TERZA PAGINA


Vai ai contenuti

CAGLIARI, CAMPIONATO 2019-2020

SERIE A, IL NUOVO CAMPIONATO PARTIRA' IL 19 SETTEMBRE
ECCO DI FRANCESCO "L'ALLENATORE ADATTO PER IL CAGLIARI"
"NAINGGOLAN? SI SPERA NELLA ROSA,
MA ANCHE RINFORZARE LA DIFESA"


di Augusto Maccioni
(4-8-2020) E' arrivato all'aeroporto di Cagliari nel primo pomeriggio e si Ŕ presentato alla stampa dopo diverse ore, all'hotel "Palazzo Doglio", col pensiero fisso di fare bene e di migliorare la posizione in classifica. E' Eusebio Di Francesco (
foto dal web/Social Il nuovo tecnico con Giulini), il nuovo allenatore del Cagliari, arruolato dal presidente Giulini due giovedi fa e messo in campo al posto di Zenga, responsabile di non aver conseguito il traguardo sperato nÚ dell'ottava posizione e neanche del decimo posto in classifica nell'anno del centenario della societÓ. Del resto cosa poteva fare il buon Zenga arrivato a Cagliari in piena pandemia e costretto a inventarsi tutto in pochissimo tempo e con elementi contati da mandare in campo. Forse sarebbe stato pi¨ giusto dargli fiducia, una proroga dell'incarico che Zenga si aspettava per modellare in meglio la squadra e renderla pi¨ produttiva. Le cose sono andate diversamente, del resto chi decide Ŕ Giulini che ha tagliato corto e ha voluto sostituirlo con Di Francesco che non ha fatto bene nella Sampdoria, esonerato dopo 7 partite. E precedentemente era stato esonerato anche dalla Roma. E dopo di lui, alla Roma e alla Sampdoria, Ŕ arrivato Ranieri che a Genova ha chiuso il campionato con 42 punti, tre in meno del Cagliari. Si va avanti e c'Ŕ la speranza che Di Francesco faccia meglio di Maran, non del primo periodo ma del secondo quello delle tante sconfitte, ma anche di Zenga. Giulini ne Ŕ convinto: "E' l'allenatore adatto a portare avanti un progetto di gioco e costruire qualcosa di importante". C'Ŕ anche da dire che un allenatore non fa grande una squadra. Le sue direttive, i suoi consigli e la sua "statura" fanno presa e possono colmare differenze e aiutare lo spogliatoio, ma sono i giocatori, alla fine, che posizionano la squadra in classifica. Il problema del Cagliari Ŕ la difesa, oltre a qualche altro accorgimento, problema che si Ŕ notato, dice Giulini, a gennaio poi si sono fatte altre scelte. C'Ŕ poi Nainggolan e Di Francesco lo vorrebbe in rosa, ma spera di rinforzare la difesa e avere delle ali di ruolo. Intanto la Lega Serie A ha deciso che il campionato prenderÓ il via il 19 settembre e l'ultima giornata il 23 maggio 2021. Si Ŕ anche deciso che non ci saranno gare tra Natale e capodanno.

E' UFFICIALE: DI FRANCESCO NUOVO ALLENATORE DEL CAGLIARI
ESONERATO ANCHE IL DS CARLI,
AL SUO POSTO IL DUO CARTA-COSSU


di Franco Vecchiarecchi
(3-8-2020) Giulini ha scelto: Eusebio Di Francesco Ŕ il nuovo allenatore del Cagliari che avrÓ anche un ruolo da manager. Subentra a Walter Zenga che a sua volta aveva sostituito lo scorso marzo Maran. La decisione del presidente Giulini era nell'aria da tempo e ne aveva parlato subito dopo la partita col Milan, terminata con una sconfitta (3-0). Di Francesco((
foto dal web/Social) Ŕ pronto al nuovo incarico ed Ŕ in linea col "nuovo progetto col sorriso" del patron rossobl¨. Il nuovo allenatore Ŕ nato a Pescara l'8 settembre 1969 e da calciatore ha giocato nell'Empoli ma anche nel Lucchese, Piacenza, Ancora, Perugia. E' stato Campione d'Italia nel 2001 con la Roma. E' stato allenatore prima nel Lanciano, poi a Pescara dove nel 2010 ha conquistato la serie B. Dal giugno 2012 Ŕ al Sassuolo fino alla promozione in serie A successivamente la straordinaria qualificazione nel 2016-17 all'Europa League. Poi i successi alla Roma: chiude al terzo posto in campionato e poi la qualificazione in Champions League. In quel periodo da ricordare la grande partita in Champions con il Barcellona arrendendosi solo al Liverpool. L'ultima esperienza Ŕ stata alla guida della Sampdoria, esonerato dopo 7 giornate(1 vittoria e 6 sconfitte) squadra che comunque, con la guida di Ranieri, ha finito il campionato a 42 punti, tre in meno rispetto al Cagliari. Oltre a Zenga anche Marcello Carli Ŕ stato sollevato dall'incarico di direttore sportivo, ruolo che aveva dall'aprile 2018, e al suo posto sono stati chiamati Pierluigi Carta e Andrea Cossu. Giulini ha scelto una soluzione interna: per Carta si tratta di una promozione mentre per l'ex fantasista Ŕ stato riconosciuto un ruolo importante nell'affiancamento a Carli.



ADDIO A UN CAMPIONATO ANOMALO
PER COLPA DEL CORONAVIRUS

STAGIONE FALLIMENTARE
PER IL CAGLIARI FINITO AL
TREDICESIMO POSTO

GIULINI DELUSO CAMBIA ALLENATORE,
IN CAMPO EUSEBIO DI FRANCESCO?


di Carmelo Alfonso
(2-8-2020) Addio senza rimpianti al campionato tormentato da vicende che niente hanno a che vedere con lo sport; addio - c'Ŕ da augurarselo - agli stadi senza spettatori; addio - speriamo - ad arbitraggi spesso incomprensibili; addio ad allenatori disorientati, nervosi, polemici, alle prese con problemi mai affrontati prima; mai pi¨ giocatori costretti ad allenarsi in modo non appropriato ed a scendere in campo con una frequenza insolita. Addio, insomma, a tutto ci˛ che da marzo fino ad ieri non Ŕ stato pi¨ il calcio a noi noto. Lo scudetto, che passerÓ alla storia per il corona virus, Ŕ andato alla Juventus, nonostante il finale disastroso (due sconfitte consecutive: a Cagliari e in casa con la Roma). Per il secondo posto, alla lunga l'ha spuntata l'Inter del sospettoso e talvolta provocatorio Antonio Conte sulla rivelazione Atalanta . Per il Cagliari, tredicesimo, si parla di stagione fallimentare. Il cambio di allenatore non ha portato gli effetti sperati. Con Zenga si puntava alla conquista di un posto per una competizione europea. Cosý non Ŕ stato. Infortuni e squalifiche non hanno agevolato il compito dell'ex portiere interista. Di positivo resta la valorizzazione di alcuni giovani della primavera. Ma Zenga andrÓ via. Giulini, deluso, cambia ancora. SarÓ Di Francesco(
foto dal web/Social) il tecnico giusto ? Quali e quanti giocatori lasceranno Cagliari per altri lidi ? E i nuovi saranno davvero in grado di aumentare il tasso tecnico della squadra ? Al via del nuovo campionato manca poco pi¨ di un mese ed i tifosi attendono con fiducia di leggere, dopo tante delusioni, notizie incoraggianti. E di poter tornare allo stadio proprio come vorrebbe Giulini. Intanto, buone vacanze a tutti.



DOPO L'AUTOGOL DI KLAVAN IL MILAN DILAGA NEL SECONDO TEMPO (3-0)
CAGLIARI, CHE DELUSIONE! SICURO IL CAMBIO ALLENATORE
L'AMAREZZA DI GIULINI: "DI FRANCESCO LA NOSTRA PRIMA SCELTA"

di Franco Vecchiarecchi
(1-8-2020) Partita senza storia tra Milan e Cagliari (3-0: 11' aut. Klavan, 55' Ibrahimovic, 57' Castillejo) vinta dai rossoneri in maniera perentoria. I lombardi hanno dilagato nella ripresa e hanno chiuso l'incontro alla loro maniera con l'ennesima prestazione convincente. Il Cagliari ha chiuso il campionato a 45 punti e il Milan ha confermato la qualificazione all'Europa League che era giÓ certa. I ritmi non sono stati quelli soliti per i padroni di casa ma alla fine ne hanno fatto tre dimostrando di essere squadra capace, tecnicamente e tatticamente in grado di meritarsi a pieno titolo il posto in classifica. Il Cagliari non Ŕ stato in grado di esprimersi e andare in rete. Non si Ŕ replicata l'euforia e la gioia di qualche giorno fa contro la Juventus, perchŔ contro i rossoneri la partita ha preso un'altra piega e alla fine nulla hanno potuto fare i rossobl¨ i quali si sono dovuti piegare grazie alla superioritÓ dei ragazzi di Pioli. All'11' l'autogol di Klavan apre il valzer rossonero, al 55' Ibrahimovic e chiude la partita Castillejo al 57', un 3 a 0 che poteva essere pi¨ rotondo se non avesse sbagliato il rigore lo svedese che comunque si Ŕ fatto perdonare segnando la seconda rete. Vittoria e prestazione da record di questo Milan che Ŕ l'unica squadra imbattuta post lockdown: 12 partite, 9 vittorie e 3 pareggi, 35 gol fatti. Una vera macchina da guerra. Per il Cagliari si Ŕ trattato di una sola presenza silenziosa animata dal rientro in campo, sul finire della partita, di Leonardo Pavoletti dopo 11 mesi di assenza. Delusione per il tredicesimo posto in classifica nell'anno del centenario. Amarezza per il presidente Giulini (
foto dal web/Social)che in qualche modo ha dato il ben servito a Walter Zenga e a Sky Sport parla di un nuovo progetto rossobl¨. Di Francesco? "Potrebbe essere la nostra prima scelta".


ULTIMA PARTITA A SAN SIRO
CONTRO IL MILAN (ORE 20,45)

ROSSOBLU' CARICATISSIMI,
C'E' ANCHE PAVOLETTI

ZENGA: OBIETTIVO 48 PUNTI
E RESTARE AL CAGLIARI


di Franco Vecchiarecchi
(31-7-2020) Il Cagliari ci riprova. Dopo la bella, inattesa e straordinaria vittoria contro la Juventus scudettata i rossobl¨ vorrebbero ripetere la prestazione maiuscola della Sardegna Arena. E' stato chiaramente un episodio, splendido, di questo fine torneo ma i rossobl¨ vorrebbero concludere il campionato con un'altra vittoria. Non sarÓ facile ma il tecnico rossobl¨ vorrebbe regalare ai tifosi un'altra bella prestazione a S.Siro in quel tempio del calcio italiano nel quale non Ŕ facile vincere. La partita non ha nulla da dire per la classifica della 38esima e ultima giornata di campionato. I rossoneri vogliono chiudere in sesta posizione e il Cagliari suonerÓ la tromba per non deludere cercando un posto migliore in classifica ma anche, Ŕ il desiderio di Zenga, di arrivare a 48 e battere il record di punti, che era di 47, di Massimo Rastelli di 3 anni fa. La squadra Ŕ pronta per l'incontro e tutti sono caricatissimi. Tra i convocati c'Ŕ anche Pavoletti che sarÓ in panchina e che Zenga spera di metterlo alla prova almeno per pochi minuti. SarÓ dura anche per lui che riprenderÓ a giocare ad alto livello e chiudere un periodo molto sfortunato. C'Ŕ adesso il problema di Zenga e i tifosi si dividono ma spetterÓ a Giulini l'ultima parola. Tutto dipenderÓ dall'incontro col Milan. Se il Cagliari dovesse vincere contro i rossoneri Zenga ha la possibilitÓ di continuare a guidare la squadra e alla fine potrebbe essere la mossa giusta considerando le difficoltÓ e il periodo complicato in questo momento travagliato del Covid-19.




LUCA GAGLIANO, IL CALCIATORE CHE HA BATTUTO BUFFON
LARGO AI GIOVANI ROSSOBLU' (MAI
ACCADUTO IN PASSATO): E' ANDATO BENE

DOMANI ULTIMA PARTITA COL
MILAN, POI LA PALLA PASSA A GIULINI


di Carmelo Alfonso
(30-7-2020) E' algherese, ha appena compiuto vent'anni ( il 14 luglio scorso ), giocava nel Catalunya Alghero, Ŕ uno dei tanti giovani scoperti da Gianfranco Matteoli, meritevoli, secondo Walter Zenga, di giocare in serie A. Luca Gagliano, in campo mercoledi sera contro la Juventus fin dal primo minuto, Ŕ naturalmente l'uomo del giorno: per avere battuto Gigi Buffon al suo esordio da titolare e contribuito alla vittoria dei rossoblu sui bianconeri. Il giovane calciatore di Alghero, che secondo molti potrebbe calcare le orme di Antonello Cuccureddu ( altro algherese che, al suo esordio in serie A con la maglia della Juventus, realizz˛ un gol al Cagliari, portiere un altro grande: Ricky Albertosi ), ha confermato anche contro i campioni d'Italia le sue grandi qualitÓ di bomber. Con la formazione primavera, classificatasi seconda nel torneo di categoria, Gagliano ha realizzato ben dieci reti in diciassette partite. Zenga, non potendo disporre di alcuni titolari importanti come Pavoletti, Pellegrini, Nainggolan, Oliva, e contro la Juventus neppure di Pisacane e Nandez, ha continuato con la valorizzazione dei giovani. Mai accaduto, in passato, in modo cosý continuo e con risultati soddisfacenti. Contro la Juventus c'Ŕ stata la risposta che molti si attendevano dopo il lungo periodo senza successi. E in tutti i reparti (molto bene, questa volta, la difesa ) ci sono state le conferme di giocatori che possono garantire un buon futuro. A novanta minuti dalla conclusione di un campionato non esaltante ( non soltanto per il Cagliari) Ŕ arrivata una vittoria forse non attesa, ma ampiamente meritata. A farne le spese i campioni d'Italia, e scusate se Ŕ poco. Domani si chiude.Cagliari in trasferta contro il Milan
( ore 20,45). Poi tutti in vacanza. La palla ora passa a Giulini(foto dal web/Social). Forse, quasi d'improvviso,il futuro si annuncia meno complicato.



PARTITE DELLA
37^GIORNATA

CLASSIFICA

IL CAGLIARI E' AL SETTIMO CIELO, HA BATTUTO LA GRANDE JUVENTUS (2-0)
UN CAPOLAVORO TARGATO ROSSOBLU:
PRIMA GAGLIANO POI SIMEONE
UN KO FANTASTICO

di Franco Vecchiarecchi
(29-7-2020) Finalmente! Il Cagliari ha vinto per 2 a 0 ( 8' Gagliano, 47' Simeone) contro i campioni d'Italia, quella Juventus arrivata alla Sardegna Arena per sbancarla e per punirla ulteriormente dopo tante giornate di magra. Invece i rossobl¨ hanno compiuto un capolavoro che arriva dopo tante amarezze, tante delusioni e tanti sacrifici che non sono stati mai ripagati. Adesso possiamo toglierci qualche sassolino e lo facciamo issando alta la bandiera del Cagliari ma anche della Sardegna per dire a chiare lettere che "abbiamo vinto", nonostante ogni pronostico ostile. Diciamolo chiaramente: questo risultato Ŕ fantastico. Dopo 8 partite senza vittoria, il Cagliari si Ŕ concesso il risultato pi¨ bello e pi¨ prestigioso quello che ci ripaga da tante umiliazioni. Adesso pu˛ iniziare la festa e la gioia dei tifosi sardi Ŕ immensa. La rete che spiana la strada ai padroni di casa arriva all'8' da Gagliano (
foto dal web/Social), uno dei due esordienti, grazie alle geometrie di Farag˛ e Mattiello per il giovane rossobl¨ che battendo Buffon si trova subito in paradiso. Nonostante la rete il Cagliari vuole certezze e non si arrende e va all'attacco nonostante, al 16', la rete di Ronaldo, su passaggio di Bernardeschi, che l'arbitro annulla per fuorigioco. Non Ŕ facile per il Cagliari perchŔ la Juve c'Ŕ e si fa sentire con Bonucci ma anche con Higuain, c'Ŕ anche Cuadrado che tenta la via della rete. Il Cagliari per˛ tiene. Prima della fine del primo tempo, nel recupero, il Cagliari raddoppia con Simeone di sinistro e Buffon Ŕ battuto per la seconda volta. Nel secondo tempo la Juve Ŕ infuriata, reagisce come pu˛ ma nonostante la sua tenacia non riesce a bucare il muro rossobl¨ con un Cragno che non si fa sorprendere. Si va verso la conclusione ma in pieno recupero c'Ŕ un sussulto bianconero con Zanimacchia, appena entrato in campo. Niente da fare. L'arbitro manda tutti negli spogliatoi e il Cagliari Ŕ al settimo cielo. Ha vinto e ha battuto la grande Juventus. Che spettacolo, che gioia. Il messaggio per il Milan Ŕ forte per l'ultimo incontro di questo campionato.



ASSENTE CRISTIANO RONALDO PER L'INCONTRO CAGLIARI-JUVENTUS (21,45)
PASSERELLA DELLA VECCHIA
SIGNORA ALLA SARDEGNA ARENA

PER I ROSSOBLU' SCATTO
D'ORGOGLIO E CUORE SARDO


di Franco Vecchiarecchi
(28-7-2020) Penultima giornata di campionato ed Ŕ il giorno di Cagliari - Juventus, la partitissima soprattutto per l'isola che conta un numero enorme di tifosi bianconeri, freschi del nono scudetto. La nobile Signora del calcio italiano si presenta alla Sardegna Arena per confermare il suo stato di grande squadra e mostrerÓ i denti come Ŕ solito fare, senza dare vantaggi agli avversari. Il Cagliari ormai Ŕ ai titoli di coda, non pu˛ pretendere nulla e i pronostici sono tutti a favore degli avversari. Potrebbe essere una classica partita di allenamento, ma si sa anche in questo caso la grande squadra conta i gol dopo la passerella dei campioni. I ragazzi di Zenga hanno giÓ dato e non hanno carburante a sufficienza per contrastare il minimo sindacale contro lo squadrone di Sarri che ha vinto il campionato anche per merito suo. La partita non avrÓ alcun significato in termini di classifica anche se i rossobl¨ vorrebbero confermare la posizione tenendo a bada, ad esempio, la Sampdoria ma si sa, nulla Ŕ deciso perchŔ la palla Ŕ rotonda e a volte la fortuna pu˛ riservare sorprese. Insomma il Cagliari ci prova e la sola motivazione di giocare contro la grande Juve, fresca di scudetto, Ŕ il guizzo vincente per raddoppiare l'impegno e l'orgoglio sardo. Il Cagliari non vince da otto turni e da quando Ŕ mister, Zenga ha ottenuto appena quattro punti. SarÓ comunque una partita di cartello che veicolerÓ la squadra di Zenga nelle prime pagine della stampa nazionale e metterÓ in vetrina squadra e giocatori. Quasi certamente Sarri concederÓ un turno di riposo a Cristiano Ronaldo in vista dell'impegno di Champions League con il Lione in programma il 7 agosto, e questa notizia pu˛ da un lato concedere al Cagliari una possibilitÓ in pi¨ di frenare, eventualmente, il passivo del risultato finale. In campo, per la Juventus, saranno assenti Dybala e Douglas Costa infortunati, ma anche di Danilo mentre non sarÓ presente Rabiot perchŔ squalificato. Nel Cagliari Zenga non potrÓ contare su Nandez, squalificato, e neanche sugli infortunati Nainggolan, Pavoletti, Oliva e Pellegrini mentre il mister rossobl¨ chiederÓ a Simeone(
foto dal web/Social) e a Joao Pedro di fare il possibile per vincere l'incontro, anche se potrebbe essere una frase di circostanza. SarÓ dura, ma il Cagliari ci prova.


JUVENTUS NONO SCUDETTO,
SPAL E BRESCIA IN SERIE B

IL CAGLIARI RISCHIA E LA
SAMPDORIA NON STA A GUARDARE

TUTTO IN POCHI GIORNI, POI IL NUOVO CAMPIONATO. ANCORA CON ZENGA?

di Carmelo Alfonso
(27-7-2020) Sono arrivati i primi risultati: la Juventus, a due giornate dalla conclusione del campionato, ha conquistato il suo nono titolo italiano consecutivo; Spal e Brescia finiscono in serie B. Inter, Atalanta e Lazio cercano la migliore posizione alle spalle dei campioni d'Italia, cosý come si lotta nel fondo classifica per evitare di essere la terza squadra a retrocedere nel campionato cadetto. Il Cagliari, sconfitto in casa dall'Udinese, Ŕ stato acciuffato dai friulani nella tredicesima posizione, ed ora rischia di essere raggiunto e superato dalla Sampdoria, e concludere molto in basso una stagione che pareva potesse regalare ai rossoblu una nuova esperienza in campo europeo. Partita dai due volti quella perduta contro i friulani : rossoblu inconsistenti nei primi quarantacinque minuti; un po' meglio nel secondo tempo in virt¨ di un Nandez in stato di grazia e con i nuovi entrati pi¨ intraprendenti. La sfortuna ha voluto che prima Simeone e poi Joao Pedro(
foto dal web/Social) sbagliassero palle che parevano destinate a finire in fondo alla rete, e cosý Musso Ŕ rimasto imbattuto ed il Cagliari sconfitto per la quattordicesima volta. Positivo, ancora una volta, il ricorso ai giovani della Primavera : calciatori che sarebbe bene far crescere in casa senza correre il rischio di perderli affidandoli a squadre di serie inferiori per "maturare". Il campionato volge al termine: domani, alla Sardegna Arena ( ore 21,45), Ŕ di scena la Juventus . Poi il finale, domenica due agosto, con il Cagliari in trasferta contro il Milan. Tutte le gare al via ancora alle 21,45. Poi brevi vacanze, coppa Italia e nuovo campionato. Cagliari ancora con Zenga ?

PARTITE DELLA
36^GIORNATA

CLASSIFICA

L'UDINESE SBANCA LA SARDEGNA ARENA COL GOL IN APERTURA DI OKAKA (0-1)
CAGLIARI UMILIATO E I
FRIULANI FESTEGGIANO DUE VOLTE

ROSSOBLU' IN CRISI NERA, NON
VINCONO DA 8 GIORNATE

di Franco Vecchiarecchi
(26-7-2020) Ha perso contro l'Udinese e questo Cagliari adesso pu˛ veramente andare in vacanza (0-1 : 2' Okaka). In effetti i rossobl¨ in libera uscita c'erano giÓ, sicuramente da 3 o 4 giornate fa, e i motivi di una squadra che evita di fare gioco e di confrontarsi nelle partite non si capiscono, sta di fatto che da quando c'Ŕ Zenga il Cagliari non ha mai brillato nei contenuti e nei risultati. Che dire poi della partita contro i friulani? La vittoria dell'Udinese Ŕ chiara e senza appello. Il risultato Ŕ stato scritto dopo appena 2 minuti di gioco grazie alla rete di Okaka poi la vittoria Ŕ stata certificata dalle diverse occasioni di gioco mentre i sardi non sono stati mai propositivi e pericolosi dalle parti di Musso. Tre punti importanti per i friulani che si mettono al pari col Cagliari in classifica al tredicesimo posto e questo significa che i rossobl¨ non avranno pi¨ la possibilitÓ di riprendersi considerando che dovranno affrontare, nel prossimo turno, la Juventus che non farÓ sconti. La 36esima giornata Ŕ stata buttata al vento e prosegue il momento difficile dei ragazzi di Zenga (
foto dal web/Social) ormai a secco di vittorie da ben otto giornate. Per i friulani si tratta di due vittorie in una: si sono assicurati la permanenza in serie A con due turni d'anticipo e hanno sbancato la Sardegna Arena portandosi a quota 42 punti, come il Cagliari, ma la superano per gli scontri diretti favorevoli. I rossobl¨ hanno spento i motori perchŔ i prossimi due incontri serviranno per umiliare ulteriormente il Cagliari. Contro la Juventus, alla Sardegna Arena, prima e col Milan, in trasferta, dopo i rossobl¨ giocheranno a luci spente e i risultato, a questo punto, Ŕ giÓ scritto.


ULTIME PARTITE DI CAMPIONATO, ARRIVA L'UDINESE(SARDEGNA ARENA ORE 19,30)
IL CAGLIARI HA VOGLIA DI VINCERE ANCHE SENZA NAINGGOLAN
A GIORNI SI DECIDE SU ZENGA,
DIVERSI ALLENATORI IN LISTA


di Franco Vecchiarecchi
(25-7-2020) Gli ultimi due incontri alla Sardegna Arena il Cagliari non Ŕ andato oltre il pareggio, Sassuolo e Lecce, e alla 30esima giornata, sempre a Cagliari, i rossobl¨ sono stati sconfitti dall'Atalanta per 1 a 0. Adesso arriva l'Udinese e i rossobl¨ tentano il riscatto per il guizzo finale verso un posto, si spera, pi¨ vantaggioso in classifica. I ragazzi di Zenga saranno in campo senza Nainggolan, Pavoletti, Oliva e Pellegrini e anche l'Udinese dovrÓ fare a meno dello squalificato Troost-Ekong e degli infortunati Jajalo, Lasagna, Mandragora, Prodi, Walace. Il Cagliari ha voglia di vincere anche se non conquisterÓ la decima posizione, traguardo minimo per festeggiare i 50 anni dello scudetto e i 100 anni della sua nascita. E' una squadra che non ha fatto molto rispetto alla formazione allenata da Maran e il nuovo allenatore Zenga (
foto dal web/Social)ha rimediato solo pochi punti per onorare la salvezza. Molte le voci di un cambio di allenatore che sarÓ deciso nei prossimi giorni. SarÓ un altro pareggio?





RIGORE O NO,
NON DIMENTICHIAMO LE
TANTE PARATE DI CRAGNO

RARAMENTE ABBIAMO
VISTO UN BUON CAGLIARI

DOMANI CAGLIARI -
UDINESE : SPERIAMO BENE


di Carmelo Alfonso
(24-7-2020) Si, Ŕ vero : al Cagliari battuto dalla Lazio all'Olimpico di Roma Ŕ stato negato un rigore. Ed Ŕ mancato il ricorso al Var, che sicuramente avrebbe dato ragione ai rossoblu e torto all'arbitro Piccinini. Incredibile di questi tempi che al piccolo schermo si ricorre per verificare anche una spintarella data o non data, o se il piede di un attaccante si trovava di qualche millimetro oltre il piede di un difensore. Poteva non perdere, pertanto, la squadra di Zenga, e quindi conservare il decimo posto con Parma, Fiorentina e Bologna. Invece, pur avendo giÓ raggiunto la salvezza, con 42 punti si ritrova al tredicesimo posto e domani ( 19,30 ), alla Sardegna Arena, dovrÓ vedersela contro l'Udinese che di punti ne ha 41. Un pareggio con la Lazio, tuttavia, non avrebbe fatto dimenticare le tante parate di Cragno(
foto dal web/Social), che ancora una volta ha limitato il passivo; e non avrebbe cancellato il modesto ruolino di marcia di quest'ultimo periodo ( tre punti conquistati nelle ultime cinque partite, e appena dieci nel post Covid). Eppure la ripresa del campionato era stata incoraggiante: vittoria a Ferrara contro la Spal (1- 0) e altro successo in casa contro il Torino ( 4 - 2 ); a seguire il confortante pareggio di Bologna ( 1 - 1 ). Erano poi arrivati la sconfitta interna con l'Atalanta ( 0 - 1 ) , quindi tre pareggi con Fiorentina, Lecce e Sassuolo e ancora due sconfitte (Sampdoria e Lazio). Attenuanti ? Non mancano : infortuni, squalifiche e scadenze contrattuali hanno certamente condizionato il lavoro di Zenga, cosý come le partite ravvicinate, che hanno impedito i necessari recuperi post-fatica, ed il caldo . Certo Ŕ, comunque, che raramente abbiamo visto un buon Cagliari, e questo non pu˛ essere sfuggito a dirigenti e tecnici. A salvezza raggiunta, Ŕ tempo di pensare al futuro. Cagliari, ma diremmo la Sardegna, meritano molto di pi¨.



PARTITE DELLA
35^GIORNATA

CLASSIFICA

NIENTE DA FARE PER IL CAGLIARI CONTRO LA
LAZIO (2-1)

I BIANCOCELESTI RIBALTONO IL
RISULTATO, PER I ROSSOBLU'
ADDIO ALLA DECIMA POSIZIONE

di Franco Vecchiarecchi
(24-6-2020) Fantastico Cagliari che per quindici minuti, dopo l'intervallo per il secondo tempo, ha fatto sognare con rete di Simeone su azione bene manovrata di Ionita. Un vantaggio che ha avuto il pregio di dare una scossa a una partita che ha avuto nella prima parte della gara la Lazio protagonista. La rete dei rossobl¨ non Ŕ durata molto e subito dopo l'inizio del secondo tempo, al 2', c'Ŕ stato il pareggio di Milinkovic-Savic che dal limite calcia una legnata di esterno destro che si insacca all'incrocio dei pali. Il pareggio resiste ma i padroni di casa vogliono la vittoria, che arriva puntuale al 15' con rete di Immobile, su verticalizzazione di Luis Alberto, il quale entra in area e mette in rete. Dopo la rimonta i biancocelesti provano a gestire il proseguo dell'incontro e ci riescono fino alla fine. Ha vinto la Lazio a termine di un incontro giocato su buoni ritmi. I padroni di casa creano molte azioni ma non concludono rispetto al Cagliari che invece riesce a contrastare i biancocelesti, grazie anche a un grande Cragno(f
oto dal web/Social), che nel secondo tempo appaiono pi¨ organizzati e pi¨ forti. La squadra di Inzaghi blinda la Champions League mentre i rossobl¨ di Zenga falliscono l'assalto alla decima posizione. Il prossimo turno il Cagliari giocherÓ alla Sardegna Arena contro l'Udinese.



IL CAGLIARI ALL'ASSALTO DELLA
LAZIO (OLIMPICO ORE 21,45)

ZENGA: OBIETTIVO FINIRE IN
BELLEZZA (10░ O 8░ PIAZZAMENTO)

INZAGHI: VOGLIO LA
QUALIFICAZIONE IN CHAMPIONS


di Franco Vecchiarecchi
(22-7-2020) Inzaghi contro Zenga e i biancocelesti, dopo la battuta d'arresto di qualche giorno fa contro la Juventus, tentano, dopo aver cancellato i sogni dello scudetto, di non farsi scippare la Champions e puntano a liquidare il Cagliari che ha avuto cuore e forza di pareggiare in casa contro il lanciatissimo Sassuolo. Inzaghi non dorme sogni tranquilli perchŔ il Cagliari non Ŕ squadra materasso, anche se ultimamente ha avuto diversi problemi. I rossobl¨ hanno poco da chiedere al campionato anche se punterebbero al decimo o all'ottavo posto in classifica, a ridosso del Milan o del Napoli, un traguardo che farebbe felice Giulini(
foto dal web/Social) e blinderebbe senza problemi Zenga per il rinnovo come allenatore. La classifica Ŕ precisa: la Lazio ha 69 punti, il Cagliari 42 e detto in maniera sintetica per i ragazzi di Zenga non ci potrebbe essere storia. Per˛ i ragazzi di Zenga se la giocano in quell'Olimpico molto caro ai sardi perchŔ, con i tifosi o senza come in questo fine campionato, Ŕ come giocare in casa. Nel Cagliari tante assenze ma in campo ci sarÓ Joao Pedro e Simeone mentre in difesa ci sarÓ il ballottaggio tra Ceppitelli e Klavan. Molto probabilmente ci saranno delle variazioni tattiche come, ad esempio, quello di Nandez che dovrebbe abbandonare la posizione di esterno ricoperta recentemente da Rog. Zenga vorrebbe chiudere in bellezza con un ottimo piazzamento. Inzaghi, dal canto suo, conferma Immobile e Caicedo mentre non sarÓ in campo Luis Alberto, lo spagnolo, infatti, dovrebbe saltare il mach col Cagliari per essere stato vittima di alcune noie fisiche.



C'E' IL PRIMO VERDETTO DI QUESTO CAMPIONATO: LA SPAL E' IN SERIE B
IL PAREGGIO DEL CAGLIARI NON CANCELLA I PROBLEMI DI ZENGA
SI SPERA IN UN GRAN FINALE: GIOVEDI ALL'OLIMPICO C'E' LA LAZIO

di Carmelo Alfonso
(20-7-2020) E' arrivato il primo verdetto: la Spal torna in serie B dopo la venticinquesima sconfitta subita nel confronto tra le ultime due . Ha vinto il Brescia di Diego Lopez che , di contro, pu˛ sempre sperare in un miracoloso recupero, e quindi in una clamorosa salvezza. Sempre complicata la situazione del Lecce , battuto dal Genoa ; dell'Udinese ( sconfitta a Napoli) e del Torino ( bloccato dalla Fiorentina). Un importante passo avanti lo ha fatto la Sampdoria di Ranieri, vittoriosa a Parma, arrivata ad un solo pun to dal Cagliari e dai viola fiorentini, e a due dal Bologna schiacciato dal Milan. Al Cagliari, contro il lanciatissimo Sassuolo ( forse in fase calante) Ŕ andata benissimo. In svantaggio di un gol e con un uomo in meno (Carboni deve evitare di meritarsi tanti gialli e squalifiche ), Ŕ riuscito a pareggiare una gara che pareva compromessa e difficile da rimettere sulla giusta via. Joao Pedro, forse non ancora nelle migliori condizioni, ha fatto il miracolo e ha dato alla sua squadra un risultato insperato. Un pareggio utilissimo per la classifica che, tuttavia, non cancella i molti problemi che travagliano Zenga. Squalifiche, assenze e qualche incertezza sullo schieramento stanno facendo naufragare - sia pure lentamente - una squadra che pareva destinata a ben altri traguardi. Le incertezze sul modulo difensivo sembrerebbero le principali cause dei gol che il pur bravo Cragno ha incassato nelle ultime giornate, e delle difficoltÓ incontrate dal giovane Carboni. Il 3-5 ( schieramento iniziale della difesa e del centroncampo) non Ŕ uguale al 5-3 , anche se, in teoria, in fase difensiva le due scelte si ribaltono. Ma occorrono meccanismi perfetti; in caso contrario ( basta un ritardo nel movimento) si creano gli spazi per gli avversari e gli affanni nei recuperi. Il ritorno di giocatori pi¨ che utili alla squadra dovrebbero agevolare un gran finale di campionato, cosý come la serenitÓ che Ŕ forse mancata in quest'ultimo periodo. TranquillitÓ : ecco che cosa occorrerÓ alla squadra nelle ultime quattro giornate. A cominciare da giovedi quando il Cagliari affronterÓ la Lazio all'Olimpico di Roma ( ore 21,45).




PARTITE DELLA
34^GIORNATA

CLASSIFICA

POCO CAGLIARI E MOLTO
SASSUOLO ALLA SARDEGNA ARENA (1-1)

JOAO PEDRO REPLICA A CAPUTO,
I
ROSSOBLU' RIPRENDONO A SEGNARE

di Franco Vecchiarecchi
(18-7-2020) Ancora un Cagliari sgonfio ha rimediato un pareggio contro la superioritÓ del Sassuolo. Un pareggio (1-1: 12' Caputo e 63' J.Pedro) che per i rossobl¨ vale oro per come sono andate le cose in campo. Il Cagliari lamenta la grande assenza di Nainggolan ma comunque la squadra non c'Ŕ e la scarsa qualitÓ era evidente. Il fischio finale coglie le squadre alla fine contente anche se i ragazzi di De Zerbi erano decisi a portare a casa i tre punti. Gli emiliani continuano ad accarezzare il sogno europeo anche se il pareggio fa perdere terreno che dovrÓ essere recuperato, e in fretta, nelle prossime partite. La gara Ŕ stata sbloccata al 12' dal solito Caputo, ormai il cecchino che in zona gol Ŕ micidiale anche se gli ospiti potevano andare in rete in altre occasioni. Nel corso del primo tempo si Ŕ visto poco Cagliari e molto Sassuolo che alla fine non Ŕ riuscito a mettere in sacco i padroni di casa. Nel secondo tempo la musica non cambia anche se al 63' il Cagliari va in gol. La rete Ŕ di Joao Pedro(
foto dal web/Social) il quale in mezzo al campo strappa un pallone che passa a Rog che restituisce con un assist: Ŕ palla-gol e Joao Pedro firma il pareggio. Il Sassuolo non ci sta e De Zerbi Ŕ furioso perchŔ non vuole tornare a casa senza una vittoria. Tutti aspettano una scintilla da parte degli emiliani che non c'Ŕ stata e alla fine il Cagliari Ŕ bravo a contenere il risultato. Un pareggio importante che muove la classifica.


CAGLIARI - SASSUOLO, I PRONOSTICI SONO
PER I ROSSOBLU' (SARD.ARENA ORE 19,30)

DE ZERBI PUNTA AL BIS
E SOGNA LA CHAMPIONS
PER I ROSSOBLU E'
EMERGENZA CENTROCAMPO

di Franco Vecchiarecchi
(17-7-2020) Arriva il Sassuolo alla Sardegna Arena e il Cagliari dirÓ la sua dopo la sconfitta di tre giorni fa in trasferta contro la Sampdoria(3-0) e dopo lo 0 a 0 contro il Lecce e la Fiorentina ma anche dopo la sconfitta, il 5 luglio alla Sardegna Arena, contro l'Atalanta. I rossobl¨ in effetti non segnano da parecchio e il collettivo offensivo soffre enormemente in fatto di determinazione ed efficacia. Non stanno meglio gli altri reparti per i quali Zenga(
foto dal web/Social) ha il suo gran daffare per cercare di mettere in campo una formazione all'altezza della competizione. I romagnoli sono lanciatissimi e dopo il pareggio di grande effetto contro la Juventus non vogliono perdere le distanze verso il vertice della classifica e tentano di insediare il settimo posto in classifica e quindi il Milan a sei punti di distanza. Il Cagliari darÓ battaglia, si impegnerÓ al massimo ma non sarÓ facile senza l'apporto di Nainggolan, assente per infortunio, elemento prezioso e di grande esperienza che spesso ha contribuito a motivare e vincere le partite. La classifica Ŕ corta e tra il Sassuolo(47) e il Cagliari(41) ci sono 6 punti di distanza, una differenza non enorme e comunque non tale da mettere i rossobl¨ nelle condizioni di superare quei limiti delle ultime partite. SarÓ dura, ma il Cagliari saprÓ togliere da questa situazione non felice il meglio della sua forza e del suo coraggio. Due gli ex della gara: il cagliaritano Pavoletti, che al momento Ŕ bloccato da tempo per la rottura del legamento crociato, e Romagna, che nel Cagliari ha collezionato 45 presenze in due stagioni, Ŕ l'altro ex che gioca nel Sassuolo, ma anche lui non giocherÓ perchŔ infortunato. All'andata, in trasferta, il Cagliari riuscý a rimontare lo svantaggio e concludere con un pareggio(2-2). Allora i rossobl¨ sembravano invincibili, adesso le cose sono diverse ma il Cagliari potrebbe farcela.


LA RESA DEL CAGLIARI AL COSPETTO DI UNA SQUADRA CHE LOTTA PER LA SALVEZZA
ZENGA HA PRESO ATTO DEL
MOMENTO DIFFICILE

NESSUN RIPOSO E SABATO C'E'
IL LANCIATISSIMO SASSUOLO

di Carmelo Alfonso
(16-7-2020) Uno scivolone che preoccupa. Non era facile racimolare punti contro la Sampdoria rilanciata dall'ottimo lavoro di Claudio Ranieri, ma non era neppure prevedibile la resa quasi totale al cospetto di una squadra che si batte per raggiungere la salvezza. In veritÓ, segnali di cedimento li avevamo giÓ notati nelle precedenti gare, cosý come l'incapacitÓ di andare a rete ( i rossoblu non segnano da quattro partite e non vincono da cinque) , ma in nessuna occasione erano mancati gli indizi positivi. A Genova praticamente nessuno si Ŕ salvato e Zenga ha dovuto prendere atto del momento difficile che attraversano i rossoblu, sia sotto l'aspetto fisico che mentale: un calo generale dal quale non sarÓ facile riprendersi, tanto pi¨ che la stagione sembra conclusa per Nainggolan; che la stanchezza si Ŕ impadronita di alcuni giocatori importanti ; che Simeone pare abbia perduto l'orientamento in zona-gol; che la difesa ha ripreso a balbettare come accadeva in passato; che i cambi non sempre rispondono alle aspettative dell'allenatore; che Cigarini sembrerebbe non rientrare pi¨ nei piani dell'allenatore. Contro i blucerchiati, in sostanza, praticamente nessuno dei rossoblu si Ŕ salvato. Cragno, questa volta, non ha compiuto miracoli e poco hanno potuto fare Nandez e Rog. Il momento Ŕ difficile ed il campionato non concede tregua. Nessun riposo per giocatori che ne avrebbero tanto bisogno. Cosý, purtroppo, hanno voluto le societÓ. La cassa, innazitutto. E domani, sabato, si torna in campo . I rossoblu, alle 19, 30, ospitano il lanciatissimo Sassuolo . Poi ci sarÓ la Lazio, all'Olimpico di Roma, giovedi 23 luglio.


PARTITE DELLA
33^GIORNATA

CLASSIFICA

AL FERRARIS LA SAMPDORIA
HA VINTO FACILE ( 3-0 )

BRUTTO CAGLIARI, RANIERI
VEDE LA SALVEZZA

ZENGA:"TROPPI ERRORI E PER
NAINGGOLAN STAGIONE FINITA"

di Franco Vecchiarecchi
(15-7-2020) Un Cagliari spento ha fatto grande la Sampdoria che al Ferraris ha vinto alla fine facile( 3-0: 8' Gabbiadini, 40' Bonazzoli, 53' Bonazzoli) contro una squadra che non aveva idee nÚ obiettivi. Con una mazzata del genere la compagine di Zenga pu˛ abbassare le tende e andare in vacanza perchŔ non si pu˛ giocare un incontro senza avere quella forza e quel cuore che a volte fanno grande una squadra. Il Cagliari contro la Sampdoria Ŕ apparsa inesistente, senza mordente e senza la capacitÓ di incidere nÚ sul gioco e nÚ sul risultato. Forse Ŕ giÓ appagato e i suoi 41 punti lo mettono al sicuro dalla retrocessione, cosa che invece non hanno i ragazzi di Ranieri che devono fare pi¨ risultati per avere la sicurezza dalla zona rossa. Ha vinto la Sampdoria meritatamente iniziando le danze all'8' con un gol di Gabbiadini poi tra il primo e il secondo tempo la doppietta di Bonazzoli punisce i rossobl¨ pesantemente. Cosa non ha funzionato nel Cagliari? Praticamente tutto e tutti colpevoli. Era assente Nainggolan, d'accordo, ma la squadra non ha girato affatto e i giocatori in campo hanno avuto difficoltÓ a trovare collocazione e incisivitÓ nel produrre il gioco. Il Cagliari, come ha detto il mister negli spogliatoi a fine gara, ha regalato due gol e quel terzo gol ha avuto la mazzata decisiva che ha certificato il fallimento della squadra rossobl¨. Ci sarÓ molto lavoro da fare anche se sarÓ difficile ricomporre i pezzi in 15 giorni, quanto mancano a fine campionato. E purtroppo, ha detto Zenga(
foto dal web/Social), da adesso in poi mancherÓ l'apporto di Nainggolan, assente al Ferraris perchŔ infortunato, che avrÓ bisogno di tempo per ristabilirsi. Mancando lui il Cagliari si pu˛ dire finito, altro che decimo o ottavo posto. Si pu˛ dire che il campionato per i rossobl¨ Ŕ finito e non c'Ŕ ancora, matematicamente, la certificazione che dica che il Cagliari Ŕ salvo. Sabato 18 arriva alla Sardegna Arena il Sassuolo, ha perso con la Juventus per 1-2, Ŕ sarÓ una partita da brivido.


AL FERRARIS DI GENOVA UN
INCONTRO DI CARTELLO (ORE 19,30)

LA SAMPDORIA CHIEDE PUNTI
PER SALVARSI,ZENGA:" EX? SONO CONCENTRATISSIMO SUL CAGLIARI"


LA LEGA HA DECISO IL PROGRAMMA
DELLA 17ESIMA E 18ESIMA
GIORNATA
di Franco Vecchiarecchi
(14-7-2020) Trentatreesima giornata di serie A con un incontro di cartello allo stadio Ferraris di Genova. La Sampdoria sfida il Cagliari e chiede gli ultimi punti per chiudere la pratica salvezza mentre il Cagliari, superando la fatidica quota 40, Ŕ messo meglio e vorrebbe avvicinarsi alla soglia dell'Europa. I blucerchiati all'andata, alla Sardegna Arena, persero per 4 a 3 grazie alla rimonta dei rossobl¨ e al gol-vittoria di Cerri al 96'. Tra i convocati di Zenga non c'Ŕ perchÚ infortunato Radja Nainggolan ma saranno assenti anche Oliva e Pellegrini mentre non Ŕ stato convocato, per scelta tecnica, Cigarini. Da tre partite i rossobl¨ non vanno in rete e il motivo il tecnico cagliaritano lo spiega in questo modo:"Dĺaltronde giocando ogni tre giorni, si arriva pi¨ stanchi in area di rigore: due gol li avevamo segnati, anche pregevoli sotto il profilo estetico, purtroppo ci sono stati annullati. Speriamo comunque di poter tornare a segnare reti valide presto". E a chi gli ricorda un passato come ex allenatore della Samp, Zenga risponde cosý: "Il passato a me non interessa, quello che devo fare, lo devo fare per il bene del Cagliari: ho avuto la fortuna di giocare con la Samp e anche di allenarla. Ma ora sono concentratissimo sul Cagliariö. INTANTO LA LEGA HA COMUNICATO IL PROGRAMMA DELLA 17ESIMA E 18ESIMA GIORNATA DI RITORNO, mentre per l'ultima partita verrÓ definito nel primo weekend di agosto:
36/a giornata (24-26 luglio) Milan-Atalanta (venerdý, 21.45 ) Brescia-Parma (sabato, 17.15 ) Genoa-Inter (sabato, 19.30 ) Napoli-Sassuolo (sabato, 21.45 ) Bologna-Lecce (domenica, 17.15 ) Cagliari-Udinese (domenica, 19.30 ) Roma-Fiorentina (domenica, 19.30 ) Spal-Torino (domenica, 19.30 ) Verona-Lazio (domenica, 19.30 ) Juventus-Sampdoria (domenica, 21.45 )
37/a giornata (28-29 luglio) Parma-Atalanta (martedý, 19.30 ) Inter-Napoli (martedý, 21.45 ) Verona-Spal (mercoledý, 19.30 ) Lazio-Brescia (mercoledý, 19.30 ) Sampdoria-Milan (mercoledý, 19.30 )Sassuolo-Genoa (mercoledý, 19.30 ) Udinese-Lecce (mercoledý, 19.30 ) Cagliari-Juventus (mercoledý, 21.45 ) Fiorentina-Bologna (mercoledý, 21.45 ) Torino-Roma (mercoledý, 21.45).



IL CAGLIARI HA CEDUTO AL LECCE
DUE PUNTI IMPORTANTI

I ROSSOBLU HANNO ABBANDONATO DEFINITAMENTE LA COMPETIZIONE EUROPEA?
MERCOLEDI 15 ALTRA SFIDA IN TRASFERTA CONTRO LA SAMPDORIA

di Carmelo Alfonso
(13-7-2020) E' stata la giornata dei pareggi, alcuni addirittura rocamboleschi per come sono maturati. Due punti importanti, alla Sardegna Arena, li ha ceduti anche il Cagliari che ha cosý perduto, forse in modo definitivo, le poche possibilitÓ che erano rimaste di qualificarsi per una competizione europea. Il calo fisico di Nainggolan ( l'infortunio che lo ha costretto ad abbandonare il campo Ŕ forse
la conseguenza di un recupero affrettato per necessitÓ ) e il momento non buono di Joao Pedro, oltre alle assenze e alla serie ininterrotta di partite, hanno sicuramente frenato il cammino dei rossoblu. Ancora una volta Cragno, sempre pi¨ meritevole di far parte della nazionale azzurra, Ŕ stato baluardo pressochÚ insormontabile per gli attaccanti pugliesi. Con il portiere, sugli scudi anche Nandez e Rog elementi fondamentali del centrocampo rossoblu. In difficoltÓ Simeone, forse troppo isolato in zona-gol . Incoraggiante la prestazione di Ragatzu. Il Lecce ha fatto soffrire non poco il Cagliari che in pi¨ di un'occasione ha rischiato di capitolare: le grandi parate di Cragno, i legni, conclusioni clamorosamente sbagliate hanno salvato i rossoblu. Anche i cagliaritani, comunque, hanno avuto delle buone opportunitÓ per portarsi in vantaggio e magari conquistare i tre punti. . E' finita in paritÓ ed il risultato, tutto sommato, pu˛ considerarsi accettabile. Domani ( ore 19 30 ) il Cagliari torna in campo, a Genova, per affrontare la Sampdoria di Ranieri reduce dalla clamorosa vittoria a Udine. Tra i rossoblu mancheranno ancora giocatori fondamentali. Si annuncia un'altra partita impegnativa, faticosa. E siamo appena alla trentatreesima giornata.

PARTITE DELLA
32^GIORNATA

CLASSIFICA


FATICA ED ERRORI HANNO COSTRETTO
IL CAGLIARI AL PAREGGIO (0-0)

GRANDE CRAGNO CHE SU FARIAS
HA EVITATO LA SCONFITTA
SFORTUNATO NAINGGOLAN E ALLA
FINE SIMEONE E'STATO IMPRECISO

di Franco Vecchiarecchi
(12-7-2020) Per il Cagliari contro il Lecce allo stadio Sardegna Arena doveva essere una passeggiata, almeno stando alla differenza di punteggio in classifica. Invece quello che si Ŕ visto in campo alla fine Ŕ stata una partita pi¨ impegnativa del solito tra due compagini che si sono espressi in modo diverso e per obiettivi diversi. Il Cagliari alla fine ha rimediato un pari che serve solo a cercare qualche possibilitÓ per andare in Europa, anche se il treno Ŕ andato perso da almeno due giornate, mentre il risultato serviva in modo particolare ai ragazzi di Liverani che dovevano con forza abbandonare la zona bassa della classifica per non finire in serie B. Il Cagliari doveva a tutti i costi vincere. C'erano le premesse e lo stesso Zenga lo andava dicendo pi¨ per sfondare sull'obiettivo che per non essere condizionato dalla rabbia degli ospiti che vogliono rimanere nella massima serie. Le possibilitÓ di vincere erano suddivise, diciamo cosý, al 50% anche se alla fine chi ha patito di pi¨ sono i cagliaritani che non hanno saputo approfittare dell'avvio sprint, condizione favorevole per aprire il valzer dei gol. Che alla fine non ci sono stati e i tiri pi¨ insidiosi, che hanno fatto gridare alla rete, sono stati soprattutto di Babacar che ha colpito un clamoroso palo. L'estremo difensore rossobl¨ ha salvato il Cagliari grazie al suo comportamento-saracinesca in almeno tre occasioni di fila, su Falco, su Saponara e il palo di Babacar. E' per˛ il Cagliari ad avere le chance migliori in avvio di partita con Joao Pedro e Simeone(
foto dal web/Social). Prima dell'intervallo c'Ŕ stato l'infortunio di Nainggolan, problema alla caviglia, che alla fine penalizzerÓ la formazione rossobl¨ nelle manovre e nelle azioni offensive. Sul finire del primo tempo c'Ŕ stato il guizzo di Nandez su Ragatzu che per un soffio faceva secco Gabriel. Nel secondo tempo Ŕ l'ex rossobl¨ Farias a impensierire la difesa cagliaritana e Zenga cerca di rivedere tatticamente la formazione per reggere all'offensiva dei ragazzi di Liverani. Non solo Farias ma anche un altro ex Mancosu tenta la via della rete. Nel finale i rossobl¨ ritrovano energia e cuore ma Nandez e Simeone non passano. Cragno, invece, Ŕ bravo a salvare il risultato in pieno recupero su Farias.



ALLA SARDEGNA ARENA
ARRIVA IL LECCE(ORE 19,30)

IL CAGLIARI DEVE VINCERE
L'INCONTRO A TUTTI I COSTI
GLI EX ROSSOBLU' PUNTANO
A UN COLPACCIO


di Franco Vecchiarecchi
(11-7-2020) Impegno importante, anche se la classifica Ŕ tutto a vantaggio del Cagliari. Alla Sardegna Arena il Lecce rischia di fare solo la presenza, almeno Ŕ quello che sperano i ragazzi di Zenga che non hanno pi¨ alibi e devono vincere a tutti i costi. La classifica, in effetti, dice che il Cagliari ha 40 punti, Ŕ salva ma non matematicamente, mentre il Lecce ne ha 28 e non Ŕ proprio sicuro di continuare a giocare in serie A il prossimo campionato. Due squadre che dovranno compiere il massimo se vogliono capitalizzare il risultato. Per il Cagliari le ultime tre partite non sono andate male, due pareggi e una sconfitta, contro l'Atalanta alla Sardegna Arena, ma adesso le cose dovrebbero cambiare e per finire il campionato i ragazzi di Zenga devono osare di pi¨ se vogliono arrivare almeno alla decima posizione in classifica. Il tecnico rossobl¨ vorrebbe rimanere al Cagliari anche per il prossimo campionato anche se, per contratto, le cose potrebbero cambiare se non dovesse portare la squadra all'ottava posizione. Ci sono poi diversi problemi riferiti ad alcuni giocatori come Nainggolan(
foto dal web/Social) che a fine campionato dovrebbe ritornare all'Inter. Nell'anno dei 50 anni dello scudetto e del centenario della nascita del Cagliari, il buon presidente della societÓ Giulini dovrebbe mettere una mano al cuore se vuole veramente costruire, per il futuro, un Cagliari competitivo. Per l'incontro con il Lecce da registrare una buona presenza di ex rossobl¨ nella squadra come Gabriel, Farias, Tachtsidis, Petriccione, Vigorito, Rossettini, Deiola e Mancosu. Ecco i convocati: 1 Rafael, 3 Mattiello, 4 Nainggolan, 6 Rog, 8 Cigarini, 9 Paloschi, 10 Joao Pedro, 14 Birsa, 15 Klavan, 18 Nandez, 19 Pisacane, 20 Pereiro, 21 Ionita, 22 Lykogiannis, 23 Ceppitelli, 24 Farag˛, 25 Marigosu, 26 Ragatzu, 28 Cragno, 34 Ciocci, 36 Carboni, 40 Walukiewicz, 99 Simeone.



SEGNALI DI STANCHEZZA PER ALCUNI GIOCATORI DEL CAGLIARI
UN PUNTICINO CHE NON
SERVE PER L'EUROPA

NON C'E' TREGUA: DOMENICA ARRIVA ALLA SARDEGNA ARENA IL LECCE

di Carmelo Alfonso
(9-7-2020) Un punticino che serve a restare in una zona tranquilla di metÓ classifica, ma che, purtroppo, tiene lontana la squadra di Zenga dal gruppo che aspira a conquistare un posto in una competizione europea. Il pareggio conquistato a Firenze Ŕ stato un segnale importante dato dal Cagliari dopo l'immeritata sconfitta interna con l'Atalanta. Il recupero di Klavan Ŕ sicuramente servito a ridare ordine ed autorevolezza al reparto difensivo, che attende ora i ritorni di Carboni, Pellegrini e Pisacane, ma qualche difficoltÓ, contro i viola, lo ha mostrato il centrocampo nonostante la grande prestazione di Nandez. Segnali di stanchezza sono apparsi in Nainggolan -
foto dal web/Social -( forse dovuti ad un recupero affrettato) che comunque difficilmente si sottrae alla battaglia lý dove Ŕ necessario, e in Joao Pedro, importante elemento di sostegno a Simeone . Purtroppo il campionato non concede tregua e giÓ domenica si torna in campo per affrontare il Lecce reduce dal successo sulla Lazio. Un tour de force che non aiuta il recupero fisico dei giocatori e rende difficile il lavoro degli allenatori. Al termine mancano ancora sette partite, e si lotta sia in testa, per l'Europa, che in coda per non finire in serie B.

PARTITE DELLA
31^GIORNATA

CLASSIFICA

FIORENTINA - CAGLIARI, PROTAGONISTI DRAGOWSKI E CRAGNO (0-0)
UN PUNTO CHE MUOVE LA CLASSIFICA.
DOMENICA 12 ALLA SARDEGNA ARENA ARRIVA IL LECCE


di Franco Vecchiarecchi
(8-7-2020) Alla fine ha prevalso il pareggio (0-0) un risultato che tutto sommato consente alla Fiorentina e al Cagliari di muovere la classifica e di prendere ancora una boccata d'ossigeno in attesa di altri obiettivi. I ragazzi di Zenga avevano altri progetti non fosse altro per rimettersi in carreggiata dopo il passo falso casalingo contro l'Atalanta, squadra superiore e promettente per il terzo posto in classifica, e dare una spallata a quella giornata magra. I rossobl¨ promettevano vittoria che alla fine non c'Ŕ stata anche se poteva esserci. Correva il 6' di gioco: punizione di Chiesa vicino alla bandierina, si avventa Simeone, l'ex di turno, che come un fulmine si presenta a tu per tu da Dragowski e segna. La sua posizione non era regolare e c'Ŕ voluto il Var per annullare la rete per fuorigioco. Ed Ŕ quel gol annullato che ha fatto pensare alla partita di qualche giorno fa contro l'Atalanta, quando, anche in quell'incontro, ci fu una rete annullata, era il 12', con Simeone stesso protagonista. Si sa come Ŕ andata contro l'Atalanta e si pensava che anche contro la Fiorentina le cose potessero andare male per i rossobl¨. Per˛ si faceva fatica a dare quel finale. Per cambiare i brutti pensieri c'Ŕ voluto il cuore rossobl¨ per ottenere un risultato positivo. Due le occasioni di rilievo nel corso del primo tempo: al gol annullato di Simeone c'Ŕ la risposta di Duncan che colpisce il palo. Nel secondo tempo i due portieri si sono resi protagonisti: Dragowski ha fatto fatica, in due occasioni, a contrastare il travolgente Nandez e di rimando Cragno(
foto dal web/Social), portiere del Cagliari, ha salvato il risultato sull'intervento pericoloso di Kouame. Per gioco e per azioni i viola e i rossobl¨ hanno giocato alla pari, esprimendo valori convincenti in campo. Con questo pari i ragazzi di Iachini si portano a 35 punti e conservano 8 punti sul terzultimo Genoa mentre il Cagliari a quota 40 Ŕ praticamente salvo.


ALL'ANDATA CI FU UN DISASTRO
VIOLA, AL FRANCHI,ADESSO, C'E'
ALTRA MUSICA ? (ORE 19,30)

I ROSSOBLU' NON HANNO DETTO
ANCORA ADDIO AI SOGNI EUROPEI

ZENGA CONFERMA GLI UNDICI,
ATTESA PER JOAO PEDRO-SIMEONE


di Franco Vecchiarecchi
(7-7-2020) 31^ giornata di campionato con una partita di tutto rispetto per la trasferta del Cagliari contro la Fiorentina. All'andata, allo stadio Sardegna Arena, i rossobl¨ vinsero alla grande con un secco 5-2, un successo che permise ai ragazzi dell'allora tecnico cagliaritano Maran, di continuare la scalata per il terzo posto in classifica. Altri tempi, adesso in panchina c'Ŕ Zenga che sta cercando di dare un segnale forte a una squadra che deve ancora trovare un proprio carattere. Allo stadio Franchi c'Ŕ un motivo in pi¨ per vincere. I rossobl¨ non hanno ancora detto addio ai sogni europei anche se il ko interno contro l'Atalanta fa pensare questo, c'Ŕ ancora qualche margine per ipotecare quel posto e i ragazzi di Zenga hanno la voglia di riscatto. La Fiorentina sta peggio del Cagliari e quest'anno ha deluso le aspettative di un buon piazzamento in classifica, adesso si trova al tredicesimo posto con 34 punti, a pi¨ 9 sul terzultimo posto della zona retrocessione. Il Cagliari(
foto dal web/Social), invece, Ŕ a 39 punti ed Ŕ praticamente salvo dalla mischia retrocessione. C'Ŕ comunque ancora da soffrire. Queste le probabili formazioni: FIORENTINA (3-5-2): Terracciano; Milenkovic, Ceccherini, Igor; Lirola, Duncan, Pulgar, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Vlahovic. CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Walukiewicz, Pisacane, Klavan; Nandez, Ionita, Cigarini, Rog, Lykogiannis; Simeone, Joao Pedro.


CI POTEVA STARE LA SCONFITTA, MA IL CAGLIARI POTEVA ANCHE EVITARLA
GRANDE CONFERMA DI SIMEONE MA ANCHE DI CRAGNO E NANDEZ
DOMANI ROSSOBLU' A FIRENZE,
CI SARA' DA SOFFRIRE


di Carmelo Alfonso
(6-7-2020) Ci poteva stare la sconfitta con la lanciatissima Atalanta, ma il Cagliari poteva anche evitarla se il Var, talvolta incomprensibile, non avesse imposto ( ? ) all'arbitro La Penna di rivedere la sua decisione e annullare il bellissimo gol di Simeone. Una decisione astrusa determinata da regole discutibilissime introdotte con l'arrivo del Var ; cosý come Ŕ pressochÚ impossibile capire il perchÚ i minuti di recupero, pur in situazioni quasi simili, variano nelle diverse partite in modo esagerato. Esistono o non esistono regole ben precise ? E se esistono, perchÚ non farle rispettare onde evitare che possano nascere dei sospetti di favoritismi ? Il gol di Simeone in Cagliari - Atalanta non andava annullato . Sarebbe stata tutt'altra gara. Tutto ci˛ non esclude, comunque, che sull'esito della partita possa avere influito anche l'espulsione di Carboni. Giocare con un uomo in meno per tanto tempo contro una squadra in piena salute come quella allenata da Gasperini, non Ŕ cosa facile. I rossoblu, comunque, hanno resisto e sfiorato pi¨ volte il pareggio. Simeone ha confermato le sue buone doti di goleador: contro l'Atalanta poteva essere il quinto gol consecutivo dalla ripresa del campionato e raggiungere cosý quota undici nella particolare classifica dei marcatori : al pari dello juventino Dybala, di Bernardi e Boga del Sassuolo, Mancosu del Lecce e Cornelius del Parma. Grande conferma anche per Cragno(
foto dal web/Social), che va riprendendosi dopo l'infortunio che lo aveva tenuto fermo per un lungo periodo.Bene anche Nandez e Rog, ovvero due giocatori importanti del centrocampo. Non mancano i problemi, specie in difesa, ma le assenze si fanno sentire, cosý come qualcuno comincia ad accusare la fatica. E domani, mercoledi, si torna in campo : rossoblu a Firenze ( ore 19,30 ) contro i viola reduci dalla vittoria a Parma. Ci sarÓ ancora da soffrire.


PARTITE DELLA
30^GIORNATA

CLASSIFICA

NIENTE DA FARE PER IL CAGLIARI IN DIECI ALLA SARDEGNA ARENA (0-1)
VITTORIA DELL'ATALANTA MA I ROSSOBLU' NON HANNO DEMERITATO, GOL ANNULLATO DI SIMEONE

di Franco Vecchiarecchi
(5-7-2020) L'Atalanta vince e il Cagliari non delude(0-1: 27' Muriel) ed Ŕ comunque una sconfitta che non muove la classifica per i rossobl¨ fermi a 39 punti mentre i nerazzurri si portano a un solo punto dal terzo posto occupato dall'Inter. Diversi i punti-chiave della partita ad iniziare dal gol annullato di Simeone al 12', una grande rete di destro che va all'incrocio dopo lo scambio con Nainggolan. Poteva essere un gol tranquillo ma il Var dice che c'Ŕ stato un tocco falloso con la mano dell'argentino. Cosa da poco che l'arbitro poteva sorvolare e invece da questa situazione nascono momenti deprimenti per i padroni di casa mentre gli ospiti crescevano. E' comunque un incontro vivace e i rossobl¨ giocano senza sentirsi inferiori anzi orgogliosamente cercano in tutti i modi di portarsi in vantaggio. La rete dell'Atalanta arriva al 27' su rigore per atterramento di Malinovskyi da parte di Carboni, molto ingenuo in questa azione fallosa, che viene espulso. Batte Muriel che non sbaglia e porta la sua squadra in vantaggio. Il Cagliari ha la possibilitÓ in diverse occasioni di pareggiare ma sono sempre i nerazzurri che in qualche occasione hanno i motivi di aumentare il punteggio. Sul finire della partita, al 90', ci prova Nandez poi tre angoli di fila per i ragazzi di Zenga ma la partita era segnata dall'ingenuitÓ di Carboni e da quella rete annullata che, se fosse stata dichiarata buona avrebbe segnato diversamente tutta la partita. Una sconfitta,ma si va avanti. L'8 luglio si va a Firenze contro la Fiorentina che ha vinto col Parma per 2 a 1.


I RAGAZZI DI GASPERINI A TESTA ALTA
CON L'OBIETTIVO DELLA CHAMPIONS(SARDEGNA ARENA ORE 19,30)

ZENGA NON CAMBIA MODULO (3-5-2) E SI AFFIDA ALLA FORMAZIONE TIPO CON JOAO PEDRO E NAINGGOLAN

di Franco Vecchiarecchi
(4-7-2020) Altra partita di fuoco allo stadio Sardegna Arena con l'Atalanta di Gasperini deciso a vincere per consolidare il vantaggio in classifica per il traguardo della qualificazione alla Champions. Cagliari Ŕ una piazza difficile per il tecnico nerazzurro e lo sa benissimo adesso che i ragazzi di Zenga stanno ingranando dopo lo stop iniziale del dopo Covid col Verona. La sfida pone indubbiamente problemi ma il mister rossobl¨ Ŕ disposto a continuare il suo progetto con l'obiettivo anche contro l'Atalanta di giocare bene e vincere. In queste ultime partite il Cagliari ha dimostrato di essere squadra con la vocazione di migliorare giornata per giornata la sua classifica ed arrivare in Europa anche se le concorrenti, come il Bologna, non mollano facilmente. Zenga anche contro i nerazzurri non cambia modulo(3-5-2) e i ragazzi sono caricatissimi per questo impegno molto importante, il primo vero test per capire le possibilitÓ della squadra per le partite future. I precedenti sono a favore dei rossob¨ che hanno prevalso sui nerazzurri in 14 occasioni contro i 4 dei ragazzi di Gasperini. In modo particolare: su 48 incontro disputate a Cagliari le vittorie dei rossobl¨ sono state 14, 7 i pareggi e solo 4 le vittore dell'Atalanta. Una statistica di tutto rispetto che potrebbe ancora una volta favorire i ragazzi di Zenga. La probabile formazione rossobl¨: Cragno; Pisacane, Carboni, Lykogiannis; Mattiello, Nandez, Nainggolan(
foto dal web/Social), Rog, Ionita; Simeone, JoŃo Pedro. La probabile formazione dell'Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, de Roon, Pasalic, Gosens; Malinovskyi, Gomez; Zapata.



A BOLOGNA IL CAGLIARI HA CONFERMATO I PROGRESSI DELLE ULTIME PARTITE
CON ZENGA ROSSOBLU' CONVINCENTI
MA CONTRO L'ATALANTA POTREBBERO PESARE LE MOLTE ASSENZE


di Carmelo Alfonso
(2-7-2020) Un pareggio sofferto ma sostanzialmente meritato; quarto gol di Simeone che raggiunge quota dieci nella particolare classifica dei marcatori; ancora una convincente prestazione del diciannovenne Carboni : questo il Cagliari di Bologna. Una conferma dei progressi giÓ notati prima contro la Spal e poi alla Sardegna Arena contro il Torino. Un Cagliari(
foto dal web/Social), quello ora affidato a Walter Zenga, che sembra possa aspirare alla qualificazione per una competizione europea, anche se c'Ŕ ancora molta strada da percorrere e non tutto Ŕ in discesa. GiÓ domenica (ore19,30 ) i rossoblu dovranno vedersela contro l'Atalanta, una delle squadre pi¨ in forma e temibili del momemto, organizzatissima, quarta in classifica con 57 punti, 80 gol realizzati ( miglior attacco del campionato ) e 39 incassati. Un avversario non comodo per i rossoblu, ma trasferta non agevole per la squadra di Gasperini battuta per due a zero all'andata a Bergamo. La gara di domenica si complica per le molte assenze tra i rossoblu. A dare forfait saranno difensori fondamentali per il reparto come Klavan e Ceppitelli, e in forse c'Ŕ anche Pellegrini; una situazione che renderÓ tremendamente difficili le scelte di Zenga. La speranza Ŕ che un po' tutti coloro che andranno in campo riescano ad esprimersi sui buoni livelli delle ultime gare; il tal caso anche l'Atalanta non risulterebbe avversario invincibile.

PARTITE DELLA
29^GIORNATA


CLASSIFICA


IL BOLOGNA BLOCCA IL
CAGLIARI AL DALL'ARA (1-1)

PRODEZZA DI SIMEONE CHE
RISPONDE A BARROW
DOMENICA 5 LUGLIO ARRIVA
ALLA SARD.ARENA L'ATALANTA

di Franco Vecchiarecchi
(1-7-2020) Alla fine il Cagliari Ŕ riuscito nell'impresa. Non c'Ŕ stata la vittoria ma un pareggio, meglio di niente o della sconfitta che a ben guardare non poteva esserci perchŔ entrambe le squadre al Dall'Ara hanno giocato quasi alla pari e con equilibrio e alla fine il pareggio Ŕ stato il risultato pi¨ giusto. Il primo tempo ha visto i padroni di casa giocare meglio ma i ragazzi di Mihajlovic hanno difettato in zona tiro fino alla rete di Barrow che entusiasma il Bologna che vede la vittoria. Zenga non ci sta e mette un p˛ d'ordine tra le fila della squadra. L'intervallo ha ricomposto la compagine e al primo avvio della ripresa, al 46', Simeone(
foto dal web/Social) pareggia, un risultato che non cambierÓ fino alla fine dell'incontro. Il Cholito si impegna ed Ŕ su tutte le palle. Il suo movimento crea scompiglio e arriva con regolaritÓ alla rete, il suo Ŕ il quarto gol post-coronavirus. Stanco e non in perfette condizioni invece Joao Pedro che si Ŕ mosso con difficoltÓ, bene, invece, Nainggolan che ha propiziato il gol e ha tenuto il campo. Straordinario, ancora una volta, il baby Carboni in difesa, un grande gladiatore alle prese con i campioni Barrow e Palacio. Il Cagliari poteva fare di pi¨ ma la fatica alla fine si Ŕ fatta sentire ed entrambe le squadre hanno preferito un pareggio per chiudere l'incontro. Bologna e Cagliari rimangono nella stessa posizione in classifica, prima il Cagliari, dopo il Bologna ed entrambe sognano ancora l'Europa.


TRASFERTA PERICOLOSA PER
IL CAGLIARI AL DALL'ARA (ORE 19,30)
CONTRO IL BOLOGNA IL CAGLIARI
HA VINTO MENO IN 29 INCONTRI

ZENGA PUNTA ALLA VITTORIA, IN ATTACCO JOAO PEDRO - SIMEONE

di Franco Vecchiarecchi
(30-6-2020) Su tre partite a guida Zenga, il Cagliari ne ha vinte 2 (Spal e Torino) mentre contro il Verona c'Ŕ stato un passo falso. Tutto sommato Ŕ andato bene ma le cose potrebbero andare ancora meglio se l'impegno e la forza in ogni partita fosse come quella profusa nell'incontro casalingo contro i granata. Adesso la trasferta al Dall'Ara contro il Bologna, squadra che Ŕ al pari dei rossobl¨ in classifica, il Cagliari al decimo posto e i ragazzi di Mihajlovic all'undicesimo con solo un punto di differenza. Nel girone di andata la squadra rossobl¨, allenata da Maran, vinse per 3 reti a 2 e Zenga pensa alla vittoria anche in questo incontro. Bologna e Cagliari puntano per l'Europa e questa partita potrebbe essere uno spareggio per la volata finale. Anche Mihajlovic punta alla vittoria ma non sarÓ facile per i rossobl¨ che giÓ col Torino hanno azionato il turbo con le collaudate pedine Nainggolan,Joao Pedro e Simeone. Le due squadre si sono affrontate 29 volte in serie A, le vittore del Bologna sono state 15, quelle del Cagliari 6 e i pareggi 8. Giorni intensi per il Cagliari che ha salutato Olsen, che Ŕ tornato alla Roma, e molto probabilmente farÓ a meno di Cigarini e Cacciatore. Formazione-tipo con Cragno (
foto dal web/Social) in porta e l'attacco con Simeone e Joao Pedro. Indisponibili:Klavan, Birsa, Pereiro, Pisacane e Farag˛.





UN'ALTRA PROVA POSITIVA
DEL CAGLIARI DI ZENGA

FANTASTICI NAINGGOLAN, CARBONI, SIMEONE E JOAO PEDRO
I ROSSOBLU' RIPRENDONO A FANTASTICARE E SOGNANO L'EUROPA

di Carmelo Alfonso
(28-6-2020) Cagliari devastante, Torino ridimensionato. Dopo la vittoria di Ferrara, dai rossoblu di Walter Zenga si attendeva un'altra prova positiva che servisse a confermare i progressi messi in evidenza nella seconda gara consecutiva giocata in trasferta. La risposta - convincente - c'Ŕ stata, e non soltanto per i quattro gol rifilati al Torino. Il ritorno di Nainggolan ha indubbiamente contribuito alla ripresa di tutta la squadra: maggiore attenzione in difesa con le novitÓ rappresentate da Walukiewicz, Carboni (
foto dal web/Social) e Mattiello, ottimi nel lavoro svolto attorno a Ceppitelli; centrocampo sempre pi¨ affidabile e perfino straordinario sotto porta; da sogno le qualitÓ realizzatrici di Simeone e Joao Pedro. Questo il Cagliari che tutti desideravano vedere dopo il lungo periodo di esiti negativi. Si riprende a fantasticare. Si sogna l'Europa. Ed a sognarlo, oltre ai tifosi e Zenga, che a Cagliari pare abbia trovato l'ambiente adatto per una definitiva affermazione come tecnico, lo sognano soprattutto quei giovani che Zenga non ha avuto paura a mandarli in campo per una partita particolarmente delicata per il Cagliari e per se stesso.



PARTITE DELLA
28^GIORNATA

CLASSIFICA

I RAGAZZI DI ZENGA
ASFALTANO I GRANATA (4-2)

NANDEZ E SIMEONE APRONO LE
DANZE E NAINGGOLAN E JOAO
PEDRO CHIUDONO I CONTI

di Franco Vecchiarecchi
(27-6-2020) C'Ŕ stato un brivido allo stadio Sardegna Arena quando il Torino Ŕ riuscito a portarsi a un gol sul Cagliari, un 3 a 2 che non piaceva affatto ai rossobl¨ e al suo tecnico Zenga che nell'arco di tutto il primo tempo e in avvio della seconda parte della gara avevano messo alle corde i ragazzi di Longo. Eppure quei 5 minuti hanno messo paura e hanno, per cosý dire, fatto sperare ai granata di ossigenarsi per chiudere in bellezza la trasferta. Il Cagliari per˛ questa volta non Ŕ stato a guardare. I rossobl¨ avevano i numeri, la voglia e quella cattiveria giusta per vincere a tutti i costi dopo la partita opaca di Verona e la bella vittoria in trasferta contro la Spal. Zenga ci credeva e i suoi ragazzi non potevano fallire questa occasione in casa anche senza i tifosi. Alla fine hanno vinto con grande superioritÓ e classe asfaltando questi granata che poco hanno fatto. Il risultato finale non lascia dubbi(4-2: 12ĺ Nandez, 18ĺ Simeone, 46ĺ Nainggolan, 60ĺ Bremer (T), 65ĺ Belotti (T), 68ĺ rig. Joao Pedro) grazie al super gol di Nandez e Simeone che hanno portato la squadra al doppio vantaggio nel primo tempo. Nella ripresa ecco la bomba,strepitosa, di Nainggolan che fa avanzare la sua squadra a 3 reti a 0. Un momento di tregua e il Torino mostra i denti con Bremer e Belotti, 2 reti nel giro di cinque minuti. Il Cagliari si riorganizza, non pu˛ perdere i tre punti. Al 69' Joao Pedro, su rigore, fissa il punteggio sul 4-2. Il Cagliari viaggia a 38 punti in classifica( gli stessi del Verona) e gli uomini di Longo restano fermi al palo con 31 punti. Bene questo Cagliari che ha ritrovato ritmo e gioco e soprattutto la vittoria, una nuova situazione che darÓ nuovo slancio a una compagine non ancora nelle migliori condizioni. Con Nainggolan(
foto dal web/Social) in campo i cagliaritani hanno dato prova di essere squadra e di giocare quasi con perfezione, a viso aperto e con intelligenza. BisognerÓ ancora attendere qualche altra partita per verificare la bontÓ di questo Cagliari, per il momento il poker che hanno servito al Torino Ŕ di quelli che fanno guardare in avanti.


28^ DI CAMPIONATO, ALLA SARDEGNA ARENA ARRIVA IL TORINO (ORE 19,30)
IL CAGLIARI CI RIPROVA CON JOAO PEDRO IN OTTIMA FORMA
I PRONOSTICI DICONO ROSSOBLU'
MA CI SONO ANCHE 16 PARI


di Franco Vecchiarecchi
(26-6-2020) Ventottesima giornata di campionato con un impegno da non trascurare per il Cagliari che affronta alla Sardegna Arena, ancora senza pubblico, il Torino. I rossobl¨ sono reduci dall'incontro vittorioso in trasferta contro la Spal ma anche lo sfidante Torino viene dalla vittoria casalinga contro l'Udinese. Il Cagliari Ŕ a 35 punti, decima posizione in classifica, mentre la suqadra di Longo occupa il tredicesimo posto con 31 punti, al pari della Fiorentina. L'incontro Ŕ particolarmente atteso perchŔ dovrÓ stabilire la situazione reale della squadra, dopo la sconfitta a Verona e la vittoria a Ferrara, guidata dal nuovo allenatore Zenga. Il mister rossobl¨ ha giÓ pronti gli undici in campo con Olsen in porta e con la difesa Cacciatore -Ceppitelli e Klavan. A centrocampo Cigarini, Nandez e Rog con Ionita e Pellegrini. In attacco Simeone e Joao Pedro(
foto dal web/Social). Tra i pronostici va forte il pareggio perchŔ ogni tre incontri si Ŕ concluso sempre con un pareggio a porte inviolate. Nelle ultime 4 trasferte i granata hanno sempre raccolto punti, 3 vittorie e un pareggio. Per concludere: su 37 incontri disputati, 13 sono stati a favore del Cagliari, 8 del Torino e 16 pareggi.

VITTORIA, E' FORSE INIZIATO UN NUOVO CAMPIONATO PER IL CAGLIARI?
GRANDE OLSEN PREFERITO A
GRAGNO(ARIA DI CESSIONE?)

SABATO SI SAPRA' QUANTO
VALE LA SQUADRA DI ZENGA


di Carmelo Alfonso
(24-6-2020) Se davvero Ŕ iniziato un nuovo campionato, Ŕ tutto da valutare. Una prima risposta, il Cagliari di Walter Zenga, la darÓ sabato ( ore 19,30 ) alla Sardegna Arena contro il Torino. Per il momento resta la vittoria contro la Spal a Ferrara; tre punti conquistati in extremis grazie al gol di Simeone ( e sono otto senza avere battuto rigori), realizzato dopo il grosso rischio corso dai rossoblu a pochi minuti dal termine. Strepitoso Olsen, capace di annullare la conclusione ravvicinata dell'ex Cerri. Proprio il portierone svedese, preferito a Cragno-
foto dal web/Social- ( aria di cessione ? ), Ŕ stato tra i maggiori protagonisti con Rog, Nandez, il rientrante Joao Pedro e l'autore del gol del successo. La vittoria, sia ben chiaro, non ha improvvisamente cancellato le non poche perplessitÓ sull'organizzazione della squadra, ma un piccolo passo in avanti Ŕ stato fatto; piccolo, sia ben chiaro, perchÚ alcuni giocatori devono ancora ritrovare la migliore condizione per garantire la necessaria soliditÓ in difesa e buone qualitÓ a centrocampo. Il tempo ed il ritorno di Nainggolan dovrebbero agevolare la crescita; il lavoro dell'allenatore migliorare il gioco specie nella fase di possesso palla. Se la vittoria di Ferrara non Ŕ stato un episodio e basta, lo sapremo presto.

PARTITE DELLA
27^GIORNATA

CLASSIFICA

FINALMENTE, DOPO 12 PARTITE, RIECCO IL CAGLIARI CHE BATTE LA SPAL(0-1)
GOL DEL CHOLITO IN PIENO RECUPERO
SU ASSIST DI JOAO PEDRO

ZENGA RINGRAZIA E SABATO C'E' IL TORINO ALLA SARDEGNA ARENA

di Franco Vecchiarecchi
(23-6-2020) Finalmente dopo 12 partite in bianco il Cagliari ha trovato il gol(Spal-Cagliari 0-1: 90'+4' Simeone) che rilancia la squadra e muove la classifica. In effetti le cose che si sono viste in campo facevano pensare a un pareggio, tonificante per i ferraresi per niente rinfrancanti,invece, per i rossobl¨ che avrebbero continuato a portare addosso un'altra, l'ennesima, figuraccia, un'altra disfatta, anche se di proporzioni minime trattandosi di un pareggio, che i tifosi cagliaritani non avrebbero capito. Invece alla fine anche il presidente Giulini si Ŕ illuminato e ha sfoderato un sorriso planetario che chiudeva favorevolmente la sfida contro la Spal. Quindi bottino pieno e senza mezze misure. In questi casi al mare il gioco! L'importante Ŕ portare a casa i 3 punti, necessari dopo tantissimo tempo, nientemeno a ridosso del 2 dicembre 2029 quando alla Sardegna Arena il Cagliari liquid˛ la Sampdoria per 4-3. Il gol Ŕ stato siglato con rabbia da Simeone(
foto dal web/Social) al quarto minuto di recupero sull'assist di Joao Pedro sulla respinta di Letica a seguito della mazzata di Rog. Una rete ottenuta per caso ma che alla fine ha contribuito a dare quel segnale, di forte intensitÓ, che liquida la Spal sempre pi¨ in zona retrocessione. Zenga cambia tutto e si inventa una nuova squadra dopo la sconfitta di Verona. In porta non c'Ŕ Cragno, inspiegabile, e il mister manda in campo Olsen per finire sul trio di difesa Walukieiwicz, Klavan e Pisacane. Neanche con queste novitÓ il Cagliari cambia. I rossobl¨ fanno diverse cose egregie nel secondo tempo ma sono poco incisivi. Dopo il gol, graditissimo, c'Ŕ un'altra nota positiva con l'entrata in campo, proprio al 95', di Carboni di Tonara. E adesso nuovamente a Cagliari alla Sardegna Arena. Con la svolta i rossobl¨ avranno la possibilitÓ di puntare nuovamente in alto.


SPAL - CAGLIARI, ALTRA
TRASFERTA PER ZENGA (ORE 19,30)

POCHE LE BUONE NOTIZIE PER IL MISTER ROSSOBLU': FUORI ANCORA CEPPITELLI E NAINGGOLAN, RIENTRA JOAO PEDRO

di Franco Vecchiarecchi
(22-6-2020) Dopo Verona si va a Ferrara per la seconda trasferta del Cagliari contro la Spal. La sconfitta contro il Verona non era attesa ma Ŕ stata concreta per quello che i rossobl¨ hanno dimostrato in campo, una mazzata per il neo allenatore rossobl¨ che avrebbe voluto una vittoria per inaugurare il nuovo corso della sua gestione. Adesso si gioca contro la Spal per la 27^ giornata di serie A,la prima giocata per intero dopo lo stop del Covid 19, e il Cagliari prova a rimediare alla figuraccia di Verona. La classifica della Spal Ŕ ai minimi termini, 19 punti e peggio di lei c'Ŕ il Brescia con 20 punti,ultima in classifica, ma non Ŕ da sottovalutare perchŔ queste compagini all'ultimo stadio hanno energia da vendere e fanno di tutto per non retrocedere. I ragazzi di Zenga vogliono riscattarsi e scendono in campo senza Ceppitelli e Cigarini, squalificati, e non saranno in campo neanche Nainggolan e Oliva. C'Ŕ una buona notizia: rientra Joao Pedro(
foto dal web/Social) mentre Pereiro Ŕ fuori dopo la noia muscolare di sabato. Altra novitÓ Ŕ Klavan che sarÓ al centro della difesa e forse Birsa dietro le due punte.

E' COMINCIATA MALE L'AVVENTURA CAGLIARITANA DI ZENGA
APPROCCIO SBAGLIATO: DOPO
MARAN NULLA E' CAMBIATO

I ROSSOBLU' NON VINCONO DA 12 GIORNATE E CONTINUANO A PERDERE

di Carmelo Alfonso
(21-6-2020) E' cominciata male l'avventura cagliaritana di Zenga ; Ŕ cominciata con una sconfitta e l'espulsione di un giocatore -Cigarini - che non pochi considerano fondamentale per il centrocampo del Cagliari. E il campionato pi¨ strano del calcio italiano, quello che alla storia passerÓ per il coronavirus e per l'assenza di spettatori sostituiti sugli spalti da facce disegnate su pezzi di cartone, verrÓ ricordato anche per le lamentele del nuovo tecnico rossoblu che al Bentegodi di Verona avrebbe voluto una squadra meno passiva all'inizio e pi¨ decisa in difesa. E poi non sono mancate le lamentazioni per il solito approccio sbagliato e per le assenze di gente importante come Nainggolan e Joao Pedro. Dopo Maran, in sostanza, niente Ŕ cambiato: il Cagliari non vince da dodici giornate e continua a perdere. Domani si gioca a Ferrara contro la Spal. Zenga potrÓ disporre anche degli assenti di Verona, ma non avrÓ Cigarini. C'Ŕ da sperare che questa volta il cosidetto "approccio" sia quello giusto e che si incominci ad intravedere qualcosa di diverso rispetto al passato.


RECUPERO 25^
GIORNATA
CAGLIARI-VERONA




IL VERONA HA ROVINATO IL
DEBUTTO DI WALTER ZENGA

" ROSSOBLU' TROPPO PASSIVI
E HANNO PESATO LE ASSENZE"

IL 23 GIUGNO ALTRA PARTITA IN TRASFERTA CONTRO LA SPAL

di Franco Vecchiarecchi
(21-6-2020) La sconfitta a Verona ha lasciato il segno (2-1). "Non siamo naufragati" dice il nuovo allenatore del Cagliari Walter Zenga(
foto dal web/Social) ma Ŕ pur sempre una figuraccia che ha un peso enorme in classifica. Non c'Ŕ stata la vittoria che alla vigilia poteva starci e il comportamento passivo dei rossobl¨ in campo ha purtroppo determinato il vantaggio dei padroni di casa che si sono meritati i 3 punti perchŔ sono stati pi¨ bravi dei cagliaritani. Il dodicesimo match senza vittoria Ŕ comunque un segnale d'allarme per diversi motivi. Il Cagliari continua la serie negativa intrapresa da Maran da tempo fino a quello catastrofico con la Roma, partita che poi ha determinato il suo esonero con l'entrata di Zenga, e, da quello che si Ŕ visto in campo dopo il lungo stop del lockdown, non sembra che con la nuova gestione del nuovo allenatore le cose siano cambiate. Non c'Ŕ stato, d'accordo, il tempo di dare nuovo slancio alla squadra nÚ riorganizzare reparti e creare nuove motivazioni ai giocatori ma questo discorso deve essere spalmato in tutte le squadre perchŔ le stesse hanno vissuto il lungo stop dai campi di calcio. Si Ŕ verificato, in buona sostanza, che il Cagliari ha patito di pi¨ dal lockdown mentre la sua diretta avversaria sembrava avesse sempre continuato a giocare. I ragazzi di Juric hanno guardato in avanti e l'obiettivo alla fine l'hanno centrato mentre i rossobl¨ hanno faticato parecchio, soprattutto nei primi 20 minuti, e continuando a guardare al passato hanno alla fine ottenuto lo stesso risultato delle catastrofiche partite a guida Maran. Si dirÓ che al Cagliari mancavano alcune pedine importanti che spesso fanno la differenza come Nainggolan e Joao Pedro, ma anche questa volta questa sconfitta non assolve l'allenatore nÚ la squadra. Zenga parla di cattiveria che i suoi ragazzi non hanno avuto in campo, quel cinismo e quella voglia matta di raggiungere il risultato positivo. Un guizzo d'orgoglio poteva esplodere nella seconda parte della gara ma Ŕ durato poco e si Ŕ stemperato con la solita ingenuitÓ. Poco tempo per ossigenarsi e pensare in grande perchŔ il 23 il Cagliari Ŕ atteso in trasferta contro la Spal.


CAGLIARI KO CONTRO
IL VERONA (2-1)

I ROSSOBLU' RIPARTONO
CON UNA SCONFITTA


di Franco Vecchiarecchi
(20-6-2020) Quello che contava era il risultato finale perchŔ, dopo tre mesi di stop per il coronavirus, era difficile mettere in campo una squadra all'altezza per la competizione. Vale per il Cagliari ma anche per tutte le altre squadre che riprendono a giocare questo campionato. Per il rossobl¨, poi, c'era l'aggravante di una situazione difficile vuoi per le assenze di peso, come Nainggolan e Joao Pedro, e vuoi anche per l'arrivo del nuovo allenatore Walter Zenga che dovrÓ continuare a fare i compitini se vorrÓ rimettere in carreggiata una squadra alla sua maniera. Contro il Verona il Cagliari ha perso 2 a 1 (doppietta di Di Carmine al 14' e al 26') per i rossobl¨ ha segnato al 43' Simeone(
foto dal web/Social). I ragazzi di Juric grazie ad un approccio pi¨ produttivo e solo dopo la rete di Simeone i cagliaritani speravano di azzerare lo svantaggio. Bene i padroni di casa nel primo tempo e sterile il forcing dei rossobl¨ nella ripresa. Il Cagliari, insomma, continua il suo momento negativo.

RIPARTE LA SERIE A COL RECUPERO VERONA - CAGLIARI (ORE 21,45)
L'ESORDIENTE ZENGA INIZIA SUBITO IN
SALITA PER LE ASSENZE DI FARAGO', NAINGGOLAN E DEL GRANDE JOAO PEDRO


di Franco Vecchiarecchi
(19-6-2020) Si riparte per la gioia dei tifosi che in questi mesi di coronavirus non vedevano l'ora di rivedere in campo le squadre di calcio. In un momento nel quale si tenta di ritornare alla normalitÓ ecco nuovamente la serie A con il primo dei quattro recuperi in programma tra sabato 20 e domenica 21 validi per la 25esima giornata, poi il campionato si rimetterÓ al passo con le gare della 26esima. Purtroppo il Covid 19 cambierÓ le abitudini dei tifosi che dovranno vedere le partite in tv mentre gli incontri si svolgeranno a porte chiuse, senza il calore e le sregolatezze del pubblico. Saranno partite al tempo del coronavirus quelle che faranno storia nel bene e nel male, in situazioni difficili e con regole inaccettabili ma doverose se si vuole riportare la vita di tutti i giorno alla normalitÓ. Il programma: sabato (h.19,30) Torino - Parma e
Verona-Cagliari(h.21,45). Domenica alle ore 19,15 Atalanta-Sassuolo e alle h. 21,45 Inter-Sampdoria. Il Cagliari (foto dal web/Social Il presidente Giulini) si ripresenta dopo essere stato bloccato il 22 febbraio quando l'incontro in trasferta col Verona era stato rinviato per la diffusione al nord del coronavirus. La partita al Bentegodi doveva essere recuperato l'11 marzo poi, imperversando il Covid 19 soprattutto al nord, Ŕ stata rinviata, come tutte le altre partite, a data da destinarsi. Si riparte, dunque, e per il Cagliari non sarÓ facile rimettersi in carreggiata dopo un girone di andata all'insegna del bel gioco e di tanti punti fino ad arrivare al 3/4 posto in classifica. Esonerato Maran dopo figuracce e sconfitte fino a quella determinante contro la Roma, la squadra rossobl¨ sarÓ guidata da Walter Zenga, allenatore capace e solido che dovrebbe inventarsi altra compagine in grado di recuperare punti per il sogno europeo. Non sarÓ facile anche se sarÓ opportuno tagliare subito il traguardo per non retrocedere. Al momento Ŕ difficile immaginare un Cagliari in salute anche perchŔ al Bentegodi i rossobl¨ scenderanno in campo senza Farag˛, Nainggolan, Oliva e Pavoletti. SarÓ assente anche il cannoniere Joao Pedro squalificato. Con questa squadra molto approssimativa non Ŕ il massimo per l'esordiente Zenga che dovrebbe evitare la sconfitta per continuare a lavorare in serenitÓ per i prossimi impegni. Il tempo non gioca a favore di nessuno perchÚ si ritorna a breve in campo e per il Cagliari, dopo Verona, dovrÓ vedersela, sempre in trasferta, con la Spal in programma martedi 23 giugno(h.19,30) per l'8░ giornata del girone di ritorno.




DALLA CARTA STAMPATA AL WEB - TERZA PAGINA Ŕ ONLINE - LA PUBBLICITA' INSERITA E' PUBBLICATA GRATUITAMENTE | terzapagina_2006@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu