ago-,le 16 statue realizzate in rame verde e raffiguranti i dodici apostoli e i 4 evangelisti,rimosse una settima prima del rogo per essere restaurate.La guglia è alta 93 metri e pesa almeno 750 tonnellate e questo altro simbolo,molto caratteristico della Cattedrale,è stato incenerito e l'immagine terrificante del crollo ha contribuito a creare un senso di angoscia e smarrimento nei parigini e in numerosi turisti che hanno ripreso sul posto le fasi incredibili della distruzione.


A FUOCO LA CATTEDRALE NOTRE-DAME,CROLLATI TETTO E GUGLIE
DEVASTATO L'EDIFICIO-SIMBOLO
DELLA STORIA DELL'UMANITA'

UN VIGILE DEL FUOCO FERITO,IL
PORTAVOCE:"NON RESTERA' NULLA"


di Carlo Imbesi
(15-4-2019) Prima è crollata la guglia della cattedrale poi in pochissimo tempo il fuoco ha invaso la parte superiore di Notre-Dame de Paris(foto dal web/Social),un disastro che sta tenendo in sospeso la Francia e tutto il mondo.Le immagini che arrivano in diretta dalle 18,50 mostra l'incendio che ha completamente distrutto il tetto della Cattedrale a una settimana che precede la Pasqua.Le fiamme sono divampate a seguito della manutenzione della Cattedrale iniziata un anno fa e che doveva andare avanti fino al 2022 e sono state subito immortalate dai presenti e da numerosi turisti che hanno subito documentato l'orrore del disastro.La disperazione è di tutti,increduli e sgomenti per il devastante incendio avvenuto non si sa come e che ha messo in ginocchio il simbolo della Francia ma soprattutto un monumento storico-cristiano che appartiene all'umanità."Sta bruciando tutto,non resterà nulla" ha detto un portavoce di Notre-Dame e in effetti l'incendio è stato subito di grandi proporzioni e non sembra facilmente domabile e a distanza di qualche ora continuava a divampare con forza.Non ci sono feriti,solo un vigile del fuoco intrappolato tra le fiamme e subito portato in ospedale.Chi stava lavorando accortosi dell'incendio ha cercato subito di salvare gli oggetti preziosi mettendoli in sicurezza,una corsa contro il tempo perchè le fiamme prendevano vigore e distruggevano tutto.Impegnati nell'immenso rogo oltre 400 vigili del fuoco,vengono utilizzati anche elicotteri ma si evita di gettare acqua sulle fiamme perchè c'è il rischio di peggiorare la situazione.Le oltre 500 tonnellate di legno e i 250 tonnellati di piombo sono andate distrutte.L'intera zona dell'Ile-de-la-Cité,dove sorge la Cattedrale,è stata subito isolata.La scena è da crepacuore e oggi ci sentiamo molto vicini ai francesi ma siamo tutti impegnati a guardare un simbolo che appartiene a ognuno di noi,immagini che spezzano il cuore.Ci vorranno anni per restituire questo simbolo della cristianità.I più ottimisti dicono che ci sarà una corsa contro il tempo per ricostruire quanto è stato distrutto ma c'è chi dice che la Cattedrale non sarà più la stessa.Per il momento le fiamme ci toccano il cuore e vogliamo fare qualcosa subito ma ci scopriamo impotenti perchè non riusciamo a capire la reale situazione.

MARTEDI IN CONSIGLIO LA NOMINA
DEI SETTE ASSESSORI MANCANTI?
ULTIME TRATTATIVE PER LA GIUNTA,
DUBBI PER INDUSTRIA E TRASPORTI

NESSUN PARTITO VUOLE
NOMINARE UN ASSESSORE DONNA


di Luca Berni
(14-4-2019) Nulla è ancora deciso o forse tutto è deciso sta di fatto che la Giunta sarda ancora non è al completo.Ancora 24 ore per chiudere la pratica poi martedi in Consiglio regionale (forse) si eleggeranno i 7 assessori mancanti.Si tratta per chiudere il cerchio ma sembra che i problemi ancora da definire riguardano in modo particolare le caselle Industria e Trasporti.Christian Solinas(
foto dal web/Social) è a Roma per incontri istituzionali e potrebbe tornare dalla capitale con una soluzione da condividere con i partiti della coalizione.Dallo scorso 4 aprile,quando furono eletti 5 assessori,le cose sono cambiate come la protesta dei piccoli partiti obbligati a indicare una donna ma anche la mancata rappresentanza delle province sarde che per molti versi crea difficoltà e pone molti problemi.La nomina di un assessore donna potrebbe fare saltare nuovamente il banco.Non lo ha fatto il Psd'Az che ha nominato Gianni Chessa assessore al Turismo e potrebbe nominare all'Urbanistica l'avvocato Quirico Sanna e sembra che non lo vogliano fare neanche gli altri partiti,nell'incertezza neanche Sardegna 20Venti va oltre e vorrebbe piazzare il suo fondatore Stefano Tunis all'Industria.Solinas comunque non ha fretta e vuole che si torni a un clima di serenità e si abbandoni la rissa politica che non giova a nessuno.Una cosa è comunque certa,Solinas non può ancora permettersi di perdere ancora tempo.



VERSO IL TERZO VERTICE
TRA TRUMP E KIM JONG-UN

DOPO IL FALLIMENTO DI HANOI E SINGAPORE I DUE LEADER CI RIPROVANO "PER LA RICCHEZZA DI KIM"

di Lea Dixon
(13-4-2019) A breve ci potrebbe essere un altro incontro Trump-Kim Jong-un(
foto dal web/Social).Entrambi leader sono interessati ad un altro vertice e questa volta ci potrebbero essere risultati concreti sempre che ci siano condizioni giuste per affrontare i vari temi compreso,da parte del dittatore nordcoreano,l'abbandono dei suoi programmi nucleari e missilistici.L'idea è partita dal presidente degli Stati Uniti subito accolta da Kim ma a certe condizioni.Kim e Trump si sono incontrati due volte,ad Hanoi e Singapore,ma non hanno trovato l'accordo tanto che le sanzioni Usa sono rimaste e la Corea del Nord non ha abbandonato i suoi programmi nucleari.Kim vorrebbe un impegno preciso da parte di Trump che tenga conto anche della situazione della Corea del Nord.Kim è arrivato a dire che il presidente americano si era presentato ad Hanoi con "piani completamente irrealizzabili" cosa che non risolverà mai i problemi tra i due paesi.Si va comunque verso un terzo vertice che Trump promuove per il bene della Corea del Nord che potrebbe ottenere,siglando l'accordo con gli Stati Uniti,crescita straordinaria e successo economico oltre che "ricchezza sotto la guida del presidente Kim".



DANZA,ULTIMO APPUNTAMENTO DELLA
STAGIONE CON IL BALLETTO
PER IL CIRCUITO CEDAC

A SASSARI E CAGLIARI IN SCENA LA “ CARMEN.MAQUIA” PER LA COREOGRAFIA DI GUSTAVO RAMIREZ

di Andrea Porcu
(13-4-2019) E’ tutta spagnola la chiusura della stagione della danza promossa dal Cedac. Venerdi a Sassari, teatro comunale alle 21, sabato alle 20.30 e domenica alle 16.30, all’auditorium del conservatorio in Piazza Porrino a Cagliari.Tre spettacoli per ammirare da vicino la bellezza e l’armonia del balletto ispirato dalle due opere di Picasso dedicate alla Carmen di Merimee(
foto dal web/Social).E’ una versione contemporanea, e molto elegante, della famosa storia della bella e sensuale Carmen, che usa tutto il suo fascino per manipolare gli uomini e ottenere quello che vuole.Il titolo dell’opera Carmen.maquia prende spunto dal racconto che lo stesso Picasso diede del carattere spagnolo, paragonandolo alla indomabilità del toro e dalla parola “Tauromaquia”, che evidenzia l’arte del toreare.Il balletto si avvale della direzione artistica e coreografia di Gustavo Ramirez Sansano, sulle note della Carmen suite di Bizet e la Fantasia Carmen Op.25 di Sarasate.Le scene sono curate da Luis Crespo, mentre il disegno dei costumi è opera di David Delfin.La Carmen.maquia ha ottenuto sempre un grande successo in tutte le sue versioni realizzate dopo il debutto della compagnia Luna Negra, diretta da Gustavo Ramirez, dal 2009 al 2012 a Chicago.In questo periodo l’opera viene rappresentata in giro per l’Italia.



TEATRO E SCUOLA / PROGETTO CEDAC
PER LA FORMAZIONE E DIFFUSIONE DELLA CULTURA

OTTO ISTITUTI SUPERIORI DELL’AREA METROPOLITANA DI CAGLIARI COINVOLTI NELL’INIZIATIVA

di Andrea Porcu
(13-4-2019) Studenti-attori e anche cantanti, per avvicinarsi e conoscere la magia del teatro.Il Cedac lancia la sfida e coinvolge nel progetto(
foto dal web/Social), denominato T-Challenge,i ragazzi di otto istituti superiori dell’area metropolitana di Cagliari. Dietroi promettenti artisti del palcoscenico, c’è la supervisione dei loro insegnanti e soprattutto i registi.Nomi e volti noti del teatro in Sardegna ( da Senio Dattena a Elio Arthemalle, da Mariano Cirina a Marta Proietti Orzella che hanno voluto cimentarsi in questa avventura affascinante e stimolante.Non senza problemi. Perchè lavorare a fianco dei ragazzi qualche difficoltà la comporta. Bisogna renderli consapevoli dell’impegno che devono affrontare perché il teatro è un gioco, che diventa serio quando poi vai in scena e devi esibirti davanti al pubblico.Gli otto istituti che partecipano al T Challenge sono Il Liceo Classico Dettori, i licei scientifici Michelangelo e Pacinotti, il professionale “ Meucci, il tecnico economico Martini, il tecnico-liceo scientifico delle Scienze Applicate “ Michele Giua”, tutti di Cagliari, a cui si aggiungono l’Istituto d’istruzione superiore Primo Levi e il Liceo scientifico statale artistico Giuseppe Brotzu di Quartu S.Elena.Otto compagnie teatrali per otto spettacoli, che propongono opere importanti e conosciute della storia del teatro e della commedia greca. Tra i titoli si va Aristofane a William Shakespeare, da Achille Campanile a Carlo Goldoni. Ogni regista ha messo a disposizione la propria esperienzanell’ambito di un rapporto di costante comunicazione tra arte e societàL’atto finale della manifestazione è in programma in due fine settimana di maggio, il 4 e 5, l’11 e il 12, all’Auditorium comunale di Piazzetta Dettori. E li si vedrà di che pasta sono fatti questi giovani di fronte ad unaplatea che si annuncia numerosa e soprattutto curiosa. Il Cedac attende di conoscere se i nuovi piccoli artisti sardi crescono...

ANCORA AUMENTI SULLA RETE CARBURANTI ITALIANA
I PREZZI DI BENZINA E GASOLIO SONO SALITI DI 10 CENTESIMI AL LITRO DA GENNAIO AD OGGI

di Giovanni Maria Ricci
(12-4-2019) La guerra in Libia ha conseguenze sulla rete carburanti italiana.E i prezzi salgono.Una brutta notizia perchè le quotazioni dei prodotti petroliferi sono nuovamente in crescita,aumenti che sono stati praticati al rialzo da IP e Italiana Petroli.Sulla base di notizie di Quotidiano Energia il prezzo medio nazionale praticato al self della benzina è pari a 1,601 euro/litro,e altri marchi vanno anche a 1,621 euro/litro, mentre quello del diesel è a 1,499 euro/litro fino a 1,510 di altre compagnie.Questa corsa al rialzo ha comportato un incremento nel prezzo del greggio che da inizio anno ha guadagnato quasi il 50% con inevitabile riflesso alla pompa.

IL 12 APRILE 1970 IL CAGLIARI CONQUISTAVA LO SCUDETTO
LA SQUADRA DI MANLIO SCOPIGNO
AVEVA BATTUTO TUTTI I RECORD

RIVA E COMPAGNI ARTEFICI DI
UN CAMPIONATO STREPITOSO


di Franco Vecchiarecchi
(12-4-2019) Ancora oggi si ricorda quell'impresa,una città e una regione in festa per il raggiungimento del primo scudetto del Cagliari(
foto dal web/Social),un traguardo impossibile ma per i rossoblù non era solo una vittoria di tutto il campionato,ma l'urlo di gioia di un popolo e di una regione che finalmente ritrovava l'orgoglio,l'identità e la passione attorno a una squadra che aveva sconfitto le altre grandi squadre di sempre,come la Juventus,l'Inter e il Milan.Era una domenica del 12 aprile 1970 all'Amsicora,il Cagliari aveva appena battuto il Bari per 2 a 0,con reti di Riva e Gori,e con quella vittoria festeggiava il suo scudetto.La gioia immensa era presente in tutte le strade e tutti insieme,giovani e anziani,urlavano e alzavano bandierine rossoblù in segno di vittoria e di grande esultanza.Una gioia incontenibile che divenne contagiosa non solo in Sardegna perchè le imprese di Gigi Riva,artefice assieme a tutti i giocatori del Cagliari,erano conosciutissime a livello internazionale perchè avevano lasciato un segno indelebile nelle vittorie della Nazionale italiana.Con questo scudetto il Cagliari entrava nella storia e un pò tutti ci sentivamo gratificati e ognuno di noi si sentiva artefice di questa grande impresa.Improvvisamente ci sentivamo alla pari con le altre realtà del nord,di Milano e di Torino e la nostra spavalderia ci sosteneva e ci dava forza.Come non ricordare quel campionato strepitoso del Cagliari del grande allenatore Manlio Scopigno ma soprattutto dell'idolo dei sardi quel Riva che ci ha fatto sognare e che ci ha preso per mano per tantissimi anni,imprese che vengono ancora ricordate nonostante siano passati 49 anni.Eppure quell'impresa impossibile ha anche una data precedente al 12 aprile 1970.Era il 15 marzo 1970 e a Torino c'era la sfida che valeva un campionato:Juventus-Cagliari.I rossoblù giocavano al top ma l'autogol di Niccolai faceva pensare il peggio poi il pareggio di Riva.Improvvisamente c'è lo show dell'arbitro Lo Bello che assegna un rigore alla Juve con la realizzazione di Anastasi frantumando i sogni rossoblù.La Juve era in vantaggio per 2 a 1 e tutto diventava in salita.Poi altro rigore concesso da Lo Bello per il Cagliari:batte Riva e pareggia l'incontro.Con questo risultato il Cagliari ha il pass verso lo scudetto mentre Gigi Riva si conferma,per il terzo anno consecutivo,cannoniere con 21 reti,Albertosi,altro artefice dello scudetto,invece è il portiere-saracinesca con 11 gol subiti in 30 partite.Anche questo è un record come del resto è stato questo collettivo,straordinario e di grande qualità che ha fatto strepitoso un popolo e tutta la Sardegna.



ARRESTATO JULIAN ASSANGE,DA 7 ANNI NELL'AMBASCIATA DELL'ECUADOR
REVOCATO L'ASILO,IL FONDATORE DI WIKILEAKS E' STATO PORTATO VIA DI PESO E PRESTO SARA' ESTRADATO IN USA

di Peter Moore
(11-4-2019) Sembra chiudersi il capitolo di Julian Assange(
foto dal web/Social) che dal 2012 aveva chiesto e ottenuto asilo diplomatico nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra.Scotland Yard,subito dopo il ritiro del pass governativo del paese che lo proteggeva,ha arrestato con la forza il fondatore di Wikileaks prelevandolo dall'ambasciata ecuadoriana a Londra.E' stato arrestato su richiesta delle autorità degli Stati Uniti e sarà presto estradato negli Usa dove sarà processato per aver pubblicato migliaia di documenti segreti statunitensi.Secondo il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti il crimine di cui Assange sarebbe colpevole è quello di aver pubblicato,infiltrandosi nei sistemi imformatici,informazioni classificate,di massima riservatezza che attenevano la sicurezza degli Stati Uniti.Potrebbe essere condannato a cinque anni di carcere.Secondo la ricostruzione di Washington Assange con l'aiuto di un analista di intelligence del Dipartimento della Difesa avrebbe pubblicato nel 2010 almeno 700 mila documenti segreti delle guerre di Iraq e Afghanistan,una cospirazione che in Usa è severamente punito.L'arresto era nell'aria subito dopo il ritiro dell'asilo diplomatico dell'ambasciata dell'Ecuador.Prelevandolo gli uomini di Scotland Yard hanno trovato il fondatore di Wikileaks in precarie condizioni,con una lunga barba bianca,trascinato con la forza.E' un'immagine diversa da quella di anni addietro,di un editor spavaldo e di un attivista carismatico e affascinante che dal 2010 aveva tentato di sfidare la grande potenza statunitense svelando i segreti della diplomazia americana e mettendo in difficoltà la politica di Hillary avvantaggiando Trump verso il successo alla Casa Bianca.Di quella vicenda si sa che l'analista Chelsea Manning,che aveva collaborato con Assange per aver pubblicato file ritenuti segretissimi,era stato graziato da Obama e con questo pass aveva girato il mondo facendosi pagare profumatamente per le sue informazioni.Oggi però lo stesso analista è nuovamente in carcere perchè non ha collaborato sufficientemente per accusa Julian Assange.



MIGRANTI,ARRIVA INDISTURBATO BARCONE A LAMPEDUSA
SALVINI:"SARANNO ESPULSI",
M5S:"INUTILE PROPAGANDA"

LA GUERRA IN LIBIA POTREBBE CREARE PROBLEMI AL GOVERNO

di Luca Berni
(11-4-2019)Quando è stato intercettato erano già nelle acque italiane.Il barcone(
foto dal web/Social),con 70 immigrati a bordo,è scivolato dritto verso le coste di Lampedusa e l'imbarcazione è stata sorvegliata dalle motovedette che non hanno fatto nulla per impedirne l'attracco.Tutto tranquillo e normale in una giornata senza troppi sussulti.In questa operazione non ci sono state le prese di posizione di Matteo Salvini che non ha potuto insistere sui "porti chiusi".Gli immigrati non hanno avuto nessuna difficoltà ad arrivare in Italia.Non sono stati intercettati prima e neanche dopo e solo a 20 miglia al largo delle coste siciliane ci si è accorti della presenza dell'imbarcazione.Adesso ci saranno sicuramente polemiche e qualcuno parlerà di sconfitta del metodo Salvini e ci si chiede:perchè nessuno è intervenuto per fermare l'imbarcazione?Informato dall'arrivo dell'imbarcazione carico di immigrati,Matteo Salvini sta lavorando per rispedirli a casa loro.E dice:"In Italia si entra rispettando le leggi",intanto però i 70 immigrati sono sul suolo italiano,sono salvi.Questa è la parte,per così dire,dell'accoglienza ma adesso ci sarà una spaccatura a livello politico perchè i 5S dicono che non sarà facile rispedirli indietro e quindi "non bisogna improvvisare".Dietro questa facilità con la quale questa imbarcazione è arrivata in Italia c'è la situazione esplosiva della Libia impegnata in una tremenda guerra interna dagli sviluppi imprevedibili.Di sicuro la situazione a Tripoli sta mettendo a dura prova Salvini e la sua tenuta al governo perchè se la vicenda dovesse esplodere presto il tratto del mare Mediterraneo sarà affollato di immigrati che scappano dalla Libia in fiamme.La guerra non deve essere sottovalutata e sono necessari impegni precisi a livello europeo e non solo ma non sarà facile e la tenuta di questo governo questa volta potrebbe passare attraverso la Libia e la gestione dell'immigrazione.


PARLA SARDO L'IMPRESA CHE HA INDIVIDUATO LA FOTO DEL SECOLO
PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA E' STATA SCATTATA L'IMMAGINE DI UN BUCO NERO

di Lea Dixon
(10-4-2019) Prima la simulazione poi alle 15,08 del 10 aprile l'immagine c'è ed è quella del buco nero(foto dal web/Social).E' la prima volta che appare la foto,nitida e di grande rilevanza che racconta di un'immensa massa concentrata che assorbe gas e polvere e che emette energia e luce soprattutto all'esterno.Gli esperti ritengono comunque che ci sarà ancora tempo per migliorare le osservazioni e dare numerosi altri dettagli sulla stessa composizione e importanza del buco nero.Quella che si immaginava una parola vuota,che faceva paura e che si proiettava nella fantascienza adesso è diventata scienza dei fatti.Questi corpi astronomici sono così enormi da generare un campo gravitazionale da cui non sfugge alcuna particella nemmeno la luce.Per la prima volta questa immagine testimonia il buco nero Messier 87 al centro della galassia Virgo A(M87) distante almeno 55 milioni di anni luce.Il risultato è stato ottenuto grazie ad un progetto internazionale denominato EHT(Event Horizon Telesscope) che raggruppa almeno 200 scienziati che nell'aprile 2017 hanno attivato,per cinque giorni consecutivi,otto grandi radiotelescopi presenti in varie parti del mondo e sincronizzandosi con gli orologi atomici hanno puntato il centro della galassia.Tutti i dati,con almento 4 milioni di gigabyte, sono stati inseriti in un supercomputer e successivamente sono stati analizzati da ingegneri informatici,astronomi e altri esperti che hanno dato poi vita alla foto definitiva.Ci sono voluti due anni ma è stata una fatica che ha avuto grandi soddisfazioni realizzando un'immagine che entrerà nella storia.I telescopi che hanno ripreso l'evento erano sparsi in tutto il mondo in modo tale che l'intera superficie della Terra funzionasse come se fosse un grande e unico telescopio gigante cercando il più possibile di catturare l'immagine più fedele alla realtà.C'era la possibilità di ottenere anche un altro buco nero il Sagittario A , il corpo massiccio al centro della nostra galassia, la Via Lattea. Il Sagittario A si trova a 26 mila anni luce di distanza dalla Terra.Il progetto scientifico parla anche sardo grazie all'astrofisico isolano Ciriaco Goddi che è responsabile di BlackHoleCam inserito nel progetto più ampio che ha portato all'individuazione del buco nero.L'astrofisico sardo ha ricevuto gli auguri del neo governatore Christian Solinas che si è complimentato con lo scienziato per la grande impresa scientifica.


REGIONE SARDEGNA,FUMATA BIANCA IN CONSIGLIO:ELETTO IL LEGHISTA PAIS
LA SQUADRA DI GOVERNO ENTRO IL 16 APRILE,MA NON SARA' UNA PASSEGGIATA

di Luca Berni
(9-4-2019) In attesa del completamento della Giunta,il governatore sardo Christian Solinas è andato in Aula per l'incombenza della nomina del nuovo presidente regionale(foto dal web/Social Il presidente uscente Ganau a sinistra con Pais nuovo presidente dell'Aula) .Fino a giovedi scorso i candidati erano Michele Pais(Lega) e Antonello Peru(Forza Italia) e l'incertezza valeva qualche voto.Martedi 9 sarebbe stato il giorno dell'elezione del presidente,lo sapevano tutti anche se non era all'ordine del giorno il completamento degli assessori per la Giunta.Incontri e battute ponevano però problemi all'interno stesso della maggioranza.C'era la pressione della Lega che puntava sulla prima poltrona dell'Assemblea ma la frizione non era da poco tanto che Solinas aveva preferito non fare figuracce subito anche se alla fine ci ha messo la faccia.Alla terza votazione c'è stata fumata bianca e il bottino di Pais è stato di 36 voti ponendolo quindi a guida dell'Aula.Antonello Peru è stato bocciato,con 2 voti,ma i problemi sicuramente non saranno risolti anche se al momento si vuole chiudere il capitolo della presidenza per iniziare veramente la nuova legislatura.Il nodo da sciogliere adesso è formare completamente la nuova Giunta che è fermo a cinque assessori su dodici.Si poteva nominare la residua composizione delle deleghe ma i leghisti volevano subito l'elezione di Pais come atto di fiducia di Solinas,evidentemente gli onorevoli leghisti non si fidavano molto dell'alleato sardista che voleva portare avanti il suo "metodo",cosa che è saltato del tutto.Adesso che c'è il leghista a guidare l'Assemblea si può parlare di Giunta e il buon Solinas ci riproverà martedi prossimo 16 aprile alle ore 10.Se è quasi certa l'elezione di Andrea Biancareddu(Udc) alla Cultura e Quirico Sanna(Psd'Az) all'Urbanistica tutto è ancora da decidere sugli altri assessorati.E non sarà di certo una passeggiata.


A VILLA DEVOTO ULTIME ORE PER LA NOMINA DEI 7 NUOVI ASSESSORI
GIALLO SULLE QUATTRO DONNE
NELLA SQUADRA DI SOLINAS

ZEDDA GIA' DENTRO,LE
ALTRE IN CORSA.SARA' COSI?


di Luca Berni
(8-4-2019) Ultime ore per varare la Giunta al completo anche se i nomi ci sono e non ci saranno altri scossoni.Christian Solinas è pronto ad assegnare ad ogni casella il suo assessore.Per le ore 10 il governatore sardo varerà non solo la Giunta,con la rappresentanza delle donne come prevede la legge,ma anche l'elezione del presidente del Consiglio regionale della Sardegna.Risolta la battaglia con la Lega e Forza Italia c'è aria di distensione per l'avvio di questa 16esima legislatura.Agli assessorati già assegnati(Alessandra Zedda-Lavoro--FI;Giuseppe Fasolino-Programmazione-FI;Mario Nieddu-Sanità-Lega;Gianni Lampis-Ambiente-Fdi e Gianni Chessa-Turismo-Psd'Az)si eleggeranno gli altri sette assessori.E non sarà facile anche perchè dovranno essere indicate altre 3 donne per arrivare alla soglia minima obbligatoria per varare correttamente la Giunta.Una è stata già eletta giovedi scorso ed è l'assessore al Lavoro Alessandra Zedda(
foto dal web/Social) in quota a Forza Italia le altre dovranno essere nominate nella giornata di oggi martedi 9 aprile.C'è in effetti un braccio di ferro tra Solinas e Stefano Tunis il quale dovrebbe indicare una figura assessoriale.Tunis intende proporre un uomo,invece che una donna,così come,ha detto,il Psd'Az esprimerebbero due maschi.Dubbi per i Lavori Pubblichi in forza ai Riformatori:Pietrino Fois o Roberto Frongia mentre non ci saranno problemi per l'Udc che ha già proposto nella poltrona di assessore alla Cultura Andrea Biancareddu.



VINITALY,I VINI SARDI PREMIATI A VERONA AL TOP DELLA CLASSIFICA
C'E' ANCHE PERLAS 2018 E TERRESICCI 2013 DELLA CANTINA DI DOLIANOVA

di Danilo Perseu
(8-4-2019) Si sta avviando a conclusione il più grande salone internazionale del vino al Vinality di Verona,una rassegna di grande respiro che ha movimentato interesse e grandi numeri(
foto dal web/Social Il Padiglione della Cantina di Dolianova).La Sardegna ha ottenuto un grande successo e i suoi vini hanno riscosso attenzione e numerosi premi.Tra i vini premiati,col punteggio massimo di 95,c'è il Igt Serranu 2015 della Cantina Tani di Monti ma c'è anche,nella classifica generale,il rosso sardo Igt Montessu 2016 della Cantina Agricola Punica di Santadi con 93 punti.Premiata anche la Cantina di Dolianova(Padiglione 3 - Stand C6)per Perlas 2018,con 91 punti, e Terresicci 2013 con 90 punti.Per il Nuragus è emersa la corrispondenza vino-vitigno-territorio per una qualità eccellente.Per l'altro vino premiato,il Terresicci,un rosso a Indicazione Geografica Tipica,gli esperti hanno riconosciuto alla Cantina di Dolianova il pregio di un vino ottenuto da uve Barbera Sardo in purezza.E' apprezzato per carni rosse,selvaggina da pelo e formaggi stagionali.



ENTRA DESIRE' MANCA IN AULA,POLEMICHE SULL'ABITO
LA CONSIGLIERA GRILLINA
COL BODY TRASPARENTE

"SONO ME STESSA,GIUDICATEMI
PER IL MIO LAVORO"


di Luna De Rosa
(7-4-2019) Nel giorno dell'insediamento in Consiglio regionale Desirè Manca,una di un gruppo di sei esponenti dei 5S, ha indossato con un tailleur elettrico una blusa trasparente.E' un gioco di vedo-non vedo che non è passato inosservato nè tra gli stessi colleghi grillini,che salutano come epocale la loro presenza politica in Aula,ma neanche all'esterno.La maglietta fina della grillina è subito balzata sul web e i toni si sono accesi tra chi sostiene l'esponente dei 5S e chi invece condanna il suo abbigliamento.Lei,comunque,non si scompone è dice:"sono così,giudicatemi per il mio lavoro".La pentastellata aveva già fatto parlare di se nel settembre 2017 quando,come portavoce del Movimento 5 Stelle a Sassari,aveva tuonato contro il deposito delle scorie nucleari in Sardegna.In un video sulla sua pagina Facebook chiariva la sua posizione sul "no" alla scorie radioattive e anche in quella occasione il suo abbigliamento aveva creato polemiche mettendo in mostra una scollatura evidente.E anche in quella occasione il web si era infiammato.Adesso la grillina(
foto dal web/Social) si ripresenta con lo stesso look in Consiglio regionale anche se,dice,sempre rispettosa dei regolamenti.Molti comunque la difendono e sono dalla sua parte anzi dicono di non cambiare,di essere se stessa e di mandare avanti la forza dei suoi ragionamenti.Intanto comunque ci si interroga se il body di velo nero trasparente sotto un tailleur blu elettrico sia più convincente delle proposte che farà in Consiglio regionale.



VERONA,APRE VINITALY LA
FIERA PIU' GRANDE DI SEMPRE

VINI SARDI PROTAGONISTI DI 97
AZIENDE ISOLANE:C'E' ANCHE
LA CANTINA DI DOLIANOVA


di Danilo Perseu
(6-4-2019) Apre oggi,domenica 7 e fino al 10 aprile,col premier Conte e vicepremier Salvini,la 53esima edizione di Vinitaly(
foto gli spazi dedicati alla Cantina di Dolianova),salone internazionale del vino, con la partecipazione di almeno 4600 espositori da 35 nazioni.E' un'altra edizione di crescita sia per la superficie messa a disposizione che per i partecipanti ma anche per gli oltre 40 eventi promozionali.Ancora una volta la Sardegna sarà la protagonista indiscussa per questo famoso appuntamento annuale a livello mondiale,con la partecipazione di 97 aziende vitivinicole,72 saranno ospitate negli spazi espositivi e gli altri 25 presenti in maniera autonoma.Spazio quindi ai vini sardi,dal vermentino alla vernaccia,al cannonau,al nuragus,alla monica e quindi al moscato per poi individuare vini e zone con le splendide realtà del Sulcis,della Gallura,della Barbagia,del Parteolla-Basso Campidano e della Trexenta.Tra le Cantine partecipanti sarde c'è quella di Dolianova,la più grande cantina dell'isola,forte dei suoi 1200 ettari di vigneti propri e con la vendita di oltre 4 milioni di bottiglie ogni anno esportati nei 5 continenti.La "Cantina di Dolianova produce eccellenze premiate oltre 100 volte negli ultimi 10 anni e che a giugno festeggerà i 70 anni di vita.E' proprio vero:ogni bottiglia della Cantina di Dolianova è un inno alla Sardegna.




CONTRABBANDO ALL'ATTACCO:
STANNO RUBANDO I DRAGHI DI KOMODO

ARRESTATI I CRIMINALI CHE STAVANO
PER SPEDIRE QUESTI MAESTOSI ANIMALI PER PRODURRE ANTIBIOTICI


di Sonia Thery
(6-4-2019) Stanno scomparendo i draghi di Komodo.La notizia non è di poco conto per l'isola indonesiana famosa per la splendida spiaggia rosa,che vanta questa attrattiva di tutto rispetto a livello turistico.Ogni anno molti viaggiatori arrivano a Komodo per ammirare questi draghi che altro non sono che lucertole più grandi del mondo,hanno un portamento maestoso e assomigliano proprio ai draghi della fantascienza.Questi rettili(
foto dal web/Social),che non attaccano l'uomo se non quando si sentono in pericolo,sono adesso minacciate dal contrabbando che ultimamente ha ripreso l'attività in maniera esponenziale.La polizia di East Java ha messo sotto sequestro 41 draghi destinati al mercato nero internazionali.I criminali stavano per spedire gli animali nel sudest asiatico,attraverso Singapore,dove vengono usati come ingredienti per la medicina per produrre antibiotici,un affare di tutto rispetto perchè per ogni esemplare veniva pagato 51 milioni di rupie,quasi 32 mila euro.Adesso è arrivata la decisione delle autorità che chiude temporaneamente l'isola di Komodo da gennaio 2020,per permettere al loro habitat di riprendersi,dopo un frenetico contrabbando di più di 40 draghi venduti tramite facebook per cifre milionarie.


FISSATA LA DATA DELLE ELEZIONI,
A CAGLIARI SI VOTA IL 16 GIUGNO

INTERESSATI ALLE AMMINISTRATIVE 29 COMUNI SARDI,C'E' ANCHE ALGHERO
NOMINATO NEL CAPOLUOGO IL COMMISSARIO BRUNO CARCANGIU

di Luca Berni
(5-4-2019) Altra battaglia elettorale,questa volta per le Amministrative in molti paesi nell'isola.E' una buona notizia e nel capoluogo sardo,come in tutti gli altri paesi interessati,la data per le elezioni è stata fissata per il 16 giugno e eventuali ballottaggi domenica 30 giugno.La decisione è avvenuta su proposta del governatore Christian Solinas che con la Giunta ha approvato altri provvedimenti.I Comuni interessati alle elezioni sono,oltre Cagliari,Monserrato, Sinnai (tutte con eventuale ballottaggio); Calasetta, Esterzili , Genoni, Guasila, Samatzai, San Gavino Monreale, Sant’Anna Arresi, Serrenti, Villasimius; Bosa, Magomadas, Sini, Sorradile; Austis, Onanì, Ortueri, Sarule, Tortolì, Villagrande Strisalis; Alghero, Castelsardo, Golfo Aranci, Illorai, Putifigari, Sassari e Sorso.Con lo scioglimento del Consiglio comunale di Cagliari(
foto dal web/Social) la Giunta ha disposto la nomina del Commissario straordinario nella persona di Bruno Cargangiu,una vita come segretario comunale ed è stato anche Commissario straordinario del Comune di Sant'Andrea Arresi.



EVENTO SPECIALE NEL SUDEST
ASIATICO PER IL NUOVO CELLULARE

SAMSUNG LANCIA IL PRIMO SMARTPHONE 5G LA VERSIONE BASE COSTEREBBE ALMENO 1090 EURO

di Danilo Perseu
(5-4-2019) Ecco lo smartphone numero uno al mondo,è il Samsung Galaxy S10 (foto dal web/Social)che a Seoul ha organizzato l'evento speciale per il lancio del 5G e il paese del Sudest asiatico è diventato il primo paese al mondo ad offrire la nuova tecnologia attraverso i tre operatori sudcoreani.Gli operatori mobili LG Uplus,KT e SK Telecom hanno messo in atto uno straordinario show che andrà avanti ancora per qualche giorno e la nuova versione base dovrebbe costare almeno 1090 euro.La rivoluzione del 5G porterà a un miglioramento della realtà virtuale,a gestire meglio il proprio tempo ma anche,come ha detto qualche ragazzo sudcoreano, ad avere in tempi molto ristretti video,film e altro materiale che col 4G si avevano tempi allungati del 20%.


DIRETTA TELEVISIVA
PER UN SITO EGIZIANO

SHOW DI DISCOVERY CHANNEL PER
L'APERTURA DI UN SARCOFAGO
DI 3 MILA ANNI FA


di Gesuino Lorrai
(4-4-2019) Tutto in diretta per la gioia di quanti amano la cultura e le tradizioni egizie.Domenica 7 aprile su Discovery Channel,a partire dal 19 aprile, sarà trasmesso l'apertura di un sarcofago egiziano(
foto dal web/Social) di 3 mila anni fa.Allo show parteciperanno l'egittologo e l'ex ministro egiziano Zahi Hawass e Mostafa Waziri del Consiglio delle antichità egiziane.Il luogo da dove partirà la trasmissione sarà tenuto segreto fino a qualche ora dalla diretta per non intralciare lo show e per rendere più spettacolare l'intera trasmisione oltre alla bellezza del sito.I diretti interessati non sanno cosa ci sarà all'interno del sarcofago.Si sa che il sito è stato scoperto di recente ed fa parte di una vasta rete di gallerie e pozzi sotterranei.Hanno contato almeno 40 tombe e diverse stanze non sono state ancora scavate.



IL PRESIDENTE DEL CAGLIARI
GIULINI RITORNA SUL CASO KEAN

"ANCHE UN SOLO "BUU" VA CONDANNATO,SEMPRE"
IL RAZZISMO?"CI VUOLE IMPEGNO,CULTURA E INIZIATIVE"


di Francesco Atzeni
(3-4-2019) A immagini ferme e a risultato consolidato,si continua a parlare del caso kean in merito alla sua rete che ha bloccato il risultato per 2 a 0 in favore della Juventus sul campo del Cagliari.Scende in campo anche il presidente dei rossoblù Tommaso Giulini(
foto dal web/Social)che in un comunicato stampa fa il punto della situazione:il gol di Kean per i bianconeri ha creato polemiche e insulti anche per l'atteggiamento del giocatore che dopo la rete è andato sotto la curva nord per dimostrare contentezza o provocare una reazione?A parte gli insulti e i "buu" sempre da condannare,c'è anche un aspetto da mettere in evidenza.Chiarisce Giulini:"L’argomento merita una profondità che capisco sia complicato esprimere in uno studio televisivo in pochi concitati minuti. Detto questo ci sono due aspetti da tenere in considerazione:1. Anche un solo “buu” va condannato, sempre. Ma non basta una condanna, per sconfiggere il razzismo ci vuole impegno, cultura e iniziative. Tutto quello che il Cagliari fa, dalla Scuola di Tifo alla Curva Futura per i bambini, dalla Quarta Categoria alla Football Academy e alle altre numerose attività, è proprio volto a creare un contesto culturale diverso. E la realizzazione della nostra nuova casa va in quest’ottica. Il razzismo si condanna ma soprattutto si sconfigge. E per farlo occorre aggiungere fatti alle parole. 2. C’è un secondo aspetto,dice ancora Giulini, che non è minimamente legato al primo e che riguarda un ambito molto sensibile e si chiama Rispetto. Noi insegniamo ai ragazzi del nostro settore giovanile che il calcio è gioia, divertimento. E che il fine di tutto, il gol, è un momento di condivisione meraviglioso. Lo facciamo tutti i giorni cercando di imparare da club come il Barcellona o il Manchester City, che da tempo lavorano con i giovani su questi aspetti. Venerdì scorso Fabio Pisacane dopo il gol non è andato a “sfidare” una tifoseria già tesa per la situazione di classifica, ma ha mimato il gesto del pancione condividendo con i compagni questa gioia. Ma nonostante ciò, tutti dobbiamo impegnarci a lavorare perché a partire dai più giovani si capisca che rispettare il prossimo, il suo stato d’animo, la sua frustrazione è un gesto lodevole. Sempre.Giulini conclude:"Ribadisco non è un rapporto causa effetto giacché non c’è nulla che possa in alcun modo giustificare un solo “buu”. Il razzismo è da condannare sempre in ogni sua anche infinitesimale forma.Ma gli anticorpi si creano anche insegnando soprattutto alle nuove generazioni che il calcio è gioia e che il rispetto per gli altri fa di noi delle persone migliori. Il Cagliari negli ultimi anni sta facendo un importante lavoro in termini di cultura condivisa e di diffusione di valori positivi, anche attraverso azioni concrete come la realizzazione di infrastrutture atte a favorirli".


TUTTO E' PRONTO PER LA GIUNTA SOLINAS,DA OGGI IN AULA
BRACCIO DI FERRO PSD'AZ-LEGA,
SALVINI PUNTA AGLI ASSESSORATI

SANITA'(ERBA),TURISMO
(INZAINA),AGRICOLTURA(MELA)


di Luca Berni
(3-4-2019) A poche ore dal giuramento tutto ormai si sa sulla composizione della Giunta regionale sarda.Nella giornata di giovedi 4 aprile ci sarà la prima seduta della legislatura(
foto dal web/Social),fissata per le 11,00,e già filtrano alcuni nomi della squadra di governo,naturalmente non c'è ancora l'ufficialità ma alcuni giurano che la Giunta ormai è quella sussurrata.Del resto Christian Solinas ha sempre rivendicato il potere di scelta per la nomina degli assessori,e i due incontri nel giro di quindici giorni ha convinto il nuovo governatore ad andare avanti sul suo metodo.Ma qualcosa non ha funzionato e l'arrivo di Salvini a Cagliari ha in qualche modo rimesso tutto in discussione.Solinas non si è incontrato con Salvini e sembra che tra i due ci sia gelo,comunque è tempo di nomine e oggi ci sarà il giuramento.La Lega alza il tiro e punta a tre assessorati e alla presidenza del Consiglio,due assessori saranno in quota al Psd'Az,come anche ai Riformatori,Forza Italia.Una delega per Fratelli d'Italia,Sardegna 20venti e Udc,ma anche per Fortza Paris e Sardegna civica con staffettà tra questi ultimi partiti.Alcuni nomi:per la presidenza del Consiglio il più gettonato è Antonello Peru(Forza Italia) ma c'è anche Pierluigi Saiu(Lega).Per la Sanità è in corsa Luca Erba(Lega),Agricoltura c'è Mela(Lega),Lavori Pubblici si scalda Piettrino Fois(Riformatori),Turismo è in corsa Daria Inzaina(Lega) infine per il Bilancio quasi certamente il posto è per Alessandra Zedda(Forza Italia).



REGNO UNITO,MAY CHIEDE "UNITA' NAZIONALE" E TENDE LA MANO A CORBYN
IL PRIMO MINISTRO VUOLE UN'ALTRA ESTENSIONE PER UN PIANO CONCORDATO PER LASCIARE L'UE

di Peter Moore
(2-4-2019) Per convincere il partito laburista Theresa May ha bisogno di tempo,quindi chiederà un'altra breve estensione della Brexit(foto dal web/Social) per evitare di partire senza un accordo.Il primo ministro in una breve dichiarazione televisiva ha teso la mano al leader dell'opposizione laburista Jeremy Corbyn e trovare un compromesso per le future relazioni commerciali con l'UE.Corbyn ha detto di essere "molto felice" ed è pronto ad accettare la proposta della May in uno spirito di cooperazione.Non tutti però sono d'accordo soprattutto i parlamentari conservatori favorevoli alla Brexit.L'estensione dell'articolo 50 andrà oltre il 22 maggio e questa nuova data consentirà al Regno Unito di non partecipare alle elezioni europee.May spera di uscire da queste difficoltà e non vuole arrivare ad una Brexit senza accordo.Alla fine ci potrebbe essere un secondo referendum e questo potrebbe chiederlo direttamente Corbyn saltando i vari negoziati.


DOPO IL WEEKEND PRIMAVERILE
TORNA L'INVERNO

DA OGGI FINO A GIOVEDI PIOGGIA E VENTO CON NUBIFRAGIO IN LIGURIA E LAZIO,FORSE ANCHE IN SARDEGNA

di Paolo Pailla
(1-4-2019) Dopo un relax-meteo da oggi torna l'inverno(foto dal web/Social).Forse sarà l'ultimo colpo di coda dell'inverno comunque attenzione a riporre i giacconi e maglie nell'armadio.Arriveranno le piogge e saranno abbondanti soprattutto in Valle d'Aosta e Piemonte un pò meno al Centro e in Sardegna,stesso panorama anche per mercoledi 3 quando le piogge cercheranno di risolvere in parte la crisi che stanno attraversando le regioni del nord dove la mancanza d'acqua sta mettendo a dura prova il territorio.Giovedi sarà la giornata peggiore della settimana.Nubifragi sono attesi in diverse regioni come la Liguria,Toscana e Lazio ma anche la Sardegna.Calano le temperature.Fine settimana incerto e molto nuvoloso.





DALLA CARTA STAMPATA AL WEB - TERZA PAGINA è ONLINE - LA PUBBLICITA' INSERITA E' PUBBLICATA GRATUITAMENTE | terzapagina_2006@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu