TERZA PAGINA


Vai ai contenuti

CAGLIARI, CAMPIONATO 2018-2019


NONOSTANTE IL VAR IL
CAGLIARI E' SALVO

DOMENICA ULTIMA DI
CAMPIONATO INCANDESCENTE

SI DECIDERA' PER LA CHAMPIONS
E PER LA RETROCESSIONE

di Carmelo Alfonso
(20-5-2019) Poco Ŕ mancato che anche a Genova si ripetesse la beffa di Napoli. Rigore ? Nell'incertezza, meglio assegnarlo. Magari con l'ausilio del Var. E cosý, alla fine, tutti soddisfatti: il Cagliari Ŕ salvo; il Genoa pu˛ continuare a sperare; Maran contento: per lui e per l'amico Prandelli(
foto dal web/Social Pavoletti). Resta, naturalmente, il rammarico per la vittoria sfumata a pochi minuti dal termine che avrebbe portato i rossoblu a quota quarantatre in classifica, in attesa di affrontare domenica l'Udinese alla Sardegna Arena alle 20.30. Restano apertissimi i capitoli riguardanti le qualificazioni alla Champions ( altre due squadre oltre alla Juventus ed al Napoli) e all'Europa League, e quello relativo alla retrocessione ( Chievo e Frosinone sono giÓ in B ). Si annuncia un'ultima di campionato incandescente e non sono da escludere lunghe polemiche e perfino strascichi giudiziari, come giÓ accaduto in serie B con Foggia e Palermo. Dispute che certamente non farebbero bene al nostro calcio,specie in vista degli impegni della nazionale ( Europei del 2020 compresi). L'ultima partita di questa stagione, non esaltante per il Cagliari, dovrebbe servire a Maran per vedere all'opera qalche elemento acquistato a gennaio e mai schierato in partite ufficiali, e per disegnare il futuro della squadra. I tifosi si attendono un Cagliari decisamente migliore di quello visto nel campionato che si concluderÓ domenica prossima. Cessioni importanti permettendo.



DOMENICA SI SAPRA' LA TERZA
SQUADRA CHE FINIRA' IN SERIE B

CON LA VITTORIA SUL TORINO(4-1)L'EMPOLI INGUAIA IL GENOA SEMPRE IN BILICO DOPO IL PARI COL CAGLIARI

di F.V.
(19-5-2019) L'ultima del campionato di serie A darÓ un verdetto definitivo e dirÓ quale altra squadra,assieme al Frosinone e Chievo giÓ condannate in B,dovrÓ retrocedere.La vittoria dell'Empoli col Torino (4-1)ha inguaiato adesso il Genoa,che ha pareggiato al Ferraris col Cagliari(1-1)sempre in bilico.Adesso Ŕ l'Empoli avanti del Genoa,di un punto,che si trova in terz'ultima posizione e l'ultima partita di campionato metterÓ la parola fine sulle tre squadre che dovranno retrocedere.Al momento i genoani tremano e saranno decisive gli incontri:Inter-Empoli,Fiorentina-Genoa tenendo anche conto che stanno meglio Udinese,Bologna e Fiorentina tutte a 40 punti ma non devono festeggiare troppo,mentre il Cagliari,che ha pareggiato contro il Grifone,Ŕ salito a 41 punti e di fatto ha conquistato la matematica salvezza con un turno d'anticipo andando al 12esimo posto in classifica.


IL CAGLIARI E' SALVO,
UN'ALTRA BEFFA ALL'89'(1-1)

VAR-CRISCITO,IL GENOA
ACCHIAPPA IL PARI

MARAN:"FELICI PER
LA SALVEZZA"


di Franco Vecchiarecchi
(18-5-2019) Al Ferraris Ŕ finita in paritÓ una partita che aveva diversi motivi di interesse,ma il pareggio tra Genoa-Cagliari (1-1:40' Pavoletti, 89' Criscito-rigore-)non rende il quadro pi¨ nitido,vero che il Cagliari Ŕ salvo e il Genoa Ŕ invece sempre a rischio retrocessione.Per i ragazzi di Prandelli tutto Ŕ rimandato a domenica 19 maggio quando l'Empoli,terz'ultimo in classifica,affronterÓ il Torino e molto dipenderÓ dal risultato finale,se dovesse vincere tutto si complicherebbe e bisognerebbe attendere l'ultima partita del campionato per sapere il nome della terza squadra da mandare in serie B.Per il Cagliari(
foto dal web/Social i rossobl¨ fanno festa dopo la rete) invece si tratta di una bella notizia,nonostante la beffa del pareggio,perchŔ quel punto ottenuto significa la salvezza matematica.Certo i tre punti sarebbero stati meglio a fronte di una partita giocata dai rossobl¨ cagliaritani con la testa e con la voglia di portare una vittoria in casa.Maran con in tasca 41 punti pu˛ festeggiare e anche questa volta deve ringraziare Pavoletti che ha realizzato il suo 15esimo gol stagionale.Primo tempo in sordina,col Genoa che non vuole scoprirsi e stenta a darsi un coraggio d'attacco e il Cagliari che non ha fretta e non vuole sprecarsi in avvio di gara.Il Grifone,per˛,ha guizzi importanti e sarÓ Cragno a darsi da fare e a salvare la porta dei rossobl¨.Come al 26' nel tentativo di autogol di Cacciatore e qualche minuto dopo su rasoterra di Pandev.Sono momenti difficili ma non duraturi perchŔ il Cagliari reagisce e al 40' la palla arriva a Bradaric che lancia lungo per Pavoletti.Lui Ŕ bravo a difendere la sfera poi la piazza sul secondo palo dove Radu non pu˛ arrivare.E' il gol del vantaggio e forse il risultato dei 3 punti.Invece le cose iniziano a cambiare nel secondo tempo quando i padroni di casa diventano incisivi e il Cagliari si difende con ordine e personalitÓ e questo atteggiamento consentirÓ ai rossobl¨ di spendersi sul finire del secondo tempo con azioni da gol come quello di Birsa.Poi all'89' la beffa:azione da Var e l'arbitro assegna il calcio di rigore in favore del Genoa.Calcia Criscito e chiude i conti col pareggio.


PRANDELI NON VUOLE FALLIRE L'INCONTRO COL CAGLIARI (ORE 18,00)
SARA' SFIDA TRA FUCILIERI,
MARAN RECUPERA DESPODOV
E IN ATTACCO SCHIERA CERRI E PAVOLETTI


di Franco Vecchiarecchi
(17-5-2019) Trasferta pericolosa per il Cagliari contro il Genoa,squadra che potrebbe rientrare tra quelle a rischio serie B a un punto dall'Empoli che si trova in terz'ultima posizione in classifica a 35 punti,ed Ŕ proprio quest'ultimo collettivo una settimana fa ha rimesso in discussione la zona salvezza grazie alla vittoria conquistata in trasferta contro la Sampdoria(1-2).I giochi potrebbero essere fatti,il Cagliari,Ŕ opinione di tutti,Ŕ salvo anche se non ha la matematica certezza che potrebbe esserci solo se in queste due partite,contro il Genoa e contro l'Udinese in casa la prossima settimana,conquisterÓ un punto.Cesare Prandelli Ŕ preoccupato per questa partita che Ŕ la pi¨ importante della stagione e punta,naturalmente,alla vittoria e questo obiettivo si pu˛ raggiungere,dice l'allenatore genoano, a condizione di "non essere frenetici ma rimanere attenti,equilibrati e non perdere mai la fiducia".Per i rossobl¨ cagliaritani si tratta di una partita da vincere subito per muovere la classifica e andare oltre i 40 punti,verso la salvezza matematica dopo averla acquisita da tempo anche se non basta.Maran(foto dal web/Social) avrÓ a disposizione dalla squalifica Ionita e recupera Despodov.Dubbi su Ceppitelli che continua per˛ ad allenarsi,mentre Joao Pedro non dovrebbe andare subito in campo.In attacco Maran potrebbe schierare Cerri e Pavoletti,Barella trequartista e a centrocampo Deiola,Cigarini e Ionita.Dopo le tre sconfitte di fila,il Cagliari passa all'attacco e in queste due ultime partite vuole aumentare il suo distacco dalle squadre della retrocessione.



DOPO LA VITTORIA DELL'EMPOLI SI COMPLICA LA SITUAZIONE DEL CAGLIARI
STANNO PEGGIO DEI ROSSOBLU' GENOA,UDINESE,BOLOGNA E PARMA
SFUMATO IN 270 MINUTI IL DECIMO POSTO IN CLASSIFICA

di Carmelo Alfonso
(13-5-2019) Il solito Cagliari. Accantonate le stravaganti interpretazioni delle immagini proposte dal Var nella gara di Napoli, i rossoblu continuano a fornire prove convincenti ad altre discutibili. Contro i napoletani meritavano, quanto meno, di non perdere; contro la Lazio hanno fornito una prestazione debole, da squadra quasi soddisfatta del traguardo raggiunto , ben sapendo che la salvezza matematica Ŕ ancora da conquistare. E dopo la vittoria dell'Empoli sulla Sampdoria, le cose, in zona retrocessione, si sono complicate. Certo, cinque lunghezze di vantaggio sulla terz'ultima - proprio l'Empoli - possono essere considerate rassicuranti, e con i toscani, a star peggio del Cagliari, sono Genoa, Udinese, Bologna e Parma, ma occorrono punti che dovranno essere conquistati o contro il Genoa fuori casa, oppure nell'ultima giornata quando alla Sardegna Arena sarÓ di scena l'Udinese. Quel decimo posto in classifica, faticosamente conquistato dopo tre risultati utili consecutivi ottenuti contro la Spal e la Fiorentina in casa ed il Torino fuori, Ŕ incredibilmente sfumato nel giro di 270 minuti ( tre sconfitte di fila contro Roma, Napoli e Lazio) e ceduto a Sassuolo e Spal. Forse non Ŕ il caso di parlare di campionato deludente ( in fondo si puntava alla salvezza ), ma di inferiore alle attese sý. Troppe volte la squadra di Maran Ŕ apparsa debole e indecifrabile, raramente energica ed efficace. Restano le buone prove dei giovani, le capacitÓ realizzatrici di Pavoletti ( se aiutato dalla squadra ), il convincente ritorno di Castro(foto dal web/Social); ma restano anche tanti punti interrogativi. Inutile illudersi che la salvezza possa far dimenticare i tanti problemi, che esistono e quindi non vanno sottovalutati. Sempre che si voglia puntare ad una stagione - la prossima - meno tormentata e pi¨ ricca di soddisfazioni : per i tifosi ma anche per la SocietÓ.




TROPPO FORTE LA LAZIO CHE HA
VINTO CONTRO IL CAGLIARI(1-2)

DOMINANO I RAGAZZI DI INZAGHI,PER I ROSSOBLU' GRANDE DELUSIONE.A NULLA VALE IL GOL DI PAVOLETTI

di Franco Vecchiarecchi
(11-5-2019)Troppo forte la Lazio e per il Cagliari una sconfitta meritata(1-2:31'L.Alberto,53'Correa e 91'Pavoletti-
foto dal web/Social-),azionata in un incontro che i rossobl¨ potevano dire molto dopo l'umiliazione in trasferta contro la Roma(3-0),l'immeritata sconfitta sempre in trasferta col Napoli(2-1) e adesso la legnata proprio alla Sardegna Arena contro i ragazzi di Inzaghi.Niente da fare per i ragazzi di Maran,squalificato e al suo posto a bordo campo Maraner,che si sono distinti per confusione e poca incisivitÓ.Se questa sconfitta fosse capitata a metÓ campionato sicuramente avrebbe avuto uno strascico polemico perchŔ incontri del genere non devono neanche essere rappresentati.I rossobl¨ hanno fallito su tutti i fronti e soprattutto nel primo tempo i ragazzi di Maraner non sono stati per niente incisivi,sono stati inconcludenti in zona tiro mentre in difesa non sono stati per niente attenti tanto che i fucilieri biancocelesti ogni volta che scendevano dalle parti di Cragno creavano seri brividi per i rossobl¨.Il Cagliari ha dato l'impressione da subito di non essere per niente in palla,troppo molliccio in tutto e in una situazione del genere era evidente l'assalto produttivo degli ospiti che ogni volta per˛ non riuscivano ad andare a segno.Al 31' invece ci ha provato Louis Alberto,che su fraseggio di Marusic,ha fatto secco Cragno.Un primo tempo da dimenticare e per molti versi anche l'avvio del secondo tempo che ha visto dopo 8 minuti di gioco altra rete dei biancocelesti questa volta ad opera di Correa:c'Ŕ un contropiede con palla ad Luis Alberto che non perde tempo e lancia Correa che incrocia il sinistro alle spalle di Cragno.Subito dopo scende il buio per la Lazio e sale in cattedra,si fa per dire,il Cagliari che trova forza e cuore per reagire.Le forze per˛ sono minime,c'Ŕ la voglia di riscatto ma le gambe non reggono e solo al 91' i rossobl¨ segnano con Pavoletti:azione di Castro che scodella in area,pesca l'attaccante che manda palla all'incrocio,imparabile per Proto.Che dire di una partita da dimenticare subito.Il Cagliari potrebbe essere salvo,non ha la certezza matematica e tutto adesso dipende dalla partita dell'Empoli,che giocherÓ in trasferta contro la Sampdoria,che si trova a 32 punti.Se dovesse vincere le cose si metterebbero male per i rossobl¨ e saranno determinanti le ultime partite.Se la Samp dovesse invece vincere i rossobl¨ hanno in tasca la matematica certezza di rimanere in serie A.Ma non dipende solo dalla partita dell'Empoli,in gioco ci sono anche le squadre Parma,Bologna,Genoa e Udinese pi¨ in pericolo del Cagliari.


INZAGHI:"BATTERE IL CAGLIARI PER RAGGIUNGEREL'EUROPA"
(SARDEGNA ARENA ORE 18,00)

MARAN HA IDEE CHIARE:ATTENTI ALLA LAZIO,ROSSOBLU' MOLTO CARICI,DECISI AL RISCATTO

di Franco Vecchiarecchi
(10-5-2019) Al Cagliari si chiede un pronto riscatto dopo l'ingiusta sconfitta di Napoli e potrebbe farcela questa volta alla Sardegna Arena contro la Lazio che ha dei problemi e che trova il suo presidente Lotito insoddisfatto della classifica della sua squadra.Per la veritÓ anche Giulini Ŕ insoddisfatto della classifica del Cagliari ma Ŕ forse un problema secondario soprattutto perchŔ gli obiettivi del collettivo biancoceleste appaiono pi¨ grandi per le risorse messe in campo.La Lazio,poi,dovrÓ combattere su due fronti,non solo per la classifica del campionato ma anche per la Coppa Italia e vuole andare avanti senza restare a mani vuote.Insomma a Simone Inzaghi non va gi¨ l'ottava posizione in classifica perchŔ sarebbe fuori dall'Europa quindi confida di non fallire a Cagliari.Anche per Maran(
foto dal web/Social) vale lo stesso discorso della Lazio,non ha certo le ambizioni per andare in Europa,ma ha l'obiettivo di prendersi la decima posizione in classifica.Poteva iniziare la scalata giÓ una settimana fa contro il Napoli ma loro hanno avuto dalla loro parte una Var dubbio,peccato ma Ŕ importante non fossilizzarsi ma andare avanti e cercare di portare punti in queste tre ultime partite.Con una vittoria alla Sardegna Arena si dovrebbe chiudere il discorso salvezza ma non basta perchŔ adesso si deve puntare alla decima posizione.Un traguardo non impossibile,l'importante Ŕ andare avanti dai 40 punti,una quota che ha inchiodato i rossobl¨ da due turni.In panchina non ci sarÓ Maran,squalificato,ma il suo vice Maraner,ma non ci sarÓ neanche Ceppitelli per una infiammazione,assente anche Farag˛,per˛ si recupera Castro.Formazione ancora da decidere ma sembra che Barella e Birsa siano la chiave della partita.




RIGORE INDIMOSTRABILE,IL NAPOLI VINCE SPUDORATAMENTE FACILE
BEFFA FINALE CON ESPULSIONI
DI MARAN E IONITA

RISCATTO GIA' QUESTO
SABATO,ARRIVA LA LAZIO


di Carmelo Alfonso
(6-5-2019) La regolaritÓ del campionato, la credibilitÓ del calcio ( quello giocato e non soltanto ), il sacrificio, l'impegno, i meriti di una squadra - il Cagliari - cancellati in un attimo da un signore(
foto dal web/Social l'arbitro Chiffi) che prima decide per il no e poi, sollecitato a guardare immagini difficilmente interpretabili ( nonostante le capriole di Rizzoli nel tentativo di spiegare una veritÓ indimostrabile ), opta per l'assegnazione di un calcio di rigore forse inesistente ( e ben per questo impossibile da assegnare ) che cambia totalmente il risultato di una gara. E' accaduto a Napoli, dove i rossoblu stavano per cogliere un risultato che avrebbe fatto imbestialire soprattutto i ( pochi ) tifosi presenti. Ed invece ad imprecare sono rimasti i tifosi cagliaritani e coloro, i pi¨ ottimisti, che speravano addirittura di scavalcare Sassuolo e Spal, e conservare cosý il decimo posto. Resta, di confortante, la buona prova della squadra, anche se spesso costretta per lunghi periodi nella propria metÓ campo; le strepitose parate di Ragno; le convincenti prestazioni degli altri due giovani Barella e Romagna; il lancio di Deiola per Barella, il "tacco" di quest'ultimo per Pavoletti e il gol dell'uno a zero. Cose d'altri tempi. E resta la protesta del d.s. Carli per la beffa finale, comprese le espulsioni di Maran e Ionita. Una brutta e vergognosa serata conclusasi con una sconfitta immeritata; non "suggerita" dal VAR, che, sia ben chiaro, resta strumento di grande interesse se ben utilizzato, ma decisa da uomini "illuminati" da immagini che non tutti hanno potuto vedere. Fortunatamente il campionato continua e sabato ( ore 15 ) tutti alla Sardegna Arena per Cagliari -Lazio.



HA VINTO IL NAPOLI,ESPLODE
IL WEB:E' UN FURTO (2-1)

FINALE PAZZO AL S.PAOLO,CAGLIARI
IN VANTAGGIO CON LA MAGIA DI BARELLA,POI MERTENS E LA VAR


di Franco Vecchiarecchi
(5-5-2019) Improvvisamente la partita ha preso un'altra strada,quella che solitamente Ŕ l'unica che porta alla vittoria della squadra stellata e cosý il Napoli Ŕ riuscita a battere il Cagliari per 2 reti a 1(63' Pavoletti,85'Mertens 95' Insigne su rigore).A decidere Ŕ stato ancora una volta il guizzo dell'arbitro che con il dubbio della Var ha concesso il rigore in pieno recupero,decretando una vittoria ingiusta che i rossobl¨ non meritavano.I ragazzi di Maran si sono spesi parecchio e sono riusciti a mettere a ferro e fuoco l'armata azzurra e per molti versi stavano compiendo una partita perfetta per portarsi a casa la vittoria.I cagliaritani sono passati in vantaggio al 63' con un colpo di genio di Barella su Pavoletti(
foto dal web/Social)che ha steso Meret,poi il pareggio all'85' di Mertens e fin qui nulla da dire perchŔ il risultato,grosso modo,ci poteva stare,una soluzione che tutto sommato premiava il Cagliari che Ŕ stato pi¨ battagliero e convincente dei padroni di casa.Poi la doccia fredda,anzi una decisione che ha lasciato senza parole per il coraggio di aver concesso il rigore dato che la Var non ha risolto realmente se il fallo di mano di Cacciatore sia stato commesso in area cagliaritana o meno.Si Ŕ scelta la decisione favorevole al Napoli,del resto Ŕ la seconda del campionato,dopo la Juventus,e si Ŕ penalizzato il Cagliari che Ŕ fuori dai riflettori internazionali.La Var dice rigore e Insigne segna per la vittoria finale.Dopo questa decisione del penalty viene Espulso Ionita e allontanato Maran.Sul web tutti pazzi per il Cagliari e tutti contro la Var e il Napoli.


CAGLIARI,CONTRO IL NAPOLI UN RISULTATO POSITIVO PER ESSERE FELICE(ORE 20,30)
ANCELOTTI VUOLE VINCERE FACILE,MARAN NON E' D'ACCORDO:
SALVEZZA SUBITO E 10░ POSTO

di Franco Vecchiarecchi
(4-5-2019) Ultime quattro partite di questo campionato e dopo la Roma ecco altra trasferta a Napoli contro una squadra rocciosa e non per niente arrendevole.Dall'alto dei suoi 70 punti gli azzurri dettano condizioni per vincere alla grande e ne hanno i motivi per farlo per tre obiettivi,come dice l'allenatore Carlo Ancelotti:conservare il secondo posto,la voglia di arrivare a 80 punti e la voglia di chiudere bene questa stagione.Il Napoli,insomma,dice subito che sarÓ una vittoria facile e per il Cagliari,ancora in trasferta,sarÓ difficile fare qualcosa di diverso e portare a casa uno straccio di consenso.SarÓ dunque dura per Maran(
foto dal web/Social) esprimersi anche se i rossobl¨ sono soliti dire la loro contro squadre stellari anche se gli azzurri sono stati beffati alla fine da una Juventus che non ha mai mollato le sue ambizioni di conquistare lo scudetto.Il Cagliari farÓ la sua parte,mostrerÓ i denti,farÓ il possibile per contrastare questo Napoli che non ha pi¨ nulla da dire a questo campionato mentre i rossobl¨,ormai sicuri di rimanere in serie A,hanno solo l'ambizione di castigare una grande.Se il Napoli vuole raggiungere i tre obiettivi i ragazzi di Maran hanno voglia e tenacia di ottenere due traguardi:la salvezza matematica e riconquistare il decimo posto.E' alla portata di Maran,che ha in tasca il rinnovo fino al 2022,e cercherÓ di comporre una partita perfetta per chiudere questa prima fase dell'ultimo sprint di campionato.Tutti a disposizione dell'allenatore rossobl¨,tranne Farag˛ per il resto qualche ora di riflessione per mandare in campo la formazione pi¨ determinata per l'incontro di alto livello allo stadio S.Paolo.



TROPPA ROMA,INEVITABILE
SCONFITTA DEL CAGLIARI

ALTRO CHE DECIMO POSTO,CI
SIAMO ILLUSI DEI ROSSOBLU'
E' UNA SQUADRA,PER IL
FUTURO,DA REIMPOSTARE

di Carmelo Alfonso
(29-4-2019) Troppa la Roma di Claudio Ranieri per il Cagliari(
foto dal web/Social Giulini presidente del Cagliari) evanescente dell'Olimpico. Inevitabile la sconfitta, che, in fatto di gol, poteva essere addirittura clamorosa senza i due legni colpiti da Pastore e Dzeko, e le tante parate del solito Cragno. Dopo i successi su Spal e Frosinone, il pareggio di Torino con i granata e il decimo posto in classifica, ancora una volta ci eravamo illusi di avere finalmente trovato una "vera" squadra, capace di garantire continuitÓ di rendimento e di puntare davvero al traguardo dei cinquanta punti. Anche le solite dichiarazioni di Maran - seppure poco convincenti - avevano fatto sperare in un Cagliari finalmente maturo per certe imprese. Tutto sparito nell'arco di novanta minuti. Difesa perforabilissima, centrocampo disordinato con un Barella insolitamente gi¨ di corda, attacco inesistente. Il solito Cagliari, in sostanza. E' una squadra, per il futuro, da reimpostare, magari privandosi di alcuni inutili elementi, in particolare di quelli acquistati nel mercato invernale, convinti che potessero davvero far volare la formazione rossoblu. Superfluo fare nomi : Maran e Giulini sanno perfettamente dove ha fallito la campagna acquisti se ancora oggi ci sono giocatori mai proposti neppure per gli ultimissimi minuti di una gara, ed altri fisicamente fragili e quindi inaffidabili. Le prossime partite serviranno certamente per conquistare punti e tentare di conservare la decima posizione, ma dovrebbero servire, soprattutto, per fare chiarezza sul futuro. Il Cagliari merita tutto questo. Altro che cedere gli elementi migliori !

GRANDE PASTORE E IL CAGLIARI
VIENE UMILIATO (3-0)

LA ROMA CONQUISTA I TRE PUNTI,
DIFFICILE ADESSO RAGGIUNGERE L'OBIETTIVO DI GIULINI


di Franco Vecchiarecchi
(27-4-2019) Non Ŕ andata bene,la Roma ha liquidato pesantemente il Cagliari-
foto dal web/Social Maran-(3-0:5'Fazio,8' Pastore e 86' Kolarov) all'Olimpico ed Ŕ in corsa per la Champions,per i rossobl¨,invece,c'Ŕ la permanenza in serie A e basta.La partita Ŕ di quelle che non dicono molto quasi una timbratura di cartellino,perchŔ ormai le cose importanti sono state dette,e giocate,in tutte le altre partite di campionato.Siamo quasi alle "rompete le righe" e si pensa al prossimo campionato.Va da se,comunque,che bisogna ancora stare dentro per i suggerimenti che potrebbero nascere e anche perchŔ mancano quattro partite,due in casa,con la Lazio e l'Udinese,e due in trasferta,col Napoli e il Genoa.Tutte difficilissime e tutte imprevedibili e tutte da giocare per onorare i 50 punti che il presidente Giulini ha posto come obiettivo finale per i rossobl¨.Traguardo,diciamolo subito,irraggiungibile perchŔ i rossobl¨ non avranno la forza di competere contro le squadre delle ultime partite.Potrebbe farcela con l'Udinese e forse col Genoa,ma nulla di pi¨.Non tutto comunque Ŕ impossibile per una squadra che per due mesi ha vivacchiato e ha fatto perdere ogni speranza e che ultimamente si Ŕ svegliata dando prova di fare meglio delle condannate alla serie B.La vittoria della Roma ha un nome ed Ŕ l'argentino Javier Pastore che si Ŕ mosso alla grande e ha creato tanti problemi ai rossobl¨.Suo il secondo gol all'8' del pt ma Ŕ sempre lui ad essere sdoganato da questo Cagliari assillato dall'argentino capace di giocare una partita ad alto livello.La mossa di Ranieri,fuori Schick e dentro Pastore come trequartista centrale,Ŕ stata vincente mentre Maran si Ŕ affidato alla stessa formazione che per˛ ha imbarcato spesso errori e incomprensioni.In otto minuti la Roma ha sgonfiato e umiliato il Cagliari.Prima la rete di Fazio al 5' del pt di testa,poi quella di Pastore,appunto all'8' del pt.Il doppio svantaggio del Cagliari Ŕ stato catastrofico e i rossobl¨ non hanno avuto pi¨ la forza di riprendersi,anche se al 12' Pavoletti avrebbe potuto riaprire la partita.La terza rete dei ragazzi di Ranieri all'86' Ŕ di Aleksandar Kolarov.Sul finire c'Ŕ stata l'iniziativa di Pavoletti che ha calciato di destro in corsa ma non ha avuto fortuna.



MARAN RECUPERA TUTTA LA ROSA PER LA SFIDA CONTRO LA ROMA(ORE 18,00)
TRASFERTA INSIDIOSA ALL'OLIMPICO,
MARAN CHIEDE DI PIU' "PER FARE FELICI I NOSTRI TIFOSI"


di Franco Vecchiarecchi
(26-4-2019) Per la trasferta contro la Roma,il Cagliari scende in campo al completo.Maran recupera Pisacane e soprattutto Barella,un elemento non da poco che potrebbe essere utile per gli obiettivi dell'allenatore rossobl¨ in chiave non della salvezza ma per difendere il decimo posto.Se i ragazzi di Maran(
foto dal web/Social) pedalano un p˛ a fatica per allontanarsi definitivamente dalla zona della retrocessione,e ci stanno riuscendo dopo aver conquistato 40 punti in classifica,la Roma,invece,dovrÓ impegnarsi di pi¨ e fare gli straordinari per la corsa in Champions.Contro i ragazzi di Ranieri i rossobl¨ non si faranno sorprendere.E' un incontro difficile e Pavoletti e compagni sanno che dovranno sudare parecchio se vorranno portare a casa un risultato positivo.Nelle ultime nove gare precedenti la Roma ha avuto sempre vita facile,ma ogni incontro non Ŕ uguale agli altri anche se nella partita d'andata alla Sardegna Arena il Cagliari ha avuto uno scatto d'orgoglio arrivando ad una pazzesca rimonta concludendo con un 2 a 2 che valeva una vittoria.Adesso ci riprova e il Cagliari gioca ad armi pari.C'Ŕ entusiasmo dopo il successo casalingo contro il Frosinone ed Ŕ un motivo incoraggiante per l'Olimpico.Maran cerca l'impresa,forse la partita perfetta sta di fatto che vuole una buona prestazione da parte dei suoi.E se per "buona prestazione" significa giocare con impegno e con la testa Ŕ anche vero che ai ragazzi si chiede qualcosa di pi¨ per "fare felici i nostri tifosi".E Giulini Ŕ ancora pi¨ pratico e chiede ai rossobl¨ di chiudere in bellezza questo campionato.




OBIETTIVO RAGGIUNTO,IL
CAGLIARI E' AL 10░ POSTO

GIULINI,BILANCIO IN ROSSO:
QUALCUNO ANDRA' VIA

A CHI TOCCHERA'?A CRAGNO
(ROMA) O A BARELLA(INTER)?

di Carmelo Alfonso
(22-4-2019) Obiettivo raggiunto: decimo posto, sia pure in unione con la Fiorentina. Era quanto si proponeva il Cagliari che rispetto allo stesso periodo della scorsa stagione ha realizzato ben otto punti in pi¨ ( ha fatto meglio soltanto la Spal : + 9 ). Subito dopo, purtroppo, Ŕ arrivata una notizia che sicuramente non ha fatto molto piacere ai tifosi: questa estate sarÓ necessario qualche sacrificio. In termini pi¨ chiari : almeno uno dei pi¨ bravi sarÓ ceduto. A chi toccherÓ ? A Cragno ( appetito dalla Roma)-
foto dal web/Social- o a Barella ( Inter avvantaggiata ma molte richieste anche dall'estero)? O entrambi lasceranno il Cagliari ? Si vedrÓ. Intanto Ŕ stato ufficialmente assegnato lo scudetto, l'ottavo consecutivo alla Juventus ( il quinto con Allegri). Si dovrÓ lottare a lungo per non retrocedere. Chi farÓ compagnia al Chievo impensabile protagonista contro la Lazio ? Frosinone ed Empoli sembrano i maggiori indiziati. Al termine del campionato, per˛, mancano cinque giornate e tutto pu˛ ancora accadere, perfino il coinvolgimento di una tra Udinese, Genoa e Bologna. Per tornare al Cagliari, con la vittoria contro il Frosinone, ha fatto indubbiamente un bel passo avanti, anche in fatto di organizzazione in campo, ed ora Maran vorrebbe fare un altro balzo in classifica. Il ritorno di Klavan ha certamente migliorato il rendimento della difesa, anche in termini strettamente fisici; qualcosa di pi¨ si attende dal centrocampo e dagli attaccanti. Le assenze, purtroppo, continuano a condizionare la crescita del collettivo. Contro la Roma di Claudio Ranieri, sabato all'Olimpico alle18, tornerÓ sicuramente Barella, saranno disponibili anche Pisacane e Pellegrini, mancherÓ certamente Farag˛ e potrebbe essere ancora fermato Klavan. Insomma, per Maran i problemi non mancano.



LA JUVE VINCE L'OTTAVO
SCUDETTO CONSECUTIVO

IL CAGLIARI METTE IN TASCA LA
SALVEZZA BATTENDO IL FROSINONE(1-0)

di Franco Vecchiarecchi
(20-4-2019) Al 27' del primo tempo l'azione che ha determinato la vittoria del Cagliari sul Frosinone:palla in area degli ospiti,Zampano aggancia Ionita ed Ŕ calcio di rigore,confermato successivamene dalla Var.Calcia Joao Pedro che spiazza il portiere.E' l'1 a 0,un vantaggio minimo dei cagliaritani che diventa poi risultato finale per la gioia dei tifosi che vedono finalmente il tunnel che porta alla salvezza.Adesso il Cagliari Ŕ a 40 punti,agganciano la Fiorentina che ha perso in casa della Juventus(2-1) e pu˛ ritenersi salvo mentre i ciociari devono dire praticamenti addio alla serie A anche se l'allenatore Baroni Ŕ convinto che alla fine la squadra si salverÓ ma servirebbe un miracolo nelle ultime cinque partite.Per i rossobl¨ si tratta dell'ottava vittoria in casa con un bottino che adesso mette in sicurezza i ragazzi di Maran che saranno impegnati,nelle ultime cinque partite,in incontri difficili,in trasferta con la Roma,Napoli e Genoa,e in partite abbordabili perchŔ in casa contro la Lazio e l'Udinese.La partita contro il Frosinone per˛ non Ŕ stata una passeggiata.Lo aveva detto Maran presentando alla stampa l'incontro avvertendo del pericolo che i ragazzi di Baroni sanno infliggere in trasferta.Questa volta il Cagliari Ŕ stato pi¨ bravo dei ciociari,hanno tenuto campo anche se nel primo tempo hanno dovuto subire l'arroganza del Frosinone che si Ŕ reso pericoloso almeno in tre occasioni.Poi la rete del Cagliari e la partita prende un'altra direzione.Il secondo tempo si apre con lo show di Pavoletti al 4' ma Ŕ proprio al 7' che si Ŕ gridato al quasi gol ma il suo colpo di testa Ŕ stranamente troppo debole.Il resto Ŕ ordinaria amministrazione e il Cagliari alla fine merita la vittoria.Nella giornata che premia la Juventus che conquista il suo ottavo scudetto consecutivo,i ragazzi di Maran puntano adesso a conseguire altri punti di assestamento per rimanere in serie A in questo finale di campionato.



ARRIVA IL FROSINONE E I TIFOSI ROSSOBLU' FANNO FESTA(SARDEGNA ARENA ORE 15,00)
E' ANCORA SCONTRO SALVEZZA,
CAGLIARI SENZA BARELLA

MARAN:NON DOBBIAMO DISTRARCI,INCONTRO NON FACILE

di Franco Vecchiarecchi
(19-4-2019) Arriva il Frosinone alla Sardegna Arena e per il Cagliari(foto dal web/Social Maran) non sarÓ una passeggiata.Stando alla classifica della 33esima giornata di campionato,i rossobl¨ si trovano a 37 punti mentre i ragazzi di Marco Baroni sono in penultima posizione,12 punti in avanti rispetto al Chievo ormai retrocesso in serie B.L'incontro viene ancora definito sfida per la salvezza perchŔ non sono ancora note le altre due squadre che devono andare in serie B insieme al Chievo.Il Cagliari dovrebbe viaggiare verso la decima posizione in classifica e questa proiezione Ŕ dovuta alla tenacia con cui si Ŕ comportato nelle ultime partite,soprattutto negli incontri in trasferta che in passato segnavano un trend terribilmente negativo.Arriva la moribonda squadra di Baroni e i tifosi rossobl¨ si preparano a far festa.I motivi sono evidenti.A parte la classifica,c'Ŕ un divario enorme dal punto di vista tecnico-tattico,i rossobl¨ hanno altra stoffa,sono pi¨ compatti,reagiscono intelligentemente e sanno comportarsi di conseguenza in zona tiro.I ciociari,che si trovano a 23 punti,hanno un curriculum disastroso con 5 vittorie,8 pareggi e 19 sconfitte ma attenzione perchŔ i ragazzi di Baroni riescono ad esprimersi in trasferta tanto che sono riusciti a vincere 4 partite su 5.Il Cagliari ha un piccolo record in casa perchŔ ha 7 incontri e ha fatto meglio della Fiorentina e del Sassuolo.Nulla comunque Ŕ scontato e ci sarÓ da soffrire ma la vittoria Ŕ a portata di mano.I tre punti saranno di buon auspicio in vista delle altre rognose 5 partite che chiudono questo campionato,due in casa(Lazio e Udinese)e tre in trasferta(Roma,Napoli e Genoa) e saranno tutte terribilmente difficili.Quindi Ŕ necessario vincere subito l'incontro col Frosinone e sperare in qualche pareggio soprattutto nelle trasferte proibitive di Roma e Napoli.



ANCHE IL CAGLIARI AVREBBE
ARBITRI DALLA SUA PARTE

COL TORINO PAREGGIO MERITATO,
ADESSO I ROSSOBLU' PUNTANO AL DECIMO POSTO

di Carmelo Alfonso
(15-4-2019) Ed ora, secondo alcuni commentatori, il Cagliari avrebbe gli arbitri dalla sua parte(
foto dal web/Social Barella). Direttori di gara sotto accusa, dunque, e, soprattutto, incolpati di avere preso decisioni sfavorevoli alle cosiddette grandi. E' giÓ capitato in passato e si Ŕ ripetuto domenica. " Al Torino manca un rigore", ha titolato un quotidiano sportivo. E chiude " Nel finale davvero inevitabili i cartellini rossi a Pellegrini e Barella". E via di questo passo, dimenticando di sottollineare che lo stesso arbitro ( il pistoiese Irrati) ha tentato di annullare il regolarissimo gol realizzato da Pavoletti, poi convalidato dal Var. Complimenti, dunque, a chi ha giudicato negativamente l'arbitro , i guardalinee e gli addetti al Var, senza tenere alcun conto dei cinque "gialli" mostrati ai rossoblu ( alcuni esagerati ). Il Cagliari, sia ben chiaro, contro il Torino ha pareggiato meritatamente. E potremmo dire di pi¨ : senza quella disattenzione sul gol di Zaza (lasciato solo a pochi metri da Cragno) e la traversa colpita da Ionita poteva essereuna vittoria. E lo svantaggio dalla Fiorentina, e quindi dal decimo posto, si sarebbe ridotto ad un solo punto, con la possibiltiÓ, dopo la prossima giornata di campionato ( sono in programma Cagliari - Frosinone e Juventus -Fiorentina ) di scavalcare la squadra viola. Contro il Torino si Ŕ visto un buon Cagliari. Positivo il ritorno di Klavan in difesa e, come sempre, degna di lode la prestazione di Padoin. Sabato, contro il Frosinone, mancheranno Pellegrini e Pisacane ( squalificati) ma saranno disponibili Ceppitelli, Romagna, Lykogiannis, Srna e, forse, Cacciatore. A centrocampo mancherÓ lo squalificato Barella, ma saranno disponibili Birsa e Bradaric. I rossoblu giocano per il decimo posto. Il Frosinone non Ŕ imbattibile, e la Juventus, dal canto suo, vuole festeggiare la conquista dello scudetto con sei giornate di anticipo. L'appuntamento Ŕ per la vigilia di Pasqua alle ore 15.

E' PAREGGIO IN TRASFERTA COL TORINO,SALVEZZA A UN PASSO(1-1)
ALL'OLIMPICO E' SUCCESSO
DI TUTTO:3 ESPULSI,7 GIALLI

TORINO:"ARBITRO IMBARAZZANTE..."

di Franco Vecchiarecchi
(14-4-2019) Polemiche,espulsioni e ammonizioni.Ma anche gol per Torino-Cagliari,finito 1 a 1 un risultato che non piace ai granata e che invece premia il Cagliari per la grande partita che ha giocato all'Olimpico "Grande Torino".Un pareggio che ristora i ragazzi di Maran verso la salvezza,un traguardo sempre pi¨ vicino mentre questo passo falso del Torino inclina la sua corsa verso l'Europa.Le reti sono state segnate dal ritrovato Zaza ma i rossobl¨ non ci stanno e pareggiano col solito Pavoletti al 76' grazie al Var.In un primo tempo la rete del bomber rossobl¨,infatti, era stata annullata dall'arbitro Irrati per fuorigioco poi le cose sono state risolte con l'aiuto del collaboratore arbitro a bordo campo e con l'ausilio del video tecnico.La rete di Pavoletti(foto dal web/Social),Ŕ alla sua nona rete di testa,spazza via le figuracce del Cagliari in trasferta e dopo la vittoria contro il Chievo fuori casa i rossobl¨ sembrano dare vita a un nuovo corso delle loro prestazioni anche fuori dalla Sardegna Arena.La partita sarÓ ricordata per essere stata molto nervosa e alla fine poco gestibile dall'arbitro il quale ha dovuto espellere tre giocatori Zaza al 73' e i cagliaritani Pellegrini all'82' e Barella al 95' mentre sono stati ammoniti Rincon e Berenguer del Torino e i rossobl¨ Farag˛,Padoin e Pisacane.La partita era particolarmente sentita da entrambe le squadre,il Cagliari per la salvezza e il Torino per l'Europa.Le formazioni in campo sono quelle tradizionali e Mazzarri Ŕ costretto a schierare Zaza al posto dello squalificato Belotti mentre Maran risponde con Klavan al centro della difesa e Barella alle spalle di Joao Pedro e Pavoletti.Fino al 30' del primo tempo le cose sono andate in maniera distensiva anche se c'Ŕ un sussulto del Cagliari all'11' per la traversa di Ionita.Poi ci sono diversi episodi che trasformano il Toro in squadra martire e diventa furioso quando Izzo cade in area cagliaritana.Per i granata Ŕ rigore ma l'arbitro fa continuare la partita.Gli animi si accendono e la partita prende un'altra piega.Secondo tempo pi¨ agonistico e muscoloso.Al 7' la rete di Zaza,su suggerimento di Izzo,ma il Cagliari Ŕ pi¨ vivo che mai e ci prova al 25' Pavoletti che per un soffio non timbra il gol ma tutto Ŕ comunque rimandato.Cinque minuti dopo Cigarini pesca Pavoletti che segna e pareggia l'incontro.Il Torino gioca in 10 dal 30' e il Cagliari lo segue dal 38' per doppia ammonizione di Pellegrini.


CONTRO IL CAGLIARI MAZZARRI
NON E' TRANQUILLO(ORE 12,30)

SENZA BELOTTI I GRANATA
POTREBBERO NON CONVINCERE

MARAN:SPINGERE SULL'AC-
CELERATORE PER LA VITTORIA


di Franco Vecchiarecchi
(13-4-2019) La classifica parla chiaro,ma il Cagliari non si scompone e va avanti a muso duro.Contro il Torino allo stadio Olimpico "Grande Torino",Maran(
foto dal web/Social) vuole una vittoria non lo dice apertamente ma chiede di continuare a spingere sull'acceleratore per arrivare al risultato giusto per il Cagliari.Non sarÓ facile perchŔ il Torino si trova a 49 punti e nelle ultime 7 gare casalinghe ha incassato 18 punti.I rossobl¨ vogliono una partita come a Verona e vogliono dare continuitÓ all'incontro col Chievo mostrandosi all'altezza.Maran vuole che il Cagliari continui a crescere e vuole chiudere al pi¨ presto il discorso della salvezza.Per ottenere questo obiettivo i rossobl¨ si devono impegnare al massimo e avere quelle motivazioni giuste per confrontarsi alla pari contro i granata.Il tecnico del Torino Walter Mazzarri Ŕ preoccupato per la sfida con i sardi.Dice che ci sono i presupposti perchŔ il Cagliari sia giÓ salva e mette in evidenza giocatori di grande valore come Joao Pedro,Pavoletti ma anche Barella.Il Torino,dice ancora Mazzarri,deve stare molto attento perchŔ il Cagliari ha un gioco arioso,usano bene il palleggio e sa andare con facilitÓ nell'area avversaria.



KO ALLA SPAL,ROSSOBLU' A TRE
PUNTI DALLA FIORENTINA

7 PARTITE ANCORA DA GIOCARE:4 IN TRASFERTA E 3 ALLA SARDEGNA ARENA.
IMPORTANTI GLI SCONTRI DIRETTI


di Carmelo Alfonso
(8-4-2019) Un vittoria doppiamente importante quella conseguita dal Cagliari domenica pomeriggio contro la Spal: perchÚ conquistata contro una diretta concorrente per la salvezza, e perchÚ i tre punti hanno consentito di tenere a debita distanza sia il Bologna che l'Empoli, superare il Genoa, raggiungere il Sassuolo e portarsi a soli tre punti dalla Fiorentina che occupa il decimo posto. Ha comunque ragione Maran(
foto dal web/Social) quando sostiene che non Ŕ il caso di fare tabelle o pensare che da qui al termine tutto sarÓ pi¨ facile. Il campionato nasconde non poche insidie e la salvezza non Ŕ a portata di mano. Sette le partite ancora da giocare e per il Cagliari sono previste quattro trasferte contro Torino ( domenica prossima, alle 12,30), Roma, Napoli e Genoa ( impegni niente affatto facili), mentre alla Sardegna Arena arriveranno Frosinone, Lazio e Udinese. Ventuno i punti ancora a disposizione; tutte le inseguitrici, compreso il Chievo, possono pertanto sperare ancora nella salvezza. Conteranno soprattuto gli scontri diretti: quattro quelli che giocheranno Udinese, Spal e Frosinone; tre dovranno affrontarli Sassuolo, Parma e Chievo, oltre al Cagliari; due, infine, sono in calendario per Genoa, Empoli e Bologna. DifficoltÓ del calendario a parte, fa ben sperare la buon a prova del Cagliari contro una Spal bene organizzata e pericolosa fino al termine. I giovani continuano a ben comportarsi e offrono garanzie per il futuro; Pavoletti Ŕ tornato al gol; il centrocampo pare abbia finalmente trovato continuitÓ grazie a gente come Farag˛, Cigarini e Ionita, oltre all'inesauribile Barella. Insomma, c'Ŕ da sperare in un entusiasmante finale di campionato da parte dei rossoblu. Maran ci crede ma soprattutto ci sperano i tifosi. Un Cagliari in corsa per il decimo posto sarebbe davvero un bel colpo.



31^ GIORNATA
PARTITE

SUCCESSO POST-JUVENTUS,
CAGLIARI METTE KO LA SPAL(2-1)

UNA VITTORIA PER ALLONTANARSI
DALLA RETROCESSIONE

APRE FARAGO',PAREGGIO SU RIGORE,
GOL PARTITA DI PAVOLETTI


di Franco Vecchiarecchi
(7-4-2019) Il Cagliari torna a correre(foto dal web/Social Pavoletti).Dopo lo stop con la Juvntus i rossobl¨ ripartono con tre punti d'oro a spese di una Spal che vinceva da tre giornate di fila e questa sconfitta la rende vulnerabile nella lotta salvezza.E' a quota 32 ed Ŕ relativamente tranquilla mentre il Cagliari,con questa vittoria,si trova a pari punti col Sassuolo,che ha pareggiato 2 a 2 in casa della Lazio,a quota 36 e i rossobl¨ hanno una visione pi¨ alta e vedono meglio il centroclassifica e la salvezza.La partita si poteva decidere subito e in effetti i ragazzi di Maran segnano dopo 2 minuti di gioco con Farag˛ ma vengono ripresi dall'arrembaggio della Spal che con un rigore pareggiano rimettendo tutto in gioco e dando l'incertezza a tutta la partita.I rossobl¨ sono pi¨ squadra,si muovono meglio e c'Ŕ in campo Pavoletti,una garanzia in area avversaria.Ed Ŕ proprio il bomber del Cagliari a mettere la parola fine all'incontro segnando al 60':cross di Cigarini su Ceppitelli che colpisce di testa con prepotenza ma prende la traversa,arriva palla a Pavoletti che infila e regala la prima vittoria post-Juventus,tre punti da mettere in cassaforte e renderli preziosi al momento opportuno.Per il Cagliari non Ŕ stato tutto facile.Dopo la rete i rossobl¨ hanno vissuto un momento di gloria ma hanno creato le condizioni agli avversari di organizzarsi e crescere,cosa che hanno fatto con incisivitÓ nella seconda parte del primo tempo,segnando su rigore e offrendo spunti per altre azioni molto pericolose.Il Cagliari Ŕ squadra che non Ŕ spenta,come qualcuno ha pensato dopo l'incontro con la Juventus,ma ha ripreso il suo ritmo e non si Ŕ fatta sorprendere e nel secondo tempo ha mostrato il suo vero potenziale di gioco.Ritrova le energie necessarie,le amplifica,ricompone il collettivo e stacca un successo che conferma la sua ripartenza.


NON C'E' STATA DIMOSTRAZIONE DI FORZA DEL CAGLIARI SULLA JUVE
MARAN HA STRAVOLTO IL
REPARTO DIFENSIVO

IN ATTACCO PAVOLETTI IN
DIFFICOLTA' NELLE PALLE ALTE


di Carmelo Alfonso
(3-4-2019) Dopo le belle e vincenti prove contro l'Inter e la Fiorentina, e il successo sul Chievo fuori casa, si attendeva un'altra dimostrazione di forza dal Cagliari(
foto dal web/Social Pavoletti) contro la Juventus priva di gente niente male come Dybala e Ronaldo. Lo spirito, forse, era quello giusto, ma non Ŕ bastato. I dubbi sono forti, invece, sull'opportunitÓ di modificare ancora una volta lo schieramento difensivo. Ancora una volta, infatti, Maran ha stravolto un reparto ( la difesa): in panchina Cacciatore e Pellegrini, che contro il Chievo si erano ben comportati, e dentro Srna e Lykogiannis. Un avvicendamento incomprensibile, anche se la sconfitta non pu˛ di certo essere addebitata ai due nuovi entrati. Hanno prevalso il maggiore tasso tecnico dei bianconeri e la migliore organizzazione di gioco. Normale, si dirÓ. Normale, in sostanza, che perdesse la squadra con qualche problema organizzativo a centrocampo e che per novanta minuti si Ŕ intestardita a fornire palloni alti a Pavoletti stretto tra la morsa di Chiellini e Bonucci. Scontato ( ma non per i giocatori in maglia rossoblu e per chi avrebbe dovuto provvedere a modificare il modo di attaccare ) che Pavoletti incontrasse molte difficoltÓ a sfruttare le palle alte. E cosý, se da una parte Cragno ha confermato tutta la sua bravura ed evitato una sconfitta rovinosa, dall'altra il portiere bianconero Ŕ rimasto praticamente inoperoso per oltre novanta minuti. Niente processi, comunque, nella speranza di rivedere, domenica contro la Spal, il miglior Cagliari di questa stagione. Intanto, tra le squadre che lottano per restare in A , l'Empoli ha compiuto un bel passo avanti : ha battuto il Napoli, grazie anche a un gol di Farias, ha temporaneamente scavalcato il Bologna e si Ŕ portato a cinque punti dal Cagliari. La lotta per la salvezza Ŕ sempre pi¨ aperta.


30^ GIORNATA
PARTITE

DUE GOL,UNO PER TEMPO E LA JUVE PUNISCE IL CAGLIARI(0-2)
BIANCONERI A PEZZI
SORPRENDONO E VINCONO

SBLOCCA BONUCCI
POI ANCORA KEAN


di Franco Vecchiarecchi
(2-4-2019) Pi¨ Juventus che Cagliari e i ragazzi di Allegri vincono meritatamente(0-2: 22'Bonucci,85' Kean) e per i rossobl¨ una punizione che poteva essere evitata.Comunque l'incontro non era facile e forse i ragazzi di Maran(
foto dal web/Social) potevano fare qualcosa di pi¨.Il Cagliari ha cercato in tutti i modi di fare la partita perfetta,giocare con grande respiro e a tutto campo ma i bianconeri non si sono fatti sopraffare e hanno prima risposto per le rime poi,con la loro grande esperienza frutto di tanti campioni in campo,hanno portato a casa agevolmente i 3 punti.Peccato veramente,era una ghiotta occasione vincere contro una capolista che non schierava alcuni validi giocatori compreso il bomber Ronaldo.Il Cagliari deve inchinarsi alla Vecchia Signora e lo ha fatto con dignitÓ mostrando un gioco all'altezza della situazione.La prima rete Ŕ di Bonucci al 22' del primo tempo che, raccogliendo un corner di Bernardeschi,beffa indisturbato Cragno.L'altra rete nel secondo tempo al 40' con rete ancora di Kean al suo quarto gol in campionato:traversone di Bentancur verso l'attaccante juventino che segna a due passi.Risultato giusto e forse il Cagliari poteva reagire meglio e con buona fortuna come al 31' del secondo tempo quando Pavoletti non ha concluso l'azione con la rete.

ARRIVA LA CAPOLISTA E MARAN LANCIA LA SFIDA(SARDEGNA ARENA ORE 21)
NELLA JUVENTUS NON GIOCHERANNO RONALDO,DYBALA E MANDZUKIC
TECNICO ROSSOBLU':PER VINCERE E' NECESSARIA LA PARTITA PERFETTA

di Franco Vecchiarecchi
(1-4-2019) Arriva la Juventus e alla Sardegna Arena c'Ŕ il tutto esaurito.Partita da non perdere per numerosi tifosi che questa volta tiferanno solo Cagliari(
foto dal web/Social Pavoletti) e avranno l'occasione di assistere a una gara che a prima vista non Ŕ affatto scontata.Una buona notizia,per il Cagliari,Ŕ l'assenza di Cristiano Ronaldo che non si Ŕ ancora rimesso e che Allegri spera di riaverlo a disposizione in occasione della doppia sfida di Champions League contro lĺAjax.I bianconeri sono al primo posto in classifica e staccano il Napoli(15 punti),l'Inter(25 punti)e Milan(27 punti) in pratica le squadre pi¨ quotate di questo campionato.Per i ragazzi di Allegri c'Ŕ molta tranquillitÓ e arrivano a Cagliari con la speranza di fare il risultato come Ŕ giusto per una squadra di talento.La vecchia Signora ha il vantaggio di essere la compagine del momento e non ha rivali nel nostro campionato,per questo motivo Allegri punta alla Champions e per precauzione non vuol far giocare CR7 a Cagliari.E' una buona notizia per il Cagliari perchŔ senza il bomber bianconero la squadra,per molti versi,Ŕ ridimensionata anche per l'assenza di Dybala e forse Mandzukic ma giocano tanti altri campioni.Non c'Ŕ comunque da fidarsi.Il Cagliari vuole comunque sognare e per farlo Maran cerca la partita perfetta.I rossobl¨ devono fare di pi¨ e meglio delle ultime gare e il risultato col Chievo fa ben sperare almeno stante al morale della squadra.Maran ha a disposizione tutti i giocatori e pu˛ schierare anche il bomber Pavoletti.Comunque vada sarÓ sicuramente una bella partita.




29^ GIORNATA
PARTITE

CAGLIARI,BASTA UN TEMPO
PER BATTERE IL CHIEVO(0-3)

PASSEGGIATA PER I ROSSOBLU'
CHE SALGONO A 33 PUNTI

BARELLA FANTASTICO,RETI DI
PISACANE,JOAO PEDRO E IONITA


di Franco Vecchiarecchi
(29-3-2019) Vincere facile non Ŕ una specialitÓ del Cagliari ma questa volta in trasferta contro il Chievo i ragazzi di Maran hanno superato se stessi.Segnando 3 reti a 0,ma potevano aumentare il bottino,i rossobl¨ hanno meritato la vittoria contro l'ultima in classifica e non hanno ulteriormente infierito nella giornata in cui mancava il suo bomber Pavoletti ma c'era un grande Barella,fresco di Nazionale dove ha segnato e fatto sognare Mancini,che ha regnato a tutto campo facendo quello che ha voluto.Il povero Chievo ci prova,soprattutto in avvio di gara,ma dura solo 15 minuti poi i clivensi si spengono subito dopo che Cragno aveva neutralizzato due grandi occasioni dei padroni di casa.Prima rete del Cagliari al 16' con azione di Pellegrini su Pisacane che mette in rete,il Chievo non reagisce e i rossobl¨ ne approfittano e al 33' un'altra grande azione questa volta di Barella,autentico gladiatore e insuperabile mago dell'incontro,che mette in azione Joao Pedro che segna il secondo gol per il Cagliari.La terza rete non si Ŕ fatta attendere e al 43',sul finire del primo tempo,un grande Ionita porta il Cagliari(foto dal web/Social) in vantaggio con il terzo gol.Partita di grandi spunti e di grande euforia per il Cagliari che non ha mai vinto con 3 reti e che finalmente porta a casa una vittoria giocando in trasferta.Mancava Pavoletti,ma la sua assenza non si Ŕ fatta sentire.Il Chievo continua a perdere e vede sempre pi¨ lontane le speranze per riprendersi dall'ultima posizione in classifica.Per i ragazzi di Maran Ŕ un buon intermezzo in vista dell'incontro-clou alla Sardegna Arena contro la Juventus.



ALTRA TRASFERTA,I ROSSOBLU' A CACCIA DI UN RISULTATO POSITIVO (ORE 20,30)
CHIEVO-CAGLIARI,SERVONO
PUNTI PER LA SALVEZZA

MARAN:"SUBITO LA VITTORIA
PER ANDARE AVANTI"


di Franco Vecchiarecchi
(28-3-2019) Si riprende e dopo la pausa della Nazionale il Cagliari(
foto dal web/Social Maran) Ŕ in trasferta contro il Chievo in un incontro non certo facile ma potrebbe essere determinante per la sua salvezza.I rossobl¨ ultimamente hanno mostrato di riprendersi e negli ultimi tre incontri hanno collezionato due vittorie(Inter e Fiorentina) mentre in trasferta hanno perso col Bologna a significare che nelle partite fuori casa il Cagliari non va certo bene.Adesso c'Ŕ altra trasferta nientemeno che contro il vecchio Chievo di Maran(ha allenato quella squadra per 4 stagioni) e proverÓ a debellare la sfortuna nell'anticipo di Verona anche se nell'organico mancherÓ il suo bomber Pavoletti,bloccato per squalifica,che giocando nella Nazionale ha magnificato i tifosi con una prodezza e non solo lui ha fatto brillare la squadra di Mancini ma anche un altro giocatore rossobl¨,quel Barella che tutti vorrebbero in squadra e che per il momento sta dando grandi soddisfazioni alla squadra rossobl¨.Tra i convocati il tecnico rossobl¨ ritrova Cerri e Pellegrini ma anche Despodov.Per i giallobl¨,ultimi in classifica con 11 punti(1 vittoria,11 pareggi e 16 sconfitte)potrebbe essere l'occasione per tenere viva la piccola fiammella di speranza per la salvezza,ma anche il Cagliari punta ad avere la matematica certezza di non combattere per andare in B e contro i veneti daranno il massimo per portare a casa i 3 punti.



LA SECONDA BELLA FACCIA DEL CAGLIARI,OK CONTRO INTER E FIORENTINA
E' SEMPRE APERTA LA LOTTA PER LA SALVEZZA,BOLOGNA TERZ'ULTIMO,A 6 PUNTI DAI ROSSOBLU'

di Carmelo Alfonso
(17-3-2019) Dopo l'Inter, anche la Fiorentina ha dovuto fare i conti con la seconda faccia del Cagliari: quella migliore, quella che tutti si attendevano di vedere dopo la brutta giornata di Bologna. Un bel Cagliari, capace di fare bene sia quando sono stati i viola a premere un po' di pi¨ favoriti dal vento, sia quando ha giocato col vento in poppa; anzi, nel secondo caso la squadra di Pioli Ŕ proprio sparita. Fatale, dopo il gol Ceppitelli, la voglia di strafare dei rossoblu che ha permesso a Chiesa, per il resto ben controllato da Lykogiannis, di battere l'incolpevole Cragno e di far temere la beffa finale. Ed invece Ŕ stata vittoria. Che Ŕ arrivata, meritatissima, nonostante qualche sbavatura arbitrale, specie nel mostrare - con inspiegabile sollecitudine -. i cartellini gialli ai giocatori del Cagliari che costeranno la squalifica a Pavoletti. Resta, comunque, la grande prova dei rossoblu e la dimostrazione che si pu˛ giocare bene e vincere anche contro le cosidette "grandi" pur non disponendo degli elementi che a gennaio avrebbero dovuto potenziare la squadra. Cacciatore Ŕ stato una scoperta per tutti : abile sulla fascia, buon colpitore, capace di spedire in area palloni giocabili. A sinistra non ha pesato l'assenza di Pellegrini grazie alla buona prestazione del difensore greco che, dopo tanta sfortuna, ha potuto dimostrare il suo valore. La "vecchia" guardia ha risposto alla grande sia in difesa che a centrocampo, con il solito ottimo lavoro di Barella, ed anche all'attacco le cose sono andate molto meglio. Questo il Cagliari che tutti si attendevano perchÚ potesse allontanarsi dalla zona bassa della classifica e tenere a debita distanza chi Ŕ interessato alla salvezza. Volano, per˛, anche il Genoa ( e che volo ! ), la Spal, l'Empoli e, soprattutto, il Bologna sempre terz'ultimo ma ancora a soli sei punti dai cagliaritani. E' sempre aperta, pertanto, la lotta per la salvezza; e resterÓ aperta, per tutti, ancora per molte giornate, forse per tutte le restanti dieci. E questa, purtroppo per il Cagliari, non Ŕ una bella notizia. Ora ci sarÓ una pausa. La nazionale giocherÓ, per la qualificazione a Euro 2020, il 23 marzo, a Udine, contro la Finlandia, ed il 26 marzo, a Parma, contro il Liechtenstein. E' molto probabile che Mancini si affidi ancora a Barella per il centrocampo. Il campionato tornerÓ, per il Cagliari, venerdi 29 marzo a Verona contro il Chievo. Si giocherÓ alle 20,30; ancora una volta si cambia orario, con problemi per i giocatori e, forse, anche per i tifosi. E non Ŕ tutto. Il 2 aprile, Cagliari - Juventus si giocherÓ alle 21; si tornerÓ alla 15 con Cagliari - Spal ( 7 aprile); alle 12.30, domenica 14 aprile, Ŕ in programma Torino - Cagliari; infine, Cagliari - Frosinone, il 20 aprile, alle 15. Non occorrono commenti.


28^ GIORNATA
PARTITE

CLASSIFICA

TRA LE MURA AMICHE IL CAGLIARI STENDE PURE LA FIORENTINA (2-1)
FORTINO-SARDEGNA
ARENA,NEANCHE I VIOLA
PASSANO

GRANDE RETE DI JOAO PEDRO E
RADDOPPIO DI CEPPITELLI

di Franco Vecchiarecchi
(15-3-2019) Venerdi magico per il Cagliari che ha battuto la Fiorentina(2-1:52'Joao Pedr,66'Ceppitelli,88' Chiesa) in un incontro non facile ma comunque decisivo per la corsa per la salvezza.E' il terzo successo consecutivo in casa per i rossobl¨ mentre i viola perdono il treno Europa,ma quello che Ŕ importante Ŕ la bella prestazione dei cagliaritani che hanno vinto senza troppe ombre.L'idea giusta era la vittoria e i rossobl¨ l'hanno ottenuta con convinzione e orgoglio e non si sono stancati mai per raggiungerla,impegnandosi e sprecando energia il tanto che era sufficiente.La prima rete Ŕ di Joao Pedro,un elemento che ha dato tanto al Cagliari,lui voleva a tutti i costi segnare dopo aver fallito il gol una settimana prima a Bologna colpendo la traversa,un quasi gol fatto ma negato sfortunatamente.Questa volta Ŕ stato premiato,ha raggiunto l'obiettivo che era quello di battere il portiere in uno scenario conclusivo che porta il Cagliari alla vittoria.Dopo la rete del vantaggio di Joao Pedro al 52',il raddoppio di Ceppitelli al 66' e a quel punto i rossobl¨ potevano sperare in una vittoria a tutto raggio.La festa era comunque nell'aria e i viola hanno tentato di rovinarla con la rete di Chiesa all'88' ma la situazione non Ŕ cambiata.In avvio di partita l'omaggio a Davide Astori,capitano viola ed ex rossobl¨,morto il 4marzo 2018,a lui sarÓ dedicato il campo di calcio finanziato a Betlemme per i ragazzi di tutte le religioni.C'Ŕ subito un giallo.E' gol,poi una quasi rete di Joao Pedro:Ceccherini sbaglia il passaggio a Terracciano, Joao Pedro si infila bene e segna ma l'azione era ferma e l'arbitro annulla.La prima parte di gara va via con alterne vicende,ma nulla di grande nota anche se il Cagliari era pi¨ presente e insidioso rispetto agli avversari.Il secondo tempo sorride ai rossobl¨.Nel giro di 15 minuti i cagliaritani prima sbloccano il risultato poi cementano il vantaggio con belle azioni e con le reti di Joao Pedro e Ceppitelli.Nulla pu˛ fare la Fiorentina col gol di Chiesa che anzi risalta la superioritÓ tecnica e tattica dei rossobl¨.Meritata vittoria,adesso paura per la Nazionale.


CAGLIARI-FIORENTINA,ANTICIPO DELLA
28.ESIMA GIORNATA (S. ARENA ORE 20,30)

MARAN FA UN PO' DI
CONTI:RIPARTIRE DALLA
VITTORIA CON L'INTER

"PER BATTERE I VIOLA CI VUOLE
UNA PARTITA PERFETTA"


di Franco Vecchiarecchi
(15-3-2019) Servono disperatamente i tre punti,Maran non ci sta allo stop contro gli emiliani una settimana fa e chiede ai suoi ragazzi un pronto riscatto.I rossobl¨ hanno rimediato una sconfitta contro il Bologna e adesso si trovano a sei punti di vantaggio sulla terz'ultima posizione,una differenza che inizia a far paura anche se il campionato Ŕ lungo,anzi Ŕ bene iniziare a fare punti subito se si vuole la salvezza per tempo.Contro la Fiorentina alla Sardegna Arena ci sarÓ altra musica,il Cagliari in casa si trasforma ed Ŕ pi¨ sicuro nei movimenti,nella tattica e nel morale perchŔ gioca sospinto dall'entusiasmo dei tifosi.Attenti per˛ ai ragazzi di Stefano Pioli che viaggiano bene e si trovano nella decima posizione in classifica con 37 punti,quella posizione che sarebbe stata della compagine sarda se diverse partite fossero andate diversamente da come si sono nefastamente giocate.Pioli parla del suo collettivo come se avesse giÓ vinto l'incontro notturno contro i rossobl¨ prospettando giÓ uno scenario all'altezza delle ambizioni viola.Potrebbe accadere ma c'Ŕ aria di riscatto da parte di una squadra che ha fallito contro il Bologna ma che non intende ripetere altro errore una settimana dopo,per giunta in casa,contro i viola.Le premesse per una buona partita ci sono,come l'impegno e l'entusiasmo per arrivare alla vittoria e conquistare i 3 punti.Il fattore campo Ŕ importante e viene messo in evidenza anche da Maran che si Ŕ rinfrancato dopo le buone condizioni del suo bomber Pavoletti(
foto dal web/Social),in forse qualche giorno fa.Il tecnico rossobl¨ Ŕ a caccia di punti e ha ragione perchŔ da questo momento in poi le vittorie faranno parte di un bagaglio importante per non retrocedere.Dalla formazione vista al Dall'Ara Maran apporterÓ qualche variazione:certa la presenza di Pavoletti,di sicuro ci sarÓ Cacciatore al posto di Pellegrini,in campo Cigarini al posto di Braddaric squalificato.




A BOLOGNA IL CAGLIARI HA
FATTO CROLLARE TUTTO

GLI ALTI E BASSI DEI ROSSOBLU'
IN CERCA DI IDENTITA'

"IN TRASFERTA HA PERSO 10
VOLTE SU 14 PARTITE"


di Carmelo Alfonso
(11-3-2019) Ci domandiamo : quante volte ci siamo illusi di avere finalmente trovato il vero Cagliari(
foto dal web/Social Maran), la squadra capace di disputare un campionato decente, e quante volte ci siamo dovuti ricredere dopo avere manifestato ottimismo su un futuro migliore ? La risposta immediata e netta Ŕ : troppe volte. La vittoria interna contro l'Inter aveva portato l'entusiasmo alle stelle e perfino fatto sognare la conquista di un posto in classifica a ridosso delle grandi. A Bologna Ŕ crollato tutto : squadra ancora una volta mediocre, incapace di tenere a bada un avversario appena sufficiente ma desideroso di conquistare punti per raggiungere la salvezza. Dalla squadra di Mihajlovic, terz'ultima con 21 punti, i cagliaritani distano ora appena sei punti ; un vantaggio irrisorio, che non lascia tranquilli sul futuro se non cesseranno immediatamente, e una una volta per tutte, gli alti ( pochissimi) e bassi ( molti ) che si ripetono dall'inizio del campionato. Si dirÓ : anche a Bologna, il Cagliari non Ŕ stato fortunato. La traversa colpita da Joao Pedro e la miracolosa parata su conclusione dello stesso brasiliano, hanno sicuramente bloccato una possibile rimonta dei rossoblu. Ma anche Cragno ha neutralizzato diversi palloni che parevano destinati a finire in fondo alla rete. Meglio tacere, pertanto, su " miracoli e sfortuna." Cadere dalle nuvole con dichiarazioni tipo " Non era quello che mi aspettavo" Ŕ da ingenui, e Maran non Ŕ un ingenuo. In trasferta, il Cagliari ha perso dieci volte su 14 partite disputate; per il resto ha ottenuto tre pareggi ed una vittoria a Bergamo nella terza di campionato, dopo la sconfitta di Empoli e il pareggio interno col Sassuolo. Tutte le altre squadre, fuori casa hanno fatto meglio. Ed anche in fatto di reti subite, meno bene del Cagliari, in trasferta, ha fatto soltanto l'Empoli ( 28 contro 27 ). Ed allora , che cos'Ŕ che non va in questo Cagliari che venerdi prossimo ( ore 20,30 ) ospiterÓ la Fiorentina ? I ritorni di Birsa e Thereau non hanno dato gli effetti sperati, cosý come poco indovinata Ŕ risultata l'esclusione di Padoin per fare spazio a Despodov. Bradaric continua a deludere, e Srna, senza Farag˛, Ŕ in chiaro disagio. . Un Cagliari inguardabile, in sostanza, che Ŕ riuscito a far sfigurare perfino Barella, uno dei pochi a salvarsi dal grigiore generale. Spetta a Maran trovare i giusti rimedi e gli uomini pi¨ adatti per un finale meno avventuroso.


27^ GIORNATA
PARTITE

classifica

UN GOL PER TEMPO E IL BOLOGNA
METTE KO IL CAGLIARI(2-0)

MIHAJLOVIC MEGLIO DI MARAN,
ADESSO E' A UN SOFFIO DALLA SALVEZZA

IL MAL DI TRASFERTA E' CONTAGIOSO:
RISUSCITATI ANCHE GLI EMILIANI


di Franco Vecchiarecchi
(10-3-2019) Ancora una volta il Cagliari ha risuscitato il cadaverico Bologna,squadra che non vinceva al Dall'Ara dal 30 settembre con l'Udinese,consentendo a Mihajlovic di passare a -1 dalla salvezza(2-0:Pulgar su rig. al 34' pt, Soriano al 32' st. ).I rossobl¨ cagliaritani hanno prodotto un gioco scadente e hanno mostrato un lato che solitamente mette su con collettivi in difficoltÓ e in preda al panico.E' successo diverse volte e lo sta dimostrando spesso e questo trend non fa piacere perchŔ i ragazzi di Maran(
foto dal web/Social) sono tecnicamente e tatticamente migliori a certe squadre,solo che diverse volte non riescono a ricordarsene.Poteva farcela,Ŕ una squadra robusta e ha mostrato quanto vale in diverse circostanze come nella partita alla Sardegna Arena contro l'Inter.Solo che il Cagliari con collettivi di tutto rispetto fa partite da incorniciare e diventa deprimente in altre circostanze come a Bologna.Tra le due squadre i rossobl¨ cagliaritani vantavano nove lunghezze di margine adesso il Cagliari,dopo questa sconfitta,Ŕ a sei punti dalla zona retrocessione Ŕ ancora un margine apprezzabile ma non sono pi¨ ammessi sbagli altrimenti ci sarÓ presto il burrone.La partita,si dirÓ,il tecnico emiliano l'ha vinta perchŔ ha lavorato molto sulla testa dei giocatori.Si dirÓ che Mihajlovic ha lavorato parecchio facendo il psicoterapeuta mandando tutti i giocatori a ricrearsi mentalmente guardando alcune proiezioni cinematografiche di Alexander e del Volo della fenice.Ha avuto ragione lui perchŔ alla fine i suoi ragazzi hanno portato a casa i tre punti di grande speranza.La partita ha visto pi¨ Bologna che Cagliari.I padroni di casa sono stati pi¨ all'attacco e hanno mostrato la voglia di vincere a tutti i costi anche se avevano tanta paura per le ripartenze dei cagliaritani che ci sono state come quella di Joao Pedro che,non brillando,ha colpito la traversa,un tiro imprendibile anche a un super Skorupiski.Al 34' pt c'Ŕ l'occasione della prima rete del Bologna.C'Ŕ il cross di Orsolini e mani di Bradaric in area e l'arbitro assegna il rigore.Batte Pulgar,che rientrava dalla squalifica,e segna spiazzando Cragno.Il Cagliari reagisce,c'Ŕ l'azione di Joao Pedro che colpisce la traversa,ma non Ŕ convincente.Il ritmo Ŕ sostenuto anche nel corso del secondo tempo.C'Ŕ un altro tentativo di Joao Pedro di testa che non ha fortuna perchŔ il portiere bolognese compie un'altra magia e salva il pareggio.Poi Ŕ solo Bologna.Si arriva al 32'.Azione di Villareal e palla a Roberto Soriano che va avanti e segna.Niente da fare per Cragno che Ŕ stato molto attivo e ha bloccato altre azioni da gol.Il risultato Ŕ netto,un 2 a 0 che premia il Bologna e castiga il Cagliari che non ha fatto nulla per meritarsi la vittoria.Maran dovrÓ faticare parecchio per ricaricare i suoi ragazzi.


BOLOGNA-CAGLIARI,SFIDA MIHAJLOVIC-MARAN(DALL'ARA ORE 12,30)
L'OBIETTIVO DEI ROSSOBLU':
VINCERE PER SALVARSI
MARAN:"IN CAMPO CON LA TESTA
GIUSTA" E LANCIA JOAO PEDRO


di Franco Vecchiarecchi
(9-3-2019) 27esima giornata e il Cagliari(
foto dal web/Social Joao Pedro) va in trasferta a Bologna per affrontare la squadra della cittÓ con un passo diverso e deciso dopo la vittoria alla Sardegna Arena con l'Inter.I rossobl¨ sono animati dalla voglia di ripetere la bella prestazione di una settimana fa e potrebbe farcela contro un collettivo che al momento si trova in zona retrocessione assieme al Frosinone e al Chievo.La differenza tra le due squadre Ŕ di 9 punti,il Cagliari sta meglio anche se sono ancora tante le partite da disputare e tutto pu˛ ancora accadere.E' necessario vincere anche questa partita e continuare a dare il segno positivo a un percorso tranquillo.La prima tappa,vincendo,Ŕ raggiungere il Genoa,che ha perso in casa del Parma per 1 a 0,e portarsi a quota 30 e non Ŕ un'impresa difficile anche se il Cagliari non vince in trasferta da tropo tempo.Al Dall'Ara il tecnico rossobl¨ Maran sprona Joao Pedro convinto che farÓ una buona prestazione cosý come la fece all'andata quando segn˛ una delle due reti alla Sardegna Arena contro gli emiliani e questa volta potrebbe diventare protagonista di un incontro che si annuncia particolarmente importante per chiudere e allontanarsi definitivamente dalla zona retrocessione.Mihajlovic punta a ricreare un ambiente produttivo per rilanciare la squadra e per farlo ha portato avanti un percorso mentale"Sicuramente i ragazzi stanno meglio fisicamente"ha detto, ma Ŕ "la testa che conta pi¨ delle gambe" ed Ŕ l'aspetto che fa la differenza perchŔ serve ad affrontare i momenti di difficoltÓ quando si prendono spesso gol.Maran chiede pi¨ determinazione e cinismo e punta decisamente ai tre punti,non fa grandi giri di parole ma dice che Ŕ arrivato il momento di far vedere effettivamente questo Cagliari,il vero Cagliari.




CONTRO UN GRANDE CAGLIARI
SI E' VISTA UNA PICCOLA INTER

CON LE PARATE STREPITOSE DI CRAGNO
(E UNA BUONA DIFESA)I ROSSOBLU' POSSONO ASPIRARE AL DECIMO
POSTO IN CLASSIFICA


di Carmelo Alfonso
(4-3-2019) Finalmente il Cagliari(
foto dal web/Social Cragno) che avremmo voluto vedere in tante altre occasioni, capace di spuntarla anche contro una cosidetta grande. In certi momenti della gara, l'Inter Ŕ sembrata piccola piccola, e se non fosse stato per il rigore sprecato dall'ottimo Barella, l'allenatore Spalletti e la sua Inter sarebbero tornati a Milano con altri tre gol nel sacco com'era giÓ accaduto contro la Fiorentina. Ma quel tre a tre di Firenze aveva sollevato tante polemiche per via di un rigore ( inesistente) concesso ai viola; questa volta, alla Sardegna Arena hanno vinto i migliori. Tuttavia, anche in questo caso, non sono mancati coloro che sono accorsi in aiuto dell'Inter con giudizi negativi sull'arbitraggio. Inter ancora una volta danneggiata da un arbitro non all'altezza : non avrebbe mostrato un secondo giallo a Cigarini; avrebbe assegnato ai rossoblu una inesistente punizione che ha poi propiziato il gol di Ceppitelli. Di contro, fortunatamente, Ŕ stato detto: giusto assegnare il rigore contro l'Inter. E se Barella avesse realizzato il terzo gol ? Detto questo, resta la grande prestazione dei rossoblu fatta soprattutto di buon gioco; continua pressione sugli avversari fin dalla loro area ed in particolare sui portatori di palla; grande pericolositÓ in zona gol con diverse occasioni sprecate; la continua spinta di Srna e Farag˛ sulla fascia destra; le discese di Pellegrini sulla fascia opposta; le splendide ed irresistibili galoppate a tuttocampo di Barella definito " Centrocampista universale. Davvero molto bravo" dal commentatore tecnico della partita su Sky; le poche ma efficaci grandi parate di Cragno; il buon comportamento del reparto arretrato. Tutto ci˛ ha fatto del Cagliari visto contro l'Inter un complesso che, nonostante le molte assenze, pu˛ ancora aspirare a posizioni in classifica molto interessanti. Intanto si va allontanando la zona bassa ( la terz'ultima - il Bologna - Ŕ per ora a nove punti ) e domenica, proprio contro gli emiliani ( ore 12,30 ), si presenterÓ una buona opportunitÓ per fare un altro passo verso quell'undicesimo posto attualmente occupato dal Sassuolo. Cinque giorni dopo, alla Sardegna Arena ( ore 20,30 ) sarÓ di scena la Fiorentina. SeguirÓ una pausa del campionato, che riprenderÓ il 31 marzo con Chievo -Cagliari ( ore 15), per arrivare al grande confronto del 3 aprile ( ore 20,30 ) con la Juventus.

INTER KO A CAGLIARI,RICORDATO
IL GRANDE ASTORI(2-1)

NERAZZURRI AFFONDATI,
ROSSOBLU' RESPIRANO

SUL FINALE BARELLA HA
SBAGLIATO IL RIGORE


di Franco Vecchiarecchi
(1-3-2019) E' la vittoria della salvezza(2-1: 31'Ceppitelli,38' Martinez,43'Pavoletti),una di quelle partite che il Cagliari deve incorniciare perchŔ alla vigilia i rossobl¨ avevano qualche problema e il clima non era favorevole contro la corazzata Inter che arrivava alla Sardegna Arena per conquistare i 3 punti.Invece proprio a Cagliari(
foto dal web/Social Pavoletti) Ŕ scattata la trappola di Maran che ha creato la partita perfetta per intrappolare e vincere contro i nerazzurri che sono stati affondati inesorabilmente,una sberla di quelle che contano e che forse fanno gridare a una ripresa in grande stile dei rossobl¨.La partita era sentita,come Ŕ d'obbligo contro squadre blasonate e non era facile mettere su una compagine in grado di ostacolare e vincere la grande Inter che torna a Milano con zero punti e con la possibilitÓ di perdere il terzo posto.I nerazzurri stanno conducento un periodo nerissimo,di contro da segnale il momento favorevole del Cagliari che nel primo tempo ha subito messo alle corde gli ospiti che non hanno avuto la possibilitÓ di reagire.Pi¨ Cagliari in tutti i reparti e subito col gol di Ceppitelli al 31' che aziona il momento splendido dei rossobl¨ che sanno andare avanti con padronanza anche subito dopo il pareggio di Martinez al 38'.Arriva anche la rete di Pavoletti al 43'.Il secondo tempo riprende con la sinfonia cagliaritana.Ci si aspettava la riscossa interista che non c'Ŕ stata,forse c'era in due/tre azioni poi per˛ Ŕ tornato nuovamente il gioco dei rossobl¨.Il Cagliari poteva segnare ancora,l'ultimo guizzo sul finire del secondo tempo quando l'arbitro ha concesso ai padroni di casa un rigore:batte Barella ma la palla va oltre la porta.Non fa niente,il Cagliari ha vinto e va bene cosý.



CONTRO LA SAMP RIGORE ECCESSIVO,
CAGLIARI NON MERITAVA SCONFITTA

LA BASSA CLASSIFICA TIENE
COL CHIEVO SPACCIATO

ARRIVA L'INTER,POI BOLOGNA E FIORENTINA:VIETATO SBAGLIARE

di Carmelo Alfonso
(25-2-2019) Sicuramente non Ŕ stato il miglior Cagliari visto in questa stagione, ma forse contro la Sampdoria non meritava di subire l'ennesima sconfitta fuori casa. Una volta, quando non esisteva il Var, gli arbitri concedevano i rigori senza possibilitÓ di ripensamenti; da un po' di tempo certe decisioni si possono correggere. A Genova il rigore Ŕ sembrato eccessivo. Resta l'amarezza per quanto di
buono i rossoblu hanno fatto vedere soprattutto nel primo tempo, quando la squadra di Giampaolo ha sofferto, e non poco. Un po' meno bene i rossoblu sono andati nella ripresa quando a prevalere Ŕ stato il miglior gioco della Sampdoria e la maggiore freschezza dei blucerchiati. E il Cagliari, con tante assenze e tanti giovani ( ancorchÚ bravi ) in campo, ha finito per cedere e subýre la supremazia dei liguri. Se poi a decidere la partita Ŕ stato soltanto un rigore, seppure dubbio, molti meriti devono essere assegnati a Cragno che, di giornata in giornata, va confermandosi portiere di grande talento. La bassa classifica, ovvero quella che ospita le squadre destinate a battersi per la salvezza, fortunatamente non ha subito scossoni: Bologna, Frosinone ed Empoli, le tre che inseguono il Cagliari ( Chievo sembra oramai definitivamente spacciato ) hanno perduto, ed il Cagliari nonostante tutto, pu˛ tirare un sospiro di sollievo; un sospiro che significa sperare nel recupero di qualche giocatore importante per il confronto con l'Inter in programma venerdi alla Sardegna Arena ( ore 20,30). La partita di Genova, al di lÓ del risultato, ha detto che in prospettiva il Cagliari pu˛ fare affidamento su un gruppo di giovani particolarmente interessante. Oltre a Cragno, Barella, Romagna e Deiola, a disposizione di Maran ci sono Doratiotto, Verde e Despodor. Non male per una squadra che giÓ dalla prossima stagione dovrÓ essere necessariamente ringiovanita oltre che potenziata. Ma intanto Maran deve pensare all'immediato futuro che non si annuncia affatto facile : venerdi l'Inter , poi il Bologna in trasferta (domenica 10 marzo), quindi la Fiorentina in casa ( venerdi 15 marzo ). Vietato sbagliare.



BELLA SFIDA CON RITMI ALTI,POI QUAGLIARELLA DECIDE SU RIGORE(1-0)
E' ANCORA UN CAGLIARI SAMARITANO,TROPPO SFORTUNATO
MARAN:"PUNITI DA UN
RIGORE MOLTO DUBBIO"


di Franco Vecchiarecchi
(24-2-2019) Ancora una volta il Cagliari Ŕ stato determinante,come era successo contro il Sassuolo che non vinceva da 4 mesi,a far riprendere alla Sampdoria la sua corsa dopo tre sconfitte consecutive.E' il solito regalo dei ragazzi di Maran(
foto dal web/Social) che da buoni samaritani hanno mostrato la faccia buonista.I ragazzi di Maran anche questa volta sono stati sfortunati e hanno perso per un rigore dubbio(0-1:66'Quagliarella -rig.-),Ŕ una jella che va avanti da troppo tempo e non si capisce ancora l'origine e comunque Ŕ ancora difficile da allontanare o sconfiggere.Ha ragione il tecnico rossobl¨ a dire che l'incontro non doveva andare in questa maniera perchŔ la prestazione dei suoi ragazzi era buona e ad alto livello e solo per un episodio,il rigore,la squadra Ŕ stata punita.E' un'assurditÓ,ma ci sta,purtroppo,perdere sfortunatamente contro un avversario che era alla pari del Cagliari,ha stretto i denti fino alla fine,dando tutto,giocando con forza e col cuore.Un episodio,come il penalty,che ha deciso un incontro che doveva andare diversamente perchŔ l'andamento della gara era tale che entrambe le squadre erano livellate a prestazione e a gioco espresso in campo.Poi l'episodio che ha determinato il rigore al 66':Pellegrini stende Gabbiadini in area,Ŕ Quagliarella che dal dischetto calcia con violenza.In quella circostanza Cragno aveva intuito la traiettoria del pallone,anche perchŔ il portiere cagliaritano sapeva che Quagliarella avrebbe tirato in quella direzione.Cagno,intervistato dopo la sconfitta,ha detto che poteva parare il rigore solo che il tiro era teso e forte,praticamente imparabile.Peccato perchŔ il portiere cagliaritano ha salvato diverse volte la porta rossobl¨ con parate-imprese degne di un grande portiere a livello internazionale.Poteva fare la differenza,purtroppo non Ŕ andata cosý e quel rigore molto dubbio ha determinato un'autentica beffa perchŔ il fallo di Pellegrini su Gabbiadini non era tale da massima punizione.Dal gol su rigore fino a fine gara il Cagliari non Ŕ stato a guardare,ha reagito subito con forza.Al 37' st un'azione corale del Cagliari con lancio su Barella in area che viene atterrato ma per Massimi non Ŕ rigore(fallo simile all'azione che ha determinato il rigore segnato da Quagliarella).Brivido al 41' st quando Pavoletti ci prova dalla linea di fondo e Audero esce e con prodezza salva la porta.La partita era iniziata molto bene dal Cagliari che,soprattutto nel primo tempo,ha avuto diverse occasioni da gol come,ad esempio, al 33' quando Barella lancia palla per Pavoletti che calcia male da pochi passi e Audero Ŕ pronto a salvare.Un'occasione unica,poteva essere il vantaggio del Cagliari.Altre occasioni e la Samp ha tremato.Le cose cambiano nella seconda metÓ della gara soprattutto con l'entrata in campo di Gabbiadini.



25^GIORNATA,MARCO GIAMPAOLO SFIDA ROLANDO MARAN(MARASSI ORE 12,30)
ATTENZIONE A QUAGLIARELLA,
16 GOL IN 23 PARTITE

SE DESPODOV NON RECUPERA
PAVOLETTI UNICO ATTACCANTE


di Franco Vecchiarecchi
Giampaolo sfida Maran nel lunch match della 25esima giornata di serie A,un incontro che per i rossobl¨ Ŕ di vitale importanza per chiarire le reali possibilitÓ in vista di altri impegni importanti(
foto dal web/Social Despodov).I genovesi si trovano al decimo posto in classifica con 33 punti,i cagliaritani occupano il 14esimo posto con 24 punti e a 6 lunghezze dalla zona retrocessione.E' un momento particolare e di grande attenzione per i rossobl¨ anche se con la vittoria di domenica scorsa contro il Parma hanno interrotto una lunga serie negative con 5 ko e sarÓ dura contro i blucerchiati che nelle ultime 3 partite hanno rimediato 3 sconfitte.Maran a Genova sarÓ quasi sicuramente costretto a schierare un solo attaccante se non dovesse farcela Despodov.L'infermeria nuovamente si popola e il tecnico rossobl¨ dovrÓ inventarsi un'altra formazione dopo l'out di Romagna e Klavan,ma anche Birsa e Thereau, con l'idea di Barella e Ionita sulla trequarti.C'Ŕ il recupero di Cacciatore e a centrocampo sarÓ preferito Cigarini a Bradaric con Deiola e Padoin.Possibile quindi il passaggio a un 4-3-2-1.I padroni di casa recuperano Jankto che giocherÓ al posto dello squalificato Linetty a centrocampo.Manolo Gabbiadini guiderÓ l'attacco dei blucerchiati al fianco di Quagliarella che scalda l'incontro:"Contro il Cagliari dobbiamo vincere a tutti i costi".Il Cagliari invece chiede un'altra prova di grande cuore per battere la Samp.


UNA PRESTAZIONE ED UNA VITTORIA,IL CAGLIARI SI RICONCILIA CON I TIFOSI
IN CLASSIFICA NON CI SONO TROPPI
SCOSSONI E I ROSSOBLU' HANNO FATTO UN PICCOLO PASSO AVANTI


di Carmelo Alfonso
(18-2-2019) Una prestazione ed una vittoria(
foto dal web/Social Pavoletti), quella del Cagliari contro il Parma, che hanno finalmente entusiasmato i tifosi presenti alla Sardegna Arena; quasi una riconciliazione dopo i tempi bui vissuti sia in casa che in trasferta. Il Parma, dopo quel gol realizzato in chiusura del primo tempo (bravo Cragno ad arrivare fin lass¨, ma sfortunato nella deviazione) pareva in grado di conservare il vantaggio fino al termine; alla lunga, invece, ha dovuto cedere alla grande voglia dei rossoblu di riconciliarsi con i propri tifosi. Una forte prova d'orgoglio di una squadra falcidiata dai tanti infortuni che tengono lontano dal terreno di gioco gente come Klavan, Castro, Birsa, Thereau, Farag˛, senza dimenticare l'ultimo arrivato Oliva ancora a corto di preparazione. Per il confronto di domenica a Genova contro la Sampdoria ( ore 12.30 )mancherÓ sicuramente Joao Pedro (prestazione modesta contro il Parma e meritata espulsione ) e non Ŕ da escludere il forfait di Pellegrini. Una situazione poco confortante per Maran, che dovrÓ ancora "pescare" da un gruppo ristretto nella speranza di trovare sempre la formula giusta e giocatori nelle migliori condizioni fisiche e mentali. Per il momento bisogna accontentarsi della buona prova fornita contro il Parma, della ritrovata vena realizzatrice di Pavoletti e della conferma dei soliti Barella e Cragno ai quali si sono aggiunti Pellegrini e il solidissimo Deiola. Un Cagliari, in sostanza, che sembra potersi riprendere e continuare la sua corsa verso posizioni in classifica sempre pi¨ tranquille. Parole di elogio, oltre ai soliti giovani - Barella ha risposto con una grande prova alle critiche che gli erano state mosse dopo la non esaltante prova contro il Milan- merita, questa volta, anche il gruppo dei non pi¨ giovanissimi, a cominciare da Padoin divenuto oramai un jolly insostituibile. In classifica non ci sono stati grossi scossoni, ma un passo avanti i rossoblu lo hanno fatto. Nella giornata che ha esaltato le qualitÓ di goleador di Pavoletti, anche Farias (motivatissimo ) ha contribuito con un gol alla vittoria dell'Empoli sul Sassuolo e propiziato la rete del due a zero realizzata da Acquah.


24^ GIORNATA
PARTITE

SUCCESSO IN RIMONTA,
ORGOGLIO CAGLIARI (2-1)

DOPPIETTA DI PAVOLETTI,
ROSSOBLU' TORNANO A
VINCERE AFFOSSANDO IL PARMA


di Franco Vecchiarecchi
(16-2-2019) Adesso che ha vinto possiamo anche dire che questa partita valeva moltissimo per il futuro della squadra.E abbiamo sofferto pi¨ del dovuto,ci siamo allarmati costantemente,abbiamo guardato al cielo in ogni azione.Poi,per˛,ma alla fine,c'Ŕ stata la vittoria(2-1:40'pt Kucka,64'st e 84'st Pavoletti) ) e il Cagliari torna a correre(
foto dal web/Social).La partita contro il Parma Ŕ stata annunciata come ultima spiaggia per Maran ma era anche una mezza condanna per la squadra che non riusciva pi¨ a vincere.Ci chiedevamo come fa questo Cagliari a giocare bene e a perdere ma anche a giocare male e ad essere sconfitto,in questo caso nulla da dire,e adesso che ha vinto?Il Cagliari Ŕ partito bene e ogni azione era coordinata con sufficienza ma con carattere e con grande umiltÓ e forza,grande movimento del giovane Pellegrini,arrivato dalla Roma,che ha alzato il livello di gioco dei rossobl¨ e con la sua assenza,quando si Ŕ infortunato,ha in qualche modo propiziato il gol del vantaggio di Kucka al 40'.I rossobl¨ non si perdono d'animo e nel secondo tempo,grazie anche all'ingresso del bulgaro Despodov,le cose cambiano e l'aria per i crociati cambia di molto.Per gli ospiti si tratta di una involuzione tenendo conto che sono abituati a fare punti in trasferta,quest'anno 4 punti su 6,mentre sono pi¨ avari in casa con 0 punti su 6.Al 21' st arriva il primo gol di Pavoletti su punizione di Cigarini e al 41' altro gol del centravanti questa volta su cross perfetto di Barella.E' la vittoria ma Ŕ anche il riscatto di tanto tempo senza entusiasmi e con la paura ad ogni partita.E' una grande boccata d'ossigeno,poi si vedrÓ anche perchŔ non siamo affatto usciti dal brutto tunnel.



CONTRO IL PARMA SONO STATI CONVOCATI
I PRIMAVERA DARATIOTTO E LADINETTI
(SARDEGNA ARENA ORE 18,00)

L'ULTIMA SFIDA DI MARAN,
VINCERE A TUTTI I COSTI

I ROSSOBLU' A SECCO
DAL 26 DICEMBRE 2018


di Franco Vecchiarecchi
(15-2-2019) Si riparte e questa volta in maniera seria se si vuole dare una scossa a periodi neri per il Cagliari che viaggia a vuoto e non riesce ad andare avanti in classifica.L'incontro col Parma alla Sardegna Arena Ŕ una di quelle partite alla portata dei rossobl¨ ed Ŕ la classica sfida che non si pu˛ perdere tenendo conto che il digiuno dei ragazzi di Maran va avanti dal 26 dicembre dello scorso anno quando i rossobl¨ vinsero contro il Genoa per 1 a 0 poi buio pesto.Il Cagliari Ŕ a caccia della vittoria a tutti i costi per i tifosi,per il presidente Giulini,per la classifica ma anche per il tecnico Maran che sente mancare la terra sotto i piedi perchŔ sa che perdere partite del genere potrebbero significare il suo futuro di allenatore a Cagliari.Occhi puntati anche su altre partite come Udinese,Bologna e Empoli che avanzano e ultimamente stanno facendo meglio dei rossobl¨.Per l'incontro col Parma Maran ha convocato anche i primavera Ladinetti(centrocampista) e Doratiotto(attaccante)mentre saranno fuori Castro,Klavan, Cacciatore, Birsa, Thereau, Cerri e Farag˛.Buone notizie per Maran perchŔ ritroverÓ Inglese e Gobbi con lui quando allenava il Chievo.



MA E' SEMPRE COLPA DELLA SFORTUNA? ANALIZZIAMO I MOTIVI DELLA DISFATTA
COSI' HA VINTO IL MILAN,
ADESSO LA CLASSIFICA E' PEGGIORATA

IL CAGLIARI NON VINCE DAL 26 DICEMBRE,CONTRO IL PARMA SARA' DURA

di Carmelo Alfonso
(11-2-2019) Si dirÓ : ancora una volta la sfortuna ha avuto il suo ruolo nella sconfitta del Cagliari(
foto dal web/Social Maran). In effetti, qualcosa ha girato storto : un'autorete; un " esco non esco " di Cragno nel secondo gol; molte incertezze, dopo il duplice intervento del portiere fuori dai pali, nel tre a zero finale. Di contro, qualche buona opportunitÓ mancata dai rossoblu; buoni interventi di Donnarumma ; incredibile incapacitÓ di mandare la palla in rete a porta vuota. E cosý il Milan, che qualche incertezza in difesa l'ha mostrata, ha finito per vincere. Detto quel che c'era da dire sulla sfortuna, restano le altre considerazioni. La principale: la classifica Ŕ peggiorata. Il quindicesimo posto, a soli tre punti da Bologna ed Empoli terz'ultime, non pu˛ non preoccupare, tanto pi¨ che sabato (ore 18 ) arriva il Parma che proprio arrendevole non Ŕ. Le altre considerazioni riguardano: l'incredibile girandola di formazioni; i troppi infortuni collegati, in buona parte, alla non pi¨ giovane etÓ di molti giocatori acquistati in questa stagione; la grande confusione che regna soprattutto a centrocampo legata al calo di Barella, Ionita e Farag˛ ; l'attacco inesistente. Concetti espressi tante altre volte. Insomma : il Cagliari che non c'Ŕ. Eppure doveva essere questa , con Maran nuovo allenatore, la squadra che avrebbe dovuto far innamorare i tanti tifosi che chiedono soltanto prestazioni dignitose e possibilmente vincenti. Nessuno per˛ aveva fatto i conti con gli infortuni che hanno praticamente azzerato gli acquisti voluti dal tecnico ex Chievo: fuori Castro ( campionato finito), Birsa ( rientro, forse, a fine marzo), Klavan ( disponible, forse, a fine marzo ), ThÚrÚau ( rientro il mese prossimo). Situazioni che meritano grandi riflessioni. Il Cagliari non vince dal 26 dicembre dello scorso anno ( 1 - 0 sul Genoa alla Sardegna Arena); nelle restanti cinque partite contro Udinese, Empoli, Sassuolo, Atalanta e Milan ha raccimolato un solo punto, in casa contro i toscani il 20 gennaio. Numeri insufficienti per non rischiare momenti molto pi¨ difficili. Di contro : numeri sufficienti che richiedono approfondite riflessioni. La svolta, forse, dopo la gara contro la squadra dell'ex Bruno Alves.



DALLA CARTA STAMPATA AL WEB - TERZA PAGINA Ŕ ONLINE - LA PUBBLICITA' INSERITA E' PUBBLICATA GRATUITAMENTE | terzapagina_2006@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu